sabato 28 novembre 2009

Ordine di prodotti di castagne: che sofferenza!

Dunque, non ci crederete ma l'ordine per i prodotti di castagne non é ancora partito. Dapprima il sito non mi permetteva di inserire l'indirizzo di spedizione (sigh), allora ho contattato il servizio commerciale come indicato sulla pagina. Mi han detto di riprovare dopo 3-4 giorni. Non funzionava ancora (ho provato con Firefox 3.5.5 da Win e da Linux, IE 7, IE 8, Opera 10... non so, devo andare a prendere Netscape Navigator perché funzioni?!) e quindi mi han detto di spedir loro lista degli articoli. Fatto. Mi torna indietro un preventivo con 40 euro di spese di spedizione al posto delle 20 indicate sul sito per gli acquisti fra 50 e 10000 euro. Riscrivo (intanto passano i giorni perché io scrivo alla sera e loro mi rispondono il giorno dopo) e mi dicono OK di procedere al pagamento e mandare copia della ricevuta. Ora, prima che succedano cose strano, ho richiesto loro di rimandarmi l'ordine con le cifre corrette perché almeno ho in mano qualcosa... Oggi ho pure provato a fare l'ordine da Linux e ho scoperto che il sito, oltre a non salvare l'indirizzo, é impostato per rifiutare ordini che pesano piú di 15 chili. Se contate che son tutte scatolette... ma insomma, ma questa ditta é la piú importante ditta francese che lavora castagne e:
1) Non ha un sito decente (la parte in inglese é in perenne "under construction")
2) Avevo mandato una e-mail al servizio clienti e non ho ricevuto risposta.
3) Mi vogliono far pagare 40 euro per una spesa di piú di 100 euro in loro prodotti
4) Mi avvertono che ci vorranno 15 giorni per ricevere il pacco
5) Fan tutte queste complicazioni per gli ordini
e poi? E poi é la prima e l'ultima volta che compro. Non so quanto tempo ci ho perso dietro e ho pure dovuto chiamare due volte in Francia.

mercoledì 25 novembre 2009

Vorrei vorrei...

Vorrei, vorrei... vi ricordate questa vecchissima canzone dei Lunapop? Ogni tanto guardando i miei film preferiti mi vengono dei flashback e mi é subito venuta in mente finendo di vedere Flashdance. Benché non sopporti i musical, Flashdance é uno dei pochi che rivedo sempre con piacere e poi ci sono certe cose che mi inteneriscono troppo. Come il rapporto della ragazza con il suo cane a cui é affezionatissima tanto da addormentarsi insieme mentre compila la domanda per la scuola di danza. E vedendo questa scena mi é venuto da dire "vorrei, vorrei... anche io vorrei una ragazza cosí!". E pensare che la mia ex mi aveva fatto una scenata terrificante perché mentre ero al telefono con lei avevo detto al volo alla mia dalmata "No, aspetta TESORO, non uscire fuori sul balcone che fa freddo..."

