sabato 28 febbraio 2009

Occhi rossi parte 2

Uhm, occhi oggi un pó meglio. Sto mettendo il collirio e ne ho comprato anche uno leggerissimo per gli occhi secchi. Credo sia proprio questo stato il problema principale seguito dagli altri. E anche oggi poco computer. Ora esco per la spesa, poi mi son proposto di cucinare per i pranzi della settimana: hamburger, polpette di verdure, la torta settimanale, filettini di tacchino ripieni alle nocciole e muffin salati allo speck e formaggio. Non so se faccio tutto ma l'idea era quella. Infine viste le temperature di stamattina (7°C), magari vado a farmi una passeggiatina piú lunga nel pomeriggio con la mia dalmata. Peró i vostri commenti li leggo sempre eh! E vado a rispondere ora a quelli dei due giorni passati. Buon week end!!

venerdì 27 febbraio 2009

Occhi rossi

Sono due giorni che ho degli occhi rossissimi e non riesco a lavorare, mi trascino per le 6-7 ore necessarie. Oggi sto a casa. Ho cominciato ieri a mettere un pó di collirio e sembra un pochino meglio. Week end senza PC o quasi. Non so bene se andare al Pronto soccorso... speriamo migliori e quindi di no. Motivi: secco, secchissimo (vi dicevo di qui a casa e non oso pensare in ufficio e infatti a casa va meglio), super lavoro fatto in questi giorni al PC al lavoro e poi pure a casa per un lavoro che dovevo fare. Stanchezza globale mia, ossia ho sonno!! E infine mi sono accorto che la mia vista si é parecchio abbassata e infatti ieri mi son messo gli occhiali e da lontano é tutta un'altra cosa. Solo che son vecchi (1° anno di universitá... fate voi, li mettevo solo per guidare) e quindi dovró fare una visita e comprarne di nuovi. Speriamo siano solo queste tre cose insieme e non sia altro di grave... :-/

giovedì 26 febbraio 2009

Vaccinazione zecche (FSME)

Come vi avevo preannunciato QUI, avevo intenzione di fare la vaccinazione contro la FSME che é una delle malattie trasmesse dalle zecche. Cosí settimana scorsa é passata la dottoressa in ufficio e in 5 minuti senza rotture tipo "compra il vaccino", "prenota la visita dal medico", "prendi il permesso e vai dal medico" e simili, ho risolto. E fra un mese la dottoressa torna in ufficio per il richiamo. Molto spesso ho parlato nel Blog di come qui le cose alle volte siano straordinariamente semplici rispetto all'Italia. Molte volte basta davvero poco per rendere semplice e poco stressante la vita alle persone. Quanto all'utilitá del vaccino, credo si possa fare un discorso generale. Non é piacevole farsi vaccinare, alle volte il vaccino non dá copertura al 100% o ha degli effetti collaterali ma, secondo me, i pro sono nettamente di piú dei contro. Ecco quindi il motivo della mia scelta anche se, secondo le statistiche  che sono apparse su un giornale di qui, l'anno scorso solo 86 fra tutti gli abitanti dell'Austria hanno contratto l'infezione (e due ne son morti peró!!). Insomma, non si sa mai, io sto sempre molto attento e non giro certo nei boschi in pantaloncini corti e Crocs ma prevenire é meglio che curare. ^_^

mercoledì 25 febbraio 2009

Carnevale 2009

Ecco, Carnevale é di fatto passato... accidenti. E vabbé, un pó di Krapfen me ne sono mangiati (l'ultimo IERI offerto gentilmente dalla DITTA dove lavoro) e mi sono pure mangiato una specialitá che si usa qui e di cui mi ha gentilmente omaggiato amica L in ben tre varianti diverse. Si tratta dell'Heringsschmaus ossia di una insalata di aringhe declinata nelle piú incredibili varianti. Il Merkur, una delle catene con i supermercati piú belli (e cari) qui a Vienna gridava nella prima pagina del suo volantino "Heringsschmaus in 25 Variationen: täglich frisch!!" (25 diverse insalate di aringhe, fatte fresche ogni giorno!!). Che dire? Il piatto in sé é piacevole, anche se non la trovo una prelibatezza da aspettare con ansia per la rimanente parte dell'anno. E comunque, se non sbaglio, i vasi di aringhe sono disponibili tutto l'anno e quindi all'occorrenza é possibile farsi questa insalata quando lo si desidera. Fondamentalmente é a base di aringhe e maionese a cui poi si aggiungono gli extra per fare le 1000 e piú varianti. Per darvi l'idea, credo possa essere paragonabile a una insalata russa con dentro peró le aringhe. Se passate da Vienna e la vedete in giro, provatela, vale la pena assaggiarla almeno una volta.

