giovedì 30 dicembre 2010

Recensione Kenwood Chef regali di Natale e Capodanno!

Oggi consueto post di fine anno ;-) ma siccome il tempo é quello che é (pochissimo come al solito) faccio un mix anche con i regali di Natale. Allora cominciamo appunto da Natale che é andato meglio degli altri anni per diverse ragioni. Prima di tutto essendo nella nuova casa non abbiamo dovuto mangiare stretti come sardine (liberazione!), poi ho potuto un pochino di piú sbizzarrirmi con le decorazioni, il mio naso mi ha fatto dannare meno che gli anni scorsi ossia ho potuto sentire di piú profumi e sapori e infine anche i regali son stati pochi ma (quasi tutti) buoni. Fra tutti i regali, quello a cui piú tenevo e che ho ricevuto dai miei é stato il Kenwood Chef! (per di piú nella versione con il contenitore grosso, quello da 6 litri). Si tratta di un robot da cucina che peró di fatto é soprattutto un impastatore e quindi mi aiuterá a fare i miei dolci. Inoltre, malgrado fossi super scettico all'inizio, anche il libro di dolci che mi ha regalato mia sorella é stato davvero una bella sorpresa. Non solo é molto professionale ma dá anche le giuste spiegazioni del perché bisogna fare una cosa in un certo modo e non in un altro. Ah, cara Tokyonome, aggiungere il sale ai bianchi d'uovo prima di montarli come ti ho detto io non serve a nulla ed é meglio aggiungere invece un goccino di succo di limone ;-) perché facilita la distensione prima e l'aggregazione dopo delle proteine dell'uovo. Ma lasciatemi parlare del Kenwood Chef che era il mio sogno da tanto tempo. Ho sempre voluto il Kitchen Aid che é il rivale americano e ora sono soddisfatissimo di questo che é il fratello inglese. Il prezzo sul mercato é ci circa 400-450 euro anche se i miei all'Esselunga son riusciti ad averlo per 125 euro + 8000 punti che secondo me é un prezzaccio. Il robot é interamente in metallo, pesa infatti un casino. Sono comprese tre fruste tutte in metallo (meno la frusta a gancio che ha un proteggi gancio in plastica, poi c'é la frusta a fili per montare e quella a K per gli impasti) e un tazzone per frullare. La versione presente é quella in vetro (mamma mia quanto pesa!) che é l'intermedia fra quella economica in plastica e quella in acciaio. Benché l'abbia solo avviato una volta per vedere se funzionava (sigh, e sí che ero in vacanza quindi di tempo ne avrei dovuto avere...) e un'altra per fare il pan di spagna per il tronchetto alle castagne di Capodanno, mi son potuto fare un'idea del tutto. Senza dubbio il robot é molto solido e i risultati sono professionali, le fruste pure son solide, é comodo da gestire anche se il contenitore di metallo da 6 litri con dentro l'impasto diventa parecchio pesante (in opzione é possibile comprare quello di plastica). Durante il funzionamento il robot é parecchio rumoroso ma pazienza. Poi ci sono alcuni pezzi che si vede chiaramente che sono fatti com molta economia e questo lo trovo inaccettabile per un robot che costa piú di 400 euro! La manopolina che fa variare la velocitá é davvero di plastichetta e ballerina, dá davvero poca sensazione di robustezza. Idem il cavo di alimentazione, smilzo e di una orribile plastichetta grigiastra che sa di vecchio solo a vederla. Giudizio scadente anche per il paraspruzzi che sembra di plastica economica anche lui ma soprattutto ha un sistema di fissaggio quanto mai approssimativo e che non so quanto possa durare visto che si basa su uno spuntoncino di plastica... Per il resto, direi che é OK, anche i prezzi degli accessori sono alti ma non assurdi (fra i 40 e i 60 euro). In pratica, per il prezzo pagato é favoloso, ma se avessi dovuto pagarlo 450 euro non sarei stato proprio al 100% soddisfatto. Infine: a chi é consigliato? Secondo me solo a chi fa molto spesso impasti per pasticceria e panetteria, in questo caso é uno strumento simil-professionale che puó davvero fare la differenza. Per tutte le altre preparazioni (tagliare, frullare, grattugiare, ecc.) penso che un robot classico da 60-80 vada piú che bene! Per chi fa molto saltuariamente pane o pizza, consiglio come alternativa una macchina del pane con il programma "impasto". Anche qui con 80 euro ce la si fa comodamente con in piú un extra molto comodo: la macchina del pane accende leggermente la resistenza dopo la lievitazione per cui é meglio anche del Kenwood Chef. Gli svantaggi sono che le quantitá devono essere piú basse e come impastatrice é un pochino (poco) meno efficace (tende a triturare gli ingredienti anziche miscelarli). Infine due parole su quest'anno che é stato molto importante: é finalmente arrivata la casa. Peró ci sono tantissimi lavori da fare (da svenire solo a pensarci). Bisogna rimettere a nuovo il primo piano (non c'é nulla, solo i muri e le travi di legno prima del tetto, manco il soffitto) rifare la mia cucina (faró un post apposta nel nuovo anno), il bagno e anche due o tre piccolezze in giardino. Il tetto, almeno quello, é stato fatto. Speriamo bastino i soldi, é un pó la mia preoccupazione. Infine speriamo di andare bene di salute. Un augurio che faccio a me stesso, ai miei, ai miei amici e quindi anche a voi tutti perché, se non c'é la salute, tutto il resto perde d'importanza. Buon anno, tanti auguri di buona salute e felicitá!

