giovedì 21 febbraio 2008

Parrucchiere viennese

Oh, ieri nuova esperienza. Sono andato dal parrucchiere. Era giá un pó che ci dovevo andare, avevo i capelli lunghissimi davvero vergognosi. Solo che non mi é mai piaciuto andare dal parrucchiere. E' una cosa che trovo noiosa e una gran perdita di tempo. Ci sono sempre andato sforzandomi pure a Milano dove me li tagliavano benissimo e c'erano due signori simpatici. Ad ogni modo ieri ho fatto un tremendo sforzo e mi son diretto verso il parrucchiere piú vicino a casa (girato l'angolo), prima che lungo la strada mi venisse voglia di tornare indietro ;-) Ha appena aperto e aveva buoni prezzi fuori. Dentro ho trovato un signore e due ragazzi turchi. Dopo qualche piccola incomprensione linguistica col tedesco non proprio parlato da viennese doc, sono riuscito a farmi tagliare i capelli dal ragazzo. Niente extra (lavaggio o che so altro) quindi in mezz'oretta me la sono cavata anche se continuava a chiedermi come li volevo. CORTI!!! Cosí non devo spendere altri soldi a breve e ripetere stó incubo. Poi continuava a parlare turco con l'altro ragazzo: grrrr, io giá capisco poco il tedesco, figurati il turco!! Ha anche chiesto se volevo un bicchiere di coca-cola: qui, come mi aveva anticipato mia sorella, si usa che se vai dal parrucchiere, ti chiedono se vuoi bere qualcosa. Ho gentilmente rifiutato. Primo non mi piace e poi non so se era a pagamento o cosa. Alla fine ho pagato e son tornato a casa di corsa. Giá perché me li ha lasciati tutti umidicci!! E per fortuna che c'erano 12°C e non 2 o 3°C. Come me li ha tagliati? Insomma. Non granché bene. Per fortuna i capelli corti non danno spazio a chissá che pettinature e quindi mi é bastato rilavarmi i capelli e rigirarmeli un pó indietro. La prossima volta (e spero di lavorare per allora) vado da uno austriaco: forse piú caro ma in cui sicuramente mi sentiró piú a mio agio. Questo é stato un pó scioccante :-/ Unica consolazione, ho speso un terzo della cifra che spendevo quando ci andavo a Milano: 7 euro!

19 commenti:

  1. Sembra proprio che i turchi ti perseguitino, vabbè che tempi addietro hanno invaso l'Austria... mah, anzi, ti è andata bene, visto che ti ha chiesto come li volevi, di solito quando un parrucchiere ti "acchiappa", è difficile difendersi dall'estro creativo del momento, dalle proposte di nuovi look e spesso si esce più scontenti di prima. Ciao:-) Anny

    RispondiElimina
  2. Caspita! Con 7 euro non riesco nemmeno a comprare un shampoo decente.

    PS. oggi sembra essere una buona giornata, ripasso più tardi per raddoppiare.

    RispondiElimina
  3. ahahahahhhhhahhhahahahahahahahahahahah
    caro grissino, mi sa tanto che ti devi rassegnare: tedeschi/austroungarici autentici o trapiantati che siano, i capelli non li sanno tagliare. buona fortuna.

    RispondiElimina
  4. Kuhflecken-Ausländer21 febbraio 2008 12:26

    cito da wikipedia:

    "(...) Anfang 2007 lebten in Wien rd. 1,67 Millionen Menschen. Nach der letzten Volkszählung 2001 gab es nur 1,55 Millionen Wiener, davon waren 23,63 % nicht in Österreich geboren. 16,02 % der Wiener Wohnbevölkerung sind keine österreichischen Staatsbürger. Etwa 48.000 Menschen türkischer Herkunft und rund 120.000 Personen aus den ehemals jugoslawischen Ländern Kroatien, Bosnien-Herzegowina, Serbien und Slowenien stellen in Wien mit Abstand die größten Volksgruppen (50 %) unter der ausländischen Bevölkerung, sowohl nach Staatsbürgerschaft als auch nach Geburtsland. Weitere Herkunftsregionen sind die ehemaligen Ostblock-Länder, hier vor allem Polen (ca. 25.000), Tschechien (ca. 21.000), Ungarn (ca. 12.000) und Rumänien (ca. 10.000). Außerdem leben in Wien rund 26.000 Deutsche, 4.000 Italiener, 3.000 US-Amerikaner, 2.500 Schweizer Bürger und etwa 12.000 Menschen aus sonstigen EU-Ländern.
    Seit 2000 wächst Wien um etwa 20.000 Einwohner pro Jahr. Laut Statistik Austria (Okt. 2005) wird Wien im Jahr 2045 wieder die 2-Millionen-Grenze überschreiten. Verantwortlich hierfür sind der stetige Zuzug und die steigenden Geburtenzahlen, insbesondere von Menschen ausländischer Herkunft. 2007 veröffentlichte Prognosen lassen erwarten, dass die 2-Millionen-Grenze bereits 2030 erreicht werden könnte."

    come chi vive in germania, mi sa che anche tu ai turchi - cosí come agli altri Ausländer - ci dovrai fare l´abitudine. del resto anche tu sei un Ausländer. e come tutti gli altri, non sempre gradito.

