domenica 31 agosto 2008

Ma dove la trovi la coca?

Leggo sul sito del Corriere in un'intervista a quella ragazza che si é gettata dalla finestra con la figlia:
Il mondo della moda, dove lei lavora. La Milano-bene, una vita agiata...
«Il mio lavoro non c'entra. Non c'entra nemmeno essere ricchi. Oggi la coca la trovi dappertutto. Tira il tassista, il netturbino, tira chiunque, qui a Milano».
Ora, io saró il solito tontolone: non ho mai fumato ne sigaretta ne spinello ne avrei la piú pallida idea di dove andare a cercare la coca a Milano anche se ci ho vissuto 35 anni. Beh, i posti malfamati si conoscono, ma proprio per questo non ci andrei, no? E poi cosa fai, vai da quello all'angolo e gli chiedi "scusa hai della coca?". Sí forse é cosí come si vede nei film e io vivo in un altro mondo. Comunque stiano le cose, credo sia vero che a Milano sniffino davvero in tanti. :-(

17 commenti:

  1. Da un recente studio i dentisti italiani hanno denunciato un drastico aumento di pazienti nella fascia di età 25-35. Questi pazienti lamentavano (e credo che lamentino ad oggi) disturbi ai denti di varia natura e sicuramente non stiamo parlando di carie dovuta ad abuso di lecca lecca e caramelle...

    Buona domenica Grissinen
    ilFuzz

    RispondiElimina
  2. Che storia triste, sono vicende e situazioni in cui prima o poi si trova chi ha tanto, tutto e subito e forse ha bisogno o deve per forza cercare ancora di più per reggere il ritmo o stare in alcuni contesti. Purtroppo è molto vero, sniffano in tantissimi a tutti i livelli e normalmente. Buona domenica. Anny.

    RispondiElimina
  3. Ah, non solo a Milano: nelle fogne di Firenze hanno trovato dei valori di sostanze stupefacenti allucinanti :(
    Saremo un paese che si sta impoverendo, ma chi i soldi li ha evidentemente non ha di meglio da fare :(

    RispondiElimina
  4. La coca non è più la droga dei ricchi. A causa dell'aumento della richiesta, il prezzo sul mercato è sceso. Non è necessario andarla a cercare in posti malfamati, a volte è lei che viene a cercare te. Locali, discoteche, qui a Bologna addirittura ci sono "venditori ambulanti" che girano per il centro e con estrema tranquillità chiedeono ai passanti: "serve qualche cosa?"
    Diciamoci la verità, in Italia le cose si sanno e se chi di dovere volesse porre fine a certe sconcezze potrebbe farlo. Se ciò non accade è perchè a qualcuno fa comodo che sia così, magari proprio a chi fa le leggi e a chi deve farle rispettare.

    RispondiElimina
  5. @Fuzz: ma dici sul serio?!
    @Anny: davvero una tristezza. Comunque io ci vado pesante di cioccolato e fette di torta, eh! ;-) E la mia pancetta lo dimostra. :-(
    @Xalira: ma come nelle fogne?! Da dove viene quella coca?
    @Luca: sí ma io non vado in disco e locali. Solo caffé, ristoranti, ecc. Forse é per quello che a me non l'hanno mai offerta! E poi forse non sono il tipo e si vede! :-D Comunque vero, ci son troppi interessi in giro e qualche volta penso che forse gli antiproibizionisti hanno ragione.

    RispondiElimina
  6. M.da R. confermo anche a Roma il consumo di coca è dilagante un amico su tre ne fà uso e io faccio una vita relativamente tranquilla quindi non ho chissà che giri,ops mi correggo non amici"conoscenti"xkè ki fà uso di coca non ha amici...ciao

    RispondiElimina
  7. certo che dico sul serio. lo lessi su repubblica credo (o il corriere della sera)!

    ilFuzz

    RispondiElimina
  8. quotando Luca mi viene in mente un reportage che vidi alla TV quando vivevo a Parigi: vi prego dimenticate l'immagine patinata e lussuosa degli Champs Elysées! Sopratutto durante il week-end è depredato da spacciatori in bici o a piedi che ti chiedono se hai bisogno di "qualche cosa". Più generalmente fate attenzione alle bande che arrivano dalla periferia con il solo scopo di cercare la bagarre...per non parlare poi dei pickpockets! Insomma vi trovate di tutto! Allez

