martedì 30 settembre 2008

Grissino mio non ti riconosco

Oggi meme. Ma come? Dopo tutti quelli svicolati, ora te ne cerchi uno tu? Ma sí, questo era simpatico e innocuo. Trovato sul sito di Federica.

SCUOLA
Il voto più alto che hai preso: degli 8 o 9 in disegno
Il voto più basso che hai preso: credo 3 ovviamente in latino.
Ti hanno mai sbattuto fuori dalla classe: no
Sei mai stata/o in presidenza?: no
Sei mai stata/o sospesa/o?: no
Hai mai preso note? si alle elementari
Hai mai fugato(bigiato, marinato..): credo 3-4 volte in tutto quando ero maggiorenne. Ma per motivi seri, tipo quando gli americani hanno attaccato nel golfo. (immagino qualcuno avrá da ridire perché ho scritto motivi seri)
Materia preferita?: disegno e scienze
Prof Simpatico? quella di disegno e poi non posso che mettere il prof di religione che ci aveva portato in Ungheria quando era repubblica popolare!!
A che ora ti alzi? mai dopo le 9.30
Favorevole all'aborto? in alcuni casi
Hai un animale? sìììììììììììì, la mia dalmata!!
Sei figlio unico? ho una sorella
Hai un calendario? sí ma non lo aggiorno (ha i giorni scorrevoli sui dischi).
Com'è il tuo pigiama? una maglietta
Porti cappelli? ogni tanto
Hai un balcone in camera? no
Le scarpe che hai messo Oggi? Nike nere
Vuoi sposarti? credo di sì, devo trovare lei.
Vai d'accordo con i tuoi genitori?
Hai mai desiderato avere un altro nome? no
Il tuo primo pensiero quando ti svegli? chiamare la mia dalmata
Adidas o Nike? Nike senza dubbio
Cioccolato o vaniglia? cioccolato, niente dubbi pure qui
colori? indifferente, dipende. Escluso rosa e viola peró!!
Estate o inverno? entrambi
Tinto i capelli? no!
Preso l'aereo?
Detto ad un/a ragazzo/a che ti piaceva?
Chiamato il tuo ex dicendogli/le che ti manca: no
Pianto durante un film? magari un pó di magone alla fine
Mai pensato che il personaggio di un cartone fosse bello?
Preso una cotta per un insegnante? no
Ricevuto tante di quelle botte da perdere i sensi? no
Età in cui speri di sposarti: che ne so!
Quanti figli vorresti? uno?
Come vuoi morire? 'fanc... comunque di notte dopo aver fatto una favolosa mangiata.
Cosa vuoi fare da grande? Pasticcere. Da grande?! Sigh...
Odi qualcuno? Mah, diciamo che rimando alla domanda simile che c'é nell'altro meme
NELLE ULTIME 24 ORE HAI
Pianto? No
Messo dei jeans? no
Incontrato qualcuno? no, ovviamente i passanti per strada e i compagni di tedesco
Abbracciato qualcuno? no, cioé sí, la mia dalmata! ^_^
Detto una bugia? no
CREDI
In te stesso: abbastanza
Nei tuoi amici? abbastanza
in Babbo Natale? sì  :-P
Nella fatina dei denti? no, mi fa senso solo a pensarla!!
Negli angeli? no
Nei fantasmi? no, ma penso che non sarebbero cosí cattivi se ci fossero
In Dio: non saprei...
FOSSI. . .
un numero: 1
un animale: cane
una canzone: ?
uno sport: ?
un personaggio famoso: Schwarzenegger forse?
un cartone animato: Daitan?
un oggetto: un PC! :-D
un giorno della settimana: sabato
un mese: dicembre
un gelato: tutto cioccolato
una macchina: Terios
un libro: di fantascienza
un fiore: una rosa
un piatto di pasta: no, la pasta nooooo. Una porzione di lasagne vale?

le ultime son proprio domande del... :-P Vabbé, buon divertimento a chi lo desidera fare.

lunedì 29 settembre 2008

Burp al 60-70%

Giovedi scorso sono stato alla mia prima degustazione al Chocolate Lovers Club. I soci che hanno pagato l'iscrizione annuale (40 euro) possono partecipare a questo incontri di degustazione gratis. All'inizio non ero granché contento dell'iscrizione che mi avevano regalato i miei per il mio compleanno. Avevo pensato che 40 euro si potevano spendere in altro modo piú duraturo. Invece devo dire che, alla luce dei problemi di salute di mio papá, del fatto che piú passano gli anni e piú mi rendo conto che i sacrifici vanno fatti con la testa e non solo con le cifre, mi sono ricreduto. Giovedí sera sono uscito soddisfatto e anche un pochino TANTO pieno di cioccolato! Praticamente il tizio (che parlava con voce bassa e roca e si mangiava le parole sigh) ci ha fatto assaggiare e ha commentato una dozzina di cioccolati diversi. Sul tavolo un vassoietto e acqua per pulire la bocca tra un pezzo di cioccolato e il successivo. Un quadretto é poco ma moltiplicato per 12 (e magari con qualche bis) viene fuori una tavoletta. Insomma, magari non proprio quelle da 100 g ma 60-80 g di cioccolato me lo sono sicuramente mangiato. BURP! Consiglio di andare quindi avendo fatto solo una buona merenda. Io avevo mangiato una fetta di torta, una banana e bevuto un bicchiere di latte. Prima della degustazione servono anche un aperitivo alcolico (non preso ovviamente). Il cioccolato degustato é di quelli carissimi che costano 5-10 euro a tavoletta. Quindi direi che l'idea di farsi soci e partecipare agli incontri é buona perché praticamente si provano tutte le tavolette e ci si fa un'idea di cosa vale e di cosa proprio no. Ma eccovi i miei appunti per darvi un'idea di come funziona la cosa.

 
Questi erano i primi 6 assaggi. Tutti sono cioccolato fondente con dentro un ripieno al Whisky con un pó di panna fresca che serviva a dare crenositá al ripieno. Come potete vedere, a parte uno (che non sono riuscito ad identificare perché il foglietto ce lo hanno dato dopo aver iniziato la distribuzione dei quadretti) che era particolarmente dolce (non di zucchero ma di Whisky), gli altri secondo me erano praticamente uguali. Infatti il liquore é in concentrazione di circa il 7% e se uno non é proprio super mega esperto di Whiskey secondo me la differenza non la nota proprio. Ad ogni modo erano tutti molto buoni e gustosi.
 
