sabato 24 maggio 2008

I 1000 latti di Vienna

Sí sí, ho scritto giusto LATTI non lati. Volevo segnalarvi che qui abbiamo una varietá di latti da lasciare un minimo perplessi. A Milano, oltre a quello per chi ha intolleranze, trovavo il latte allo 0,1% di grasso, quello 1,8 e quello 3,2. Fine, stop. Direi che non c'é altro. Qui invece bisogna stare attenti. Fra le varie marche si trova: il latticello o Buttermich (ossia quello allo 0,1%), quello parzialmente scremato allo 0,5% o allo 0,9% (quest'ultimo é quello che solitamente prendo io), quello parzialmente scremato come in Italia (1,8%), quello normale al 3,2% ma ho visto perfino quello "ricco" al 3,6 o 3,8% e perfino quello praticamente pannoso al 7,5% (sarebbe da mettere nel caffé, non da bere tal quale). Insomma, un'offerta notevole per tutti i gusti e per tutte le voglie! Voi quale bevete solitamente in Italia?

11 commenti:

  1. Precisini i viennesi ... Come hai detto non ci sono molte varietà qui. Io sono "intera" per le ricette e "parzialmente" per il caffé ... senza integralismi!

    RispondiElimina
  2. Non immaginavo tante qualità di latte però!, è un'ottima cosa, ce n'è per tutti i gusti. Io prendo quello parzialmente scremato ma mi piace solo freddo oppure con i cornflakes eh, like a mid-american girl, il latte caldo o bollito non mi piace, non ne sopporto l'odore della caseina. Mi intrigherebbe molto quello pannoso, che bello sul caffè e il cioccolato:-P Ciao. Anny

    RispondiElimina
  3. accidenti! io bello quello intero, e prendo la marca che viene da più vicino a dove sto: mukki in toscana,latte di romagna qui... ma quello più buono lo bevo nelle mie vancaze trentine! lì sì che è latte!

    RispondiElimina
  4. Mah io non lo digerisco ma lo adoro quindi solo Accadì scremato ormai mi sono abituata e lo adoro :D

    RispondiElimina
  5. Fino a due settimane fa quello del mio vicino di casa.... Ora ha venduto tutte le vacche da latte, tenendo solo quelle da macello così mi tocca bere quello industriale... ed a me sembra di bere acqua.................... Oltre a farmi preoccupare della dubbia provenienza..... La carta si lascia scrivere....

    RispondiElimina
  6. Altro che raffreddore con sto tempo rischio la polmonite.

    Uffa!!!

    Non sono piangina sono incavolatona. :(

    RispondiElimina
  7. Solo intero... fresco fresco! Se avessi i distributori vicino a casa poi, non esiterei ad utilizzarli. ciao e buon fine settimana

    RispondiElimina
  8. per me la scelta va sul buttermilk o l'intero. quindi praticamente da un opposto all'altro..mah certo che se deve essere una sudata anche segliere il latte io ci farei notte a fare tutto!

    RispondiElimina
  9. Latte Drink... non chiedermi altro... mai guardato l'etichetta o_O

    RispondiElimina
  10. adoro il latte da sempre... ne bevo tantissimo
    mio padre mi diceva sempre che avrebbe dovuto regalrmi una mucca perché esagero...
    mi fai venire voglia di partire per vienna e fare una scorpacciata di latte
    ciao

    RispondiElimina
  11. @2stella: sí abbastanza precisini. Diciamo che amano mangiare.
    @Anny: peró quello pannoso credo sia a lunga conservazione...
    @la lunga: beh quello trentino forse é uguale a quello qui. Penso piú leggero peró.
    @Kate: peccato per l'intolleranza :-(
    @rainwoman: eh sí in Italia il buon latte non é facile da trovare a meno di stare in qualche regione alpina.
    @glitter-pessimista: eddai, un pó di ottimismo!!
    @Irene: brava!
    @Silvia: ma no, io prendo lo 0,9 o alla peggio l'1,8. Alla fine si prende sempre lo stesso. Peró puoi scegliere ecco.
    @Lindöz: ma daaaaaaaaai si leggono le etichette! Sarebbe quello al cacao? :-P
    @Pupottina: anche io ne berrei tantissimo ma anche lui ha le sue calorie...

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P