sabato 10 gennaio 2009

Pasti settimanali

Che bello, che bello, uscire alle 16 é una figata!! Mi sa che ne approfitteró anche in futuro: si fa un piccolo sforzo per due-tre giorni alla settimana e poi gli altri due via alle 16! Ho prelevato al bancomat, fatto la spesa, comprato la seconda webcam (poi vi racconteró il progetto che ho in mente) che é una Logitech E1000 in offerta a 9,99, anziché 14,99 perché ho la tessera Libro ossia del negozio dove l'ho comprata e alle 18 ero a casa! Lavoro bene, mi sembra vada, mi sembra fattibile e soddisfacente. In pausa pranzo spero di farla prima o poi con qualcuno dei colleghi. Ieri tomino avvolto nello Speck, 2 fette di pane e biscotti di Natale. Alla sera una zuppina e una tazza di latte... arrivo un pó stanco e mi passa la fame. Vabbé, non é che sia deperito. Comunque al supermercato ho fatto scorta e nel week end mi prepareró le polpette, una torta salata, dei calzoni e un pó di altre cosine buone da portarmi a pranzo. D'altra parte lo scontrino parla chiaro: con lo spesone che ho fatto e che mi basta minimo minimo per due settimane di pranzi (=10 pasti) ho speso 30 euro. Se andassi al self-service tutti i giorni ne spenderei fra i 53 e i 56, fate voi... se devo spendere soldi fuori, me li spendo alla sera o nel week end nel ristorante che piace a me. Non nel (pur non male) self-service accanto all'ufficio, mangiando di fretta e furia. E oggi... parrucchiere!!!

14 commenti:

  1. Sono molto contenta di sentire che ti trovi bene e che il lavoro ti soddisfa. Vedi che piano piano le cose si aggiustano e ci si abitua a tutto? certo che uscire alle 16 è un mito, magari potessi farlo anch'io...soprattutto andando verso la bella stagione puoi fare tante cose fino a sera. Ottime idee anche per il pranzo, cose buone ed economiche e poi ogni tanto anche pranzare con qualche collega è carino, vedrai quante amicizie e come perfezionerai il tedesco !. Non andrai mica dai turchi a farti bello eh ?. Ciao, buona giornata. Anny

    RispondiElimina
  2. Bravo anche secondo me portarsi qualcosa da casa è la scelta migliore sia per il portafogli sia per la salute alla fine ti puoi cucinare cose che ti piacciono e sai cosa ci metti ( al contrario di quel che si mangia in giro)

    RispondiElimina
  3. @Anny: eh sí, in estate... e se poi abito piú vicino, si fa ancora di piú. Comunque giá ieri sera quando ero un pó cotto mi son detto "ma oggi é venerdí o sabato"? :-P No, no, niente turchi, sono andato dalla parrucchiera viennese cosí ho fatto pure conversazione e esercizio di tedesco! ;-)
    Il turco non é che abbia molta voglia di impararlo! ^_^
    @Barbara: sí, soprattutto per i grassi e altre materie prime che non si sa da dove vengano. Poi anche il sale (ne metto poco a casa).

    RispondiElimina
  4. Mi fa molto piacere che ti trovi bene con il lavoro nuovo. Io, se fossi in te, almeno un paio di volte alla settimana andrei a mangiare con i colleghi, per socializzare. E'anche vero, però, che in mezz'ora non è che hai tanto tempo per parlare o fare amicizia.

    RispondiElimina
  5. Cosa darei per vederti con il tuo nuovo look, fresco fresco di taglio! Chissà quale acconciatura va per la maggiore adesso in quel di Vienna!
    Caspita, mi hai sorpreso con il tuo scontrino del super, io abito a Spotorno, Riviera Ligure, quindi si sa che purtroppo è tutto più caro, ma quella cifra la spendo in un giorno e credimi non compro lingue di canarino e neanche primizie!
    Non è che dalle tue parti hanno bisogno di un fruit carver, che so, in qualche grande albergo, in qualche ristorante perchè se è così mi faccio un bel corso di tedesco e arrivo al volo!!!
    Bell'idea le polpette e pure il tomino, promosso.

