martedì 14 settembre 2010

Un mappone di lavori da fare

Ho fatto un giro nella mia (futura) casa. Non lo é ancora, mancano alcuni piccoli passi. Tuttavia gli inquilini stanno giá provvedendo a sgomberare e portare via tutto. Inoltre son stati davvero gentilissimi e mi hanno spiegato tutto (o almeno ci hanno provato) a proposito della casa, luce, gas, riscaldamento, dove sono i tubi, eccetera eccetera. Ebbene: DA SVENIRE. OK, la cucina era giá pianificata da rifare perché avrá trent'anni. Speriamo duri fino alla primavera. Ma il soggiorno, argh, dovró tutto tappare i buchi, scartavetrare dove ho tappato, mano di fissante e verniciare. E poi ci sono un sacco di altri lavoretti. L'impianto elettrico, anche se funziona, é paleolitico, dovró discutere con mio papá cosa é meglio fare. Poi ci sono un sacco di piccole cose da mantenere o a cui far caso o tenere d'occhio. Una cosa davvero pazzesca é il riscaldamento. L'impianto é complicatissimo perché di fatto acqua calda e riscaldamento son separati e possono andare ad elettricità o legna (l'acqua calda) o a gas o legna (il riscaldamento). Il tutto allo scopo di risparmiare un bel pó di soldi. Peccato peró che la caldaia a legna debba venire accesa e riempita ogni sera, va smontata e pulita ogni 2-3 mesi e poi bisogna comprare e portare dentro la legna in cantina (chi?!) tenendo conto che brucia circa 6-7 ceppi al giorno fate il conto quanta ce ne vuole per tutto l'inverno... infatti c'é una stanza apposta. Capisco anche che in teoria si dovrebbero risparmiare in questo modo almeno circa 1000 euro/inverno ma insomma, credo che quando sará da cambiare (ed ahimé é abbastanza nuova) cercheró qualcosa di automatico. Poi ci sono un sacco di altri lavori da fare, tipo prese da spostare o mettere e cosí via. Insomma, per viverci in emergenza va bene, per sistemarla come si deve ci vorrá tanto tempo sigh sob... Mi ci metteró con pazienza.
:-P

23 commenti:

  1. Certo con la legna si risparmia ma certo non risparmi lavoro e fatica... In bocca al lupo per tutto

    RispondiElimina
  2. Urk, c’è un bel da fare... ma non perderti d’animo, poco alla volta si sistemerà tutto, l’importante è aver risolto la questione casa, ti pare poco?. E’ abbastanza normale rinfrescare le stanze o spostare prese magari messe qua e là a cavolo, certo l’impianto elettrico eventualmente da rifare sarebbe una spesetta importante ma poi avrai messo la casa in sicurezza. Non ti converrebbe, almeno per la ripulitura della stanza chiamare un pittore? Non credo ti faccia bene respirare polvere e odori di stucchi e vernici e poi velocizzeresti e ti solleverebbe un po’ da tutto il resto. Che strano sistema di riscaldamento e comunque non so, ma quello della legna farà pure risparmiare (qui la legna da ardere va dai 12 ai 15 Euro a quintale a seconda della qualità) ma è anche un impegno bello pesante, considera che bisogna farsela portare, scaricare, immagazzinare cataste, tenere sempre pulito, la cenere, la manutenzione, l'acqua tutte le sere ecc., forse può essere un'alternativa, ma proprio una tantum. Ad ogni modo intanto, buon trasloco e in bocca al lupo per tutto il resto. Anny

    RispondiElimina
  3. Sulla legna ti posso dire che a me ha cambiato la vita:
    il calore della mia stufa riempie tutta la casa, asciuga dall'umidità ed è meraviglioso. Io e mio marito abbiamo già deciso che nella ns casa avremo la caldaia a legna. La carichi 1 o 2 volte al giorno e la casa è calda. Risparmi tantissimi soldi. Si è vero c'è la "scocciatura" ( che per me è un piacere ) dello scarico e sistemazione, ma credimi: ne vale la pena. Qui dove sto io l'alternativa è il GPL e quando non avevo la stufa sono arrivata a spendere anche 350 € in una settimana e non arrivavo a più di 17° in casa. Considera che io per la stagione invernale, stando in casa tutto il giorno, consumo circa 60 qt di legna a 12€ il qt.
    E poi sai cosa dicono dalle mie parti? La legna scalda 3 volte: quando la carichi, quando la scarichi e quando la porti in casa!
    ; )