Questi sono stati invece gli 8 assaggi successivi. Qui é stato piú divertente perché si sentiva una netta differenza fra i vari tipi. I primi due sono due fondenti al 60% ma uno addizionato di un pó di latte in polvere. Poiché il latte in polvere abbassa la percentuale di zucchero e le percentuali di cacao sono identiche, quello col latte in polvere risulta piú "cremoso" e piú amaro, quello solo fondente, piú dolce e piú "ruvido". Il terzo e il sesto sono invece nettamente differenti perché hanno percentuali diverse di cacao. L'80% era al primo assaggio piuttosto fastidioso ma dopo un pó diventava molto gradevole e alla fine mi é piaciuto piú dell'altro, che era piú standard. Il quinto e il sesto differivano invece per le ore di concaggio (16 e 20). Secondo me erano identici!!! Le ore di concaggio affinano il cioccolato e passano dalle 8 ore dei cioccolati piú banali alle oltre 35 ore di quelli piú lavorati. Gli ultimi due cioccolati erano aromatizzati (arancia rossa e mora). Sono tavolette di un produttore che fa il cioccolato, lo aromatizza con aromi naturali e poi sul fondo della tavoletta ci mette dei cristalli di zucchero colorati. Questo da un lato é molto scenografico e al palato é piacevole ma dopo un pó rompe. Ad ogni modo quello all'arancio era buono, quello alla mora non un granché. Purtroppo il tizio che commentava i vari cioccolati non é che parlasse un tedesco proprio limpido e questo unito al mio schifoso tedesco mi ha fatto perdere molti concetti. Qualcosa ho chiesto alla signora di fronte a me e alla fine alcune informazioni le ho richieste al tizio in inglese. Beh, pure lì si é messo a parlare come una scheggia ma per fortuna ho capito. Ecco, da questa serata ho ricavato due cose: primo che Vienna é la cittá adatta per me dove trovo tante cose che mi piacciono, insomma é proprio il posto giusto che mi soddisfa. La seconda cosa é che imparare bene il tedesco come il mio francese o almeno il mio inglese sará durissima e non oso pensare quanto ci metteró. E questo mi ha un pó fatto venire i lacrimoni e messo tanta tristezza. Ma devo tenere duro. Si vive una volta sola e non si sa mai quanto breve o lunga possa essere la propria vita. Quindi ora che ho trovato un posto dove mi sento bene, devo resistere e farcela in qualche modo.

domenica 28 settembre 2008

Mi-Sex

OK, visto che di domenica le visite si abbassano, son sicuro che con un post del genere si alzeranno. ^_^ Ieri ho dato un'occhiata al sito del Corriere e sono andato a leggere l'articolo sul Mi-Sex. Si tratta, di fatto, della fiera del porno ma piú che ai rivenditori (edicole, videoteche, negozi on-line, ecc.) é rivolta all'utente finale ossia al maschio dell'Homo Sapiens Allupatus. Vedendo le immagini, ho pensato che deve essere davvero molto triste essersi ridotti a pagare 30 euro di biglietto d'entrata per vedere dei corpi nudi. Io capisco pure che ci sia un senso estetico (perché tanto non é che fai pratica con le pornostar della Fiera!) ma francamente se anche mi regalassero il biglietto io non ci starei piú di 5 minuti (pensare che mi avevano pure chiesto se volevo andarci qualche anno fa). Allora dieci volte meglio l'iniziativa che c'era stata qui a Vienna con le pornostar che giocavano nude delle vere partite di calcio fra nazionali. Almeno uno ha la possibilitá di dire "la mia portiera é piú bella e brava della tua". :-P Scherzi a parte, il sesso insieme al gioco d'azzardo da sempre sono stati due dei metodi preferiti per spillare soldi ai tontoloni con ormoni piú o meno sbilanciati o con l'illusione che sia possibile vincere giocando d'azzardo. Evidentemente io non faccio parte di questo gruppo...
P.S.: se voi donne volte andare a curiosare, il biglietto é gratis. Basta entrare nude.

sabato 27 settembre 2008

Riscaldo o non riscaldo?

Qui il termometro di casa é sceso sotto i 20°C. Accendo o non accendo il riscaldamento?! Se venissi ancora un pó di caldo mi farebbe piacere. Non che 12°C sia una temperatura fredda ma risparmiare un pó sul riscaldamento non sarebbe poi cosí male!! :-P

venerdì 26 settembre 2008

11. Tierschutztag

Come vi avevo anticipato ieri, sono stato un attimo alla manifestazione organizzata dal Comune di Vienna per gli animali, il Tierschutztag (Tier = animali, Schutz = protezione, Tag = giorno). Alle 10 in punto ero lí per sentire la banda dell'esercito che doveva essere la cosa piú interessante ed invece é stata la delusione maggiore. Sí perché hanno suonato un quarto d'ora e poi si son messi a bere e mangiare. Furbi, eh? C'era comunque l'orchestra "ufficiale" sul palco fuori dal tendone. Fuori c'erano anche la stalla dell'esercito, la tenda col maniscalco e tutti gli attrezzi per ferrare i cavalli e anche un rettangolo per gli show dei cavalli. All'interno del tendone invece c'erano tutti gli stand, alcuni molto interessanti. C'era anche il palco per gli show per i bambini (ma adatti anche agli adulti che li accompagnavano) a base di trucchi di magia. Mi son fermato un attimo a vederli in attesa dell'estrazione del gioco a premi (vinto niente) e mi son divertito, oltre che fatto un pochino esercizio di tedesco. La tizia ha fatto infatti uno spettacolo di magia ma basato sulla cucina, su come fare una torta piú precisamente. E alla fine, dalla forma con dentro farina, cacao, Ketchup *bleah*, zucchero e altro, sono saltati fuori due vassoi di biscotti colorati da dare ai bambini che assistevano lo spettacolo. E poi stand con cani, rettili, funghi, api (dietro un vetro), cavalli, le varie associazioni di soccorso, l'esercito, la polizia e tanti altri ancora. Spettatori all'80% bambini visto (sigh) l'orario di apertura che coincide con quello di lavoro. Peccato che ho lasciato a casa la mia dalmata. Si sarebbe divertita in mezzo a tutta quella gente e c'erano pure altri cani con cui fare amicizia. Ed ora le foto! (doppiocliccate per ingrandire)
 
Da sinistra a destra, dall'alto in basso: le finestre fiorite del palazzo del comune che domina la piazza,  Il maniscalco al lavoro sotto la tenda, la banda dell'esercito, lo spettacolo di magia e l'orchestra ufficiale.
  
