lunedì 29 settembre 2008

Burp al 60-70%

Giovedi scorso sono stato alla mia prima degustazione al Chocolate Lovers Club. I soci che hanno pagato l'iscrizione annuale (40 euro) possono partecipare a questo incontri di degustazione gratis. All'inizio non ero granché contento dell'iscrizione che mi avevano regalato i miei per il mio compleanno. Avevo pensato che 40 euro si potevano spendere in altro modo piú duraturo. Invece devo dire che, alla luce dei problemi di salute di mio papá, del fatto che piú passano gli anni e piú mi rendo conto che i sacrifici vanno fatti con la testa e non solo con le cifre, mi sono ricreduto. Giovedí sera sono uscito soddisfatto e anche un pochino TANTO pieno di cioccolato! Praticamente il tizio (che parlava con voce bassa e roca e si mangiava le parole sigh) ci ha fatto assaggiare e ha commentato una dozzina di cioccolati diversi. Sul tavolo un vassoietto e acqua per pulire la bocca tra un pezzo di cioccolato e il successivo. Un quadretto é poco ma moltiplicato per 12 (e magari con qualche bis) viene fuori una tavoletta. Insomma, magari non proprio quelle da 100 g ma 60-80 g di cioccolato me lo sono sicuramente mangiato. BURP! Consiglio di andare quindi avendo fatto solo una buona merenda. Io avevo mangiato una fetta di torta, una banana e bevuto un bicchiere di latte. Prima della degustazione servono anche un aperitivo alcolico (non preso ovviamente). Il cioccolato degustato é di quelli carissimi che costano 5-10 euro a tavoletta. Quindi direi che l'idea di farsi soci e partecipare agli incontri é buona perché praticamente si provano tutte le tavolette e ci si fa un'idea di cosa vale e di cosa proprio no. Ma eccovi i miei appunti per darvi un'idea di come funziona la cosa.

 
Questi erano i primi 6 assaggi. Tutti sono cioccolato fondente con dentro un ripieno al Whisky con un pó di panna fresca che serviva a dare crenositá al ripieno. Come potete vedere, a parte uno (che non sono riuscito ad identificare perché il foglietto ce lo hanno dato dopo aver iniziato la distribuzione dei quadretti) che era particolarmente dolce (non di zucchero ma di Whisky), gli altri secondo me erano praticamente uguali. Infatti il liquore é in concentrazione di circa il 7% e se uno non é proprio super mega esperto di Whiskey secondo me la differenza non la nota proprio. Ad ogni modo erano tutti molto buoni e gustosi.
 
Questi sono stati invece gli 8 assaggi successivi. Qui é stato piú divertente perché si sentiva una netta differenza fra i vari tipi. I primi due sono due fondenti al 60% ma uno addizionato di un pó di latte in polvere. Poiché il latte in polvere abbassa la percentuale di zucchero e le percentuali di cacao sono identiche, quello col latte in polvere risulta piú "cremoso" e piú amaro, quello solo fondente, piú dolce e piú "ruvido". Il terzo e il sesto sono invece nettamente differenti perché hanno percentuali diverse di cacao. L'80% era al primo assaggio piuttosto fastidioso ma dopo un pó diventava molto gradevole e alla fine mi é piaciuto piú dell'altro, che era piú standard. Il quinto e il sesto differivano invece per le ore di concaggio (16 e 20). Secondo me erano identici!!! Le ore di concaggio affinano il cioccolato e passano dalle 8 ore dei cioccolati piú banali alle oltre 35 ore di quelli piú lavorati. Gli ultimi due cioccolati erano aromatizzati (arancia rossa e mora). Sono tavolette di un produttore che fa il cioccolato, lo aromatizza con aromi naturali e poi sul fondo della tavoletta ci mette dei cristalli di zucchero colorati. Questo da un lato é molto scenografico e al palato é piacevole ma dopo un pó rompe. Ad ogni modo quello all'arancio era buono, quello alla mora non un granché. Purtroppo il tizio che commentava i vari cioccolati non é che parlasse un tedesco proprio limpido e questo unito al mio schifoso tedesco mi ha fatto perdere molti concetti. Qualcosa ho chiesto alla signora di fronte a me e alla fine alcune informazioni le ho richieste al tizio in inglese. Beh, pure lì si é messo a parlare come una scheggia ma per fortuna ho capito. Ecco, da questa serata ho ricavato due cose: primo che Vienna é la cittá adatta per me dove trovo tante cose che mi piacciono, insomma é proprio il posto giusto che mi soddisfa. La seconda cosa é che imparare bene il tedesco come il mio francese o almeno il mio inglese sará durissima e non oso pensare quanto ci metteró. E questo mi ha un pó fatto venire i lacrimoni e messo tanta tristezza. Ma devo tenere duro. Si vive una volta sola e non si sa mai quanto breve o lunga possa essere la propria vita. Quindi ora che ho trovato un posto dove mi sento bene, devo resistere e farcela in qualche modo.

