mercoledì 29 ottobre 2008

Castagne e cioccolato

Non so quanti di voi sanno che vado pazzo per le castagne. Come per il cioccolato e i dolci, le castagne, in tutte le forme mi fanno impazzire. Bollite, caldarroste e cosí via. Visto che la stagione é cominciata volevo togliermi qualche sfizio magari con un montebianco ma... che prezzi!! Dapprima ho cercato la puré giá pronta da Metro. Amico M. ha avuto la pazienza di accompagnarmi e aspettarmi mentre, felicissimo, volavo fra i corridoi del reparto alimentari. Purtroppo la puré, carissima, costava circa 8 euro/Kg sia surgelata che in conserva. Ho cosí optato per i marroni sottovuoto che posso utilizzare sia in piatti salati che dolci e non hanno conservanti o zucchero aggiunto. Non che ci abbia risparmiato, ho comunque pagato 1 Kg circa 8 euro ma son comodi. Giá che c'ero ho guardato se c'era qualche altra cosa che mi poteva essere utile. Beh, ce n'erano tante, compreso il succo di Frutto della Passione al 97% pastorizzato. Avendo peró pochi soldi sono andato al sodo e ho preso "solo" un sacco da 2,5 Kg di pastiglie di cioccolato da copertura della Callebaut, una famosa ditta di cioccolato belga che non vende ai privati ma solo ad aziende e pasticcerie.
Le pastiglie son comode, queste son di ottima qualitá e sono pure convenienti. Il sacchettone l'ho pagato circa 14 euro (era in offerta). Infine l'altro giorno ho visto che Billa vendeva in offerta (sigh) a 5 euro i cestelli di castagne di circa 1 Kg. Sí, Billa spesso vende a "secchi" perché secondo me ci guadagnano e sono carini da vedere. Io non ho resistito e ho preso il mio di castagne riempiendolo ben bene. Risultato: peso totale 1060 g = 1020 g castagne e secchiello 50 g. bene, non mi son fatto fregare ^_^ Ed ora é una settimana che mi faccio le mie 16 castagne pomeridiane al microonde con un bicchierone di latte. La merenda pre-corso di tedesco. Ora spero che anche Hofer o altri le vendano magari un pó meno care per cuocerle e surgelarle per poi riscaldare gustosamente il lungo inverno viennese! La domanda é: riusciró a farmi un piccolo Monte Bianco prima o poi?

20 commenti:

  1. 16castagne x merenda....alla faccia...
    ma...ristoranti italiani non ce ne sono?

    RispondiElimina
  2. Un bel concentrato di energia, le castagne contengono molte vitamine del gruppo B, potassio, calcio, ferro e con 16 tutti i giorni diventi superman. Comunque sono buone in ogni modo e in questo periodo fanno molto piacere, anche qui sono abbastanza care i marroni al mercato costano 7 euro e la farina, quella vera e fresca, per farne i dolci anche 10 euro al Kg. Ciao. Anny

    RispondiElimina
  3. Non ho ancora visto l'omino delle caldearroste, appena lo sgamo leggo i prezzi e poi ti dico se quest'anno il cartoncino piccolo (10 castagne)costa più o meno di 5 euro, ladri!

    RispondiElimina
  4. @Damia: 16 mica son molte. 2-3 le butti perché non son buone, 2-3 son piccolissime... Cosa c'entrano i ristoranti italiani? :-P Comunque quelli davvero italiani costano tanto perché é considerata cucina straniera e poi non ne sento la mancanza...
    @Anny: sí ma mi sa che i tuoi da 7 euro son quelli graaaaaandissssssimi! Che delizia!
    @Glitter: dunque, qui "in periferia" mi sembra siano 12 castagne 2-2,50 euro... in centro siamo sulle 10 castagne. Direi quindi accettabile. Chi ha pochi soldi, puó optare per le patate al forno o delle specie di frittelle di patate. Davvero carini i banchetti degli snack autunnali qui. :-)

    RispondiElimina
  5. Ma non hai pensato a raccoglierle durante una delle tue passeggiate intorno alla città? Io faccio così.
    Di solito è facile trovare castagneti ovunque, li ho trovate persino a New York!
    Invece il mio punto dolente è la cottura stile caldarroste. Voi come fate? Ci mettono più di un'ora! Ah dimenticavo: sono contro i microonde e non ce l'ho.