Da sinistra a destra, dall'alto in basso: il timbro anti-furbi: per avere il sacchetto omaggio con snack per cane o gatto, ci si doveva prima far timbrare la mano, ancora lo spettacolo di magia e un particolare della ragazza mentre fa lo spettacolo con la torta. "L'assessora" che ha organizzato la festa.
 
Da sinistra a destra, dall'alto in basso: la pelle di un serpente dopo il cambio stagionale, il possessore che mi guarda attraverso il vetro, un serpentello-bambino e una visione della pelle nel suo insieme. Fa un pó senso, eh?

giovedì 25 settembre 2008

Tierschutztag

Oggi ho poco tempo. Vado un attimo al Tierschutztag. Ossia? Ossia il giorno della protezione degli animali, ma la cosa bella é che qui non é fatta da associazioni animaliste (che in certi casi ben vengano ma in molti altri casi sono troppo estremiste) ma dal Comune di Vienna! Beh, la mia tassa annuale che pago per la mia dalmata serve anche a questo evidentemente. Cosí davanti al municipio si potrá vedere di tutto compresi esercizi con i cavalli, Fly Ball, cani antivalanga, cani antidroga, quelli di soccorso della Croce Rossa e poi ci saranno concorsi, la corsa col proprio cane (2,5 - 5 -10 Km a scelta) e le bande della Polizia e dell'Esercito austriaco. Ovviamente tutto nell'arco di due giorni. Io vado solo lí un attimo a vedere, ho appuntamento con una delle mie compagne del corso di tedesco, quella piú sveglia e simpatica, ossia quella ungherese.  Faró quindi anche un pochino di esercizio di tedesco. Per guardare qualche foto dell'anno scorso, potete andare al link sopra. E' in tedesco ma le foto si descrivino benissimo da sole. ;-) Poi vi metteró le mie. Stasera poi ho un altro impegno, questa volta gastronomico, che mi han regalato i miei in aprile per il mio compleanno.

Le ore spese nei CV

Ormai sto diventando esperto nel spedire CV, lettere di accompagnamento, allegati e via di questo passo. Ora, per molte inserzioni basta inviare una e-mail personalizzata con gli allegati classici (qui in piú molti vogliono una foto). Il tempo stimato per l'invio in questi casi é circa 10-15 minuti a e-mail. Ci sono peró alcuni posti dove é indispensabile compilare il CV on-line, salvo poi comunque allegarlo (!) e questo fa perdere una marea di tempo. Quando mandai all'AIEA o all'ONU una candidatura, devo aver perso minimo mezza giornata per entrambi. Sí perché praticamente si tratta di riscrivere il curriculum da zero secondo come piace a loro e naturalmente pieno di dettagli!! E la stessa cosa mi é capitata l'altro ieri per un'altra posizione in una grande organizzazione e pure qualcosa di simile la settimana prima. La cosa che mi scoccia terribilmente é arrivare a mezzogiorno, chiedermi: cosa hai fatto oggi? e rispondermi: ho mandato 1 (UN) Curriculum. :-(

mercoledì 24 settembre 2008

Tranquilli, la mia dalmata pulciosa e con le zecche sul treno non ce la metto

Dopo i ritardi cronici, negli ultimi tempi anche pulci e zecche nei vagoni erano diventati il "tema del giorno" parlando di Trenitalia. Ora, secondo voi di chi é la colpa di ció? Dei cani che si portano dietro (a pagamento!!) i passeggeri naturalmente. Giá proprio cosí la pensa Trenitalia:
Dal prossimo 1° ottobre cambiano le regole per il trasporto in treno degli animali. Resta confermata la possibilità di viaggiare con animali di piccola taglia, cioè di cani e gatti che pesino non più di sei chilogrammi, e con altri animali domestici , ma sarà vietato salire a bordo dei treni con cani di media e grossa taglia.
Volete sapere come la penso io? Io penso che invece la causa sia la scarsa manutenzione delle carrozze (primo) e... degli uomini. Giá perché se non sbaglio le carrozze di notte vengono usate come dormitorio da drogati, immigrati irregolari e compagnia andante. Tutta gente che sicuramente gira pulitissima, al contrario del mio povero cane a cui peró faccio il bagno, cambio regolarmente la federa della cuccia, metto l'antipulci/zecche e vaccino ogni anno contro tutto il possibile immaginabile. Ma non tutti trattano cosí bene il proprio cane direte voi! Vero. Ma solitamente chi viaggia col proprio cane é perché ci tiene, perché lo vuole avere vicino e perché in definitiva se ne prende cura. E sfido chiunque a trovare simili padroni che si portano dietro cani pieni di zecche e pulci perché significherebbe che le hanno addosso pure loro. Certo, il cane che rimane sempre alla catena in giardino magari le ha. Ma, appunto, non sale mai sul treno ne va in vacanza col padrone. E cosí, dopo tante campagne contro l'abbandono, basta l'idea di qualche pagatissimo e intelligentissimo manager non solo per incentivare l'abbandono ma pure per punire quei stupidi padroni che si ostinano a usare il treno (ecologico) anziché l'auto (inquinante) per andare in giro. Con tutti i problemi di polveri sottili e di traffico su gomma che ha l'Italia. Complimenti. Lasciatemi sistemare un pó di cose qui e portarmi via le ultime cose dall'Italia e poi visto che l'auto la guido solo su brevi distanze e l'aereo lo prendo solo se assolutamente indispensabile, l'Italia la saluteró definitivamente. Ma non credo ne sentiró proprio la mancanza. Altro che Bel Paese. Non fatemi ridere. Aggiungo solo che in Francia ho visto cani sul TGV che é l'equivalente dell'Eurostar italiano.