martedì 24 novembre 2009

Schweinegrippeimpfung Teil 1

Schweinegrippeimpfung Teil 1 = Vaccinazione dell'influenza suina parte 1 (son bravi a mettere insieme le parole qui, eh?). Ebbene sí, oggi sono andato a farmi fare la prima delle due vaccinazioni contro l'influenza suina (ah, mi sento giá meno stressato!). Prima perché, casomai qualcuno se lo fosse perso, purtroppo faccio parte della categoria a rischio e secondo perché non mi sembra nemmeno giusto prenderla e distribuirla in giro. Se tutti si vaccinassero, l'influenza suina avrebbe davvero vita difficile a viaggiare nel mondo. Ad ogni modo domenica ho consultato la lista dei posti dove era possibile farsi vaccinare e dopo aver scartato quello piú semplice, centrale e banale, ho scelto l'Hanusch Krankenhaus. Essendo passate due settimane dall'apertura ufficiale delle vaccinazioni al pubblico, immaginavo non ci fosse gran casino ma non si sa mai. Mi son recato alle 7.30 e ho trovato tutto ben organizzato. Si entra e poi si va nel padiglione 2 dove c'é un inserviente davanti al corridoio che porta alle sale vaccinazione (due salette). Sul banco informazioni, grosso come una casa:
1) FORMULAR FÜLLUNG (= compilare il formulario)
2) BEZHALEN (= pagare, il costo per un qualsiasi medicinale passato con ricetta ossia 4,90 euro)
3) IMPFUNG (= vaccinazione)
Nell'atrio, panche e tavolini con i formulari (E LE BIRO non attaccate con il cordino ma al loro posto). Dopo un attimo di smarrimento (non avevo visto i tavolini) l'inserviente mi ha chiesto se avevo bisogno qualcosa e quindi mi ha indicato i tavolini. Ho compilato il formulario dove vengono chieste eventuali allergie, malattie, nome e cognome, ecc (identico che per l'influenza normale) e quindi sono andato alla cassa dove avevo davanti una persona (una signora francese con tre bambine) dove ho pagato e dopo un'attesa di circa 2-3 minuti sono entrato nello stanzino della vaccinazione dove c'era un infermiere e un dottore. Quest'ultimo mi ha chiesto se stavo bene, se avevo allergie e problemi, se venivo per caso dall'Italia e mi ha fatto la vaccinazione dicendomi di aspettare 15 minuti in sala, di tornare fra 3 settimane e salutandomi con "arrivederci, grazie!" in italiano. :-P That's all. Come al solito ho avuto un'ottima impressione delle strutture mediche di qui. Vi posto una foto della sala d'aspetto e una foto dell'ospedale da fuori con tanto di rampe per disabili visto che é in cima a una collinetta. Vorrei solo sottolineare una cosa. Spero che questa influenza si risolva in niente di grave ma qui in Austria la vaccinazione é stata da subito aperta a tutti senza distinzione di etá, sesso, malattie croniche o meno. Sui giornali sono apparsi inserzioni DEL GOVERNO che consigliavano la popolazione di vaccinarsi, pur lasciando a tutti libera scelta. In  Italia non é stato cosí (e ditemi se per caso sui giornali é apparso qualche comunicato del Ministero della Sanitá...) e mia mamma per esempio non avrebbe potuto fare la vaccinazione neanche se avesse voluto. Questo secondo me é l'ulteriore conferma che poco ci si puó aspettare dallo stato Italiano in fatto di tutela del cittadino. Qui ci saranno pure cose che non vanno ma mi sento molto ma molto piú tutelato che se vivessi in Italia.

domenica 22 novembre 2009

Ordine di prodotti di castagne

Ho raccolto le adesioni per l'ordine collettivo di prodotti a base di castagne sul sito di una famosa ditta francese. E' stata una faticaccia immane. Fra distribuzione (e traduzione) di listini, raccolta di adesioni e a fare la lista con tutti i prodotti (ovviamente ognuno ha scelto quello che gli interessava prendendo formati diversi)  non finivo piú. Senza contare che ho dovuto chiamare in Francia perché il sito ha problemi a prendere ordini. Speriamo di risolvere lunedí o martedí sera. Intanto qualche statistica di questo lavoraccio:
  • Prodotti diversi ordinati: 12
  • Piú pesante: latta da 1 Kg
  • Piú leggero: 3 tubetti da 78 g
  • Peso totale: 21,50 chili + imballo (faró una fatica a portarlo a casa dalla posta...)
  • Totale ordine: circa 100 euro
  • Tempo speso per questa idea: troppo! (da ripetere non prima di due anni!)
P.S.: Mia sorella si é presa l'influenza... e vista la maggiore contagiositá, ipotizzo la Suina!!! :-/

    mercoledì 18 novembre 2009

    Parliamo seriamente...

