venerdì 11 aprile 2008

Volare oh oh

Non li avevo mai visti in Italia. E voi? Sono delle gigantesche eliche per produrre energia elettrica e torreggiano giganteschi ai bordi dell'autostrada subito fuori Vienna verso Vösendorf quando si va verso l'Ikea. Sono davvero impressionanti e in un certo senso suggestivi. Sarei curioso di andarci sotto. O rischierei di volare via?

22 commenti:

  1. Oh si, generatori o torri eoliche, a seconda della potenza prodotta, una delle fonti delle c.d. energie alternative. Sono impianti nati verso la fine degli anni 80. Alcune aziende hanno iniziato con installazioni in Sardegna e poi via via in zone particolarmente adatte. Purtroppo questo tipo di impianti trova ancora molte difficoltà sul mercato per vari motivi, primi fra tutti i costi iniziali di realizzazione e l'impatto ambientale, quello della foto è piccolo, sarà da 200 W, immagina una torre che produce decine di KW. Pensare che non sono assolutamente inquinanti, continuamente disponibili e convertono l'energia cinetica del vento in energia elettrica e ci sono anche agevolazioni fiscali e finanziarie sia per la realizzazione di impianti industriali che di quelli per uso domestico. Ciao, scusa ma, l'industria e il lavoro insegna... Anny.

    RispondiElimina
  2. una domanda: ma costruire questo tipo di "centrali" non è più economico e veloce rispetto a quelle nucleari? (tralasciando il discorso scorie)

    RispondiElimina
  3. Li abbiamo anche noi, vicino Bologna. Pochi però.
    Io rimasi impressionata, arrivando a Vienna in aereo di sera, perchè vidi questa distesa di lucette rosse lampeggianti nel buio più totale. Non capivo cosa fossero ... erano queste torri ... ma tante eh?!? tantissime proprio.
    Katia

    RispondiElimina
  4. si esistono anche in Italia, in particolare li ho visti andando in Abruzzo verso Pescara.

    RispondiElimina
  5. ci sono ci sono..in Sardegna ci sono dei posti pieni anche perchè sono posti molto ventosi e poi hanno pagato bene i proprietari della terra!
    Pensa che il paesino di mio marito è soprannominato paese del vento.
    Silvia

    RispondiElimina
  6. @Nemuriko: Se paragonati ai costi stratosferici di una centrale nucleare, che non riesco neanche ad immaginare, quelli dell'eolico diciamo che son quasi niente. Una centrale da 20 MegaWatt può costare circa 20 milioni di euro. Un impianto domestico da 10 Kw più o meno 25 Mila Euro. Il problema è quello di sempre, troppi interessi di parte, la mancanza di volontà, di leggi adeguate, di sensibilità ed apertura mentale. Ciao, buona giornata. Anny

    RispondiElimina
  7. oh si', qui fuori vienna ne trovi un po's dappertutto e la prima volta che li vidi rimasi anch'io impressionata..non li avevo mai visti in italia...come al solito loro sono avanti in tutto...e pensare che c'e' chi parla di tornare al nucleare...mah!...

    RispondiElimina
  8. Sììì le ho viste in Toscana, in provincia d Grosseto, dove tira un vento pazzesco. Ci sono anche in altre parti d'Italia :)

    RispondiElimina
  9. Ci sono ci sono io ne ho viste distese enormi questa estate in USA e, volevo andarci sotto pure io, ma mi impressionavano un po'

    RispondiElimina
  10. Io ne ho visti tantissimi durante il mio viaggio in Spagna, c'è un tratto di autostrada, se non ricordo male si chiama la Bocca del Leone, dove tira un gran vento, le loro eliche giravano fortissimo. Ciao Mara

    RispondiElimina
  11. @tutti: sapevo che c'erano anche in Italia ma non ne avevo mai visti dal vero.
    @Anny, Nemu, Sariti: sí la centrale nucleare costa molto di piú ma produce anche moooooolto di piú. Poi tappezzare una regione di ventoloni non é che sia propriamente super estetico. Uno ogni tanto é caratteristico ma troppi sono bruttissimi. Bisognerebbe fare il calcolo di quanti ventoloni bisognerebbe mettere per sostituire una centrale nucleare. Secondo me troppi...
    ;-)
    Ebbene sí, sono super favorevole al nucleare, contando anche che l'Italia é l'unico paese che non ce l'ha, per di piú per scelta propria!! (bisogna essere fessi... con quel che costa il petrolio e il gas e contando che si dipende da stati esteri non proprio affidabili e stabili)

    RispondiElimina
  12. Beh, si parlava di generatori eolici... certo vedere tante pale e ventoloni che girano e che tra l'altro sottraggono territorio ad altri utilizzi non è il massimo... Se poi parliamo di nucleare sono più che favorevole anch'io... al problema delle scorie ci sono soluzioni anche all'avanguardia, è che non vengono fuori volutamente... ed avere le centrali straniere a pochi kilometri dal confine perchè in casa non si vogliono, senza pensare che in caso di incidenti sarebbe la stessa cosa... e per giunta comperare l'energia da coloro ai quali già paghiamo salato per smaltire la spazzatura con la quale la producono, mi sembra pura follia. Anny

    RispondiElimina
  13. Io sono certa di averle viste da qualche parte in Italia, neanche tanto distante da qui (Monza), devo fare mente locale.

    In Spagna ce ne sono tantissime, la Mancia era piena di mulini a vento già dai tempi di Don Chisciotte e Sancio Panza.

    RispondiElimina
  14. Io però al pensiero di una centrale nucleare gestita da italiani ho un po' i brividi ....
    Katia

    RispondiElimina
  15. si si...ci sono anche in italia...e fanno molta impressione!

    RispondiElimina
  16. Per mancanza di tempo ultimamente sto andando davvero poco al cinema. L'ultimo film l'ho visto a Natale!!

    RispondiElimina
  17. Grissì... mo' pure pro nucleare sei????
    Ahhhhhhhhhhhh

    RispondiElimina
  18. @Anny: giá, oltre al danno anche la beffa ^_^
    @Glitter: vicino a MONZA?!
    @Katia: se ce le hanno i russi, possiamo avercele anche noi.
    @Butterfly.23: eh sí! Sembrano cose aliene!
    @Trinity: io riesco a leggere poco, mi rimane solo il cinema!!
    @Nelsoncocker: non volevi apprezzare uno DIVERSO?

    RispondiElimina
  19. Si certo, per� poi hai visto che casini ti combinano i russi ...
    Katia

    RispondiElimina
  20. Sono stupende, è la cosa che più mi è rimasta impressa nel mio viaggio in moto in Germania, sulle colline, tutte in fila con queste pale che girano lentamente... ricordo che mi infondevano molta tranquillità.

    RispondiElimina
  21. Si, quì in Sardegna, STRANO MA VERO, li abbiamo...beh, con tutto il vento che c'è mi pare il minimo!!!

    Un abbraccio, a presto!! ;-)

    RispondiElimina
  22. Vicino a Monza tipo 40/50 km, chessò sopra Bergamo, dopo Lecco. Non mi ricordo dove, ma sono certa di averle viste.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P