    Saluti
    Matilde ( lettrice fissa e fedele )

    RispondiElimina
  4. da muß mann anstossen mit Cola-Rot:
    http://colarot.blogspot.com/2010/09/cola-rot-fur-edelproleten-kalte-muschi.html

    RispondiElimina
  5. Ma ti affidi ad una impresa o sistemi tu?

    RispondiElimina
  6. @Sissi: penso che quando poi sei pratico fai pure in fretta. Certo che é un lavoro in piú da fare quando uno torna a casa...
    @Anny: l'unica che pitturo é il soggiorno (e solo le pareti). Le altre sono a posto. Peró siccome nel soggiorno erano appesi dei mobili a parete, ci son tutti i buchi, proprio dove devo vedere i film. Quindi un pó di stucco, una limatina e, spero, una passata veloce di bianco. Le prese non mi preoccupano molto. Piú che l'impianto elettrico é da rifare eventualmente il pannello di controllo.
    La legna me la farei portare e impilare. E' un lavoraccio. No, acqua non ne devo mettere: solo legna.
    @Matilde: prima di tutto grazie per la pazienza a seguirmi :-P Siccome la casa é piccola e ci sono dei grossi serbatoi per l'acqua calda del riscaldamento e per quella "normale", a me han detto che basta che carico la stufa alla sera. Sicuramente caricare la legna non la carico, scariocarla nemmeno, al max metterla a posto in cantina ed é giá un lavoraccio ;-)
    @Colarot: nein danke :-P
    @Sergio: eh, per i lavori grossi a un'impresa. Ma cerco di fare da me il piú possibile.

    RispondiElimina
  7. beh allora e' un bel casino perche' da soli
    e' dura poi lavorando i tempi si allungano
    parecchio, come lavori di ristrutturazione
    li fanno austriaci o stranieri?
    i costi li puoi scaricare sulle tasse?

    RispondiElimina
  8. Ma i grossi lavori di ristrutturazione, quelli davvero importanti per la vivibilitá della casa, li fa un'impresa (saranno piú di una immagino). Non mi metto certo a sostituire le travi del tetto :-D Ma mettere a posto la parete del soggiorno e della stanza degli ospiti e imbiancarle, quello lo posso fare. Idem le prese, la cablatura della rete (che poi é quasi il mio lavoro) e tutti i dispositivi collegati, la rete wireless in giardino, configurare i PC, le stampanti... non credo che qui tu possa scaricare nulla, puoi peró chiedere dei sussidi ma non sempre conviene. Stiamo valutando. Lavori agli austriaci. Se dai a ditte estere, magari spendi poco, ma non hai nessuna garanzia. Che fai, se il tetto poi perde, come ci litighi con la ditta ungherese/ceca/slovacca/croata/slovena? In ungherese/ceco/slovacco/croato/sloveno? :-P Non oso pensarci!

    RispondiElimina
  9. Dai che sarà bello lavorare alla tua casa e renderla ogni giorno più bella e più ''tua''

    RispondiElimina
  10. Per me lavori del genere rappresenterebbero uno stress totale, ma so che a molte persone piace farli. Chiamerei un'impresa per fare qualunque lavoro. In ogni caso, tanti auguri per la casa nuova.

    RispondiElimina
  11. Si li farei fare anche io agli austriaci, certo che parli di pc di stampanti mi sembra che devi crearti un CED in casa.. scherzo.
    La storia dei sussidi e' interessante pagheresti molti interessi poi?