    Parliamo seriamente... di epidemie e vaccini? Ora, dopo tanti, ma tanti articoli di parte e privi di fondamenti scientifici (Chissá se Pixel lo ammetterá!) contrari al vaccino contro l'influenza suina e dopo i super allarmistici articoli dei giornali (vergogna, la maggior parte dei giornali sono davvero una cosa vergognosa!) ieri ho finalmente letto un articolo SERIO e SCIENTIFICO. Soprattutto non vi dice cosa fare. Fa solo delle riflessioni partendo dall'alba dei vaccini: quelli per la poliomelite, la difterite e via dicendo. Successi e tragedie. Poi fa alcune considerazioni piú generali e lascia a voi la decisione se fare o meno il vaccino. Tanto di cappello a Bressanini. Il suo articolo mi ha schiarito le idee 10 volte di piú di tutto quello che avevo letto e sentito finora. L'articolo trovate qui: http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/11/16/un-vaccino-testato/ . Buona lettura, ne vale la pena anche solo come excursus storico.

    lunedì 16 novembre 2009

    Adventskalender - Calendari dell'avvento davvero pazzeschi

    Il Natale per me ha un fascino speciale. Non certo come festa religiosa (proprio zero) ma per l'atmosfera, i regali, le luci, le decorazioni e le cose buone da mangiare. Una delle cose che mi é sempre piaciuta, é stato il Calendario dell'avvento. Una volta solo con le finestrelle da aprire o sotto forma di candela, poi con dentro i cioccolatini. Al giorno d'oggi esistono calendari coi cioccolatini a partire da poche decine di centesimi di euro fino a 40 e passa euro per quelli 3D con le praline dentro. Sebbene sia sempre restio a spendere tanti soldi per cosí poco cioccolato (e spesso di cattiva qualitá), penso che quest'anno magari mi prendo qualcosa di decente soprattutto se lo riesco a trovare in saldo i primi di dicembre. Quello che assolutamente non riesco a capire é come si faccia a comprare certi STRANI e OBBRORIOSI calendari che hanno fatto capolino quest'anno. A parte quelli con SPONGE BOB (cosa CAVOLO c'entra Sponge Bob col Natale?!), vorrei guardare in faccia le persone che compreranno il MAKE-UP Calendar (ogni giorno un piccolo trucco per farsi belli... mah!) o, davvero incredibile per il pessimo gusto che non c'entra NULLA con l'atmosfera natalizia, il CALENDARIO DELL'AVVENTO della DUREX con dentro un preservativo ogni giorno. (visto ieri nella vetrina del BIPA) Qualcuno mi spieghi il senso di regalare una roba del genere. Che poi pure i preservativi, se appena é possibile ossia non ci sono rischi di malattie o altri inconvenienti, uno non li usa! Che tristezza...


    sabato 14 novembre 2009

    Premio

    Dopo aver fatto la spesa ed essermi portato uno zaino pesante circa 15 Kg
    (2 Kg zucchero, 4 Kg farina, 2 l latte, 3 l succo di frutta,  1,1 Kg di banane, 500 g zucchine, 500 g limoni, 500 g di burro e altre cosette) e un sacchetto con il resto della spesa, direi che un Nougat Krapfen (Krapfen con crema gianduia ricoperto di cioccolato) me lo sono meritato, no? Poi devo anche scegliere il film per questa sera...

    mercoledì 11 novembre 2009

    Rilassante

    Tornando dall'ufficio mi son fermato in una delle migliori panetterie turche qui di Vienna (anche se in realtá non ne ho provate molte). Mi son concesso un vassoio di dolci turchi con Baklava al pistacchio e un altro dolce di cui non so il nome...
    Molto rilassante dopo una giornata di lavoro. Ma i miei denti si stanno ancora lamentando di quanto fossero dolci! Davvero buoni ma da prendersi a piccole dosi. Molto buono é anche il Fladenbrot di cui vi avevo giá parlato e anche un altro pane di cui non so il nome che contiene una specie di ricotta. La prossima volta che lo compro ve lo posto. Qui a Vienna i turchi son tantissimi e diciamo che, nel bene come nel male, sono di casa... cerchiamo allora di sfruttare le cose buone che hanno portato!