martedì 24 febbraio 2009

Forme per mini crostatine

Il vantaggio di lavorare é che ti puoi viziare. :-P Cosí sabato scorso sono uscito a prendere il latte e mi son detto "passiamo anche da Edusho a vedere se c'é qualcosa di bello di cucina e che mi serve, in offerta". Detto fatto, non credevo ai miei occhi! Le formine antiaderenti con fondo rimovibile per fare le crostatine erano in offerta a 4 euro anziché 7!! (che giá 7 euro era secondo me un prezzo ottimo). E visto che le volevo giá prendere un pó di mesi fa, non ho esitato! A casa ho giá la forma rettangolare, quella rotonda da 24 e quella da 28 ma quando si fa la pasta frolla magari avanza sempre un ritaglio che é troppo piccolo per queste forme e non si sa mai dove/come farlo cuocere. Ora con le formine piccole non ho piú questo problema!! :-) Certo che é incredibile come qui si trovino le cose di pasticceria a prezzi davvero popolari. Si vede proprio che qui é tradizione.

lunedì 23 febbraio 2009

Cercasi apprendisti dotati di cervello

Lo sapete meglio di me cosa significa essere un neolaureato o un neodiplomato in Italia: gavetta e spesso lavorare gratis, tutto o in parte, col miraggio di un lavoro fisso primo o poi. La parola Stage poi di fatto ormai coincide con "Lavora gratis". Invece qui funziona un pó diversamente. La scuola é molto meritocratica (=voto alto: continui a studiare, voto basso: vai a lavorare) e indirizza molto di piú verso le professioni che davvero servono. Risultato: meno disoccupati, stipendi piú alti e lavoro che non credo arrivi mai a certi livelli di sfruttamento visti in Italia. E poi si lavora seriamente... io non credo di aver mai lavorato tanto come qui. :-P La prova di tutto ció? Eccovela: una pubblicitá su un giornale dove una catena di supermercati discount é a caccia di apprendisti a cui regala un telefonino e 39 euro di telefonate mensili gratis al mese per un anno se hanno ottenuto voti eccellenti a scuola. Sei intelligente? Ti dai da fare? E' giusto che il tuo valore venga ricompensato. Non come in Italia che é giusto spremerti come un limone finché non cambi o sono obbligati a darti uno stipendio. E che se hai cervello o hai spazzatura dentro la testa, fa poca differenza.
P.S.: prima che qualcuno si esalti, non danno certo l'IPhone (c'é in piccolo scritto Symbolphoto) ma viene detto "un telefono fra i Top" e comunque il valore dell'offerta non sta tanto nel telefono secondo me, ma nei 39 euro di telefonate al mese per 12 mesi!!

domenica 22 febbraio 2009

Incubi!!!

Incubi di venerdí notte:
1) cammino su uno stretto sentiero con a sinistra la montagna e a destra un burrone con gli alberi. E da destra cercano di salire su delle vipere sibilanti e io cerco in tutti i modi di ributtarle nel burrone con un bastone
2) sono a una fiera con banchi e tavolini, gente che chiacchiera e che mangia. A un certo punto arrivo in fondo al salone e scopro che hanno rapito la mia dalmata e che al suo posto hanno lasciato un cane di pelouche (e qui mi son pure svegliato col cuore che batteva a mille!).

Dite che sia successo a causa dei 3,5 grossi krapfen (nougat ossia gianduia, crema, marmellata di albicocche e Powidl ossia marmellata di prugne) che ho mangiato venerdí sera? :-P

sabato 21 febbraio 2009

Fa freddo...