    RispondiElimina
  12. @Barbara: questo sicuramente!!
    @Oscar: ma no, nel mio caso non molto. In fondo é una sola stanza. L'altra la posso poi fare con comodo, é quella degli ospiti. E' un esperimento divertente.
    @Sergio: esatto, piú o meno sará una cosa del genere, un mini-CED. :-D La casa sará tutta cablata, wireless in giardino, balcone e giardino invernale, poi un NAS, una stampante e poi i telefoni VOIP. Difatti, solo per il mio piano ho dovuto comprare uno switch 16 porte ;-)

    RispondiElimina
  13. pazzesco grissino ma sei un ingegnere informatico? a proposito metti piastrelle o parquet?

    RispondiElimina
  14. No, avevo studiato Tecnologie Alimentari all'università, niente ingegneria.. Prima di venire qui ho comunque lavorato come System Administrator (Microsoft) e ho insegnato ai colleghi per due anni. E' stato un bellissimo lavoro finché é durato (poi tutte le aziende del settore sono entrate in crisi).
    Cucina, bagno: piastrelle. Camera da letto, soggiorno, sala da pranzo: c'é giá il parquet. Corridoio: c'é il linoleum (per ora non lo cambio, lo tengo finché non si rovina).

    RispondiElimina
  15. Che lavoro hai trovato a Vienna?
    Il linoleum ti piace? e' un po' retro'
    certo che per parlare con gli operai di come
    sistemare la casa oramai lo sai perfettamente
    il tedesco, quando cominci i lavori lo sai gia'?

    RispondiElimina
  16. Uh quante domande!! Lavoro in campo informatico anche se purtroppo non come system administrator. Il linoleum mi é indifferente... visto che i soldi non abbondano, va bene anche se preferivo il laminato o le piastrelle. No, il tedesco non lo so bene perché in ufficio si parla inglese (per fortuna all'inizio, purtroppo adesso). I lavori grossi, a parte il tetto, saranno x l'anno prossimo.

    RispondiElimina
  17. beh,l'avrai pagata poco e questo conta.
    La cosa importante è che sia vicinissima al lavoro ( e al centro? )

    Hybris

    RispondiElimina
  18. @Hybris: poco é un concetto, parlando di case, piú che mai relativo. Ad ogni modo credo di aver pagato un prezzo abbastanza buono. Ma anche i lavori son tanti. Diciamo che l'ho pagata (anzi, l'abbiamo pagata, visto che che l'ho comprata insieme ai miei) il giusto. Al lavoro non é vicinissima ma non per causa sua, ma perché il posto non é servito granché bene e devo prendere due mezzi (é fuori Vienna). Quanto a Vienna, é ben servita ma non é vicinissima. Diciamo che vai nei posti principali in circa 1 ora con i mezzi pubblici e in 35-50 minuti con l'auto a seconda del traffico. D'altra parte una casetta equivalente, nei sobborghi di Vienna costa molto di piú. E il paesaggio non é cosí bello. E poi ho tutto nelle vicinanze, compreso supermercati e centri commerciali. :-P Di piú, per privacy non posso dirti ;-)

    RispondiElimina
  19. Per "1 ora di mezzi pubblici" intendo 1 ora dall'uscita di casa alla vetrina del negozio o al monumento o al museo. Quindi in realtá son circa 30-50 minuti di mezzi pubblici che non mi sembra molto.

    RispondiElimina
  20. Grissino era solo curiosita' scusa per le troppe domande certo che con la privacy
    sei proprio fissato :)
    comunque se ami il verde e la tranquillita'
    hai fatto la scelta giusta

    RispondiElimina
  21. Ah ah non é una fissazione, ma la conseguenza di cattive esperienze passate. ;-)

    RispondiElimina
  22. Mi viene la febbre solo a pensare a tutti questi lavori, ma forse è perchè non sono pratica di impianti elettrici, riscaldamento ecc. Però alla fine un poco alla volta e ti godrai la casa che ti ha fatto "stare male" tutti questi mesi no?

    RispondiElimina
  23. Ma sí questo é nulla rispetto alla sofferenza patita in questi mesi!! :-)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P