sabato 21 agosto 2010

Cucine

Sabato sono andato a un grandissimo centro alla periferia di Vienna con moltissime cucine di marca in esposizione. Volevo vedere se ci fosse un'effettiva differenza tecnologica fra le cucine dell'Ikea e queste qui di marca oltre che dare un'occhiata ai prezzi. Ebbene, sono rimasto delusissimo. Ovviamente si vede che queste cucine sono di marca perché ci sono alcuni piccoli particolari che le rendono un pochino piú raffinate come ad esempio le viti coperte dalla targhetta nei cassetti, qualche cappa fantascientifica integrata nel mobile della cucina e una infinitá di materiali e colori fra cui scegliere. Peró, dal punto di vista pratico, ossia dalle possibilitá che la cucina offre, non c'é alcuna differenza con l'Ikea. Stessi tipi di cassetti, antine, vani a scorrimento e via dicendo. A mio parere non c'é differenza nemmeno nella robustezza perché Ikea dá 25 anni. di garanzia.. Quindi secondo me se uno si accontenta dei colori e delle opzioni offerte da Ikea (che non son tantissime ma neppure poche) secondo me non ha senso spendere di piú comprandone una di marca. Per cui ora faró cosí: mi calcolo la mia cucina Ikea, ci aggiungo 800 euro di trasporto montaggio e varie e poi vado a farmi un preventivo da questi qui. Vediamo un pó cosa salta fuori. Ma ho dei dubbi che costi meno...

**UPDATE**
Mi é venuta in mente un'altra cosa che mi ha stupito in una di queste cucine di marca. Ce n'era una senza maniglie, sembrava una parete perfetta e poi toccavi con un dito e il cassetto/armadietto si aprivano. Bellissimo per un soggiorno ma visto che i tempi di risposta non sono velocissimi, io a cucinare con una cucina cosí diventerei isterico dopo la seconda posata o attrezzo che devo tirare fuori! :-D

12 commenti:

  1. magari però ti offrono dei servizi aggiuntivi... una mia amica l'ha presa al negozio anzichè da ikea perchè per esempio le garantiscono di smontargliela e rimontargleila in caso di trasferimento gratuitamente entro un tot di anni... beh per lei che è in affitto è una cosa interessante, magari per te che avrai casa di proprietà lo è meno... e poi avendo comprato lì anche i mobili della sala e camera le hanno fatto degli sconti...

    RispondiElimina
  2. Sí ma tutto dipende anche dal prezzo... e siccome ho visto quelli delle cucine in offerta, tremo al pensiero di sapere quelli delle cucine NON in offerta :-P Nel mio caso serve solo la cucina, gli altri mobili sicuramente li prendo all'Ikea.

    RispondiElimina
  3. Ho avuto una discussione sull'argomento giusto la settimana scorsa. La gente continua a dire che la roba Ikea è scarsa, e molte di queste persone non hanno mai visto un mobile dell'Ikea e/o non capiscono niente di mobili.
    Tanti sono convinti che pagare tanto corrisponda necessariamente ad assicurarsi un prodotto di qualità, ma secondo me è una teoria falsa in quasi tutti i settori. In alcuni di questi, ho un'esperienza diretta e pluriennale ( ho lavorato 7 anni nel settore della moda ), ed in altri ho avuto diverse esperienze personali ( computer ).
    Inoltre, tornando al discorso Ikea, vorrei che i numerosi "detrattori" del marchio svedese mi spiegassero come mai, se effettivamente vendono roba scarsa, sono in attività dal 1943, con 258 punti vendita e quasi 130.000 dipendenti.

    RispondiElimina
  4. Premesso che ogniuno può scegliere e spendere come vuole, per esperienza posso dire che non ha senso pagare miliaia di euro per cucine fantascientifiche e di nomi altisonanti che spesso a ben vedere risultano fatte di materiali scadenti e soprattutto intrattabili dal punto di vista delle pulizie, almeno per chi cucina davvero e non mangia solo yogurt o mais in scatola come le famiglie delle pubblicità. Non so che cucina ti interessi tuttavia se la cerchi in legno, tutte quante e dico tutte quante, comprese quelle di gran nome, hanno soltanto le antine in legno massello, tutto il resto, intendo i ripiani, il retro ecc. è fatto di materiali plastificati, impiallicciati o ricoperti. Anche i piani delle basi, normalmente sono di marmo finto sintetico a meno che non te lo fai fare vero dal tuo marmista o ti fai fare una cucina tutta di legno dentro e fuori da un falegname di fiducia, con costi non indifferenti. Quando mi sono sposata ne ho presa una normale in rovere chiaro, completa di tutti gli elettrodomestici che, a parte la cucina a gas che ho cambiato perchè lo sportello del forno più volte aggiustato, non chiudeva più bene per i dolci, ancora vanno benissimo e siccome è stata sempre tenuta bene è ancora super nuova anche dopo un trasloco e sai che io cucino tanto e di tutto. Quindi nello scegliere una cucina l'importante è che sia funzionale, adatta ai tuoi ambienti, decente dal punto di vista della resitenza e che soprattutto vada bene per le tue tasche in questo momento. Le cose di Ikea sono molto carine, ho preso divese cose negli anni, non mi sembrano scarse e soprattutto sono di legno vero e per niente inferiori rispetto al design di tanti altri produttori e non penso sia giustificato pagare migliaia di euro in più per la copertura di una vite quando basta un tappetto di plastica per farlo... Inoltre, se tra qualche anno deciderai di cambiare qualcosa, di fartene una super glamour come quelle delle riviste, almeno non avrai il rimpianto di aver speso una cifra pazzesca. C'è gente che spende 15/20 mila euro per una cucina super accessoriata e famosa e che magari non sa neanche lessare un uovo. Bacioni. Anny