 "Fa freddo, ho sonno, voglio rimanere a letto..."

venerdì 20 febbraio 2009

Secco secco secco

Una fra le molte differenze fra qui e Milano é il clima secco. Puó sembrare una stupidata ma un clima umido come quello di Milano ha molte controindicazioni: dolori nelle persone anziane, si sente percepisce maggiormente il caldo o il freddo, le materie prime durano meno e alcune "opere" come le zucche intagliate o le sculture di panspezie si "ammollano" e muffiscono molto piú in fretta. Qui invece non ho davvero problemi, sia in estate che, a maggior ragione, in inverno col riscaldamento. Tanto che funziona a pieno ritmo l'umidificatore che avevo preso per Milano  (vedi foto qui a lato) e che lí utilizzavo solo 1-2 mesi al massimo. Grazie alla mia fida stazione metereologica del Lidl (15 euro!) tengo d'occhio ogni giorno temperatura interna, esterna e umiditá. Pensate che venerdí scorso c'era il 34% di umiditá perché per due giorni non avevo fatto andare l'umidificatore. Ora siamo tornati su un piú decoroso 42% mentre l'ideale é fra 50-55% altrimenti, oltre a seccarsi velocemente pane, torte e biscotti, si seccano anche le mucose ed é piú facile ammalarsi. Giá. Ma voi l'avete l'umidificatore?

giovedì 19 febbraio 2009

Meno tasse piú soldi

Alla mattina leggo sempre il quotidiano gratuito come facevo sempre a Milano. Solo che qui é in tedesco ^_^ e cosí ne approfitto per rimanere un pó aggiornato sulla situazione qui. Cosí sembra che quest'anno il governo abbia varato una riforma delle tasse per cui, solo per quest'anno, fra Pasqua e fine anno mi arriveranno dei soldi extra in busta paga e questa cifra nel mio caso si aggira intorno ai 600 euro. I miei lettori piú ricconi che guadagnano piú di 3000 euro lordi mensili, troveranno la lista completa sul sito del giornale Österreich.  Comunque, per quanto mi riguarda, queste di certo non sono cifre che cambiano la vita ma sicuramente mi aiutano a recuperare tutti i soldi spesi nell'anno e mezzo passato qui senza lavorare. Inoltre c'é un progetto per porre un limite agli stipendi delle piú alte cariche pubbliche in modo che non superino lo stipendio del cancelliere (capo di stato) che comunque guadagna un bel pó eh eh eh. Insomma, non so se sia tutta chiacchiera e propaganda ma mi sembra che un pochino almeno si stiano dando da fare per dare il buon esempio. In Italia a dare il buon esempio ci pensano altri. Sigh.

mercoledì 18 febbraio 2009

Fresco, da self service o surgelato?

Ho discusso col mio collega (quello burpone) a proposito del pasto di mezzogiorno. Io son del parere che sia meglio portarsi tutto da casa mentre lui ha esposto una teoria nuova, che ovviamente non condivido ^_^ Secondo lui é meglio mangiare qualcosa di "cucinato fresco" al self-service piuttosto che qualcosa di cucinato da sé e poi surgelato. Oppure di cucinato il giorno prima e poi riscaldato. Ora, é vero che la cucina fresca in teoria dovrebbe mantenere di piú gusto, profumo e elementi nutritivi ma come la mettiamo con la QUALITA' degli ingredienti del self service? Stiamo parlando di grassi (secondo voi usano l'olio extra vergine di oliva italiano? E quanti grassi usano?), di zuppette liofilizzate e mix giá pronti. Mica va a mangiare al ristorante con 2 stelle Michelin!! Insomma, io rimango dell'idea che sia meglio portarsi da mangiare da casa, riscaldando qualcosa e eventualmente facendo pure uso del freezer.

martedì 17 febbraio 2009

Stesso Bus ma strada sbagliata

L'altra settimana é successa una cosa buffa. Scendo dal metró, prendo al volo il bus controllando sempre il numerillo in alto e mi siedo. Vedo che dentro sul diplay LCD c'é peró ancora il numero della linea che gira in senso inverso e fa un percorso diverso. L'autobus fa la prima fermata e poi... anziché andare dritto, gira a sinistra per il paese come dovrebbe fare se fosse dell'altra linea! Mi dico: boh, ci sará un problema sulla strada. Visto che ero in abbondante anticipo, mi son anche detto "vediamo un pó che strada fa...". Anche perché tutti i passeggeri (una decina) erano silenziosi e tranquilli. Dopo un pó di fermate vedo passare un tizio che lavora nel mio stesso edificio e che prende il mio stesso bus tutte le mattine alla stessa ora che va a parlare con l'autista. Dopodiche torna indietro e si sente una serie di pugni e una sfilza di "Scheiße" (=letteralmente "Merda", imprecazione molto usata e usata anche dai francesi) del guidatore che si é accorto della mega-cavolata che ha fatto! E via, si mette a correre col bus per tornare alla partenza e "recuperare" le fermate perse. Io intanto ero lí che me la spassavo. Tornando indietro, é passato davanti all'ufficio e tutti gli abbiam detto "ferma, stop" e cosí siam scesi. Alla fine a me non é andata mica male: sono arrivato alla stessa ora come se avessi preso un pullman "regolare". :-P

