mercoledì 14 ottobre 2009

Treccia russa

Vi lascio la ricetta di una treccia che ho fatto due week end fa e che é venuta molto buona oltre che molto bella. E' simile a quelle che si comprano ma molto piú gustosa (niente margarina, piú nocciole e meno zucchero!).

Treccia russa

Impasto:
300 g di farina
1/2 cucchiaino di sale
40 g di zucchero
1 bustina di lievito liofilizzato (sarebbe la bustina classica per 500 g di farina)
25 g di burro morbido
1 dl di latte tiepido
1 uovo sbattuto

Mescolate tutti gli ingredienti insieme e impastate fino ad avere una pasta bella liscia. Con la macchina del pane si fa in un attimo. Cioé no, ci mette un pó ma la fatica la fa lei! Poi fate lievitare in luogo tipeido per circa 1 ora. Quindi stendete la pasta a rettangolo di circa 30x40 cm e ci stendete sopra il seguente ripieno:

180 g di nocciole tritate (se tritate le fresche, arrostitele prima di usarle)
4 cucchiai di zucchero
1 pizzico di cannella (opzionale)
1,5 dl dipanna

che va prima mescolato e reso omogeneo in una terrina. Arrotolare quindi il rettangolo e lasciarlo lievitare un'altra mezz'ora. Quindi tagliarlo a metá nel senso della lunghezza e incrociare le due sezioni di cilindro con il ripieno rivolto verso l'alto. Mettere in una forma da cake di circa 30 cm e lasciar lievitare un'altra mezz'oretta. Infine cuocere per circa 35 minuti in forno preriscaldato a 180°C (aria circolante). Quando il doce é ancora tiepido, glassarlo con un pochino di glassa fatta con acqua e zucchero a velo. Questo il risultato di Grissino:



P.S.: Oggi 15/10 qui 2°C e pioggia mista a neve... brrrrrr!

10 commenti:

  1. ohh che bella!!ho in casa delle mandorle potrei sostituirle alle nocciole...però nel forum non l'ho vista!!!!!!!!!!!!se non passavo di qua....
    ciao,f

    RispondiElimina
  2. Adoro la frutta secca (soprattutto nocciole noci mandorle pinoli e co., piuttosto che quella morbida, ad eccezione dell'uvetta che mi piace tanto)!
    E apprezzo molto l'uso del burro anziché della margarina, l'aumento delle nocciole e il decremento dello zucchero! :D Deve essere squisita!
    Ammmmm

    Ps. Mi firmo come posso... se metto l'open ID, blogspot mi fa venir fuori l'indirizzo del mio blog (rds appunto) che può essere così equivocato come mio nick, mentre il mio nickname è tutt'altro, sigh. :)

    RispondiElimina
  3. @F: ciao carissima!! Passo anche di lá a salutarti oggi o domani. Sono un pó incasinato...
    @Barbara: ma sarebbe compatibile coi tuoi problemi?
    @Rds: tranquilla, basta RDS. A me piacciono anche tanto i pistacchi ma che prezzi!!! Non che il resto della frutta secca costi poco ma i pistacchi sono davvero un rischio x il portafoglio!!

    RispondiElimina
  4. E' un dolce davvero bellissimo e di grande effetto come l'Angelica, bravissimo Griss pasticcere! e come ripieno si possono mettere tante cose a seconda dei gusti. Io la faccio ripiena alle creme, con la frutta secca, i canditi, le uvette i pezzetti di cioccolato... soprattutto ora che fa freddino e ci vogliono un po' di calorie. Qua stamattina 9°, si gela! Anny

    RispondiElimina
  5. sluuuurp!si può mettere un pò di cannella? con l'arrivo del freddino mi viene sempre in mente la cannella!!

    RispondiElimina
  6. Griss scusa... ma il livito è quello di birra liofilizzato oppure il classico per dolci?
    mi è venuto il sospetto!!!
    ciao
    Ostinatamente

    RispondiElimina
  7. sembra gustosa. metto il lovefriend (che è il pasticciere di casa) all'opera appena possibile :-)

    RispondiElimina
  8. Ah, io in questo momento, nella stanza in cui mi trovo, a casa mia, ho esattamente 15° e porto i mezzi-guanti, visto che sono al pc e che sono freddolosa.
    La temperatura esterna mi risulta sia 8°.
    Ancora non abbiamo acceso il riscaldamento perché presi alla sprovvista (non abito in un condominio, è la casa paterna): meditavo accendere il camino per stasera...
    Sì, i pistacchi sono la fine del mondo, ma cari davvero.
    Mangio spesso le arachidi tostate e non salate (anche salate ma solo qualche volta), così da sole, quelle sono abbordabili almeno... però stavo pensando che forse sono l'unico tipo di frutta secca che non ho utilizzato mai in un dolce, chissà perché!

    RispondiElimina
  9. @Anny: eeeeeeeh, 9°C qui é un lusso e vedi la gente andare in pantaloncini corti! :-D Stamattina con 2°C ho visto uno coi pantaloni alla caviglia... Calorie nooooo, devo dimagrire ^_^
    @V: naturalmente. Grazie per la nota, me l'ero dimenticata. Aggiunta ora alla ricetta.
    @Ostinatamente: il lievito di birra liofilizzato. Quando ci sono in ballo lunghe lievitazioni senza il forno, c'é sempre di mezzo lui, anzi loro, i lievitini naturali ;-)
    @Auryn: ah ah, OK. Ricetta collaudata quindi puoi andare tranquilla.
    @RdS: mmm, le arachidi proprio non mi piacciono. Una o due e poi mi stufo subito e il burro di arachide al massimo una volta all'anno! Invece i bistacchi... ah, mi limito solo per il prezzo.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P