lunedì 24 ottobre 2011

24 euro di comodità

Una cosa che non ho mai sopportato è l' acqua nel portasapone. Poi hanno inventato il sapone liquido e il problema si è ridotto ad avere il dispenser sopra tutto lurido nel caso qualcuno si fosse lavato delle mani veramente sporchissime. La cosa è particolarmente sentita in cucina dove magari si cucina e poi con le mani sporche ci si vuole lavare. Ora la soluzione di questi problemi è arrivata! Qui è apparso sul mercato un distributore di sapone portatile col sensore a 12 euro. Uno mette sotto la mano o la spugnetta e zifff si vede sfornare il sapone. Con qualche trucchetto quando il contenitore é vuoto, si ri-riempie e voilá! (le ricariche costano 4 euro!). Come alternativa ci sarebbe il distributore da parete come nei bagni dei ristoranti ma costa 25 euro e io non volevo fare buchi o attaccare nulla ne al mobile ne alle pareti. Ma é uscito qualcosa di simile anche in Italia?

11 commenti:

  1. No, ha le batterie dentro. Se no sarebbe scomodissimo.

    RispondiElimina
  2. Proprio ieri ne ho visto uno simile in tv

    RispondiElimina
  3. mi sembra da poco ci sia la pubblicità di uno simile anche qui ma non penso costi così poco

    RispondiElimina
  4. E' già uscito anche qui in Italia, costa circa come lì, la cosa che mi dà fastidio è che va a batterie = consuma energia quindi inquina di più rispetto ad altre dispositivi....ma la cara e vecchia saponetta? Io ci ho fatto 2 conti ma la saponetta costa circa 1/5 rispetto al sapone liquido...

    RispondiElimina
  5. Si, lo pubblicizzano anche qua da un mesetto in tv, l'ho visto nei supermercati però non ho fatto caso al prezzo, guarderò. Capisco in giro con tanta gente, ma in casa il problema del dispenser del sapone liquido così sporco penso non dovrebbe esserci, ad ogni modo questa mi pare una ottima soluzione. No, a parte tutti i buchi, che brutti in casa i distributori dei saponi a parete degli uffici, i ristoranti.. prima o poi anche i migliori, dagli e dagli a premere si scassano sempre. Anny

    RispondiElimina
  6. @Mario: stessa marca?
    @Barbara: mi sa che non ti ha cosí tanto colpito :-P
    @Faroilcuoco: per le batterie, una volta esaurite quelle standard, useró le mie ricaricabili. Io uso quasi solo batterie ricaricabili. Per il costo del sapone... funziona cosí: il primo contenitore ovviamente deve essere quello originale ed é quello che ti danno con il dispenser. Poi (giá fatto per la cucina) una volta vuoto ci ho fatto un buco che tappo con un tappino di gomma che sembra quasi quello originale. E il sapone ci metto dentro quello standard per i piatti o per le mani che piace a me. La saponetta classica non mi piace perché devi stare attentissimo che non si accumuli acqua e poi si sporca e infine quando é piccola é fastidiosa. Comunque con la mia soluzione non credo il sapone costi molto di piú.
    @Anny: sí infatti anche a me non piaceva quello a parete che fa un pó bagno pubblico. Sí in teoria il dispenser a mano non si dovrebber sporcare ma alla fine si sporca sempre. :-P

    RispondiElimina
  7. L'acqua nel portasapone non la sopporto neppure io! Interessante novità... un abbraccio

    RispondiElimina
  8. non lo so, ma è interessante ...

    RispondiElimina
  9. Qui in Germania lo stesso identico costa sugli 8 €

    RispondiElimina
  10. @Marifra79: ciao!
    @Pupottina: ma tu vivi per conto tuo?
    @Anonimo: il primo l'avevo comprato in offerta a 8 euro, il secondo a prezzo normale (12).

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P