lunedì 16 febbraio 2009

Esperimenti di giardinaggio in corso

Come vi ho detto sabato, ho comprato un kit vasetti + terra + semini per far crescere a casa sei differenti erbe aromatiche: timo, maggiorana, basilico, prezzemolo, sedano(?) e erba cipollina. Insomma, un piccolo regalo che mi son concesso da Kik visto il prezzo abbordabile (3,19 euro). Cosí ho provveduto a riempire i vasetti, bagnare, seminare i microscopici semini, ricoprire con 2-3 mm di terriccio e ribagnare ancora un pochino. Ora vediamo se é un bidone o germoglia qualcosa. Ho messo il contenitore sul davanzale della finestra dove da 1 anno e mezzo resiste il mio basilico e quando ci sará il sole forte fra qualche mese vedró cosa fare. Ma mi sa che allora avró giá dovuto provvedere al trapianto se le piantine saranno cresciute. Eh, deve essere la voglia di giardino che cresce in me... chissá quanto tempo passerá ancora prima che possa piantare i miei lamponi, il mio basilico, le mie zucche...

sabato 14 febbraio 2009

Krapfen di S.Valentino

Oggi é S.Valentino. Ho fatto un giretto, acquisti pazzi: 10 euro in contenitori per freezer, kit per far nascere 6 differenti piantine aromatiche, decorazione primaverile (speriamo arrivi presto) e per finire sono pure andato a noleggiarmi due DVD. Complice il mio naso molto gocciolante, non ho preso niente da mangiare, salvo il prezzemolo per fare i Knödel di pane. Ma passando davanti a una pasticceria ho visto dei Krapfen a forma di cuore. Troppo belli!!!

venerdì 13 febbraio 2009

Svelato il mistero del collega burpone

Come vi avevo giá detto qui, ho il mio collega che ha qualche difficoltá a digerire. Ora ho scoperto il perché. Giá perché si dice tanto che "uno é quello che mangia" (oltre a COME mangia) ed é davvero cosí. Il concetto si applica alla perfezione al mio collega. L'altro giorno ha portato il pranzo da casa. Riso e pollo, un piattone piuttosto grosso. Tralascio che il giorno prima aveva lo stesso menú, di questo ne parliamo poi. Io avevo invece una mozzarella con due fette di pane e un piattino di Kaiserschmarrn con composta di Sambuco. Pur avendo meno, lui é riuscito a finire nettamente prima di me e ha voluto subito correre a lavorare. Mezz'ora di pausa va bene se si mangia da soli. Ma in compagnia si chiacchiera e io ho dovuto mandar giú al volo gli ultimi Kaiserschmarrn: cavolo non si puó mica correre sempre cosí!! Poi altra cosa che ho appurato é che non fa colazione ma si compra due panini al volo venendo in ufficio. Non due panini ripieni, proprio due panini integrali alle carote e li mangia "al volo" in due minuti con un goccio di thé a matá mattina. Ecco, ottimo esempio da NON IMITARE a meno che vogliate anche voi cominciare a burpare! :-P Poi vabbé, mi dico io: con moglie e tre figli, come é possibile che tu ti sia portato lo STESSO piatto due giorni di fila. Capisco chi é single che di solito cucina in doppio e mangia due volte ma lui per portare due volte lo stesso piatto non so quanti chili di pollo e riso abbiano cucinato in famiglia!!!!

P.S.: Risposto a tutti i vostri commenti arretrati. Li leggo sempre tutti perché mi arrivano per e-mail nella casella ma alle volte son cosí stanco che le risposte le penso solamente. Purtroppo non sono ancora telepatico ;-) Allora devo aggiungerle quando ho tempo a manina.

