venerdì 9 gennaio 2009

Giorni corti e giorni lunghi

Aaaah, anche ieri a casa col mal di testa e sfatto. :-/ Ieri M da W mi ha chiesto:
e poi avrai il venerdi corto vero? alle 15:30 si finisce!
Ebbene, no, al massimo posso uscire alle 16. Il regolamento sull'orario di lavoro é infatti parecchio strano: ho sí 38,50 ore di lavoro settimanali ma il conto non é fatto settimanalmente ma mensilmente, salvo l'obbligo di essere presenti in ufficio nella fascia 9-16. Il che significa che posso uscire alle 16 tutti i giorni che voglio, se arrivo presto alla mattina o se recupero le ore gli altri giorni in modo da avere alla fine del mese una media di 7 ore e 42 minuti giornalieri. Oggi usciró appunto alle 16 visto che mercoledí ho fatto 8.30-17.35 (meno 45 minuti di pausa pranzo) e ieri 8-17 (meno 30 minuti di pausa pranzo). Una cosa che invece non riesco a capire é che non ci sono i permessi. OK, se vi sposate o se dovete andare dal medico, non c'é problema. Ma se avete bisogno tre ore perché volete partire alle 13 il venerdí, dovete prendervi tutto il giorno di ferie! (25 in tutto, effettivi cioé senza contare i sabati, le domeniche e i festivi, in un anno).

8 commenti:

  1. Le 16 mi sembra un ottimo orario, pensa quando l´inverno finisce, hai ancora una bella porzione di giornata per te!
    Paola

    RispondiElimina
  2. Alle 16 non è mica male qui si lavora minimo fino alle 18 venerdì compreso! Dai che non ti è andata male impegnati sia per far bene che per farti piacere la tua nuova routine alla fine è solo questione di abitudine!

    RispondiElimina
  3. Beh, uscire alle 16.00 è un bel vantaggio, hai ancora tanto tempo fino a sera, come pure l'orario flessibile e 25 gg. di ferie !! Qua da me tutti i giorni sono uguali e il venerdì di scatenano ancora di più fino a tardi con mille urgenze, le ferie sono 20 gg. e dopo 10 anni te ne regalano uno. Dai, dai, vedrai che ti troverai benone e riuscirai ad organizzarti al meglio, ci vuole solo un po' di tempo, poi viene tutto più facile. Baci. Anny.

    RispondiElimina
  4. Una volta preso il ritmo e l'abitudine riuscirai a vedere solo i vantaggi dell'orario flessibile-ma-non-del-tutto.

    :-)

    RispondiElimina
  5. 9.00-13.00 15.30-19.30
    Questo il mio orario da lunedì al venerdì. Ma in realtà esci sempre piu' tardi e comunque non ti viene pagato.
    Certo se ho qualche problema posso sempre andare via prima, ma è un favore che ti fanno.
    Rimani dove sei, qualsiasi cosa è meglio di quì!
    Baci
    la volpe

    RispondiElimina
  6. Ciao Grissino mi sono assentata ultimamente,mando curriculum per fare una stagione a Munchen ,ma niente sembra che sia invisibile. 1o anni di esperienza alle spalle in gastronomia, sto imparando un po' di tedesco,ma perchè nessuno mi risponde....scusa lo sfogo....ma sono un po' giu'. Ci vorrebbe un mega dolce al cioccolato x tirarmi su...Tschuss

    RispondiElimina
  7. @Paola: infatti!!
    @Pupottina: buon anno anche a te!!
    @Barbara: hai ragione al 100% :-)
    @Anny: sí ma nei 25 gg bisogna anche contare in realtá i permessi che non esistono. Comunque sí, l'orario flessibile elimina molte necessitá di permessi.
    @Glitter: ma no, é flessibile, diciamo che si flette meno di altri sulla singola giornata ma di piú sulla settimana :-P
    @LaVolpe: mmmmh, che brutto orario!! L'unico vantaggio e che mangi a casa e magari ti fai urela pennichella :-P
    @Niccky: eh, non é facile. Secondo me conta molto anche l'essere lí. Non ti chiamano se non son sicuri al 50% di prenderti. Mentre se fossi lá faresti sicuramente piú colloqui. Hai visitato i siti specializzati per la ricerca di personale nella ristorazione? Poi anche il tedesco é importante, dacci dentro. Ricordati che se uno vuole, prima o poi riesce. L'unica cosa non quantificabile é il "prima o poi". Ma cosí é la vita...

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P