lunedì 7 novembre 2011

Back to work

Dopo 5 giorni di malattia, due di ferie, altri cinque di malattia e altri 14 di ferie (totale 4 settimane), domani torno in ufficio. Lo stress da ufficio é stato smaltito, quello dei lavori in casa manco un pó, visto che ho lavorato a sistemare le cose anziché far vacanza. Qualche esempio: montaggio ripiani, mobili, mobiletti e comodino, pulizie, montaggio di varie cose dai miei, montaggio lampade, acquisto di tutti i pezzi per i vari montaggi sulle diverse superfici (cemento, cartongesso, polistirolo, legno...). I lavori veri e propri per la casa dovrebbero per il 98% finire questa settimana, compreso il mio pezzo di laminato nel corridoio. Ci sono stati alcuni problemi con gli elettricisti che hanno litigato fra loro e non hanno lavorato bene nell'ultima parte. Rimangono poi alcune piccole scocciature e la ringhiera della finestra del tetto. Io ci ho dato dentro con le varie stanze e sono a un punto abbastanza decente. Tanto che ieri mi sono potuto finalmente godere il BluRay di SUCKER PUNCH che mi sono comprato circa due mesi fa (sigh) con proiettore e impianto audio HT. Il film graficamente é spettacolare, la trama semplice ma adatta, gli attori recitano bene, la colonna sonora é ottima, l'azione é per il 100% del film, rimane solo un pó (tanta) amarezza per la fine di Babydoll. Perché é un pó la smentita di una delle frasi cardine del film: "Se non combatti per qualcosa, ti ritroverai con niente". Voto: 7,5

10 commenti:

  1. TROPPO TRISTE COME FILM.L'HO RIPRESO TRE VOLTE.
    SE POSSO CONSIGLIARTI QUAL'COSA :
    DRIVE
    VENDICAMI
    HANNA
    SONO UN PO' SUL GENERE NOIR , A PARTE HANNA CHE HA UNA FOTOGRAFIA A DIR POCO SPETTACOLARE ANCHE SE E' UN PO' PIU' D'AZIONE

    RispondiElimina
  2. Intanto, buon ritorno in ufficio. Vabbè dai, sarà per le prossime ferie, quest'anno per forza di cose è andata così, ma penso ne valeva la pena per la casa che desideravi da sempre. Misà che ci vorrà un bel po' per smaltire lo stress da cambio casa e allontanare il terrore e la nausea che normalmente viene, una volta finito tutto, alla sola idea di un mattone, di polvere, piastrelle, attrezzi e operai in giro. Comunque, a parte le finiture, il peggio dell'avventura è passato, ora cerca di rilassarti ed iniziare a godere al meglio delle comodità e degli ambienti che faticosamente ti sei creato. Ciao. Anny

    RispondiElimina
  3. Io ho fatto 3 traslochi in 5 anni con due bimbe piccole... è dura, decisamente dura, ma non mollare!!! Per quanto riguarda i vari malanni (sperando che non ti arrabbi troppo per quello che ti sto per scrivere): forse, dico forse, mangiare un po' diversamente potrebbe aiutarti un po' ( un po' più frutta e verdura, anche sotto forma di torte alla frutta ; )
    Scusa, è il mio ruolo di papà che mi porta a fare certi commenti....

    RispondiElimina
  4. come ti capisco!!!!! dopo questo trasloco mi sa che mi metto anche io in malattia hihihihi
    Forza Gris consoliamoci pensando che prima o poi tutto torna alla normalità:-)
    un abbraccio
    A.
    Ps: hai migliorato ma puoi fare di meglio :-P

    RispondiElimina
  5. è vero grissino, devi mangiare più frutta e verdura :) dai che sei quasi al traguardo con la casa, gli ultimi sforzi e finalmente potrai goderti il meritato riposo!!!

    RispondiElimina
  6. Sicuramente lo sai, nell'elenco delle cose riconosciute più stressanti in assoluto, il trasloco è al secondo posto e considerato al pari di quanto possa scombussolare il cambio di lavoro. Ah che birbantone! perchè leggo che non mangi le verdure e la frutta? guarda che ti fanno tanto bene, oltretutto proteggono e aiutano ad alzare le difese immunitarie e quindi ad ammazzare microbi e virus. Ora che i lavori della casa sono quasi finiti ricomincia a pensare a te e al tuo benessere e (guarda che scherzo perchè a me fanno paura) vedi anche qualche filmetto che faccia ridere, evadere, sognare... non sempre i mostri inquietanti. Bacioni**. Anny

    RispondiElimina
  7. suvvia ma avete presente il saporaccio della frutta tedesca?A parte le fragole...e le verdure?Son tutti cavoli!anch'io mangio poche verdure e frutta.Ma adesso stai meglio Grissss?Spero che i lav finiscono presto.. poi c'e' da pulire=-o
    Wanesia

    RispondiElimina
  8. Anonimo: bastava far fuggire anche Babydoll... i film che hai citato non li conosco, nemmeno uno!
    @Anny: ci sto provando a rilassarmi ma basta una piccolezza che mi viene un nervoso!!
    @Faroilcuoco: hai ragione. Il fatto é che qui frutta e verdura non sono sempre un granché. Particolarmente in certe stagioni sono uno strazio come ha detto Wanesia piú giú. Se giá uno non ne va pazzo, é una vera sofferenza! E poi anche il tempo manca. Spero di averne presto di piú.
    @A: sí vabbé, ancora meglio? Dopo una vera vacanza senza pensieri peró! :-P
    @Brusch: ecco, vengo da te a mangiarle! ^_^
    @Anny: no, i mostri dei film non fano paura. Sono quelli veri che spaventano davvero. E per quelli veri, intendo pensare a cose tristi/sgradevoli, alle cose che ti capitano nella vita. Ah sí le mie difese immunitarie devono essere scadenti in questo momento :-(
    @Wanesia: secondo me non ne hanno idea perché in Italia é normale avere tutta la frutta/verdura possibile e di buona qualitá.

    RispondiElimina
  9. ciaooooooooo grissinooo.... io ho visto il film al cinema e mi è piaciuto tanto e infatti la storia è triste per come finisce..... e mi dispiace che non ti 6 goduto le ferie ma daltronde te pensa che ci sn mooolti ke non lavorano compresa me quindi non è cosi tragica la storia...... http://danielainrosa.wordpress.com passa a trovarmi sul mio blog ciaoo

    RispondiElimina
  10. Hai ragione, quando non si lavora é bruttissimo :-( é capitato tre volte anche a me di stare in questa condizione.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P