    martedì 10 novembre 2009

    Ho ordinato il Lebkuchen

    Ho fatto un corposo ordine (1,8 Kg) di Lebkuchen al cioccolato QUI. Avrei voluto ordinare anche altra roba ma poi divento una palla... il Lebkuchen infatti é strapieno di zucchero e miele e questo é pure tutto ricoperto di cioccolato. Vi faró sapere com'é e se vale davvero la pena. Io ho pagato solo 4,50 euro di spese di spedizione ma mi sa che per l'Italia é di piú. Potete in ogni caso darci un'occhiata (il sito é anche in inglese) e potete scaricare il catalogo in pdf.  Io ho preso questa confezione qui:


    Schoko-Sortiment 2009 / Assortimento cioccolato 2009
    7 feine Gebäckspezialitäten / 7 raffinate specialitá da forno

    * Feinste schokolierte Elisen-Lebkuchen / Elisen Lebkuchen ricoperto di cioccolato
    * Feines Schoko-Lebkuchen-Duo / Duo di Lebkuchen al cioccolato
    * Feine Schokolade-Lebkuchen / Lebkuchen al cioccolato
    * NEU: Feine Nürnberger Nougat-Herzen / Cuori di Norimberga al gianduia
    * Märchenhäuschen mit Schokolade-Lebkuchenherzen / Casetta con cuoricini di Lebkuchen al cioccolato
    * Kaiserlein / Non saprei cosa siano!
    * Kornflöckchen / Nemmeno qui...

    Gesamtgewicht: 1780 g (peso totale)
    Preis: 19.95 € inkl. gesetzl. MwSt.
     Foto cortesia Lebkuchen Schmidt

    lunedì 9 novembre 2009

    Il Grissino nervoso che vuol rimanere sano

    Anche qui é arrivata l'Influenza suina (d'ora in poi soprannominata per semplicità "La Suina") oltre ovviamente ai mix dei raffreddamenti stagionali: e questo proprio non aiuta. Ho comunque guardato da lontano il mio collega che, penso solo raffreddato perché non aveva febbre, é venuto oggi in ufficio e si soffiava il naso ogni 2x3. Ma stattene a casa, per favore! Il sottoscritto vorrebbe tanto non prendersi nulla, tantomeno la Suina. Quindi:
    -ogni giorno almeno un frutto, alle volte due
    -un bicchiere di succo multivitaminico quando torno alla sera a casa
    -pastiglia di vitamine e sali minerali che copre il fabbisogno giornaliero alla mattina (accidenti a lei, ha dentro anche guaraná e caffeina che non sono proprio l'ideale per la mia ansia...)
    -lavaggio accurato di mani in ingresso in ufficio e di ritorno a casa
    -attenzione a non toccare troppo in giro e a lavarsi spesso le mani.
    -uscita di casa alla mattina 5-10 minuti prima per non prendere il solito metró affollato e (sigh) relativa attesa per NON prendere il bus prima del solito in quanto é quello stracolmo di studenti.
    -pranzo in sala da pranzo verso le 13.45 in modo da evitare ressa (ma oggi comunque c'era parecchia gente ufff...)
    -per fortuna il mio collega indiano con cui mangio tutti i giorni ha detto che fará il vaccino domani o fra qualche giono per la Suina.
    -cerco (non sempre con successo) di dormire il necessario numero di ore
    -uno degli altri consigli dati dal CDC per non ammalarsi (quello di non stressarsi) é praticamente per me impossibile allo stato attuale.