martedì 23 settembre 2008

Personal Kontrolle

Ieri mi é successa una cosa strana. Stavo andando a tedesco quando in cima alla strada che porta al metró mi vengono incontro due poliziotti e mi dicono un bla bla cortese ma fermo in cui capisco un "Personal Kontrolle" e mi dicono di aprire il giubbotto. Quello vicino a me mette la mano sulla pistola (e dentro di me mi sono innervosito) e io ovviamente gli ho aperto il giubbino, il marsupio, lo zaino, mi han perquisito - palpeggiato come per trovare una pistola e poi ovviamente mi han lasciato andare visto che non avevo nulla se non il quaderno di tedesco e poco altro. Ora, magari erano in giro a cercare qualcuno a causa di questa rapina ma cavolo, non mi sembra di avere la faccia da delinquente! :-( E giá una cosa simile mi era successa quando ero andato negli States. Gate di imbarco al volo Continental: mentre sto entrando sull'aereo mi ferma una signora e mi dice "Controllo di sicurezza". E apri tutto il bagaglio a mano, togli le scarpe, il giubbino davanti a tutti che entravano... Boh! Queste cose mi lasciano perplesso. L'altra cosa strana di ieri é che non mi hanno chiesto i documenti. Ma forse cercavano qualcuno con una pistola o della refurtiva e visto che non ero io, non gliene é fregato piú niente chi fossi.

lunedì 22 settembre 2008

Torta misteriosa

La torta che ho fatto io é questa:

Quella di pasticceria la trovate QUI. Sono abbastanza soddisfatto del risultato. La forma per fare la griglia perfetta ce l'ho anche io ma non avevo sufficiente pasta per farla. Ad ogni modo avete indovinato come si chiama la torta anche senza andare a vedere il link? :-P

P.S.: Ma vi sembra possibile che due delle mie caselle di posta su email.it vengano di colpo cancellate? Compresa quella che mi serviva per il lavoro in Italia? Han perso un utente. Oltre a GMail vedo di trovare qualche altro servizio e-mail con pop3.

domenica 21 settembre 2008

La pratica del pane

Ho a malincuore notato che anche qui, almeno nel mio quartiere, c'é ancora molta gente che butta il pane vecchio. Vuoi nel sacchetto dei rifiuti, vuoi nei parchi per darlo ai piccioni (maledetti voi piccioni e pure chi vi dá il pane!). Ora, capisco benissimo che non tutti sappiano farsi la torta di pane o abbiano un cane a cui dare il pane secco come premio ma possibile che non riusciate a fare una stima di quanto pane consumerete? Io vedo gente uscire dalle panetterie con 2-3 pagnotte giganti... cosa che io e i miei, insieme, mangeremmo in 2-3 settimane!! E a Milano vedevo gente che ordinava UN CHILO DI BOCCONCINI. Un chilo? Senza poi contare che in Italia molti mangiano la pasta ad ogni pasto e con la pasta non si dovrebbe mangiare molto pane. Mah...

P.S.: Vorrei segnalarvi l'ennesima gaffe giornalistica. Sugli argomenti tecnici i giornalisti, salvo casi rari, sono impreparatissimi. Leggo sul sito del Corriere:
Per operare la riparazione l'acceleratore dovrà essere portato a temperature superiori allo zero assoluto.
Ora, lo zero assoluto é la temperatura piú bassa raggiungibile e qui probabilmente andava scritto "dovrà essere portato a temperature superiori allo zero". Tutte le temperature sono superiori allo zero assoluto. Se no che zero assoluto sarebbe? :-(

sabato 20 settembre 2008

Day of the dead

Parliamo di Day of the dead? Sí ma non di quello originale di Romero che era fatto davvero bene sebbene con fondi limitatissimi. Questo dell'originale prende solo il titolo e qualche spunto. Tuttavia, viste le porcherie che girano, il film si fa vedere. Gli attori sono accettabili sebbene la ragazza-militare che guida il gruppo sembra abbia 20 anni o giú di lí! Buone alcune trovate e un pó ridicoli gli zombi-licker alla Resident Evil. Gli zombie che corrono li avevo giá visti ma quelli che saltano sui soffitti proprio no!!! Il film é ovviamente una produzione secondaria, non so nemmeno se é uscito in Italia. Ad ogni modo, se proprio vi piacciono gli horror, se proprio non avete altro, se vi piacciono pure le ragazze in divisa... beh, fateci un pensierino. Voto: 6- (solo perché non mi ha annoiato troppo e 2-3 scene fatte bene catturano lo spettatore). Questo il trailer:









venerdì 19 settembre 2008

Romba? No Roomba!

Cliccando per caso un banner di AdSense ho scoperto il sito ufficiale di Roomba. Ne avevo giá sentito parlare e forse mia mamma mi ha detto che una persona che ha incontrato l'aveva . Qualcuno di voi ce l'ha? Si tratta di un piccolo robottino tipo disco volante che posato per terra pulisce automaticamente il pavimento. Dei brevi filmati molto chiari li trovate QUI. Evita gli ostacoli, va anche sotto i mobili, si ricarica le batterie da solo e pulisce senza che tu glielo dica. Insomma, in teoria dovrebbe essere favoloso e non costa nemmeno una esagerazione, circa 300 euro. Premesso che per me non é adatto visto che la mia dalmata perde tanti peli e vanno per forza tirati su con la scopa, penso potrebbe essere interessante in alcuni casi che ho in mente o per mia mamma a Milano. Certo che vedendo all'opera in alcuni casi si capisce che la pulizia manuale é insostituibile... Qui qualche filmato preso da YouTube:









