mercoledì 18 febbraio 2009

Fresco, da self service o surgelato?

Ho discusso col mio collega (quello burpone) a proposito del pasto di mezzogiorno. Io son del parere che sia meglio portarsi tutto da casa mentre lui ha esposto una teoria nuova, che ovviamente non condivido ^_^ Secondo lui é meglio mangiare qualcosa di "cucinato fresco" al self-service piuttosto che qualcosa di cucinato da sé e poi surgelato. Oppure di cucinato il giorno prima e poi riscaldato. Ora, é vero che la cucina fresca in teoria dovrebbe mantenere di piú gusto, profumo e elementi nutritivi ma come la mettiamo con la QUALITA' degli ingredienti del self service? Stiamo parlando di grassi (secondo voi usano l'olio extra vergine di oliva italiano? E quanti grassi usano?), di zuppette liofilizzate e mix giá pronti. Mica va a mangiare al ristorante con 2 stelle Michelin!! Insomma, io rimango dell'idea che sia meglio portarsi da mangiare da casa, riscaldando qualcosa e eventualmente facendo pure uso del freezer.

18 commenti:

  1. Ma tu sei sicuro che lui a csa usi l'olio extra vergine d'oliva italiano, che usi pochi grassi e che non prepari le cose con prodotti liofilizzati?

    RispondiElimina
  2. Che strane le teorie del collega burpone. Comunque se preferisce le cose del self-service, con tutto il rispetto, misà tanto che a casa sua mangia pure peggio. Le gestioni delle mense per la logica del guadagno e del prezzo contenuto del pasto, non si mettono ad usare olii sopraffini e prelibati, farine, paste, verdure e prodotti di altissima qualità. Immagina solo che una friggitrice contiene 25 litri di olio... sai ogni quanto lo cambiano? non ne parliamo. Ovviamente cercano di trovare un giusto compromesso qualità-prezzo-gusto ma tutte, anche per via del tempo e della quantità, usano molti alimenti precotti, basi, sughi, condimenti e fondi già pronti e purtroppo con molti conservanti e ricorda che non si butta niente. Quindi, secondo me, meglio una cosa certa da casa, magari pure riscaldata che i suggerimenti del burpone. Anny

    RispondiElimina
  3. M.da R. Ho lo stesso sentore di lady Chobin mi sà ke il burpone sia lontano dalla qualità dei cibi quanto dalla luna.ciao

    RispondiElimina
  4. Mica detto che a casa sua mangi meglio che al self service ? Secondo te è viennese usa l'olio italiano ? Tu amerai tanto la loro cucina Grissino ma in quanto a cultura gastronomica in tanti tanti paesi è sicuramente inferiore a quella italiana sia come qualità degli ingredienti sia come scelta di condimenti / metodi di cottura più o meno salutisti. Sono stata diverse volte in famiglie inglesi da ragazzina e se vedevi come / cosa cucinavano in famiglia ....

    RispondiElimina
  5. Un bel panino con la cotoletta impanata, due foglie di lattuga, una fetta di pomodoro, un cucchiaino di maionese magari fatta in casa ed il gioco è fatto: cosa c'è di meglio?

    RispondiElimina
  6. io sono dell'idea che la cosa migliore è fare un mix delle due cose... qualche volta portato da casa e qualche volta self service...

    io personalmente non amo il bar perchè non trovo mai un panino senza prosciutto o simili... quindi quando so di dovermi fermare mi faccio il panino da casa, che fa un po' barbone ma chissenefrega!!!

    almeno da noi i self service son piuttosto cari da andarci tutti i giorni....