    Avendo fatto la vaccinazione contro l'influenza normale martedí scorso, volevo aspettare almeno 2 meglio 3 settimane prima dell'altro. Anche perché sabato ero terribilmente stanco (anche se senza febbre): probabilmente il vaccino ha agito e ho fatto una mini-influenza normale.

    sabato 7 novembre 2009

    E statevene a casa

    Son davvero stanco: sará stata la settimana pesante (dentista, vaccinazione, mercatino a fianco all'ufficio per cui ho perso un'ora che ho dovuto lavorare in piú, piú di 4 ore e mezza di straordinario) o magari la vaccinazione contro l'influenza normale. Che poi qui stanno cominciando a tossicchiare tutti. Statevene a casa brutti str***i!!! Che alla povera Tokyonome85 gliel'hanno attaccata... e giustamente lei dice "E capisci subito che il decalogo della prevenzione che comincia con " evita luoghi affollati" e finisce con "lavati sempre le mani" è un po' inutile se poi la gente ti starnutisce addosso.". Io non ho capito se i vaccini si possono fare insieme o cosa ma forse é meglio lasciar passare qualche settimana. Anche inondare l'organismo di vaccini non é una cosa ben fatta. Per cui cercheró di prendere tutte le precauzioni possibili (uscire prima alla mattina, prendere posti un pó riparati sui mezzi, ecc.) e poi verso il 20 vado a farmi l'altro vaccino.

    P.S.: Oggi colpo di fortuna al Billa: c'era lo sconto del 25% proprio quando volevo comprarmi una bottiglia di liquore di Mozart (al cioccolato). Ottimo affare! (3 euro risparmiati). Sto piano piano sistemando in modo definitivo il PC ma non sono per nulla soddisfatto del posto dove l'ho comprato: sicuramente per il prossimo cambio. Ok, sará fra 3-4 anni ma nel frattempo anche non consiglio piú il negozio.

    martedì 3 novembre 2009

    Update e casa

    Oggi (martedí) ho fatto il vaccino dell'influenza e, ve lo confesso, mi sento molto ma molto sollevato (malgrado quello che pensa Barbara/Pixel e il suo dottore). E' anche vero che mi sembra non copra al 100% ma insomma, sono piú tranquillo. Oggi ha anche nevicato per la prima volta. Non ha attaccato per le strade ma é stato carino visto che non faceva troppo freddo e non ho dovuto guidare. C'è anche un update a proposito della casa: é saltato fuori che al piano sopra una volta la cucina giá c'era e poi l'hanno tolta e quindi gli attacchi son giá presenti. Rimarrebbe quindi il solo problema di ricreare due entrare ben separate. Ma rispondo anche ai vostri utilissimi commenti:
    Fuzz: lo so, il colpo di fulmine é importante ma non ho tempo o soldi infiniti. Inoltre questa mi aveva colpito giá in foto per certe cose originali che ha (per esempio la terrazza, la stanza grande per il mio Home Cinema e il grande giardino). Certo devo vederla dal vivo per capire se mi ci troverei bene. Penso di andarla a vedere una delle prossime settimane.
    Anonimo 2 cents: la prefabbbricata con un terreno cosí mi costerebbe molto ma molto di piú e non é in muratura "solida" come questa. Ho guardato i cataloghi e mi fanno un pó impressione certe pareti sottili sottili... Come hai visto, il problema cucina sembra per fortuna rientrato!
    Anonimo 2: no, niente foto. La privacy dove la metti? :-D Alcune delle persone che mi sono vicine (e alcune leggono il Blog tutti i giorni) hanno giá ricevuto le foto. Ma non le pubblico certo al mondo intero.
    Anny: noooo! Mica ho solo la cucina e una stanza!! Aiuto, sarebbe pochissimo!!! Avrei: una cucina grande, una stanza grande e poi due stanze piccole piú ovviamente il bagno e il grosso sgabuzzino. Fra cucina e il resto della casa, il mostro rosso e le scale. In tutto saranno 100 mq. Sí sono tegole di coccio, cosí dice mio papá.
    Auryn: infatti é quello che stavo pensando. Bisogna darsi una scadenza se no uno gira a vuoto, come quando cerca un vestito ma non ha idee precise.
    Anonimo: in che senso aerazione?! Ci sono le finestre! Forse intendi che potrebbe prendere umiditá da sotto? Dalla terra? Troppo grande in che senso? Dici in un futuro? Sarebbero due piani, uno per me e uno per i miei... Prefabbricato: vedi risposta sopra.
    Shaindel: perché a Milano non si vive bene ^_^ No, la casa é graaaaande. Mi devo essere espresso male se in due mi avete detto che é piccola! :-( In totale saranno piú di 200 mq fra i due piani!
    Katia: sí ma se nel tetto l'amianto non c'é e le pareti sembrano massicce... dove potrebbe essere? OK, la canna fumaria (ci son due stufe) ma é pericoloso pure nella canna fumaria?! Diciamo che si potrebbe far fare un controllino per stare tranquilli. Cosí uno é sicuro. Il resto sembra in buono stato perché hanno rinnovato diverse cose una decina di anni fa. Quindi niente prese con fili penzolanti come nell'altra casa, doppi vetri alle finestre, finestre con intelaiatura di plastica quindi resistente al clima e cosí via...
    Aurora: sí infatti, gardino e prezzo sono molto positivi. Nei prossimi giorni dovremo valutare queste modifiche. Il problema della prefabbricata é che non sono facili da adattare alle nostre esigenze neppure loro e poi costano parecchio perché oltre alla casa, le rifiniture, ecc. bisogna contare il terreno e tutti gli allacciamenti...