    RispondiElimina
  5. @Anny: sí, i turchi non sono visti granché bene, non si integrano mica.
    @Glitter: son passato a metá mattina ;-) Speriamo in bene. Io son basso oggi.
    @Kniendich 1: mah, insomma, forse una volta. Certo non il mio parrucchiere da 7 euro...
    @Kniendich 2: sí sí sapevo giá tutto. Ma la cosa che fa una grandissima differenza fra me e i turchi (parlo per la maggior parte, NON per TUTTI) é che loro non si integrano mentre a me va benissimo di fare quasi tutto come un viennese doc. Non ho problemi col mangiare, con gli orari, con l'educazione, la voglia di lavorare, l'abbigliamento e pure la lingua. Non ho mai avuto problemi a parlare la lingua del posto: inglese negli States e francese a Parigi. Purtroppo se non parlo tedesco é solo perché lo so poco. E ai turchi ci faró l'abitudine ma farci l'abitudine non vuol dire apprezzare la loro scarsissima voglia di integrarsi che anzi, trovo molto fastidiosa. Se sei ospite, non fai i tuoi comodi ma ti adegui agli usi e costumi della casa che ti ospita. Mi sembrava che su questo fossimo concordi. O sbaglio?

    RispondiElimina
  6. gua´che sono KUHFLECKEN mica l´altro.
    cmq, conosco turchi assolutamente integrati, cosí come stranieri (in generale) che non sanno parlare il tedesco, nonostante gli anni trascorsi nel paese straniero. le differenze sono INDIVIDUALI, e questo dovresti saperlo bene, dato che tu stesso ti consideri diverso, cioé per definizione un INDIVIDUO. quindi, lascia stare il facciam´di tutta l´erba un fascio. sennó anche tu puoi benissimo essere considerato partenopeo da un austriaco qualunque

    RispondiElimina
  7. Quando ho letto del prezzo sono praticamente rimasto a bocca aperta.
    Ma allora gli aumenti con l'euro li abbiamo avuti solo noi?

    RispondiElimina
  8. Ah ah ah, si vede che ieri sera era tardi quando sono andato a letto!!
    :-D
    Ehm, guarda che quello che tu chiami "l'altro" con fare molto scocciato é una persona che stimo. Dovresti solo essere onorato se ti ho scambiato per lui. Kuhflecken, io ho scritto "parlo per la maggior parte, NON per TUTTI" (non hai letto?) perché so che ci sono anche dei turchi seri e integrati. Ma quello che si vede in giro é per lo piú ben altro. E a me non piace. Te lo ripeto come forse farebbe un viennese doc: qui siamo in AUSTRIA non in TURCHIA.
    @Frank77: beh, guarda che ho scelto il piú economico in assoluto se no sono anche piú costosi che a Milano. Diciamo che almeno qui c'é la scelta di quale servizio vuoi avere e a quale prezzo.

    RispondiElimina
  9. grissy sono tornata!!!sono ancora nella tua lista blog;che onore!!!

    RispondiElimina
  10. Ma speriamo bene, intanto metti il gel e inforna la teglia dei brownies.

    RispondiElimina
  11. più che un servizio hai sibìito un disservizio
    visto che sei uscito con i capelli ancora umidi

    chissà quanto li paga i due turchi se ha tariffe così basse...

    RispondiElimina
  12. chissà come sei carino con il nuovo look!

    RispondiElimina
  13. sono una persona curiosa ed eccomi qui! tramite il blog di S.B. e altri ti vedo un po' ovunque ;)
    che prezzo incredibile! Sei a Vienna quindi...deve essere bellissima.
    Buon proseguimento e se non disturbo ripasser�...

    RispondiElimina
  14. @Kekkasino: bene! Ho letto. Ma non riesco piú a lasciare commenti sul tuo blog a parte il primo di ieri...
    @Glitter: torta di mele :-P
    @Clio: no, vabbé, i capelli per fortuna sono corti ora. Di solito fanno tutto in casa. Probabilmente era padre con due figli.
    @Elle: SB? Ovunque?! Ripassa quando lo desideri! ;-)

    RispondiElimina
  15. Ma una foto del nuovo taglio di capelli no????????????????
    Ciauuuuuuuu

    RispondiElimina
  16. qui a parigi io 19 euro!!!! con shamppoing, certo!

    RispondiElimina
  17. Ho letto volentieri le vostre esperienze, e vi chiedo, un centro di estetica e parrucchieria gestito da italiani cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  18. Beh, ce ne sono tanti a Vienna... la differenza la fa come sempre il tipo di servizio ;)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P