martedì 21 ottobre 2008

Presentarsi bene ed é tutto.. o quasi

Ieri leggevo a pranzo il Corriere on line e ancora una volta sono rimasto impressionato da quanto carina e pulita sembri Amanda Knox dalle foto pubblicate sul sito ( QUESTE ). A me le ragazze semplici piacciono: se uno non conoscesse i retroscena, scommetterste che ha fatto quello che ha fatto? Io se dovessi solo giudicare dall'aspetto, l'avrei giá assolta. E da qui il passo é breve a pensare ai colloqui di lavoro. Son sicuro che un buon 40% del successo a un colloquio (ma se non fanno domande troppo tecniche anche un 75% e piú) dipenda dall'aspetto e da come ci si muove e si parla. Sull'aspetto direi che non ho grossi problemi (giacca e cravatta, rasato e pettinato coi capelli corti, sorridente), ma il resto? Sicuramente il mio tedesco é poco competitivo ma credo che anche la mia timidezza e riservatezza, giochino un ruolo molto negativo. D'altra parte faccio una fatica bestiale a dire le bugie e probabilmente si vede pure quando succede ^_^ E secondo me c'é gente che dice "so far tutto" e lo fa pure credere a quelli che tengono i colloqui!! E io? Cerco di dire sempre la veritá e la veritá alle volte é meno bella di una bugia, soprattutto quando quelli che fanno le selezioni si fanno intortare. Fine della riflessione. :-(

12 commenti:

  1. Sai che alla fine dei salmi la mia di riflessione è diventata anche più amara della tua : bisogna imparare a promuoversi. Questo non vuol dire essere disonesti e truffaldini, ma non essere sempre modesti, non solo l'aspetto (forse putroppo anche se nel mio mondo lavorativo ti giuro che vuol dire molto..ohh..premetto che io non sono acqua e sapone ma quasi.) ma anche la self-promotion e mettere in luce le cose che sai fare.
    io personalmente l'arte del"sapersi vendere" ancora non credo di averla imparata ahimè :-)
    Dai che noi onesti verremo ripagati in qualche modo..;-) lo spero
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Purtroppo l'aspetto inganna tremendamente sia in bene che in male, in tutte le circostanze della vita, sempre e senza pietà e la riprova è nel vedere una come Amanda senza sapere di cosa potrebbe esser stata capace e vedere un'altra persona magari meno bella, però profondamente onesta, ricca dentro, autentica, sensibile e professionalmente preparata nel caso di un lavoro, che non ostenta o millanta false capacità o bugie. Penso che soprattutto nei colloqui, oltre ad un aspetto normalmente gradevole quello che occorre è anche un po' di sicurezza in se stessi nel proporsi, nel raccontare il proprio percorso professionale, un po' di capacità di convincere, di trasmettere sicurezza a chi dovrà assumerci e anche proporre piccole soluzioni, dare disponibilità, dimostrare di poter essere versatili... sono tante cose tutte insieme, è un atteggiamento che si acquisisce nel tempo, con l'equilibrio, l'esperienza e la serenità e non è facile concentrarle e dimostrarle in pochi minuti soprattutto in un periodo di stress, di incertezza come la tua e la timidezza e l'emotività sono degli elementi che giocano anche un po' a sfavore. Se posso darti un suggerimento, penso che dovresti andare a questi colloqui con maggiore serenità, con un quasi distacco (so che non è facile quando si ha davvero bisogno di lavorare dopo tanti mesi) pensando che se va, bene, altrimenti pazienza, non hai nulla da rimproverarti, vorrà dire che continuerai a cercare, senza troppo lasciarti addosso l'amaro, la delusione o pensare che sia solo colpa tua o di qualcosa che non va in te. Non pensare che gli altri siano sempre migliori, più bravi, più fortunati e più belli di noi, non è così, c'è tanta falsità, cattiveria ed approssimazione in giro e prima o poi la verità nelle cose e sulle persone, sotto la crosta dorata, viene fuori. Scusa per la lungaggine. Ciao. Anny

    RispondiElimina
  3. M.da R.INFATTI SI DICE S. NEGA PROTEGGE GLI ASSASSINI E GLI INNOCENTI,mio zio ormai nn c'è più, pace all'anima sua, mi diceva sempre, "la verità và detta quando nn ne puoi fare a meno" e lui era un giudice hahaha e poi scusa ma secondo te la diplomazia cos'è?...nn devi mentire devi essere diplomatico.ciao

    RispondiElimina
  4. L'abito non fa il monaco ma di certo aiuta, presentarsi puliti e ordinati è indice di civiltà e rispetto non certo di frivolezza. Volere o no l'aspetto è la prima cosa che si nota di una persona, uno può ahimè essere bruttissimo ma se pulito e ordinato farebbe un'impressione migliore di una qualsiasi Naomi Campbell con le pulci e il grasso sotto le unghie.