giovedì 18 settembre 2008

Premio settimanale

Come avrete capito, questo é un periodo un pó buio per me. Oh, ce ne sono stati altri. E in questi periodi si pensa piú intensamente a se stessi, alla propria vita e si vedono le cose in un modo, non dico diverso, ma PIU' RICCO DI PARTICOLARI. Cosí ho ripensato ai miei problemi di salute qui migliorati e alle cose che possono succedere nella vita (oltre a mio papá, ho letto su un forum il post di una ragazza che a 35 anni sta facendo chemioterapia... e io ne ho 36!). So che in questi casi la vita ti scorre davanti tutta di un colpo e uno dei rimpianti é quello di non aver fatto le cose che si desideravano. Purtroppo non posso fare chissá che visti i soldi mancanti ma ho deciso di non buttarmi giú e (in un certo senso) di fregarmene del problema lavoro. Continuo a cercare, mandare ma basta angosciarmi. E in piú, visto che la vita é una sola e che scorre troppo in fretta, ho istituito il PREMIO SETTIMANALE. Purtroppo (per voi :-P ) non é per i lettori del mio Blog ma per me stesso. Servirá ad apprezzare i piccoli piaceri della vita. Una volta alla settimana mi compreró qualcosa per me, secondo queste regole:
- la cosa/servizio/oggetto deve essere il piú viennese e sconosciuto possibile in modo che sia una cosa nuova da vedere/sentire/ascoltare/imparare
-il prezzo massimo consentito é 3 euro a settimana
-é possibile eccezionalmente unire un massimo di 2 settimane in modo da spendere i 6 euro in una sola
Cercheró ovviamente di presentarvi qui quello che ho preso.
Ovviamente raccomando anche a voi di fare con voi stessi una cosa del genere. L'importo ovviamente é modificabile in base al vostro stipendio (sigh). Ricordatevi quello che ho scritto o quello che dice Amelie nel suo film. ;-)

mercoledì 17 settembre 2008

Corda di violino

Mi sto rendendo conto che fra quello che é successo a mio papá che mi impensierisce molto, fra i colloqui e l'ansia di non riuscire a trovare un lavoro e pure alcuni problemi che ha mia mamma a Milano, sono teso come una corda di violino. Sono stanco giá alla mattina presto e arrivo alla sera distrutto. Neppure il riposino pomeridiano riesco piú a fare bene, visto che sono agitato e pieno di pensieri. E quei pochi momenti in cui riesco a concentrarmi "dentro di me", come ieri mentre mi sono fermato un attimo a sentire la pioggia, mi sento proprio i muscoli e tutto me stesso distendermi e "fluidificarmi". E sempre piú spesso sogno una giornata di tranquillitá e felicitá. :-(

martedì 16 settembre 2008

Office 2007

Ho dovuto dare un'occhiata veloce a Office 2007 per sapere almeno a grandi linee come é fatto visto che oggi ho un colloquio e casomai arrivassero delle domande a questo proposito, non vorrei proprio essere completamente a digiuno. E poi non l'avevo mai provato. Ho cosí scaricato la versione di prova e l'ho installata. Son rimasto davvero stupefatto. Per uno che sa giá usare Word (ho provato solo quello), sembra di avere tutto a portata di click in due secondi. Altro che menú con 20.000 voci! L'interfaccia é stata davvero rifatta benissimo. Se nelle versioni precedenti Word & Co. e Open Office (la suite gratuita compatibile) si equivalevano, Office 2007 é davvero stupefacente fra nuovi menú e anteprime in tempo reale su come cambia la formattazione del documento. Speriamo che Open Office si adegui presto (ma la vedo brutta). Consoliamoci col fatto che Open Office é gratuito mentre Office di Microsoft costa un casino di soldini.
:-P
P.S.: Ma voi che Office usate?

lunedì 15 settembre 2008

Attacco al frigo

Ho dovuto sbrinare il freezer e il frigo. Ho un frigo sopra (170 litri) e un freezer sotto con due cassetti (60 litri) e come (NON) immaginerete non mi basta mai, soprattutto il freezer. Ma questo é un altro discorso. Il cassetto sopra non si apriva quasi piú dal ghiaccio che ricopriva la parete sopra e la pulitina annuale era necessaria. Il piano di attacco utilizzato é stato il seguente:
-ho messo in forno il polpettone di tonno
-quando é stato quasi cotto, ho spento il frigo
-ho svuotato la parte sopra e l'ho messa nel sacco per surgelati con 1 piastra
-ho pulito la parte sopra (fatto in un tempo relativamente veloce, per fortuna copro sempre tutto e sto attento a non rovesciare nulla)
-ho rimesso dentro le cose nella parte sopra su un ripiano pulito al volo e ho tolto i cassetti del freezer e nel frattempo sfornato il polpettone, lasciando aperta la porta del forno che é di fronte al freezer
-per evitare scongelamenti ho messo le poche cose del freezer nel sacchetto surgelati con 5 piastre
-ho sghiacciato e pulito il freezer con un cucchiaio, una pentola con acqua tiepida e lasciando scongelare le parti piú a contatto con la superficie (ah che lungo e che fatica e che mal di schiena!)
-nel mentre ho pulito un cassetto e i restanti ripiani del frigo, portauova e via dicendo
-ho riacceso il frigo, aspettato 5 minuti e rimesso il cassetto con le piastre e i surgelati in frigo.
-ho quindi finito di lavare tutti gli aggeggi tipo sportellini e  ripiani e rimesso per bene le cose dentro
Che faticaccia!!
Ma il frigo e il freezer di casa mia li compro NOFROST, senza alcun dubbio. E voi quale frigo / freezer avete? Piccolo? Grande? Nofrost o cosa?

domenica 14 settembre 2008

L'autunno é arrivato

Giá ieri l'aria si era notevolmente rinfrescata... ma oggi! Un gelo! Alle 8.30 c'erano 12°C!!!! Brrrrr che freddo! Subito tolto dall'armadio il giaccone. E' che qui si passa di colpo da temperature alte a basse. Basta una giornata di pioggia o una nuvolosa con vento gelido ed é fatta. Certo che peró 10°C in pochi giorni sono davvero tanti. Tre o quattro giorni fa nel pomeriggio giravo coi bermuda e ora il giaccone!! Speriamo non mi venga piú malinconia di quella che giá ho. :-(

sabato 13 settembre 2008

News da ospedale e da corso di tedesco

Grazie per tutti i commenti lasciati ieri, siete stati molto gentili. Mio papá é in ospedale perché ha avuto un ictus. Ora sta meglio. Insomma, speriamo recuperi (primo) e velocemente (secondo). Vi lascio il mio dialogo di mercoledí con Anna, la mia compagna di corso polacca, economista, una ragazza molto carina e minuta:

In pausa esce e poi torna. Si siede e tira fuori una fetta di torta con una base sottile e del ripieno bianco. Io la vedo e mi si illuminano gli occhi e le dico:
IO: ma che torta hai preso?! E' una Topfen Torte???? (torta con la ricotta di qui)
LEI: ah, non so, l'ho presa da Starbucks, c'era scritto Käse Torte (Torta di formaggio)
IO (con entusiasmo): Ah ma é una fetta di cheesecake americanooooo! Che buonooooo!
LEI (con voce assolutamente indifferente): ?! Non so, c'era scritto Käse Torte sul cartellino...
IO (pensandolo): sí vabbé, facciamo che nella prossima vita ci rincontriamo e magari ci metti un pó piú di entusiasmo e sei un pó meno lacunosa sulle torte, OK?