    RispondiElimina
  5. @Oscar: piú che scarse,le cose dell'Ikea sono standard ma quello che secondo me é importante é che hanno un ottimo rapporto prezzo/prestazione. E poi, come ha detto anni, se proprio vuoi dopo un pó, la cambi visto che non hai aperto il mutuo per arredare la casa. Scrivi qualcosa sulle tue esperienze di qualitá-prezzo sulla moda, mi interesserebbe! :-)
    @Anny: ahimé sí, quello lo so che tutte le cucine anche quelle piú costose di legno ne hanno ben poco! Sarei orientato su una bianco lucido, niente legno (mi sa di troppo poco tecnologico). Sul pianale invece non ho idea di quale colore scegliere. Il chiaro dovrebbe far vedere meglio le macchie per pulirle, no?

    RispondiElimina
  6. M da W : per esperienza personale posso consigliare di comprare una cucina buona , e quindi cara..
    al momento di pagare anche a me é venuto un colpo pero con gli anni il prezzo si vede che é giustificato.
    vedo alcuni miei vicini di casa che hanno speso qualche mille euro in meno di me,e che gia dopo 2 anni si lamentano..
    poi una cucina dovrebbe durare almeno 20 anni...ciaoo

    RispondiElimina
  7. Fai bene a prenderla chiara. Per il colore dei piani dovresti vedere qualche accostamento che a parte la praticità, stia bene e che stacchi anche un pochino dal colore di fondo altrimenti penso sia troppo uniforme. Rispondendo a M. da W: Si certo, non dico di comperare roba da quattro soldi che dura da Natale a Santo Stefano, soprattutto per gli elettrodomestici bisogna essere esigenti e investire, anche io penso che più si spende e meno si spende, ma tutto ha un certo limite. Una collega tre anni fa si è fissata con una cucina di quelle super tecnologiche in acciai satinati, sai quelle di ernesto M. tanto pubblicizzate, con gli sportelli che dice Grissino che vengon fuori a pressione, con tutta una serie di accessori, vani e vanetti, con la penisola, la cappa con i monsoni per aspirare chissà che e non ti dico che cifra ha speso e poi ha paura di usarla o di fare una macchiolina, sempre li con la pezza in mano a lucidare e già qualche cosa le ha dato problemi, tipo il forno e qualche cerniera. La mia cucina ha quasi venti anni ed è nuova e non penso proprio di cambiarla, mi piace e mi soddisfa ancora e all'epoca la pagai cinque milioni e mezzo che non era nè troppo, nè poco. Ciao. Anny

    RispondiElimina
  8. @MdaW: sí ma Ikea ti dá 25 anni quindi se ti si rompe una cerniera o una cassetto te la deve cambiare...
    @Anny: eh, sí ma sono indeciso. Perché scuro sta benissimo ma poi non si vedono le macchie. Dovrei scegliere un qualcosa tipo crema scuro per staccare? Ne avevo visto uno anche grigio scuro... devo andare con calma e vedere bene perché dal vero son tutti diversi che sul catalogo.

    RispondiElimina
  9. Si certo, devi vedere con calma, il catalogo è una cosa mentre dal vero puoi ben renderti conto di cosa ci sta meglio e dei materiali. Chissà, anche un grigio medio penso che andrebbe bene. Ad ogni modo, sono molto contenta che stai pensando ai mobili e alla cucina per la tua casa. Anny.

    RispondiElimina
  10. ciao! la cucina è il luogo dove vivi di più, innanzi tutto deve piacerti, quando entri ti deve soddisfare, deve essere robusta e poi...la disposizione, deve essere pratica per l'uso che ne fai tu, a te piace cucinare, devi poterlo fare senza fare fatica, devi avere dei comodi piani da lavoro. anche a me piace chiara e poi la puoi "colorare" con gli accessori. Belli i cassetti e armadietti che si aprono con un dito, devono pur giustificare il "nome" o il prezzo....ma in quanto a praticità credo anch'io siano meglio le "maniglie". ciao, non vedo l'ora di vedere la foto della tua cucina pronta!f.

    RispondiElimina
  11. Sergioexanonimo1 settembre 2010 15:29

    Beh Grissino ikea da in genere materiale
    buono qualita'/prezzo pero' ti assicuro
    che ci sono mobilifici ad esempio nella
    bergamasca dove le cucine sono veramente
    belle e si nota la differenza certo e' vero
    costano tanto

    RispondiElimina
  12. @Cara Fulvia! :-) Eh ci vorranno un pó di mesi. Mi sto sempre di piú orientando su quella Ikea... malgrado i costi astronomici di consegna/montaggio.
    @Sergio: peró il punto é: la cucina é un locale di lavoro, non una cosa da fare sfarzosa. Se le funzionalitá sono le stesse, del frontale e delle decorazioni non me ne frega nulla!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P