    RispondiElimina
  6. ancora mi devi dire di cosa ti occupi

    ilFuzz

    RispondiElimina
  7. @Oscar: devo cercare di socializzare coi colleghi ma non al self-service :-P
    @Cassandrina: ma vah! Parrucchiere economico da 15 euro, capelli corti quasi come militare. Qui son molto spartani. Si vedono in giro un pó di ragazzi turchi con pettinature un pó strambe ma mediamente qui girano coi capelli corti (o qualcuno lunghi dietro che peró in un uomo li trovo terrificanti). Qui il design insomma, é quello che é. Quello che hai visto é uno scontrino del Hofer ossia praticamente un hard discount ma con due linee di prodotti: quelli base base (abbastanza scadenti) e quelli normali di buona qualitá. Ovviamente parliamo di prodotti standard. Per le cose particolari devi andare nei supermercati normali e costa parecchio anche se meno che a Milano. La riviera ligure mi sa che é cara come Milano!! Io faccio un 80% di spesa al Hofer e poi alcune cose le prendo allo Spar o dal Billa che sono supermercati di livello medio ma in questi cerco di prendere soprattutto cose in offerta. Oggi per esempio al Billa ho preso del buon Prosciutto affumicato di qui, panna, 3 x minestre pronte (eh, per le emergenze), scatolette di polpo (volevo provarle) quasi tutto in offerta. Prezzo normale 7,80, prezzo al netto di tutti gli sconti/offerte 5,96 Insomma, la spesa comunque é una sfida. Una buona spesa e pure economica é una cosa da fare con cervello e non a caso.

    RispondiElimina
  8. @Fuzz: abbi pazienza che arrivo anche lí. :-P Si tratta di informatica comunque.

    RispondiElimina
  9. Ma sai che sei veramente una potenza!
    Lo so anche io che fare la spesa richiede cervello e non si fa a caso, ho 41 anni e mi sono occupata della gestione famigliare fino ad oggi, ma se nel tuo paese o città che sia il pane costasse 8 euro al Kg non ti basterebbe la pianificazione del menù e neanche il riuso degli avanzi.
    Per quello che riguarda Milano devo dire che i turisti quando vengono in vacanza si lamentano moltissimo dei prezzi a loro dire troppo esosi, credo però che il problema appartenga all'insana abitudine di rimpiangere oggi quello che si aveva ieri, salvo poi lamentarsi domani di non poter più godere(nè di aver goduto) di ciò si aveva oggi.
    Vedessi quanti turisti a mangiar focaccia sulle panchine perchè siamo troppo cari!....però sono in vacanza!
    Secondo te, il residente come vive?

    RispondiElimina
  10. 8 euro al chilo?! Capperi! Qui invece si riesce a trovare pure del pane a 1,40 euro al chilo! Il Fladenbrot, avevo fatto un post apposito qui. ;-)
    Lunedí me lo prendo appunto da portare in ufficio. Ricorda vagamente una focaccia molto lievitata ma senza olio, é proprio pane.

    RispondiElimina
  11. Porca miseria, lo sapevo che eri fortunato....però adesso esageri!
    Potrei inventare un business, tipo " week end con spesa".
    Si parte in torpedone da Spotorno,si guadagna l'Austria e quando siamo lì tu ci fai da Cicero ( nel vero senso della parola, sapeva tutto di tutti) e fra un Klimt e un pasticcino ci infiliamo pure un giro al super.

    RispondiElimina
  12. ah ah, sí, oppure vi faccio trovare la spesa giá pronta. :-P
    Beh, il Fladenbrot costa pochissimo e non ho ancora capito perché. Poi il pane normale mi sembra venga sui 6-7 euro al chilo ma non si tratta di pane standard come quello italiano, di solito ha dentro i semi, le noci, la soia e cosí via... e poi dura tanto.

    RispondiElimina
  13. Ciao. Mi fa piacere che al lavoro ti trovi bene così per il resto. meglio far da sè col mangiare che andare al self service, parlo per esperienza che mangio spesso fuori causa corso e posso portarmi via al max un panino o spendere un pò per andare in trattoria. Purtroppo il corso serve per lo stage e quindi mi sacrifico. Buon weekende mi hai fatto fame con le tue prelibatezze.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P