13 commenti:

  1. ohi buongiorno tesoro! ;-) scusa la latitanza ma perioduccio con gli stranieri e mi sa che anche questa settimana si ripete
    accidenti che bella questa serata di degustazione..secondo me 40 euri :-P spesi bene!
    uhmm..consiglierò al mio maitre chocolatiere di provvedere in merito!
    buona giornata
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Beh, considera che da quel che mi dicono un austriaco parla molto meno chiaramente rispetto a un tedesco... Quindi se lo impari qui poi sei a posto per tutta la vita ;) (i tedeschi in compenso parlano velocissimo).

    Appena ho un attimo ti invio le foto del Central. buona settimana! ;)

    RispondiElimina
  3. che voglia di cioccolato mi hai fatto venire! e pensare che ha casa ho il vasetto di nutella che non sto toccando perché domenica ho una cerimonia e vorrei sentirmi più in linea che mai.....
    è decisamente l'argomento giusto per iniziare il lunedì! buon inizio anche a te ^_______^

    RispondiElimina
  4. Però, una piccola scorpacciata ! sicuramente interessante per saperne di più per chi come te ama il cioccolato. Vedrai, pian piano sia con lo studio che con la pratica ed anche questo tipo di cose, stando in mezzo alle persone, frequentando posti, il lavoro ecc. il tedesco migliorerà senz'altro, sei già avvantaggiato vivendo in una città che ti piace e che senti tua. Buona giornata. Anny

    RispondiElimina
  5. @Silvia: ti auguro sempre tanti clienti... e tanti soldi :-P
    @Xalira: é vero, hai ragione. Grazie, le foto senza fretta! :-)
    @Pupottina: mica ingrassi istantaneamente!!
    @Anny: hai ragione non posso che sperare che sia cosí. :-(

    RispondiElimina
  6. M.da R.buona la cioccolata all'arancia io l'adoro, sei certo di volere continuare con la tua professione? visto ke hai cambiato nazione magari cambi pure lavoro??...p.s.palazzo Chigi era kiuso(mi sono sbagliato). la prima domenica del mese è aperto al pubblico volevo portarci mio fratello ke ogni tanto passa da Roma a trovarmi.

    RispondiElimina
  7. e dopo questi discorsi sul cioccolato una fettina di torta??
    http://www.flickr.com/photos/zofrea/2896728192/
    ammazza che merenda hai fatto prima di andare lí: torta-banana-latte!!!
    Buona giornata
    paola

    RispondiElimina
  8. Accidenti tutto quel cioccolato nemmeno quanto ne ero una grande divoratrice ne riuscivo a mangiare tanto! Comunque per uno come te un buono spunto magari anche per conoscere amanti dei dolci no?

    RispondiElimina
  9. SLURP! anche se magari no riuscirei a mangiarne così tanto. (Dipende dai giorni)
    Ottimo regalo!
    Spero ve ne siano altre nel corso dell'anno però.

    Potrebbe essere anche un modo per fare un po' di esercizio con il tedesco e chissà anche nuove amicizie :D

    RispondiElimina
  10. ciao grissino bello,come va?
    baciottoni ;)

    RispondiElimina
  11. Io ho fatto una cosa simile alla fiera del bitto un paio d'anni fa, sul tavolo da degustazione non c'era cioccolato ma vini e formaggi tipici lombardi. Sluuuurp!

    RispondiElimina
  12. @M da R.: guarda, non avessi problemi di soldi, andrei a farmi la scuola alberghiera o dei bei corsi professionali di pasticceria. Purtroppo non posso. Pensando a tutti i soldi che butta via certa gente in cavolate, é un vero peccato. Ma cosí é la vita.
    @Paola: bellissima foto!! Poi me le passi?
    @Barbara: effettivamente era tanto pure per me. Hai ragione, devo vincere la mia timidezza e attaccare di piú bottone.
    @Lady.Chobin: ne hanno messi in calendario 3 fino a novembre (uno al mese). Immagino ce ne siano poi almeno altrettanti nei primi mesi del 2009. Ah la mia timidezza :-(
    @Mirtilla: eh eh, cioccolatosamente come vedi. ;-)
    @GlitterVictim: buonooooo. Adoro i formaggi!!

    RispondiElimina
  13. devo dire che questo è uno dei post i9n cui ti ho invidiato di più!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P