    RispondiElimina
  6. Qui non ci son castagneti... solo quelle "matte" e anche quelle poche. Cottura al forno sotto la griglia a Milano dove avevo un forno piú serio e qui le ho fatte l'anno scorso al forno normale (sí circa 45-60 min) o al microonde (8 minuti). Essere contrario al microonde é come essere contro la TV e l'auto... mah, guarda che non c'é nessun pericolo ed é utilissimo. Oltre che molto sano perché si cuoce senza grassi. Documentati bene ;-)

    RispondiElimina
  7. Gris, mi spieghi bene la ricetta per fare le castagne nel microonde?
    La procedura è la stessa del forno normale? (incidere le castagne, lasciarle qualche minuto in acqua e mettere nel forno)?
    Grazie!

    RispondiElimina
  8. Sí, lavare e incidere le castagne, in base alla secchezza lasciarle in acqua il tempo desiderato, poi mettere le castagne in un contenitore in Pirex con 1 dito di acqua, coprire col coperchio in Pirex, far cuocere 4 minuti al massimo - pausa di qualche minuto - altri 4 minuti al massimo - pausa di qualche minuto - altro eventuale minuto. Pronte :-P Occhio che il recipiente diventa molto caldo perché l'acqua diventa vapore. Di fatto son castagne al vapore.

    RispondiElimina
  9. Io le faccio sul camino approfittando quando è acceso, però oltre che in forno si possono fare anche sul fornello del gas con la apposita padella forata, mettendo lo spargifiamma e ovviamente a fuoco basso e tenendole sempre d'occhio.
    Intorno Roma verso i Monti Cimini si trovano lungo la strada e un sacco di gente le raccoglie, sono piccole e molte un anche po' malandate comunque più che per il bottino si va per divertimento. Anny

    RispondiElimina
  10. ma nei boschi non ce ne sono?

    a me piacciono bollite e le caldarroste... però al microonde mica tanto!

    RispondiElimina
  11. allora impazzirai per il mont blanc!

    RispondiElimina
  12. @Anny: purtroppo la pentola per le castagne é rimasta a Milano dai miei (era loro fra l'altro). Se ne riparla l'anno prossimo. :-(
    @Federica: no, perché non ci sono castagni qui.
    @LaLunga: ovviamente! ^_^ Che delizia!!! Ma senza violette e con pezzetti di cioccolato per favore! :-P

    RispondiElimina
  13. UAU, c'è da far festa qua.
    Se servono assasggiatori ufficiali e/o caviette io mi offro... :)

    RispondiElimina
  14. ah ah, per cioccolato o castagne? Clio, non riesco piú a commentare nel tuo blog!! :-(

    RispondiElimina
  15. Ciao Grissino, bellissimo blog, mi hai fatto venire una crisi glicemica a parlare di monte bianco....passami la ricetta!!!
    Passerò a trovarti spesso...
    Franz

    RispondiElimina
  16. Ecco scusami :D
    Beh pensavo che a un ristorante italiano magari può servire un mastro pasticcere e non gli interessa se parla bene tedesco o no...

    RispondiElimina
  17. Ah, da quel punto di vista sí, ma qui gli italiani "base" son tutti turchi in realtá e usano dolci industriali. :-/

    RispondiElimina
  18. Infatti io sono anche contrario alla TV (e non ce l'ho, con Internet ed un PC si può fare tutto!) e alle auto (la uso il meno possibile, solo quando non posso farne a meno).
    Da fisico ti posso dire che le microonde che rimangono nel forno sono molto poche rispetto a quelle che ne fuoriescono. Vedi tu.

    RispondiElimina
  19. Poi si può discutere se gli studi che trattano degli effetti negativi delle microonde sugli organi vitali siano affidabili o meno, e sulla forza della lobby degli elettrodomestici nello screditare questi studi...
    Comunque io non lo uso, in genere non ho fretta (o mi sforzo di non averla) e posso permettermi qualche minuto in più di attesa.

    RispondiElimina
  20. Beh, ma mica ci devi stare davanti!
    Io lo trovo indispensabile perché non é questione di fretta ma anche di altre cose. Per esempio di cottura senza grassi (che magari bruciacchiano o salgono a temperature troppo elevate), lo uso per sciogliere il cioccolato, per scongelare (rischio di sviluppo di microbi e/o tossine inesistente), per riscaldare un piatto prima di servirlo quando si raffredda facilmente e per farmi il thé direttamente nella tazza. Ora, se non ci stai davanti, diciamo te ne stai di lato dai 2 ai 4-5 metri di distanza (ce l'ho in soggiorno e se sono in cucina son circa 2 metri, se sono alla scrivania 5 e piú) non credo ci siano pericoli. In teoria dovrebbe essere poi schermato. Il mio é anche di metallo (a parte la porta che peró appunto punta verso il muro di fronte... insomma, direi che posso stare tranquillo, no? :-P

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P