Capite ora perché sono ancora single?
:-P

venerdì 12 settembre 2008

ospedale

Mio papá é in ospedale, quindi per qualche giorno non so se avró voglia di aggiornare il blog. :-(

giovedì 11 settembre 2008

Demel

L'altro ieri son passato da Demel che sarebbe poi il concorrente storico del Sacher: entrambi rivendicano la paternitá della Torta Sacher originale: la differenta non é solo di nome ma anche di marmellata (uno la mette a metá della torta, l'altro sotto la glassa. Il locale é tipicamente viennese e di piú non so dirvi perché non l'ho provato. I prezzi sono alti e, da quel che si vocifera, la qualitá non all'altezza degli stessi. Ad ogni modo prima o poi ci andró e vi sapró dire meglio. Per ora vi lascio la vetrina estiva con la principessa dei gelati (cliccate per ingrandire la foto), l'insegna e una foto dell'interno. In basso a destra vi ho messo un'altra insegna che mi piaceva di un negozio li vicino. Insomma, prendetelo come un veloce affresco viennese...

mercoledì 10 settembre 2008

AMS

Ieri sono andato all'AMS (sarebbe l'ufficio di collocamento austriaco) dove praticamente non ho combinato nulla. Ho saputo che posso fare tutto da casa ossia semplicemente cercare gli annunci e mandare i CV perché di piú loro non possono fare. Mi han stampato (una parte) degli annunci on-line e basta. Io almeno ci ho provato... D'un lato son contento per la mia coscienza visto che ci sono andato dopo un anno che son qui e nel mio io piú profondo avevo paura di aver trascurato una importante possibilitá o che ci fossero problemi particolari (tipo cartacce e burocrazia varia) prima di trovare un lavoro. Invece non ho perso nulla. Ma dall'altra parte son pure deluso perché segretamente pensavo potessero tirar fuori il coniglio-lavoro dal cappello. E cosí rimettiamoci a fare tedesco e spulciare inserzioni che fra l'altro é un "lavoro" che porta via una marea di tempo. Unica consolazione, sembra che di inserzioni per l'helpdesk ce ne siano a decine... certo serve il tedesco peró. Quanto tempo ci metteró?!

martedì 9 settembre 2008

Corso di conversazione

Ieri primo giorno del corso di conversazione di tedesco. Eh sí, visto che il lavoro non arriva, vediamo di migliorare ancora il tedesco. La prima giornata non mi ha convinto troppo. I compagni mi sembrano OK ma la prof (tedesca) non mi ha convinto. Prima di tutto, benché tedesca, si mangiucchia le parole. Va bene che si fa piú esercizio ma insomma, da un insegnante di lingue si pretenderebbe una parlata perfetta tipo telegiornale!!! Poi l'altra cosa che non mi ha ben impressionato é che l'insegnante é molto disordinata, poco razionale e schematica sia nelle cose pratiche (il suo raccoglitore) che alla lavagna. Infine, ha una certa etá e... lo so, lo so che anche io non son piú giovane, ma per "catturare" gli studenti bisogna sempre essere aggiornati sulle ultime tendenze, no? E lei non lo é. Quanto ai compagni, mi sembrano essere tutti simpatici, compresi i due ragazzi (siamo tre ragazzi e cinque ragazze), uno ungherese e uno turco. Come nazionalitá vince alla grande la Turchia con tre posti. Seguono tutti gli altri a un punto: Italia, Canada, Ungheria, Macedonia e Polonia. Poiché é un corso di conversazione, abbiamo appunto conversato e cosí ho conosciuto il ragazzo turco e le altre due ragazze (ero circondato, aiutooooo!). Devo prima di tutto dire che, grazie grazie grazie, le ragazze *entrambe molto carine* non hanno il vestito tipico tipo sottanona e nemmeno il foulard. Sono quindi all'occidentale  al 100% e questo mi rinfranca molto. Se c'é una cosa che mi mette angoscia son le donne turche con sottanone e foulard. Non parliamo poi di quelle con sottanone e foulard NERI. Per fortuna di quelle coperte pure col velo fin sugli occhi ne ho viste solo due finora. Io credo che se tu sei ospite di un paese, qualsiasi, ti devi conformare con lo stile in uso. Se una donna italiana va in Iran deve mettersi il velo, secondo la loro usanza. Perché i turchi  continuano con le loro usanze pure QUI? Comunque questo é anche il motivo per cui di tutta la moltitudine infinita di stranieri che ci sono qui a Vienna, i turchi son quelli visti peggio di tutti. Moltissimi non si integrano: hanno i loro negozi, al parco stanno fra di loro e il tedesco alle volte manco lo imparano... tanto lavorano da altri turchi. Ad ogni modo, parlando con questi tre che pur mi sembrano molto occidentali e di cultura, é saltato fuori che loro proprio non hanno empatia coi cani. Il cane piú lo tengono lontano e meglio é. Chi ne ha uno lo tiene possibilmente in giardino. E questo lo vedo bene tutti i giorni, questa totale mancanza di dialogo con la natura. Ogni tanto quando giro con la mia dalmata e passano i bambini, fanno di quei salti per nascondersi! Ovviamente in tre casi su quattro sono turchi. Ma l'avevo visto anche a Milano con gli immigrati africani. Ma vi sembra normale? Il cane é sempre stato il fedele compagno dell'uomo... ma evidentemente non di tutti gli uomini (sigh). Io non é che voglio affermare che la cultura europea (mettiamoci pure quella americana per certi versi) siano superiori ad altre ma é innegabile come certi modi di fare denotino tradizioni davvero poco moderne. Chissá cosa avrebbero pensato se gli avessi detto che io la mia dalmata l'abbraccio!!

