domenica 20 gennaio 2008

Requiem

So che non parlo mai di queste cose, ma essendo l'informatica il mio lavoro, pensando a tanti colleghi italiani molto competenti ma con stipendi ridicoli e trovando la cosa di una vergogna assoluta, vi metto in risalto quello che i quotidiani relegano in un trafiletto ossia che il portale del turismo italiano ( www.italia.it ) é da ieri CHIUSO dopo essere costato 58,1 MILIONI DI EURO [circa 115 miliardi di lire, voi quanto guadagnate in un anno?] ed essere rimasto aperto appena 12 mesi. Diffondete la notizia. Chissá che non serva a mandare a casa quelli che dicono di rappresentarci al governo e all'opposizione. Perché, se non l'aveste ancora capito, l'Italia sta correndo a velocitá sempre piú alta verso la posizione di fanalino di coda dell'UE. L'Italia é un paese ricco ma se i soldi si buttano cosí...

Risorse nel caso foste interessati a capirne di piú:
Il Blog con i fatti principali e le denunce di tantissimi colleghi del settore
Articolo su Punto Informatico
Giudizio dei lettori del Corriere

19 commenti:

  1. anch'io sono rimasta stupita di come la cosa sia passata quasi sotto silenzio...

    RispondiElimina
  2. ma con 58 milioni di euro che supersito hanno costruito??? io non l'ho mai nemmeno visitato ma che studi, che tecnologia avanzata prevedeva per una spesa così?

    RispondiElimina
  3. @nonsisamai: a parte gli addetti al settore, la cosa non é stata pubblicizzata molto... avevano solo daperderci.
    @nelsoncocker: io direi piuttosto "che spreco".
    @krikketton: eh, vuoi mettere! C'era la nuova tecnologia brevettata "magna & ingrassa con la scusa di Internet".

    RispondiElimina
  4. Beh...diciamo che si sapeva che all'epoca era stato fatto per far mangiare un po' di gente...

    Abbiamo fatto la solita figura di cacca :(

    RispondiElimina
  5. Uno degli innumerevoli sprechi fatti ad arte per favorire chissa' chi, pagato con i nostri soldi e del quale presto se ne perdera' traccia ed il ricordo... Vorrei tanto sapere quando la corte dei conti, ammesso che voglia farlo, decidera' di svegliarsi e chiedere lumi a questi scienziati... Povera Italia e poveri italiani, paese di coda e di ex navigatori anche in internet. Anny.

    RispondiElimina
  6. Hehehe bella Italia, di che ti preoccupi, caro Grissino, quì abbiamo 'o sole, 'o mare, 'a pizza , 'o calcio... e tanto basta... finchè solo uno di questi italianucoli può permettersi tutto questo andrà tutto bene... che italia di mmmmmmmm.........

    RispondiElimina
  7. Ti ho nominato sul mio blog... :-)

    RispondiElimina
  8. C'era un bell'articolo in proposito oggi su Libero.

    Buona domenica,
    io vado a preparare i muffin.
    Ripasso più tardi, dopo l'infornata, per qualche S e un'altro C.

    RispondiElimina
  9. Stiamo collezionando figuracce in Europa... fanalino di coda è già tanto. Hanno mangiato per 12 mesi e ora nessuno in grado di mantenerlo. Proprio perchè va a toccare il turismo, quanto lavoro ruoterebbe attorno ad un portale del genere se ben gestito, quanti giovani troverebbero impiego presso le varie Regioni..., ma noi italiani amiamo venderci male!

    RispondiElimina
  10. Toglimi una curiosità... un'amica dalla Germania (Colonia) mi ha scritto che nelle pizzerie ora compare un cartello con scritto: Pizza con mozzarella di bufala NON CAMPANA! A Vienna sono arrivati a tanto? ciao

    RispondiElimina
  11. grissino, ma ke c'entra l'opposizione con questo? tutta la questione dell'antipolitica è nata a causa, del "governo" prodi per le grandi disillusioni date a chi l'aveva votato e sostenuto(sindacati, vertici industria, corsera, repubblica, stampa).
    ora si vuole generalizzare l'incapacità ed inconsistenza di certi personaggi e dei loro programmi (voluminosi di aria) per non ammettere che il fallimento è solo di una parte.

    RispondiElimina
  12. questo vergognoso sperpero tutto italiano è solo uno dei tanti fallimenti di questo governo che avrebbe il tempo scaduto già da un pezzo. il problema è che loro non sanno cosa sia la vergogna,(e si tengono la poltrona ben attaccata al sedere),tanto le tasche sono le nostre.

    RispondiElimina
  13. @Baol: e speriamo che la UE non ci chieda indietro i soldi...
    @Anny: la corte dei conti sará immanicata anche lei, indirettamente. ;-)
    @Kniendich: 'o pizza e 'o pallone soprattutto. Fanno dimenticare anche rate, mutui, tasse ;-)
    @Daniele: ho visto, grazie! Ti ho risposto sul tuo Blog!!
    @Glitter: ma muffin a che cosa? :-P
    @Irene: no, non é che gli italiani si vedono male, ma si fidano di chi li governa: é diversoooo!!!!
    @Irene2: ih ih, no, non credo. Daró un'occhiata alla pizzeria (turca) che c'é qui dietro. ;-)
    @60Gandalf: il progetto era partito ai tempi di Berlusconi ed é stato completato con l'attuale governo. Si son passati i guadagni, no! ;-)
    @Maricri: mah, questo governo é stato uno dei peggiori degli ultimi anni ma il problema é che non ne abbiamo avuto uno decente da un sacco di tempo!!!

    RispondiElimina
  14. Naturale che abbiano taciuto la notizia ... con tutti i soldi buttati ... sarebbe stata l'ennesima figura di guano, tanto, una più, una meno ---

    RispondiElimina
  15. Per fortuna il turismo è uno degli introiti di questo povero paese.
    Che tristezza.


    Caro Grissino, purtroppo, sono una persona molto paziente. Sgrunt ;)

    RispondiElimina
  16. @Mav: invece il web si é monbilitato per fortuna :-)
    @Clio: ah, sí? Allora non devi "sgrunteggiare" cosí spesso!! :-P

    RispondiElimina
  17. Con quello che avevo in casa: mele!

    Miracolooooooo! Sono lievitati, cotti al punto giusto e buonissimi.

    Che soddisfazione.

    RispondiElimina
  18. il ministro Rutelli ha subito fatto sapere di "non aver speso né impegnato neanche 10 centesimi per quel sito". E ha aggiunto: "E' stato il governo precedente ad averlo varato e io mi sono preso solo la responsabilità di non gettarlo subito via. Abbiamo provato a farlo funzionare, le abbiamo tentate tutte, ma era un progetto non salvabile".

    DELLA SERIE: FACCIAMO MORIRE IL PORTALE; DIAMO LA COLPA AL GOVERNO PRECEDENTE E CI PRENDIAMO I SOLDI CHE ERANO STATI FINANZIATI - "SOLO 7" SUI 45 MILIONI RISULTANO ESSERE STATI SPESI PER IL PORTALE. GLI ALTRI CHE FINE HANNO FATTO?

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P