giovedì 12 febbraio 2009

Cercasi Paintball volontari

Come sapete, gioco al videogame Americas Army. Qualche volta mi piacerebbe pure emulare qualche azione vissuta nel videogioco. Insomma, (quasi) tutti abbiamo giocato a guardie e ladri quando eravamo piccoli e quindi perché non farlo un pó anche da grandi? In Italia qualche volta ho pensato di provare il Soft-Air. Causa scomoditá, costi e altre piccole ragioni, non ho mai fatto un vero e proprio tentativo. Avevo scordato la cosa quando qui la scorsa settimana é apparso quest'articolo qui a lato sul giornale Heute a proposito del Paintball. Non é esattamente la stessa cosa: anziché pallini di plastica si usano palline di vernice (meglio) ma proprio per questo le armi sono brutte e ingombranti (peggio). Comunque, senza andare per il sottile c'é un campo di Paintball all'aperto e uno al chiuso fuori Vienna e chissá, magari un giorno mi toglieró lo sfizio. Il costo é di 47 euro a persona con tutto l'equipaggiamento necessario, comprese le palline di vernice e 3 ore di gioco. Insomma, non economico ma per un pomeriggio di divertimento mi sembra una cifra accettabile. Se si va a un parco divertimenti non si spende poi molto di piú, no? :-P
P.S.:Paintball volontari cercasi fra i lettori del Blog. ^_^
P.S.2: x L'Individua: esiste anche un club in TICINO!

mercoledì 11 febbraio 2009

Spendi e spandi a spese degli altri

Causa venti di crisi che soffiano pure qui, nelle scorse settimane c'é stata una bella polemica sulle auto di servizio di certe alte cariche. Effettivamente se l'auto di servizio alle volte é necessaria, non deve per forza essere un'auto mega lussuosa. Qui qualcuno ha "spifferato" a tutti che il vice-banchiere della Banca Nazionale aveva ordinato per sé come macchina di servizio una BMW da 140.000 €. Cosí gran casino, intervento pure del Ministro delle Finanze e happy end: banchiere e vice della Banca Nazionale han dovuto restituire rispettivamente la propria Mercedes da 130.000 € e la nuovissima BMW da 140.000 €. Morale: i furbi ci son sempre e ovunque ma bisogna anche bacchettarli quando ci provano!!

Foto: articolo dal giornale Heute

martedì 10 febbraio 2009

Torta joghurt lamponi

L'altra settimana erano qui i miei. Ho provveduto a fare una torta un pó speciale trovata nel libro Wiener Süßspeisen (dolci viennesi) di cui vi ho giá parlato in passato. Si tratta di una torta con un pan di spagna leggero e una mousse ai lamponi. Piú in dettaglio, c'é uno strato di pan di spagna bagnato con puré di lamponi, uno strato di mousse ai lamponi con pezzetti di lampone, un altro strato di pan di spagna piu piccolo, un altro strato di mousse ai lamponi, uno strato di panna montata e la copertura di gelatina ai lamponi. Decorazioni con cioccolato ai trasferelli per finire il tutto. Al solito cliccare per ingrandire!
Da sinistra a destra, dall'alto in basso: puré di lamponi a cui ho tolto i semi con gelatina, la puré mischiata alla panna montata, una fetta con tutti gli strati, il secondo pan di spagna sopra il primo strato di mousse, la torta finale, un particolare della torta con il cioccolato decorato coi trasferelli.

lunedì 9 febbraio 2009

Eco-treno Donnola

Quando in ufficio ho un corso, mi tocca andare nell'altra sede di lavoro. Per ora son finiti ma nel mese scorso mi é capitato per una decina di giorni. Cosí anziché bus e metró, dovevo prendere metró e un treno. Tralascio la frequenza giá di per sé strabiliante (un treno ogni 15 minuti circa sulla linea che facevo io) e invece vi segnalo la modernitá e comoditá di molti di questi convogli per pendolari. Tutti hanno il pianale ribassato, porte automatiche, due piani, sedili imbottiti e puliti, posti riservati a invalidi e signore con bebé (o in attesa di...). In piú, un tocco ecologico, cestini per la raccolta differenziata. Non ho resistito e li ho fotografati! Il terzo, quello per i rifiuti generici, é sul pianerottolo dell'uscita. Piú in basso trovate anche un filmato con questi nuovi treni chiamati "Donnola" (Wiesel) per il fatto che velocemente corrono da una stazione all'altra: c'é una targa apposita all'interno del treno con scritto qualcosa tipo "Con i Wiesel veloci al lavoro e veloci a casa". Altra cosa simpatica, le fermate sono dette piú volte in anticipo dal capotreno (ebbene sí, qui c'é ancora!) con riepilogo del tutto alle fermate: grande palla per lui, molto utile per i viaggiatori occasionali. :-P I convogli vecchi, molti in servizio nelle S-Bahn, non sono cosí belli ma sono ugualmente puliti e curati. La differenza si nota piú che altro nei sedili (plastica anziché tessuto), nella disposizione e nel fatto che c'é un solo piano. Ma tutti, per quanto ho potuto verificare di persona (e qui so che molti pendolari italiani saranno invidiosissimi) sono puntuali e non sovraffollati.



