lunedì 21 febbraio 2011

La mia nuova bicicletta

E alla fine son riuscito a comprarla. Sabato mi son fatto i due chilometri di passeggiata fino al negozio e lí ho preso la mia prima bici "seria". Mi direte: ma é da donna! Esatto. Primo perché ho sempre odiato quella barra altissima che ti fa fare le acrobazie per salire in sella: qualcuno sa spiegarmi chi ha avuto l'idea cretina di fare bici diverse per i due sessi?! Potrei eventualmente capire un sellino ma le gambe uomini e donne le hanno uguali! C'é il discorso gonna, OK, ma siamo sempre daccapo: perché non vendono solo bici senza stanga? L'unica altra idea é che la barra fosse per uso militare (per il fucile) ma al giorno d'oggi direi che non ha assolutamente piú senso. Dicevo, primo perché odio la sbarra delle acrobazie e poi perché mia mamma voleva provare ad andarci un pó per poi eventualmente comprarne una sua. Prendi due e paghi 399 euro  ;-)
La bici é una da Trekking della KTM che é una ditta austriaca. Sono tornato a casa con la bici e ho potuto velocemente provarla. La cosa che mi ha stupito é il cambio che ha due leve (e io che cercavo di muovere quella davanti avanti e indietro come la mia vecchissima MB) e che quindi é comodissimo da usare in entrambi i sensi di scalatura delle marce. Poi c'é la dinamo integrata nella ruota davanti e le sospensioni. Infine piacevole sorpresa la forcella che é un minimo piú stabile di quel pezzo di metallo che aveva la vecchia. Cosa manca:
  •  L'antifurto. Avevo pensto a questo: TRELOCK RS 440 che praticamente blocca la ruota dal girare e poi ha un buco a lato dove puoi mettere anche la catena per legare la bici al palo (in pratica un doppio antifurto). In alternativa avevo pensato alla catena separata che, dovesse rompersi questo, si puó riciclare...
  • Il computer di bordo. Proveró a riciclare il vecchio che avevo comprato per la mia MB e che non avevo mai usato perché incompatibile. Devo vedere se ci son tutti i pezzi e le batterie son OK.
  • Le borse per la spesa. Giá perché qui tutti i negozi hanno il "portabici" :-P Ho visto queste sacche qui o in alternativa ne avevo visto anche un tipo che ha anche uno zaino sopra che si puó staccare. Vedremo prezzo, fattura e impermeabilità.
  • La pompa. C'é quella mini di emergenza compresa nella bici, dovrei averne una a pedale a Milano, chissà se c'è ancora.
  • Il casco, perché in fondo la propria sicurezza non é mai abbastanza protetta.
  • Avevo pensato (ma non ne sono sicuro) anche a uno specchietto retrovisore che secondo me é comodissimo (per la circolazione) ma non so se sia anche comodo (da tenere sulla bici).
  • In futuro, avevo pensato al carrellino posteriore per cani :-P Ma prima devo vedere se effettivamente uso tanto la bici.
Ecco la foto della nuova bici, cliccate per ingrandire e vedere meglio.

12 commenti:

  1. Che meraviglia...e´ bellissima. Non mi parlare di marce,innanzitutto io ho sempre usato la bici anche in Sicilia,ma appena sono venuta in Germania i miei orizzonti in fatto di bici si sono aperti, qui ho visto bici davvero "strane" per non parlare delle ruote grosse che hanno e delle stramaledette marce, io non riesco ad utilizzarle :P

    RispondiElimina
  2. Ho una vecchia "bianchi" nera, pesante, faticosa,senza canna, BELLISSIMA! La tua è favolosa caro Grissino e sono proprio contenta di averti incontrato! Buona passeggiata deny

    RispondiElimina
  3. E' una bellissima bici, complimenti e poi è una ottima marca. Io ho una vecchia bianchi da donna, tosta, ma va ancora benissimo. Eh no, la differenza tra uomo e donna c'è, a parte le gonne e tante altre delicatezze che andavano bene in altri tempi, la bici da donna è fatta apposta perchè la donna ha una conformazione fisica diversa, ha gli avambracci più corti, le mani più piccole, il bacino più largo, ecc. ecc. rispetto ad un uomo e quindi la canna diversa e anche la sella, in genere più corta e più morbida, fanno la differenza perchè sia seduta più comoda e fatichi di meno. Il cestino e le borse sono comodissime!. Bravo Grissino, buone passeggiate. Anny.

