lunedì 2 giugno 2008

Sondaggio patriottico

Ed oggi un sondaggio patriottico! Festeggiate il 2 giugno?

a) No, per me é solo un giorno di vacanza
b) Sí certamente
c) No, cos'é il 2 giugno?

Grissino ha sostituito il 2 giugno col 26 ottobre. E l'ultima volta si era divertito un casino!

Novitá: venerdí scorso ho incontrato una ragazza che fa l'insegnante nella scuola dove vado e siccome io ho la parlantina facile (pure in tedesco quando lo so poco, immaginate voi in italiano...) ci siamo messi a parlare. Alla fine siamo rimasti che viene uno dei prossimi week end col marito per un thé e una fetta di torta. Dopo i bidoni e gli scappa scappa delle altre ragazze, riusciró ad avere qualcuno da vedere ogni tanto per andarmi a divertire e fare due chiacchiere? I miei primi amici viennesi? (beh, insomma, il marito é colombiano!). Vedremo.

P.S.: risposto anche a tutti i commenti dei giorni precedenti ;-)

19 commenti:

  1. io lavoro..pensa te come lo sto festeggiando ;(

    RispondiElimina
  2. lavoro anch'io, troppo vicina alla Svizzera per non "subirne" l'influenza ;)
    ma, senti, se ti va di fare esercizio di italiano, perchè non organizziamo una sera ogni tanto una bella videoconferenza in chat video di skype e ci mostri i tuoi meravigliosi dolci live? ;)

    RispondiElimina
  3. vivendo in germania, ovviamente lavoro.
    come corrispettivo del 2 giugno noi festeggiamo il Tag der Deutschen Einheit, che é il 3 ottobre.

    RispondiElimina
  4. @Tutti: Stiamo lavorando tutti
    ;-)
    @Elena: esercizio di italiano? Naaaaaaaa. Ne so fin troppo. :-P
    @Kuhflecken: ma non mi hai detto se non ti dispiace non festeggiare il 2 giugno ;-) e se lo senti come una festa o meno. :-P

    RispondiElimina
  5. La mia risposta è la B :)

    RispondiElimina
  6. ...un abbraccio...patriottico! ;)

    RispondiElimina
  7. La mia risposta sarebbe la B se mi trovassi in Italia. Siccome non é il caso diciamo che festeggio col pensiero.
    Beh, mi sono fatta un giretto nella tua mappa dei dolci viennesi e mi é venuta ancora più voglia di conoscere Vienna. Che golositá questi dolci!
    Che dire, divertiti con i nuovi amici. Vivere in un paese straniero ti permette di conoscere persone nuove anche se stringere nuove amicizie puó essere un pó difficile. Difficile, ma non impossibile. D'altronde un popolo che fa prelibatezze del genere non puó che essere un'amore :)

    RispondiElimina
  8. prima di tutto è un giorno di festa che tanto per me festa non è perchè lavorando molto con l'estero..insomma agli altri non gliene può importare di meno..e secondo forse importa poco anzi pochissimo anche a me. Ma proprio non lo capisco, ma se dicono che è importante festeggiare la repubblica..che la festeggino pure.
    io ho imparato a festeggiare le mie giornate grandiose.
    Scusa se ritardo tutti i giorni ma sono proprio iper impegnata dopo la mia simil vacanza di ieri :-D ma ti seguo sempre lo sai.
    Speriamo che questo incontro ti possa essere utile e che il colombiano ti sia simpatico :-D
    Silvia
    ahhh..hai ragione (..sgrunt..come sempre..) teglia 25x25. :-D
    Silvia

    RispondiElimina
  9. Bonjour rieccomi dopo la pausa relax di questo fine settimana.

    La mia risposta al sondaggio è la A, son contenta di stare a casa ma il 2 giugno non lo festeggio come se fosse Natale, per dire a mezzogiorno ho mangiato un uovo sbattuto con due zucchine e adesso sto girando per blog.
    Il tempo fa abbastanza schifo e così non sono neppure potuta andare al lago a prendere il sole.
    Sarà un'estate di lampados, che tristezza.

