giovedì 15 ottobre 2009

Il collega italiano, anzi i due colleghi

OK, ok, ve lo devo dire... é arrivato un altro collega italiano. Ma mi ha fatto peggior impressione dell'altro. E' piuttosto attempato (sicuramente ha piú di 40 anni) e poi scusa, il capo mi presenta e lui mi parla in inglese?! Mah! Vabbé. E' anche questo di un altro team, é il sostituto di quello che avevano licenziato in tronco qualche settimana fa. Pure lui va fuori a mangiare a mezzogiorno quindi praticamente non ci sono occasioni per parlarci. Invece vi lascio una perla del collega calabrese (quello giovane).
Sul bus (insieme c'é anche K la collega russa che siede di fronte a me)
lui: questo fine settimana voglio fare un party
io e K: ...
lui: vorrei invitare i colleghi, come posso fare?
io: beh, per e-mail
lui: no, ma io intendevo dire invitare tutti...
io: tutti?!
lui: sí TUTTO L'UFFICIO!
io e K: !!!!!!
io: beh metti un foglio con l'invito sulla porta d'entrata... io comunque preferisco selezionare le persone che invito a casa mia
lui: ah, ma é cosí bello invitare PERSONE CHE NON SI CONOSCONO
[K alza gli occhi come per dire "eeeeeh, una meraviglia..." che poi immagino, é una ragazza carina e minuta, sicuramente ha una voglia matta di incontrare sconosciuti, magari pure di sera e in una strada buia!]
lui: sapete, posto l'avviso su www.X.xxx (un sito web che non ricordo) e poi vengono a casa mia, l'altra settimana eravamo in 14...
io: e cosa si mangia? (questa domanda era scontata da parte mia)
lui: a no, si beve solo... non si puó preparare da mangiare.

Mah... c'é il detto che dice "il mondo é bello perché é vario" e quello modificato che dice "il mondo é bello perché é avariato". Direi che qui siamo nel secondo caso...

12 commenti:

  1. Mah, ogniuno fa quel che vuole per divertirsi e conoscere gente e i gusti son gusti però festini così per me son sono una bolgia infernale, dispersivi e basta. Non dico grandi cose per carità, ma almeno il minimo che si deve per passare il tempo piacevolmente, con gente con la quale hai qualcosa da dire o in comune, si offrono dei dolcetti, qualcosa di salato, fingerfoods... In quel modo ti credo che non gli pesa e può invitare tutto il mondo, non deve preparare niente, non si mangia niente, non costa niente, solo da bere e chissà che sbobbe... secondo me dovrebbe chiamarli raduni di gente a caso e basta. Il mondo era ed è sempre più vario. Anny

    RispondiElimina
  2. mitico!

    PS una persona di 40 anni me la chiami attempata??

    RispondiElimina
  3. Le feste piacciono anche a me, ma farmi ridurre casa uno schifo (se si beve e basta non credo si rimanga tutti tranquilli e composti), da gente a caso non è il mio divertimenti preferito.

    RispondiElimina
  4. Bè dai Grissino invitare tutto l'ufficio avendo spazio a disposizione potrebbe essere una bella idea per conoscere anche chi magari per questioni di ubicazione o mansione non conosci ! Le feste dove non si mangia ci sono spesso ovunque soprattutto tra i più giovani basta arrivare ''mangiati'' che problema c'è ? Il bello è socializzare e conoscere gente nuova !

    RispondiElimina
  5. Effettivamente anche a me non piace trovarmi la casa riempita da sconosciuti, a pensarci bene mi farebbe schifo anche fargli usare il MIO bagno....
    No. Preferisco avere la casa piena di gente che conosco e che mi piace frequentare. Questo si che mi mette allegria e mi diverte. Inoltre per socializzare va benissimo anche un posto neutrale, tipo un aperitivo al bar o una cena con tutto l'ufficio in un ristorante.
    buon fine settimana
    baci

    RispondiElimina
  6. @Anny: sí, ma il problema di fondo é che io non trovo la cosa divertente... boh!
    @Laura: eh eh... peró oggi mi ha offerto un pezzo del suo Streusel-Taler :-P
    @Auryn: no, ha sicuramente piú di 40 anni... é giá sale e pepe...
    @Lady.Chobin: eh eh...
    @Pixel: Per incontrare i colleghi che non si conoscono (o solo di nome) c'é la "convention" annuale. Feste dove non si mangia? CHE TRISTE! Da sempre il cibo é il modo migliore per socializzare. Che fai, ti avvicini a uno e gli dici "scusa, facciamo due chiacchiere"?! Invece col buffet dici "ehi, queste tartine con l'acciuga mi piacciono troppo!". :-P
    @Volpe: eh eh con la faccenda del bagno mi hai fatto ridere... pensa come te lo concerebbero quelli che si ubriacano :-D

    RispondiElimina
  7. Fra tutti e due questi colleghi, già ci trovi un bel campionario di stranezze, però il secondo batte il primo!
    Non inviterei mai mucchi di persone sconosciute, innanzitutto...potrebbe passare l'idea dei colleghi d'ufficio, ma più per un ufficio di piccole-medie dimensioni, se è enorme..mi lascerebbe perplessa.
    Le cosa che mi hanno colpita sono
    1)che questo mette appositamente degli annunci in web, per trovare gente sconosciuta!!! :-o (condivido alzata di occhi al cielo!!)
    2)Che "non si può preparare da mangiare"??? Ah ma allora certo che si trova il bagno pieno di... schifezze lasciate da ubriachi a stomaco vuoto! E poi, una festa dove si beve solo (e con tutti sconosciuti9... dai, che tristezza, e che paura, se fossi la padrona di casa, francamente...

    RispondiElimina
  8. scusa griss, ma non avevi detto che qusto tuo nuovo collega e' abbatsanza giovane? io son stata a tantissime feste dove si beveva e magari ballava e mi son sempre divertita...de gustibus... ;.)

    RispondiElimina
  9. @RdS: sí appunto, bevessi anche latte o succo d'arancia, qualcosa nello stomaco ci vuole... almeno dei salatini, dei panini... mah!
    @Sariti: sí é giovane, avrá 27-28 anni... A me non piace ballare quindi le feste danzanti per me sono una noiaaaaaa. :-D

    RispondiElimina
  10. M.da R. sicuramente oltre a bere ogni persona racconta una storia o legge un brano di qlke poeta e così nascono confronti o magari ascoltate un pezzo musicale tipo queen o pink floyd o mozart beethoven e sentite vibrare le corde anke così un'esperienza provata in comune fà conoscenza sicuro è così sennò che si mettono a fare 100 persone in una stanza? è come leggere il vocabolario x farsi una cultura hi hi hi.auguri griss

    RispondiElimina
  11. beh quello che mi inquieta di più è che... insomma, io non mi fiderei degli sconosciuti, mangiare o bere passerebbe in secondo piano!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P