    RispondiElimina
  7. grissino...ma che tu che sei tanto bravo....mandami qualche ricetta di qualcosa che si può fare il giorno prima e non vada riscaldata!
    :)

    RispondiElimina
  8. @Lady.Chobin: eh eh, chi lo sa. Che poi lui mica cucina, é la moglie la "responsabile".
    @Anny: infatti secondo me qui c'é un ottimo rapporto qualitá/prezzo ma é ovvio che la migliore qualitá possibile a 5,50 euro per un secondo e un dolce non puó essere la stessa qualitá delle cose cucinate a casa. Se scelte e cucinate bene ovviamente, come ha fatto notare Lady.Chobin. ^_^
    @M da R.: ahimé sí e un'azienda di software non é proprio il posto dove si nascondano cuochi/cuoche incredibili. :-(
    @Barbara: qui per cucinare si usa il burro, non l'olio. L'olio solo per condire l'insalata. In questo caso é italiano (o greco) se la persona é un minimo attenta alla cucina. Se no condiscono anche con l'olio di semi. Oppure anche con la salsa allo Yoghurt ;-) che a me non dispiace. Non puoi peró paragonare i viennesi, generalmente ghiottoni e che spendono tanti soldi nel mangiare, con gli inglesi... :-P
    @Glitter-viennese: qui si chiama Schnitzel-semmel quello che dici tu! :-P
    @Federica: io finché riesco, mi porto da casa. Non solo é piú sano ma mi costa anche nettamente meno.
    @Damia/Elisa: ti dó qualche idea: torta salata, pizza, sushi, crocchette di patateo verdure, arancini, insalata (bleah), insalata di riso o pasta, müsli con frutta, muffin salati e dolci, torte, formaggi con frutta... poi sto cercando di organizzarmi anche io per portare qualcosa di carino oltre che buono ma sono nella fase di raccolta delle idee. Appena mi sistema, posto qualcosa.

    P.S.: Ma non ha nemmeno il microonde? Potresti comprarne uno economico facendo la colletta coi colleghi. 10 euro a testa e via...

    RispondiElimina
  9. http://iolecal.blogspot.com/2009/02/script-per-visualizzare-lanteprima.html

    penso che qui potresti trovare cose che ti interessano!

    RispondiElimina
  10. Grissino sicuramente saranno ghiottoni e spenderanno tanto per mangiare ma questo non comporta necessariamente che abbiano la cultura del mangiare bene e con questo intendo cucina salutare , pochi grassi ( e da quanto leggo qui li abbondano ) , cotture salutari etc

    Per dire la cucina francese sarà anche di ottimo livello e i francesi saranno tutti (?) palati fini ma a me la cucina francese scusa la finezza ma fa proprio schifo , panna e salsine presenti ovunque non fanno proprio per me cento volte meglio e più sana la cucina mediterranea

    RispondiElimina
  11. La cucina mediterranea mica vuol dire automaticamente sana. Quella in cui hai i sughi rifritti tante volte e le verdure che navigano in un dito d'olio non é certo sana... E la Parmigiana con le melanzane che sono fritte? La questione é sempre come uno interpreta la cucina. Anche la cucina di qui o quella francese puó essere sana se non si abbonda in burro (qui) o panna e salsine (in Francia). Idem quella italiana se non si abbonda con l'olio. Tu fai questa prova: quando hai finito di mangiare un piatto, nella pentola o nella fondina non devono rimanere chiazze di olio. Prova a farci caso e notare quante volte succede in Italia. ;-)

    RispondiElimina
  12. Grissino la cucina mediterranea utilizza ingredienti sicuramente più sani poi sta al singolo cucinare in modo più salutare o meno ma l'utilizzo di grassi vegetali invece di grassi animali è sicuramente preferibile, per quanto mi riguarda poi io mangio semi scondito se non scondito da sempre quindi proprio ... per dire la cottura nel burro usata ovunque in Francia non la digerisco nemmeno un filetto di pesce saltato in padella al burro diventa pesante. Idem per i dolci non ho mai amato quelli burrosi e ricchi di panna .

    Sinceramente leggendo qualsiasi libro di alimentazione ( mia madre è un'esperta ha una biblieteca oltre ad andare da un medico specifico alimentarista) trovi che i prodotti mediterranei quali verdure pesce pasta olio di oliva sono il top , ovviamente anche la cottura dev'essere salutare ( io non mangio MAI fritti sin da bambina quando ho avuto problemi al fegato e anche prima massimo una volta ogni 15 giorni ).