    Il vostro parere é importante

    Dunque, nuova casa visitata dai miei e nuovi interrogativi. Se avete 10 minuti di tempo e vi va di dirmi la vostra, ecco un pó la situazione di questa nuova casa. La domanda che mi faccio é sempre la stessa: ma é la casa da prendere? E' quella buona o no? Lo so,la casa ideale non esiste ma non vorrei che venisse fuori qualcosa di meglio dopo breve. Ma é anche impossibile aspettare anni per nulla... In realtá, ho anche un piccolo progetto per cui ho bisogno la casa. Mi farebbe piacere che la mia dalmata passasse gli ultimi anni con un giardino. A gennaio avrá ormai 13 anni... e poi vorrei anche prendere un secondo dalmata. Non solo per la compagnia ma anche come "cane da guardia" (se mai un dalmata educato dolcemente dal sottoscritto potrá mai essere "da guardia"...). Ad ogni modo, elencheró i pro e i contro di questa casa. Come al solito, lo faccio prima di tutto perché questo é il mio diario ma anche perché mi fa piacere sapere cosa ne pensate.

    PRO
    • Nel centro del paese (leggasi: negozi a portata di mano senza prendere l'auto)
    • Casa molto grande
    • Giardino grande (c'é persino la piscina) e ben messo, nel senso di sfruttabile al 100%
    • C'é una stanza adatta alla mia sala Home Cinema in cui posso mettere il volume a palla senza disturbare nessuno oppure posso organizzarci rumorosi party (ma quando mai?!)
    • Per la grandezza di casa e giardino, buon prezzo (direi quasi molto buono)
    • Pareti giá tinteggiate in colori piacevoli
    • Bagno con doccia anziché vasca
    • Cucina molto grande con una bella stufa nel mezzo
    • Caldaia relativamente nuova o nuova
    • Tetto a tegole (niente amianto)
    • Casa vecchia (1940) in solida muratura e quindi dovrebbe essere senza amianto
    • La casa é in buone condizioni, abitata e quindi funzionante e rifinita in modo decente con alcuni extra particolarmente gradevoli (bella porta d'entrata)
    • Ampio terrazzo
    • C'è un piccolo Winter-garten (tettoia chiusa che dá sul giardino)
    • 3 posti macchina (non coperti ma forse é possibile riciclare il Gazebo-tettoia del giardino per farne uno coperto...)
    • La scala per il secondo piano é breve e non particolarmente ripida
    • Forse c'é una possibilitá di creare esternamente un altro ingresso per il secondo piano bypassando la scala interna (da studiare con il nostro amico architetto) perché altrimenti é un pó un problema separare gli ingressi dei due piani.
    • Finestre nuove (in plastica)
    • Finestre delle camere con tapparelle (da controllare esattamente dove)
    CONTRO
    • Non c'é cantina (solo un grosso ripostiglio e due casette per gli attrezzi in giardino)
    • Per andare in ufficio ci metterei lo stesso tempo che da qui ossia 50-60 minuti cambiando tre mezzi pubblici (sigh)