    RispondiElimina
  9. E' vero Griss, le fogne sono piene e anche l'aria ne è piena, conosco, lavoro, vedo e so di un un sacco di gente che... è su di giri per questo motivo e non ne può fare a meno per essere al massimo e fare anche altre cose e se vuoi o sei interessato l'occorrente si trova senza problemi, certo se non ti importa un fico secco di queste cose e fai una vita per i fatti tuoi, casa e lavoro, amici e posti tranquilli e solo pasticcerie, torte e tortellini.. o non vai in certi posti tipo discoteche, pub, club, nottate, party, bische eccetera o non orbiti in certi giri, nessuno ti dirà niente. Ecco, io invece non posso fare a meno della mia tranquillità, del verde degli alberi e delle piante, del buon mangiare (magari poco ma buono) e dei dolci. Anny

    RispondiElimina
  10. Ho visto l'intervista di quella ragazza al tg, onestamente a me non ha fatto nessuna pena: se l'è cercata!

    Se vai ad un "coca-party" cosa pensi di trovare, zucchero filato?

    La "roba" la trovi ovunque!
    Chi cerca trova! Io che non l'ho mai cercata non l'ho mai trovata, ne tanto meno qualcuno si è svegliato una mattina ed è venuto ad offrirmela.

    E pensare che certe coppie cercano invano di avere bambini e non ci riescono, poi si viene a sapere che chi ha la fortuna di averli avuti non li merita.

    Comunque Grissino anch'io ho le fette di salame sugli occhi perchè non mi sono mai accorta di nulla, eppure in discoteca ogni tanto ci vado, per i locali ci bazzico e la cosa più trasgressiva che mi abbiano mai offerto (e che ho accettato molto volentieri) è stata un tagliere di pane e salame.

    RispondiElimina
  11. Sai com' è Grissino? E' sempre la stessa vecchia storia che, le brave persone certe cose non le fanno e soprattutto non sanno come procurarsi le porcherie e stanno alla larga dalle zone SCHIFOSE!
    Speriamo di essere ancora in maggioranza... anche se ho i miei dubbi.
    Ciao. Massimo.

    RispondiElimina
  12. guarda concordo con te. peccato che tempo siamo in pochi a concordare. io sinceramente oltre a evitare canne e sigarette non ho neppure mai bevuto più del limite. una birretta, un pò di vino, ma solo perchè mi piacciono. superalcolici neanche a parlarne.
    caro massimo, non siamo in maggioranza. ho visto i risultati dei test antidroga che han fatto stanotte e sono sinceramente preoccupanti!

    RispondiElimina
  13. ma se ti può consolare anche io (che pure vivo a napoli) se volessi comprarmi del fumo non saprei nemmeno come dire... intendo come quantità... come si dice? "mi da un etto di fumo"?

    RispondiElimina
  14. Mi piace molto la frase "vivo in un altro mondo" è una ventata di aria fresca e di libertà!

    RispondiElimina
  15. Nelle fogne perché comunque la coca non si dissolve nell'organismo di chi la prende ma alla fine viene espulsa, quindi analizzare i valori nelle fogne è (pare) un buon modo per capire il consumo effettivo delle droghe.
    A me non è mai capitato che mi chiedessero se volevo "roba" in Italia. Nella metro a Karlsplatz sì, ma quelli lo chiederebbero a chiunque.

    RispondiElimina
  16. E'vero che la coca è sempre più facile da trovare. Dieci anni fa era molto più costosa e bisognava sapere esattamente a chi chiedere, anche per evitare fregature da 100-200.000 lire. Adesso è molto più diffusa, come già detto.
    E tieni conto che abito ( abitavo sarebbe più corretto ) in un paese da 14.000 abitanti, non credo di poter immaginare com'è la situazione a Milano o Roma.
    Per "fortuna" io ed i miei amici non abbiamo quasi mai fatto uso di roba del genere.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P