    Scegliendo ristoranti e locali selezionati in Italia si mangia in modo salutare ( o al massimo chiedi modifiche ) all'estero non posso dire la stessa cosa ( almeno dalla mia esperienza , per dire parlo di Parigi dove mi sto recando sovente visto che ci abita la madre di MisterN) la salsina , la panna il burro compaiono sempre persino avere un'insalata normale è un'impresa per dire

    RispondiElimina
  13. beh Barbara mangiare salutare in un ristorante è un'impresa in qualsiasi paese....Io cibi veramente salutari e dietetici (insalata a parte) faccio fatica a farmene venire in mente...
    Poi è ovvio che se uno sta attento, lo fa qui, come in Austria, come in Francia e persino in Inghilterra.
    (ma magari io parlo da filo-austriaca...visto che qui l'austria nel cibo c'è ancora! :P)

    RispondiElimina
  14. Damia/Elisa credo che ognuno abbia le sue esperienze ovviamente ma in Italia vado a mangiare una pizza semplice ( in una pizzeria decente) e mangio qualcosa di sano ( pasta olio pomodoro e volendo formaggio verdure ) , un piatto di pasta semplice etc posso benissimo mangiare salutare la tendenza ( almeno ripeto nei posti decenti ) è comunque quella di usare olio e non burro , verdure etc Non so poi magari nei posti dove mi è capitato di mangiare sono stata fortunata :)

    All'estero ( ho girato un po' tutta Europa ) se escludiamo forse Paesi affacciati sul mediterraneo come la Grecia dove la cucina è mediterranea e con ingredienti similari all'Italia le mie esperienze mangiando in posti dello stesso livello di quelli dove mangio in Italia mi ritrovo con intingoli e salsine , uso del burro etc che sono sicuramente meno salutari ( a mio parere ). Ovviamente poi dipende da cosa ordini io se posso ordino pesce e cose semplici , la cucina del nord europa proprio non la digerisco sarà che come detto non sono abituata all'uso di burro a iosa e panna

    RispondiElimina
  15. Anche qui puoi mangiare leggero. Non la cucina popolare ma ci sono molti ristoranti in cui a un prezzo decente mangi bene. Poi ci sono le zuppe che son leggere... certo qui si usa il burro e lo strutto, anche per motivi di costi (l'olio buono é carissimo). Peró non hai risposto alla mia domanda: hai provato a far caso a quanto grasso (olio) gira per i piatti italiani? Magari non a casa tua, ma da amici, al ristorante, ecc.

    RispondiElimina
  16. @ Grissino ho risposto ! Nei ristoranti che frequento scegliendo cotture leggere non mi è mai capitato di vedere cibo che naviga nell'olio a volte capita sulla pizza ma io chiedo sempre prima con pochissimo olio , alla fine ci vuole poco :) ( ndr ma che ristoranti frequenti ? :P Quelli buoni mica straungono la roba e per buoni non intendo alta cucina sono pure stata in agriturismo basta scegliere roba semplice e non ho mai avuto brutte esperienze , se mi capitano ovviamente rimando indietro il piatto non mi vedono più !!)

    RispondiElimina
  17. :-D
    Ma mi conosci! Roba semplice=me la cucino da me.
    Se vadi fuori é per mangiare roba particolare, quindi potenzialmente piú a rischio. Senza contare quando sei ospite. Che fai? Non mangi nulla?
    :-P

    RispondiElimina
  18. @ Grissino io invece tra problemi vari di colon intolleranze e digestione difficile mangio comunque sempre solo quello che so non mi farà male :) Se devo strappare e rischiare di stare male al massimo lo faccio assaggiando un dolce il salato a parte la pizza non mi piace non amo la carne ne i primi solo il pesce ma non è che impazzisca .

    Mah solitamente se sono a cena di amici sanno cosa non mangio e cucinano di conseguenza o se non posso mangiare qualcosa non lo mangio punto ci mancherebbe di star male ! Il peggio sono le cene a menu fisso ( e a prezzo fisso ) nelle quali mi capita spesso nel caso non ci sia altra scelta di mangiare poco niente e pagare comunque :) Se posso infatti evito queste cene o metto in conto di mangiarmi qualcosa dopo (spesso comunque se la cena è in un ristorante una cosa tipo una fetta di carne o un piatto di pasta al pomodoro come ancora di salvezza li trovo sempre)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P