    RispondiElimina
  10. Per me è un giorno di vacanza dal lavoro, un occhio alla parata tanto per gli aspetti coreografici e colorati di qualche arma o corpo particolare, ma niente feste.
    Ma cosa gli fai a queste ragazze che scappan via tutte così? Scherzo sai, guarda oltre, se sei estroverso non ti mancherà il modo nè le occasioni di conoscere altre persone, intanto speriamo che questi due nuovi amici siano simpatici e di buona compagnia. Ciao. Anny

    RispondiElimina
  11. non mi dispiace non festeggiarlo perché tanto festeggio il 3 ottobre e poi di giorni di vacanza noi nel nordreno-vestfalia ne abbiamo a pacchi.
    per me il 2 giugno è sempre stato questo: un giorno di vacanza. ma non ti credere che per i tedeschi il 3 ottobre sia qualcosa di più di questo. per loro l'unità ha significato solo del gran grane.
    qui le bandiere si tirano fuori solo per le partite. ed infatti, in occasione degli EM, già si vedono quelle bandierine orripilanti fare capolino sui tettucci delle auto.

    buona fortuna con le amicizie. se vuoi un consiglio, con i germanici non invadere troppo il territorio e non ti stupire se ti parlano un po' troppo direttamente o ti sembrano un po' cafoni in generale: sono fatti così. e se vuoi invitare qualcuno, pianifica sempre anche più di una settimana prima: spesso mancano di spontaneità.
    ma qs sono generalizzazioni, ovviamente. però sappi che ci vuole tempo, pazienza e anche un tot di frustrazioni, prima di riuscire a legare un minimo.

    RispondiElimina
  12. Beh, io oggi sono stato tutto il giorno, o quasi, in viaggio....IL RITORNO A CASA!!! :-))))

    Un abbraccio, a presto! :-)

    RispondiElimina
  13. Diciamo che più che festeggiare si ricorda questa che è sempre una data importante.

    RispondiElimina
  14. @Baol: Roger!
    @Mimmo: ciao Mimmo, ogni tanto ci si rivede!!
    @Vita di Mamma: beh, quei dolci sono un'infinitesima parte... non lavorando, non posso sperimentare con assiduitá ;-)
    @Silvia: devo ancora invitarli e non hanno ancora accettato! Non correre ^_^ Eh, un buon pasticcere deve essere pignolino. ;-)
    @Glitter: non per portar sfiga (me ne guardo bene) ma lo sai che troppo sole fa MALISSIMO alla pelle? Goditi le nuvole ;-)
    @Anny: non so, il problema scappa scappa é da affrontare seriamente prima o poi. :-( Forse dovrei essere meno sincero, piú chiuso, piú vanitoso e piú macio. Ma non sarei piú io. :-/
    @Kuhflecken: ah ah, anche qui é pieno di bandierine sui tetti delle auto!! Ma dai, é una cosa simpatica, mette allegria, no? Spero che questa, essendo una della mia etá, essendo con uno straniero e quindi abituato a tradizioni diverse, non scappi! :-D
    @Andrea: cavolo, il riposo del viaggiatore! ^_^
    @Romano: beh, certo il Re in Italia non ce lo vorrei ma dire che é una data importante. Mah... non riesci a convincermi. ;-)

    RispondiElimina
  15. ok... ora avrai amici a vienna....
    ciao e buona notte

    RispondiElimina
  16. grissy ieri ho postato un commento, è sparito! cmq lo riscrivo: la mia risposta è D: NON SO! ho il cerveòòo in fumo per altre cose, il fumo scommetto lo vedi anche da lì , baci!

    RispondiElimina
  17. Esser sinceri, onesti, modesti e se stessi, non è affatto un problema, anzi, sono tutte grandissime e ormai rare qualità da conservare sempre. Recitare una parte è qualcosa di finto ed innaturale che produce solo finzioni. I machos ? oh, quanti gasati convinti e pieni di sè... la maggior parte però sono solo mochos. Anny.

    RispondiElimina
  18. La mia risposta è assolutamente
    a)

    Diffido delle patrie-nazioni, dai confini certi e "immutabili", così pretenziose da ritenersi "uniche e indivisibili", mi affascianano più quelle multi-nazionali, più piaciose, allegre e bonarie che ricevevano un po' da tutti i loro popoli la cutuléta che diventa Winerschnizel (o viceversa?)

    W Vienna dunque e i suoi popoli!

    Ciao!

    RispondiElimina
  19. Dio che odio, tu sei in ufficio e sotto la tua finestra ordate di italiani che fanno una cippa sono in giro a rubarci il cioccolato... tsk tsk :-P

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P