    • La casa dá sulla strada che non é grandissima ma é comunque la strada principale del paese (da valutare meglio)
    • Chiesa nei dintorni (da valutare le campane)
    • la mia parte é spezzata in due dall'ingresso e dal locale caldaia. Praticamente ho una grossissima cucina e fra lei e la mia camera, l'ingresso, le scale per il piano superiore e il locale caldaia (giá soprannominata "mostro rosso").
    • Tetto / sottotetto non coibentato? (da approfondire)
    • In alcuni posti i tubi del riscaldamento e dell'acqua calda sono a vista (orribili)
    • Una delle casette del giadino é proprio una baracchetta da sistemare un pó
    • Il gazebo-tettoia in giardino fa ridere, andrebbe rimpiazzato con uno serio
    • Il piano dei miei é da adattare perché non c'é cucina
    • L'ingresso é da adattare per avere due ingressi separati
    • C'é un grosso gradino fra la casa e il terrazzo (grande pericolo di inciampo)
    • Cucina in legno: decente ma non certo il mio sogno (lo so che quella che sogno io tutta in acciaio non ce l'ha nessuno!)
    • Casa su due piani
    • Ringhiera della terrazza da risistemare (meglio cambiare)
    Alcune considerazioni extra:
    • Per motivi di costi non é possibile prendere la casa troppo vicino a Vienna o al lavoro (che é subito fuori Vienna in una zona ancora molto costosa). Quindi minimo due mezzi pubblici li devo cambiare e minimo 30 minuti me li devo in ogni caso fare.
    • Per il fatto che la casa deve contenere due famiglie ma in due appartamenti separati, non é facile trovare una casa sufficientemente grande, facilmente divisibile in due senza avere una scala terrificante fra i due piani, con un giardino grandino e allo stesso tempo a un prezzo accettabile...
    • E' esclusa una casa isolata senza negozi nei dintorni per cui per ogni cosa bisogna prendere l'auto
    • E' esclusa una casa a due passi dall'autostrada

    P.S.: Sorry, ho docuto di nuovo abilitare l'antispam con la parola da scrivere petrché ho ricevuto un pó si messaggi spammosi. La toglo appena smettono...

    lunedì 2 novembre 2009

    Medici e dentisti

    Oggi dentista. Mi deve fissare la corona. Nessun dolore in vista ma solo il salasso finale (seconda tranche del pagamento). E anche questa rottura che mi portavo dietro da luglio é stata risolta. Il collo é quasi andato a posto anche se crema e fascia calda oggi le uso ancora. Domani invece verrá in azienda la dottoressa per la "Promozione vaccinazione" (Impfung Aktion) ossia la vaccinazione a prezzo conveniente e sul posto di lavoro contro l'influenza. In primavera, vi ricorderete, c'era quella per le zecche. Son contento perché cosí mi sento un pó piú coperto contro l'influenza normale. A fine mese andró a fare quella contro l'influenza suina al Bezirksamt (Consiglio di zona).