venerdì 6 febbraio 2009

Grattugia da non perdere

Oggi ho regalato a mia mamma questa grattugia (io ne ho una simile, meno bella, presa negli States). Serve per grattugiare finemente cioccolato, scorza d'arancio, di limone, ecc, senza impiastratre il tutto sulla grattugia stessa. Avendo inoltre anche lo "zoccolo" per tenere l'alimento, non c'é rischio di scaldarlo con le dita. Perfetto quindi per fare fiocchi di cioccolato per decorare torte ad esempio. Potete anche grattugiare al doppio della velocitá perché le lame sono bidirezionali. Ho provato col cioccolato bianco e funziona da favola. Manico in silicone e punta della grattugia antisdrucciolo nonché custodia di plastica per riparare le lame (non raffigurata nella foto), completano il tutto. Prezzo: 9,99 euro da Edusho (c'é ovunque in Austria). Da prendere assolutamente se amate cucinare e usate ancora le vecchie e inefficienti grattugie. Correte perché la promozione era giá iniziata settimana scorsa.

Foto cortesia Edusho

giovedì 5 febbraio 2009

Pasti di mezzogiorno

Devo tenervi aggiornati a proposito del lavoro!! I colleghi si dividono in due categorie: quelli che pranzano fuori al self-service e quelli che si portano da mangiare da casa come il sottoscritto. Cosí, quando é tempo, vado in sala ristoro e mi siedo ad un tavolo allungando la vista per vedere cosa mangiano gli altri. E qui le chicche non si contano. :-P Finora qualcuno che cura le cose come me non l'ho trovato. Io arrivo e comincio a tirar fuori tutti i pacchettini, ad esempio il contenitore dei ravioli, il sacchettino col parmigiano grattugiato, il cartoccio con la fetta di torta, il sacchettino con la banana, ecc. Poi arrivano i colleghi. I piú arrivano con la sbobba ossia scaricano tutto il contenuto di un contenitore in una fondina, buttano in microonde e mangiano. Piú o meno come a militare (credo, visto che non l'ho fatto! ^_^). Ci sono poi le sorprese di Pasqu... ehm, le sorprese del giorno. Per esempio l'altro giorno un collega arriva, scarica la sbobba giallognola in cui affiorano timidamente due pallidissime mezzelune di pollo bianchicce, mette nel microonde, si siede, assaggia e dice ai colleghi: "E' cavolo!". Ma come?! Manco chiedi cosa ti dá tua moglie da mangiare per pranzo? Io chiedevo sempre a mia mamma cosa c'era di cena a casa a Milano. Vabbé. Poi ci sono i pigri. Quelli che il lunedí riempiono il frigo di vaschette di cibo giá pronto. Leggo di straforo gli ingredienti della vaschetta di Gulasch: salsa 65%, carne 25%, ecc. ecc. Ma come?! Compri Gulasch e mangi salsa?! :-D Di certo non é il MIO Gulasch. Comunque questo é niente rispetto al primo classificato. Si tratta di un collega che si avvicina al ripiano della cucina, ci posa sopra una possente lattina da 500 g di SPAGHETTI AL POMODORO E POLPETTE, la vuota in una fondina fino al bordo e, dopo un breve riscaldamento al microonde, se la mangia tutta! Non so se avete presente di cosa sto parlando... un intruglio rosso in cui galleggiano come pesci morti, pezzetti di carne e frammenti di spaghetti stracotti. Buon appetito a tutti.