P.S.: Qui freddo gelido, stamattina c'erano -12.5°C in giardino !! Notare i 15,7°C NELLA MIA CAMERA vicino alla finestra (vicino al letto sono 2°C in piú...). Altra cosa da sistemare, la vetrata di camera mia (non c'é parete verso il giardino!) che disperde una quantitá mostruosa di calore. :-(
 
 

martedì 28 dicembre 2010

Cercasi frollini al cacao :-(

Col mio nuovo regalo di Natale volevo lanciarmi nella preparazione di una complicatissima bevanda ;-) ossia un FRAPPE' ALLA VANIGLIA CON PEZZETTI DI BISCOTTI AL CACAO. Detto molto piattamente un frappé coi pan di stelle o con altri frollini al cacao. Ebbene, ho appena girato quattro supermercati e non c'é verso di trovare dei frollini al cacao. A essere sincero c'erano gli Oreo Cookies che costavano un capitale e non sono proprio il massimo come ingredienti. Cosí ho ripiegato sui Ringo... E' incredibile, qui ci sono tantissime cose buonissime, biscotti di tutti i tipi compresi quelli favolosi che si fanno a Natale ma i frollini al cacao no!! :-(

P.S.: Un'altra cosa che, accidenti, qui non si trova é il gelato Hägen Dasz al cioccolato con scagliette di cioccolato belga!!! Ditemi perché lo commercializzano in Italia e qui ci sono solo 3 gusti!!

domenica 26 dicembre 2010

Spirito natalizio passato

Visto che lo spirito natalizio é passato e in piú ho un attimo di tempo voglio farvi vedere a che punto certa gente si abbassa nel fare regali. Prima di Natale avevo organizzato un party, invitato alcuni colleghi. Party significa preparare le decorazioni e cucinare prima, intrattenere gli ospiti durante e infine pulire (anche la casa) e rimettere a posto dopo. Facile a dire, impegnativo da fare. Ora, uno non organizza i party per fare soldi o ricevere regali (davvero poco conveniente vista la fatica da mettere in campo se li si fa bene) ma almeno una piccola ricompensa farebbe piacere. Nell'invito al party avevo di fatto specificato "non portate nulla, a chi vuol contribuire con un pensiero suggerisco un buono regalo di uno dei centri commerciali fai-da-te della zona". Questo perché avendo tante spese per la casa, almeno mi arrivava qualcosa di utile e poi un buono puó partire da 10 euro che é veramente una piccolezza per una serata dove vai a mangiare/bere. Ebbene, qualcuno ha regalato altro e vabbé, scelta sua, ma un mio collega austriaco mi ha portato un pacchettino simil carta-igienica e avevo pensato: vabbé, sará una piccolezza e poi dentro una carta dell'Ikea o simili. Macché, aperto il pacchetto, questo é stato il contenuto:

