mercoledì 11 febbraio 2009

Spendi e spandi a spese degli altri

Causa venti di crisi che soffiano pure qui, nelle scorse settimane c'é stata una bella polemica sulle auto di servizio di certe alte cariche. Effettivamente se l'auto di servizio alle volte é necessaria, non deve per forza essere un'auto mega lussuosa. Qui qualcuno ha "spifferato" a tutti che il vice-banchiere della Banca Nazionale aveva ordinato per sé come macchina di servizio una BMW da 140.000 €. Cosí gran casino, intervento pure del Ministro delle Finanze e happy end: banchiere e vice della Banca Nazionale han dovuto restituire rispettivamente la propria Mercedes da 130.000 € e la nuovissima BMW da 140.000 €. Morale: i furbi ci son sempre e ovunque ma bisogna anche bacchettarli quando ci provano!!

Foto: articolo dal giornale Heute

16 commenti:

  1. eh già...scommetto che qui in Italia invece di far restituire l'auto ai banchieri avrebbero chiesto loro di rimediarne delle altre :-( che tristezza...

    RispondiElimina
  2. Petizione per il trasferimento del Vaticano in Groenlandia

    Il mondo intero deve giovarsi della parola di Dio.

    Ma qui in Italia ne gioviamo fin troppo. E dunque giunto il momento d' insegnare la buona novella agli eschimesi e di lasciare lo stato italiano e la ricerca scientifica in santa pace.

    Aderite alla petizione e inviatela ai vostri amici!

    http://it-it.facebook.com/group.php?gid=39248063209

    RispondiElimina
  3. Questa storia mi sembra di averla già sentita da queste parti ( vedi auto blu)

    RispondiElimina
  4. Si infatti, proprio come in Italia... che vergogna e noi paghiamo e strapaghiamo. In ogni caso, lasciamo perdere và, le auto blu sono la punta dell'iceberg, non parliamo di macchine aziendali, anzi bolidi superaccessoriati, pelle umana e supertech, che costano milioni, in dotazione a certi manager che non pagano quasi niente, super-assicurazione gratis e benzina pure e la cambiano ogni due per tre solo per capriccio e tu li che stai a pagare le rate della tua automobilina e sogni... Anny

    RispondiElimina
  5. M.da R. nn capisco le restituiscono a ki? mica ci perderà la concessionaria? se l'hanno ordinata l'avranno pure pagata(almeno un acconto)ti pare ke nn ci siano penali a favore del venditore?in qsti casi conviene tenersele magari un'asta sarebbe stata più utile tipo una riffa nazionale pensa uno compra un biglietto da 2 euro e vince un'auto di stato destinata a un capoccione come se la ride quando ci sale sopra,magari la facciamo consegnare dal capoccione in persona mica male...in italia andrebbe così:fortuna vuole ke il biglietto vincente và caso strano alla moglie del capoccione e rimane tutto in famiglia.siamo dei grandi

    RispondiElimina
  6. Eeeh, l'ennesimo successo della free press austriaca! :P

    PS: sbaglio o recentemente era venuto fuori un altro grosso scandalo, di gente che intascava i soldi?

    RispondiElimina
  7. Maddai.. via, in giro con la Smart! Nella nostra azienda abbiamo quelle!!!

    RispondiElimina
  8. Credo che lo sdegno e l'indignazione siano quasi automatiche in certi casi e di fronte a certe consolidate abitudini.
    E' pur vero che il nostro è un paese che vive di grandi scandali e conseguenti popolari ondate di indignazione, tutte suggerite e da qualcuno sollecitate.
    A volte penso che l'atteggiamento di rimprovero che assumiamo di fronte a situazioni di abuso( come quella che hai citato tu )vadano di pari passo al fastidio che quelle ghiotte occasioni non possano capitare a noi!
    Non voglio dire che tutto sia lecito, anzi è evidente che non lo è, voglio più semplicemente dire che molto spesso, quasi sempre ognuno di noi approfitta dove può, a seconda del livello nel quale si trova.
    Contesto modesto uguale abuso modesto, contesto di rilievo uguale abuso di rilievo......cambia molto, ma non cambia il fatto che sempre di abuso si tratti.

    Fabiana

    RispondiElimina
  9. Che l'abuso a tutti i livelli sia quasi fisiologico e direttamente proporzionale al ruolo può anche essere, è diffuso e molti lo fanno e comunque visto che è un abuso va sicuramente censurato e punito. Anche se non si dovrebbe, è comunque un po' diverso portarsi a casa chessò una matita, un pennarello, approfittare di una (dico una) telefonata rispetto ad avere un'auto del genere gratis o altri tipi di regali, benefit o vantaggi, diretti o indiretti e di gran valore, soprattutto quando si tratta della Pubblica Amministrazione o di società partecipate dallo Stato. In ogni caso ci sono anche quelli che preferiscono restarne fuori totalmente e non sporcarsi la faccia per nessun prezzo, neanche per una penna, quando si prendono / ricevono certe cose, si diventa più vulnerabili e prima o poi tornano indietro come boomerang. Io ho rifiutato viaggi, preziosi e quant'altro, preferisco dormire tranquilla, certo mi da molto fastidio constatare come si buttano i soldi pubblici e vedere certi tromboni scarrozzati alla grande con tanto di sirene pure per andare al ristorante.. non ho proprio invidia, nè mancanza di occasioni, solo dispiacere per noi contribuenti. Anny

    RispondiElimina
  10. guarda i furbi ci sono davvero ovunque..ma gli italiani vogliono sempre eccedere :-) in ogni settore..mahh..
    sì sì..nz..sono sempre più convinta

    RispondiElimina
  11. @Annalisa: secondo me non sarebbe saltato fuori nulla!
    @Barbara: non ricordo...
    @Anny: sí, l'Italia credo sia la nazione con piú auto blu :-P
    @M da R: dare indietro, mica significa al concessionario. Quando "dai indietro il portatile all'azienda" mica lo ridanno al negozio ma lo destinano ad altro uso. Per esempio collettivo.
    @Xalira: non ricordo...
    @Lindöz: no, le smart noooooooo
    @Cassandra+Anny+Glitter+Silvia: credo che Silvia abbia azzeccato la frase giusta e Anny abbia espresso il concetto in modo piú approfondito. Concordo con entrambi. Non con Glitter... tutto il mondo NON é paese.

    RispondiElimina
  12. M.da R. O X ESEMPIO SE LA PRENDE UN PAPAVERO PIù DISCRETO .... USO COLLETIVO DI UN'AUTO DA 130000 PIPPI?? stento a crederci

    RispondiElimina
  13. Beh, per esempio la fanno andare avanti indietro all'aereoporto per le persone che viaggiano. Eccoti un esempio di uso collettivo in cui un'auto del genere va bene. ;-)

    RispondiElimina
  14. M.da R.sarebbe bello prendere nota della targa x vedere trà 2 3 mesi ke fine hanno fatto stè 2 auto

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P