mercoledì 4 febbraio 2009

Capitano anche le belle sorprese

Dopo l'orribile Wargames 2 visto settimana scorsa, avevo affittato senza molta speranza Resident Evil Degeneration. Non si parte con grandi pretese: non é nemmeno un film propriamente parlando visto che é fatto in CG (Computer Graphic) come il piú famoso Final Fantasy. Tuttavia per i film di fantascienza, in questo caso un mix fra fantascienza e horror, questo non disturba piú di tanto visto che le inquadrature sono per lo piú buie. Certo, quando ci sono alcune panoramiche con paesaggi, la differenza purtroppo un pó si vede, ma sui personaggi direi che si é lavorato bene, con tanto di neo e imperfezioni della pelle per una delle protagoniste (la poliziotta dell'SRT). Quanto alla trama, sebbene il mix di base con gli zombie sia scontato, rimane frizzante e non troppo prevedibile. Non male nemmeno l'audio. In definitiva mi é piaciuto molto piú di quello che pensassi. In fondo, se si vuole lavorare in economia, meglio fare un buon film in CG che una schifezza con attori penosi e ambientazioni di cartone. Consigliato. Voto? Uhm... 7,5 per gli appassionati del genere, 6,5 per gli altri.


martedì 3 febbraio 2009

Storie senza speranza

Tre anni fa aveva aperto una nuova videoteca nella piazza vicino a casa mia a Milano. Avevo fatto la tessera. Carica 50 euro e ne hai 80: figo, fatto subito! Dopo 6 mesi la videoteca "ha preso fuoco" con il piccolo aiuto di una molotov. 70 euro persi (ne avevo spesi solo 10 in noleggio). Qualche mese dopo é andata a fuoco anche la videoteca della via accanto alla mia. Beh, andata a fuoco non é l'espressione corretta. Anche lei "ha preso fuoco" aiutata da qualcuno. Anche lí tessera ma, memore dell'esperienza passata, avevo su solo 2,5 euro. E poi la videoteca ha riaperto quindi li ho recuperati. Avevo pure fatto amicizia col titolare e ogni tanto mi fermavo a parlare un pó. Ci siam salutati e son venuto a Vienna un anno e mezzo fa. Mia mamma ieri mi dice che l'hanno incendiata ancora. Mi é venuta una tristezza... L'Italia non é Milano ma Milano é la cittá piú importante economicamente, di fatto se non la prima politicamente, sicuramente la seconda. E se queste son le storie che vengono dalla seconda cittá piú importante del paese, se a questo aggiungo quello che leggo nella cronaca italiana di tutti i giorni, francamente penso che ormai l'Italia sia senza speranza. Non vedo nessun motivo per tornare, anche solo in visita...

lunedì 2 febbraio 2009

Vaccinazione anti-zecche

Qui ci son tantissime cose belle, compresa l'assenza delle zanzare ma, ahimé, ci sono le zecche che sono molto molto peggio. Ora, qui a Vienna in realtá non molto, ma ci sono posti dove ci sono pure i cartelli nei boschi "Attenzione Zecche". Brutta roba perché se ti pungono possono pure passarti l'Encefalite di cui si puó, nei casi piú sfortunati, morire. Sulla malattia info QUI (italiano) e QUI (tedesco ma piú complete). Tuttavia, come per tutte le cose, bisogna far funzionare il cervello e quindi non andare nei boschi ad esempio in sandali o sdraiarsi o toccacciare ovunque a mani nude. Infine ci si puó vaccinare. Mi ero proprio interessato due settimane fa ed ecco che la settimana scorsa mi arriva una e-mail dall lavoro che viene una dottoressa a farla direttamente in ufficio a chi lo desidera. Vi allego la lettera perché é fatta in modo carino: han messo pure la zecca tipo cartone animato!! Cosí non dovró sbattermi a cercare info su dove andare o con quali mezzi pubblici o se comprare il vaccino prima, scappare di corsa presto dall'ufficio per arrivare in tempo dal medico o cose del genere. Insomma, basta poco a facilitare la vita e qui si vede sanno come fare. :-P L'unica cosa che mi innervosisce sempre quando vado a fare un vaccino sono le reazioni allergiche visto che sono allergico a diverse cose. Qui dovró fare, come scritto nel volantino, due vaccinazioni a distanza di quattro settimane e poi un richiamo l'anno prossimo, poi uno dopo tre anni e poi da lí in poi uno ogni cinque anni.

domenica 1 febbraio 2009

Strano film

Ho visto che fra qualche giorno arrivera nella mia videoteca il film Blindness. Parla di una cittá che viene contaminata e tutti gli abitanti meno una donna diventano ciechi. Insomma, scenario apocalittico come piace a me. Lo affitteró. Non credo che possiate trovarlo in Italia visto che l'uscita é in programma per marzo 2009. Anche coi film qui siamo piú avanti. :-P Nel frattempo godetevi il trailer (in inglese).