  • Una (1) tazzina con bordino dorato sbeccata
  • Un (1) piattino spaiato (lo si capisce perché i fiori son diversi e poi la tazza é fatta in Germania e il piattino in Polonia)
  • Una specie di tortina di cera che non é una candela visto che manca lo stoppino
  • Un disco di cera marroncina di cui non riesco a immaginare l'uso
Beh, insomma, facciamola breve, mi ha portato dei rifiuti trovati a qualche mercatino dell'usato. Lascio a voi i commenti. Vediamo se qualcuno posta il solito luogo comune "basta il pensiero"...

sabato 25 dicembre 2010

Bau-guri dalla Dalmo-renna!

La dalmo-renna austriaca e Grissino vi augurano 
Buon Natale
e tanto tanto relax... 
Io ho una voglia di non fare nulla e di mettermi a letto a leggere... 
sono davvero stanco e spero di riuscirmi a riposare nei prossimi giorni!

sabato 18 dicembre 2010

Grissino mobile

Dal mio freddissimo paesino vicino a Vienna, Grissino vi comunica che ha abilitato la nuova fresca ;-) feature di Blogger che vi permette di leggere il mio Blog anche attraverso una versione adattata per cellulari (meno pesante, e ridimensionata per i piccoli display). In questo momento la temperatura ufficiale qui da me é -8,6 °C con il 91% di umiditá... e per fortuna nessun vento! :-P Ah, dimenticavo, questo dovrebbe essere l'indirizzo 3D da far leggere alla fotocamera del cellulare per farla arrivare al Blog. Qualcuno vuol provare e confermarmi che funziona? Grazie in anticipo :-P

P.S: Aggiornamento (grazie Shaindel!!): il pulsante per i commenti da mobile é un pó nascosto: dovete scegliere prima il post (vedi immagini sotto) e poi cliccare sul link testuale (non c'é nessun pulsante) come si vede nella seconda immagine.

lunedì 13 dicembre 2010

Wien Energie

Devo dire che qui in Austria l'azienda elettrica fa molto Marketing e informazione: ha la sua rivista, manda notizie del perché e percome gas e luce costano di piú (o di meno) e nel suo edificio di rappresentanza a Vienna (Mariahilferstraße) ospita mostre e omaggia i clienti con varie cose: punsch, caldarroste e, sabato scorso mi han dato un piccolo Lebkuchen (panspezie) con la pubblicitá dei... BUONI DI ENERGIA ELETTRICA! In pratica puoi regalare 10-20-30 euro di bolletta a qualcuno... :-P Insomma, si danno da fare e, per ora, mi sembrano in gamba!