lunedì 8 settembre 2008

Gita all'Heurigen a Altlenghbach

Settimana scorsa, sono andato coi miei a fare una gitarella fuori Vienna in mezzo al verde. Siam finiti in una trattoria (Heurigen) sopra Altlengbach, QUESTA. Per l'occasione avevo dietro il navigatore satellitare e quindi, molto tecnologicamente (dato che Grissino é amante della campagna a anche della tecnologia), vi regalo le coordinate satellitari da inserire nel vostro GPS: N48°8'44.592" E15°55'56.152" in quanto non esiste un vero e proprio indirizzo inseribile nel GPS, tuttalpiú una strada che finisce nel nulla. Arrivati nel nulla ossia in cima alla collina, é possibile fare gratuitamente il bagno nel laghetto artificiale (freddo permettendo, tenete conto che qui di notte alle volte scendiamo sotto i 15°C e lí in collina sará ancora meno). Poi non resta che andarsi a prendere le bibite al self service e sedersi sui tavolacci dove si puó ordinare alla cameriera tanti deliziosi piatti di carne fra cui anche lo stinco (buonissimo) e il cervo (di cui hanno una specie di allevamento). Bagno cosí cosí a causa della grandissima quantitá di gente, si possono portare tranquillamente i cani (educati e al guinzaglio) e i bambini (educati) che hanno una grandissima e bellissima area giochi dedicata a loro. Ricordatevi un giacchino o un golf se vi fermate la sera. Il vento c'é sempre e appena scende il sole diventa freddino. E ora spazio alle foto! Al solito cliccate per vederle meglio.


Dall'alto in basso, da sinistra a destra: i tavoli dove si mangia, il mio piatto di cervo in salmí con 3 knödel di pano (circa 8-9 euro), l'area giochi per i bambini, la casetta tipica lí a fianco, lo stinco (anche lui circa 8-9 euro), carvo (?) nel cortile della casa coi fiori, il laghetto artificiale, panorama delle colline circostanti.

domenica 7 settembre 2008

Fantasia carente

Sto notando che ultimamente di film originali se ne vedono pochi. Boh, forse é sempre stato cosí ma ad ogni modo l'ultimo apocalittico che mi é capitato di notare e che sicuramente noleggeró ossia DOOMSDAY, uscito in Italia il 29 di agosto riprende diversi temi da film famosi. Il tema del virus e dell'epidemia da 28 Days Later. Il tema dei sopravvissuti Punk pazzi furiosi pieni di tatuaggi e piercing da Fantasmi da Marte di Carpenter. Il tema del muro di contenimento da 1997 Escape from New York e 1999 Escape from Los Angeles sempre di Carpenter. E poi le macchine blindate anti-disperati un pochino pure da Mad Max e Land of the Dead. Insomma, niente di nuovo ma l'ennesima rielaborazione. Malgrado ció, speriamo l'abbiano fatta bene. Non so quanti film apocalittici e post-apocalittici ho visto per cui le stupidate e le assurditá mi danno parecchio fastidio. Qui sotto trovate il trailer. Se andate a vederlo, ditemi se vi é piaciuto. A noleggio credo esca fra qualche mese. Per chi non ha problemi con l'inglese, su www.play.com lo si trova in vendita a 15 euro spese di spedizione comprese. Eh sí, non capisco perché, ma in Inghilterra i film escono sempre molto prima. Forse perché non é necessario il doppiaggio? Boh!




sabato 6 settembre 2008

Mappa dei dolci viennesi: Schokohaselnusshaferflocken Torte



SCHOKO-HASELNUSS-HAFER FLOCKEN TORTE
Prezzo: ?
Descrizione: E' una fetta piuttosto informe fatta con una base di pan di spagna alle nocciole e sopra una massa di panna, pezzetti di cioccolato, nocciole tritate e fiocchi d'avena. Decorazione fatta con un dischetto ovale di cioccolato bianco.
Comprato da: Caffé Diglas, Vienna.
Giudizio: Una torta molto originale che non ho visto in giro da nessuna altra parte. Il fatto che sia principalmente a base di panna fa sí che dopo i primi cucchiaini mangiati con grande entusiasmo, la voglia scenda subito. Ho fatto un pó fatica a finirla. Buoni i pezzettini di cioccolato, piacevoli i fiocchi di avena. Sicuramente vale la pena provarla ma non é una torta da prendere regolarmente.
Voto dolce: 7

venerdì 5 settembre 2008

Mangiari grissini

Era un pó che non parlavo del mio mangiare giornaliero. Con i pensieri sulla ricerca del lavoro, col caldo, col fatto che ho qualche chiletto di troppo, non cucino molto ultimamente se si eccettua la torta settimanale per la colazione. Ad ogni modo non bisogna lasciarsi troppo andare cosí ogni tanto mi concedo un pochino di tempo per cucinare qualcosa di piú appetitoso. E cosí nei giorni scorsi pizza ultraricca (pasta di pane fatta con la macchina del pane, pomodoro, formaggio, zucchine, cavolfiori, zucca, salsiccia) e Gugelhopf con pezzetti di cioccolato. Se volete favorire... la ricetta é per un Gugelhopf grosso: 250 g di burro, 4 uova, 200 g di zucchero, 500 g di farina, 1 bustina di lievito, 1 di vanillina, 1 pizzico di sale, 100 g di cioccolato fondente... giá solo sommando gli ingredienti viene 1 Kg di peso ^_^ (doppio-cliccate sulla foto per gustare meglio).

**EDIT**: alla ricetta mancano 2 dl di latte circa a seconda di quanto assorbe la farina. Cottura 180°C con forno ventilato. Mischiare prima zucchero e burro, poi aggiungere le uova, poi mezzo latte, farina, resto di latte aggiustando la consistenza, infine i pezzi di cioccolato. Cottura per 45 minuti.