    Passino gli abiti e l'aspetto di Amanda, ma qualcosa nello sguardo che non convince c'è e gli occhi non tradiscono.

    RispondiElimina
  5. Sicuramente la prima impressione è importante , una gran dote è senza dire bugie sapersi vendere bene :) Ci sono anche dei corsi che insegnano a vendersi al meglio ... imparare a calcare la mano sui propri pregi e glissare elegentemente sulle mancanze è un'arte una buona parlantina non guasta nel tuo caso credo che nona verre piena padronanza della lingua ti giochi contro anche in questo senso...

    RispondiElimina
  6. come si dice... l'abito non fa il monaco. ci sono persone ben vestite e curate che poi sono assassini e persone magari coi rasta e coi vestiti stracciati che sono delle bravissime persone. però spesso si tende a fermarci alla prima apparenza senza guardare a fondo... dientro l'abito!

    RispondiElimina
  7. Scusami ma proprio per presentarsi bene e rimanere in tema d'immagine e di impressioni che riusciamo a trasmettere agli altri... ma la "E" a "prsentarsi" nel titolo del post, non ce la mettiamo? Scherzo sai, buon pomeriggio. Anny.

    RispondiElimina
  8. @Silvia: basta che non mi dici che devo assumere una persona per far questo! :-P
    @Anny+Barbara: sí, cerco di fare come dici tu ma fra questo e come ha detto Barbara la lingua, il risultato non puó essere granché. Certo, bisogna vedere un pó anche i tizi quanto son competenti. Se é solo un colloquio non tecnico ho poche speranze credo.
    @MdaR: quando non se ne puó piú fare a meno? Sigh...
    @Glitter: e che occhi avrebbe?!
    @Barbara: il corso per vendersi meglio? Sí lo so, ci sono anche i libri. Ma la cosa, guardala bene, é ridicola. Uno deve vendersi bene o deve lavorare bene? E' questo che secondo me certa gente non capisce.
    @LaLunga: sí ma un minimo ci vuole!! :-P
    @Anny:E se fosse stato voluto? :-P
    Non era voluto :-( Corretto. L'avevo notato a mezzogiorno ma ero di fretta...

    RispondiElimina
  9. Eh, l'ho pensato sai, forse per vedere se ce ne accorgevamo o altro... Anny

    RispondiElimina
  10. infatti concordo, cerco di vestirmi sempre decentemente per dare una buona impressione, a seconda delle occasioni. solo che magari uno che si presenta coi rasta e sporco può saperne più di me! solo che in effetti a me stona già vedere gente in cannottiera con le tette all'aria praticamente all'università, peggio ancora agli esami e ricevimento con i prof!

    RispondiElimina
  11. Ah i colloqui: una bella faccenda! Un giorno per andare a un colloquio mi feci accompagnare da mia sorella con la sua auto. Avevo il cuore a mille, vestita piuttosto bene, consona a un lavoro d'ufficio, con il mio cv in borsa, non mi presero e seppi più tardi il motivo: mio ero presentata al colloquio con una bella macchina e secondo loro quindi non avevo bisogno di lavorare. Parlando poi con dei selezionatori, una donna mi ha detto che se i cv sono troppi lunghi non li guarda nemmeno, un'altro invece se la persona inviava il cv con letera di presentazione a siuo nome e se telefonava per controllare se il cv era arrivato, lui come selezionatore prendeva tale persona molto in considerazione... insomma ognuno fa come vuole alla fine ci vuole molta fortuna.

    RispondiElimina
  12. @LaLunga: come in canottiera e tette all'aria?! :-D Ossia? Con un top?
    @Sissi: il fatto di dipendere da cose cosí idiote e persone cosí idiote per essere selezionato, é una cosa pazzesca. L'ideale sarebbe un test scritto e poi anche una prova orale cosí almeno uno ha piú possibilitá. Ma 20-30 minuti di colloquio sono praticamente nulla...

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P