    RispondiElimina
  4. @Wanesia: beh, in cittá, se é tutto piano, le marce non servono granché. Dovrebbero aiutare in caso di salite!
    @Deny: beh, Bianchi é famosissima come marca. Certo é che la tecnologia fa incredibili passi avanti e si vede anche nelle biciclette!
    @Anny: sí vabbe, le mani io le ho piccole, gli avambracci e il bacino non saprei, ma la sbarra non ce la voglio in ogni caso! :-D Speriamo venga caldo perché qui stamattina c'era -8 e con queste temperature andare in bici non é piacevole. :-(

    RispondiElimina
  5. che bello andare in bici per città, anche a me piacerebbe tanto! col bel tempo sai che bei giretti ti farai...

    RispondiElimina
  6. ecco, qua non posso aiutarti perché non vado in bici da quando avevo forse 8 anni. Questo perché la mia "città" è fatta solo di salite e discese ripide quindi nessuno usa la bici. Poi a Londra, dove è molto usata, c'era un alto rischio che mi stirassero alla prima curva

    RispondiElimina
  7. Bella bici Grissino complimenti a Milano
    usarla si rischia di essere stirati poche
    piste ciclabili anche.
    Certo che -8 è dura speriamo si arrivi la primavera

    RispondiElimina
  8. Ciao caro!! anch'io vado sempre in bici qui a Como! sono d'accordo con te per la canna...posso capire che per le donne sia scomoda, ma senza canna è comoda per tutti e due i sessi, però un a volta(ma moooolto una volta!!!) sulla canna ci portavano le ragazze ed era una scusa per averle vicine-vicine....
    come sta la tua Kat?
    ciao!f.

    RispondiElimina
  9. Forte la tua bici....e pure il tuo tentativo d'interpretare il perchè della canna!
    Non credo abbia nulla a che vedere con il fucile, piuttosto con una miglior tenuta del telaio, così mi spiegarono tempo addietro....oppure dici che mi hanno raccontato una scemenza?!!
    Però era bello quando si vedevano le ragazze sedute tutte da un lato sulla canna, magari serviva anche per quello....o no?!!
    Oggi ho pensato a te, ho trovato al super una salsa al Jack Daniels già bella che pronta!!
    Un bacio Grissi

    RispondiElimina
  10. ESTREMAMENTE INTERESSANTE IL TUO BLOG!!!
    BELLA LA BICI!!!!

    RispondiElimina
  11. @Roberta: beh qui ci sono tutte le passeggiate fra le vigne, niente cittá ;-)
    @Tokyonome85: sí, ci mancherebbe, anche io a Vienna manco mi era passato per l'anticamera del cervello di andare in bici!!
    @Sergio: giá, Milano é la solita vergogna, anche per le piste ciclabili!
    @Fulvia: Kat bene :-) Sí, vabbé, appunto, molto una volta. Al giorno d'oggi ti stirano giá se vai da solo, se hai anche la ragazza, due in un colpo solo ;-)
    @Fabiana:No, effettivamente la barra aiuta a mantenere la struttura del telaio ma non si capisce perché debba essere orizzontale e cosí alta. Che marca era la salsa, mi interesserebbe molto, previo check degli ingredienti (se non é troppo sintetica).
    @Graal77: grazie :-)

    RispondiElimina
  12. Ma è bellissima!!! ^______^

    Come antifurto ti propongo una roba all' "italiana" ma efficacissima... oltre a catena e l'antifurto spaziale... quando la àncori da qualche parte... portati via il sellino... :*DDD
    Cioè proprio SOLO il sellino e lascia il resto del suo bel tubicino a sporgere... :P

    Le sacche laterali mi sono sempre piaciute un casino, ma qui, dalle mie parti, non le usa nessuno e mi vergogno a metterle :DDD
    Però ho messo il cestino dietro, sul "portapacchi" anzichè davanti, che fa troppo "nonna" se mi spiego...

    Nella mia vecchia "olendese" invece il cestino era di vimini e mi piaceva un casino... come cambiano i punti di vista crescendo... bada bene ho detto crescendo e NON invecchiando... ^______^

    PS: anche qui fa un freddo cane porca l'oca!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P