E poi tremate... le zucche son tornate!! ;-)

giovedì 4 settembre 2008

Cuochi e supereroi

Oggi cinema. Volevo esprimere il mio disappunto dopo aver visto Spiderman 3. Davvero orribile nel senso che l'ho trovato fatto per ragazzini. Poteva essere un film Walt Dinsey!! Begli effetti speciali ma per il resto... ma dai, quando lui va in giro per NY a passo di danza facendo il fighetto! Nella realtá avrebbero chiamato il 911 in 3 secondi netti e lo avrebbero fatto ricoverare alla neuro. :-D Insomma, una occasione buttata. Cosa che invece non é successo con Iron Man benché fossi super prevenuto. Mi é piaciuto davvero tanto. Fantascientifico ma agganciato alla realtá, tecnologico ma con molto humor e con il classico lieto finale, magari banalissimo, ma che ci stá tutto. Consigliato. A chi ama la cucina, consigliato anche Sapori e dissapori che, miracolosamente, nel DVD noleggiato qui conteneva la traccia in italiano. Una storia d'amore, a volte molto malinconica vista la triste vicenda sullo sfondo, con un simpatico spaccato culinario. Lui non convince neanche un attimo come cuoco (se la cava meglio come Don Giovanni) mentre lei riesce a far davvero bene la sua parte di chef di altissimo livello. Buffa la stanza dei litigi: la cella frigorifera fra uova, formaggi e tante altre prelibatezze!! Bella le scena del venditrore di tartufi dal costo di qualche migliaio di dollari impanicato al sentir parlare di Polizia... Consigliato a chi vuole una serata poco impegnativa e sogna di lavorare nelle cucine dei grandi ristoranti. ;-)

P.S.: Ieri ho incontrato Sara che abita qui a Vienna come me. E' stato simpatico. Vediamo se sul suo Blog scrive qualcosa di come immaginava lei Grissino e com'é dal vero... secondo me vi dirá che parlo troppo! ^_^

mercoledì 3 settembre 2008

Diglas

Oggi vi parlo del pranzo che ho fatto coi miei l'altra settimana da Diglas. Diglas é uno dei caffé storici di Vienna. A due passi da Stephansplatz e quindi a portata di qualsiasi turista in gita a vienna, il caffé si presenta con una facciata simile ai tantissimi caffé viennesi. Entrando ci si puó accomodare su comodi sedili di velluto rosso ed é possibile mangiare sia salato che dolce. A pranzo ci sono i menú per circa 12  euro, tutti molto curati. Alcuni prevedono pure il dolce. Io ho preso un filetto di luccio saltato in padella con zucca cotta lentamente al forno e cous cous al pesto. Davvero favoloso! Insieme é stato servito un succo di mela e carote fatto fresco. Per 12,40 euro, essendo a due passi da Staphansplatz non si puó davvero pretendere di piú! Ho poi completato il pasto con una torta al cioccolato, nocciole e fiocchi di avena che vi presenteró a breve nella solita rubrica dei dolci viennesi. Altre note sul locale: bagni piuttosto spartani ma abbastanza puliti, servizio accettabile, unica nota negativa: non vengono accettate le carte di credito. Cosa che nel 2008, nel cuore di una delle capitali turistiche della Vecchia Europa non ci si aspetterebbe...

Da sinistra a destra, dall'alto in basso (cliccare per ingrandire la foto): l'esterno del caffé, interno (salottino), interno lato strada, il lampadario con le tazzine di caffé, il piatto che ho preso io con luccio, zucca e cous cous al pesto.

martedì 2 settembre 2008

Auto incredibili (parte 3)

Eccoci alla terza puntata della serie "auto incredibilmente tamarre". Oggi non posso non farvi vedere questo stupendo esemplare in cui mi sono imbattuto qualche giorno fa! Notare in particolar modo i tessuti dei sedili in vera finta pelle leopardata blu-violetto! :-P



Qui e Qui trovate le tamarrate precedenti. ;-)

lunedì 1 settembre 2008

Waldviertel in Heldenplatz

Siete tornati tutti dalle vacanze? :-P Settimana scorsa sono andato coi miei ad una sagra della zona del Waldviertel che si teneva dentro la Hofburg, nella stessa piazza dove l'esercito monta le tende e i mezzi corazzati per la festa nazionale. Il cortile si presentava pieno di bancarelle, tipo quelle di Natale, che ospitavano i singoli venditori. Dall'altro lato del cortile era stata allestita anche un'area per far giocare i bambini facendo loro conoscere i prodotti tipici. Per esempio c'era un bancone con tutti i semi (girasole, papavero, ecc.) per far vedere come sono e le relative differenze. Lo spiazzo dedicato agli stand era affollatissimo, davvero incredibile essendo le 16, e tutti bevevano e mangiavano alla grande. Purtroppo uno dei prodotti tipici é il papavero (Mohn) che a me proprio non piace! Oltre a dolci, nudeln e ogni altro tipo di leccornia al papavero, c'erano anche cose salate e uno stand con tutto a base di zucca! C'era il liquore coi semi di zucca, l'olio, il cioccolato, il marzapane e anche i semi di zucca aromatizzati all'arancia, vaniglia, cioccolato, cannella e al naturale. Visto che li davano in assaggio, ho approfittato e ho assaggiato tutti i tipi. Davvero buonissimi, una favola, con menzione d'onore a cannella e vaniglia. I meno buoni erano quelli all'arancio. Ma ora le foto!! Al solito cliccate per vederle bene.

Da sinistra a destra, dall'alto in basso: gli stand nel mezzo della Heldenplatz, cornetti al papavero, il palco coi suonatori, uno degli antichi mestieri ossia il venditore di bordi e pizzi ricamati, due ragazze in costume tipico (notare la fascia WEINPRINZESSIN = Principessa del Vino, c'era poi quella delle patate e altre ancora di altri prodotti tipici), tavoli e tanta tanta gente sotto il sole in mezzo alla piazza, Mohn Nudeln (specie di gnocchi con sopra semi di papavero), strudel ametista (fatto coi frutti di bosco, da servire insieme alla crema alla vaniglia). Un altro dei prodotti tipici é l'ametista ecco perché han chiamato cosí lo strudel color viola.

Da sinistra a destra, dall'alto in basso: il bancone con tutti i prodotti a base di semi di zucca, i semi di zucca aromatizzati ai gusti piú diversi, cartelli coi prezzi, stand con vestiti tipici.