venerdì 10 dicembre 2010

Soldi miei

Se c'é una cosa che ODIO é dover andare a pregare qualcuno di restituirmi una cosa MIA. La cosa poi sfiora l'assurdo quando sono soldi che ho prestato. Ora, si vede anche che io non imparo mai. 6 mesi fa avevo comprato un panino al mio collega indiano (1,80) che mi disse "poi ti ridó i soldi". Mai piú visti. L'altro giorno (lunedí) voleva andarsi a prendere qualcosa al ristorante e mi fa "mi presti dei soldi? Il bancomat non funziona". Ora, vi sembra possibile che uno viaggi SENZA SOLDI?! Ad ogni modo gli ho dato 7 euro (il menú costa 5,90). Mi aspettavo che martedi me li ridasse con tanto di vivissimi ringraziamenti. Niente. Mercoledí era festa. Giovedí nulla, come se niente fosse. Oggi ho cambiato 10 euro cosí da avere il resto di 10 o 20 euro e poi sono andato su col portafoglio in mano. Parlando del piú e del memo, ho aggiunto: "ah, non é che hai qualcosa per me?". Ha fatto il finto tonto e poi ha dovuto ammettere "Ah, i soldi che mi hai prestato". E ha anche aggiunto "ah, sí, son 7 euro". senza nemmeno una parola di scusa per il ritardo. Peró te lo ricordi che te li ho prestati!!! E allora perché non me li hai dati indietro?! E anche l'altro collega italiano qualche mese fa mi aveva detto "non hai due monetine per la macchinetta"? Gli avevo dato uno o due euro. Mai piú visti neppure quelli. Facciamo due conti: 7 + 1,80 + 1,20 per fare cifra tonda = 10 euro. Ora, con tutte le spese che ho per la casa, perché devo dare via 10 euro senza motivo?! La prossima volta che qualcuno mi chiede dei soldi, gli diró "mi spiace devo proprio passare dal bancomat tornando a casa" o "non ho monetine, le ho finite stamattina per il dolcetto dal panettiere". Stronzi pidocchi!

mercoledì 8 dicembre 2010

Foto di neve

Qualcuno "anonimo" mi ha chiesto qualche foto della neve di qui. per fortuna ieri e oggi se ne é sciolta molta. Ad ogni modo eccovi due foto. Il giardino versione invernale e la neve su uno dei muretti del cancello...


lunedì 6 dicembre 2010

Sogni strani

OK, quando c'erano gli operai a rifare il tetto e pure non stavo bene, ho fatto un sogno strano. Ero dentro un grandissimo ufficio pubblico, ma davvero un atrio gigantesco tipo quelli del Tribunale di Milano. Poi confusamente mi ricordo che mi han detto "no, ci spiace non glielo possiamo fare/dare, deve andare via, ci spiace". E io me ne esco da questo edificio e alzo lo sguardo e in quel momento vedo in lontananza un fungo di una esplosione nucleare. Mi volto, corro di nuovo verso l'edificio e ci entro. Corro verso il sotterraneo e mi butto a terra sulle scale. Sento l'onda d'urto e il caldo dell'esplosione nucleare. Appena passata, corro giú per le scale piú in basso in basso per trovare un rifugio contro le radiazioni. E' buio e quando arrivo in fondo alla scala sento un cane ringhiare e mi dico "cavolo, proprio a me che amo i cani?". Poi dopo un pó smette e mi dico "vabbé, se ha smesso, vuol dire che non mi succederá niente". E poi mi son svegliato...

giovedì 2 dicembre 2010

Che noia che barba che noia

Uffa che noia, che barba, che noia... oggi al lavoro il tempo non passava piú. Sarei stato piú felice di spalare la neve davanti a casa! Ma come fa la gente a dire che "gli piace lavorare"?! Mah... io avrei un casino di bellissime cose da fare a casa e invece devo andare a lavorare. Potessi andare in pensione domani, non esiterei due secondi netti.

P.S.: Qui sta nevicando da pazzi!

mercoledì 1 dicembre 2010

Animaletti

Non stando piú a Vienna, sono consapevole che qui ci saranno piú animaletti con cui confrontarsi. A dire il vero mi spaventano solo zecche, api e vespe. Ormai siamo in inverno quindi non ce ne dovrebbero essere. In compenso ho notato che la casa, specialmente il seminterrato, é pieno di... ragni! Malgrado la pessima fama che hanno, sono inoffensivi e utilissimi a cacciare e mangiare altri insetti, quelli cattivi appunto. A me poi fanno schifo solo le zecche e gli scarafaggi. Api e vespe omi fan paura per le punture. Quindi viva i ragni! Ho fatto una bella foto di uno che stava sul siffitto del bagno e ve la posto. Poi in giardino non ho potuto non fare quella di una cavalletta che spiccava verdissima contro il muro bianco. Certo che gli insetti visti da vicino sono sempre un pó impressionanti! (cliccate le foto per ingrandirle)