lunedì 14 gennaio 2008

Regali e pacchi (delle poste)

E con questa settimana si ricomincia a studiare full time per il secondo esame. L'altra settimana mi é arrivato un pacchetto-raccomandata dall'Italia. Lo apro e ci trovo il regalo di un mio amico, ossia una cosa personale e questo bellissimo dalmata di cioccolato (restaurato perché le poste lo avevano decapitato):

Chiamo il mio amico e gli dico "Graaaaaazie!" e lui "Ah, é finalmente arrivato il pacchetto?". Vado a vedere la data sul timbro delle poste italiane: 19 dicembre. Arrivato: 8 gennaio. COMPLIMENTI!! 20 giorni per fare Milano-Vienna non é affatto male!!! :-/ E per fortuna che era raccomandato se no magari ci trovavo pure dentro il bigliettino "il dalmata di cioccolato é piaciuto molto a mio figlio che se lo é mangiato a Natale - firmato *il postino italiano fregone*"... Ci hanno messo meno i DVD dall'Inghilterra (anzi, dall'isola di Jersey) che in meno di una settimana erano qui. Lascio a voi ogni commento.

26 commenti:

  1. mi sa che io son sempre stata fortunata con poste e corrieri .. perché son sempre arrivati precisissimi.

    RispondiElimina
  2. Nel mese di dicembre il postino a casa mia è venuto due volte: una volta per portarmi le spese condominiali da pagare e l'altra per portarmi una cartella esattoriale (la famosa multa che non ho ancora pagato). Tutte le altre volte sono andata io al deposito a ritirarla perchè il mio postino a quanto pare non era reperibile.
    Le poste italiane funzionano bene come lo scarico di un water ingorgato.

    RispondiElimina
  3. PS. Comunque sia: buona giornata e soprattutto buono studio.

    RispondiElimina
  4. Inaffidabilità, scorrettezza, poca cortesia del personale addetto, tempi di attesa lunghissimi e la poca cura nella gestione degli oggetti spediti (da come vedo il tuo povero cagnolino headed!) a fronte di costi elevati ed in continua lievitazione...(una semplice lettera raccomandata costa ormai 5 o 6 Euro!). Tuttavia, ti è andata anche bene, almeno il tuo plico è arrivato! nel periodo di natale sai quanti pacchi desaparecidos? Disservizi postali tutti italiani, da medaglia d'oro. Buono studio:-)

    RispondiElimina
  5. @Nemu: forse perché non abiti in una grande cittá, o sbaglio?
    @Mimmo: che il Signore sia lodato eh eh eh
    @Glitter: questa é da incorniciare "Le poste italiane funzionano bene come lo scarico di un water ingorgato."
    @Anny: sí ma in Italia é assurdo che per far arrivare una cosa al 99% tu debba usare o un corriere o la posta raccomandata. Qui viaggia tutto con posta ordinaria salvo cose davvero importanti tipo documenti ufficiali (il mio permesso di soggiorno é arrivato con lettera raccomandata). Ma tutti i pacchi di Play.com (UK) o Amazon.at che di solito sono con spedizione gratuita, viaggiano con posta ordinaria, non certo raccomandata o Corriere. Insomma, tipo pacco J+3 senza extra per darti un'idea.

    RispondiElimina
  6. Queste poste ... non è più invio per raccomandata, ma invio con raccomanda...zione!!!

    RispondiElimina
  7. e ti è anadata bene...io ho spedito una cartolina più o meno nella stessa data e nn è ancora giunta al destinatario...e parlo di italia-italia...

    RispondiElimina
  8. Ueeeeeeeeeeeeee
    ragassssuolo in merito ai Muffin
    logico americana fin che vuoi per le dosi
    ma anche le tazze da the non sono tutte uguali, e nemmeno quelle da caffe'
    OVVIO che non suo un colpo quella da the e poi quella da caffè...
    SGRUNT
    anche i cucchiai ma minestra o da the sono diversi a seconda della fabbricazione
    g
    gr
    sgrunt
    gj0qitq' s q9t+ q9tq
    y!!! ;)

    RispondiElimina
  9. @Mav: eh eh :-P
    @Skiopone: eh, al peggio non c'é limite!
    @Clio: mi sa che tu non abbia ben presente cosa siano Cups e Spoons nella cucina americana. Quando in una ricetta c'é scritto 1 Cup di farina, NON si intende una tazza di farina ma UN MISURINO BEN PRECISO E UGUALE IN TUTTO IL MONDO che per comoditá chiamano Cup perché si vede che originariamente era una tazza. Quindi se un mio amico americano mette 1 Cup (misurino) di farina e io 1 Cup (misurino) di farina, mettiamo la stessa identica quantitá!! Se non ti é chiaro, guarda questa scheda di CUP(s) e vedrai che non assomigliano a delle tazze ma a dei misurini. Sotto nei prodotti correlati vedi pure gli Spoon(s) che anche qui assomigliano piú a dei misurini che a dei cucchiai.

    Clicca per vedere cups e spoons americani

    Sei autorizzata a cospargerti il capo di cenere :-P

    RispondiElimina
  10. Cioè allora secondo te
    dovrei andarmi a comprare questi minsurini per fare i muffin ricetta originale amerrrricana????

    NAAAAAAAAAAAAAA

    Ho un libro a casa ORIGGGINALE AMMERICANO in lingua ammmmmericana regalatomi dalla mamma di amici americani...
    e non ci sono cups sponn etttttceteraaaaaaaaa

    MACCARONI M'HAI PROVOCATO E IO ME TE MAGNOOOOOOO :))

    RispondiElimina
  11. O.o Senza cup/spoon?
    Sará un libro "per turisti"
    :-D
    E' ovvio che sapendo dove abitavi te ne abbia regalato uno coi grammi. Tutti i libri "per l'interno" hanno le dosi in cup e spoon perché negli States si usa cosí. Alcuni, magari quelli giá pensati per essere esportati, hanno anche le misure in grammi ma sono pochi. Io ho almeno una ventina di libri di ricette americani presi su Amazon.com e tutti hanno cup/spoon (e, puoi pure inorridire, stick per misurare il burro!). E comunque non fare la pidocchia... cup e spoon in plastica li trovi a pochi euro (fra uno e l'altro non credo tu spenderesti piú di 10 euro). Quelli che ti ho messo sono quelli fighi in metallo della Oxo che é una ditta americana che fa degli accessori per cucina favolosi (ma un pó cari). Ma quelli in plastica costano pochissimo. Poi mica vanno a male, li riusi. Sul web trovi migliaia di ricette americane favolose con dosi in cup/spoon. Vai qui per esempio: www.marthastewart.com

    RispondiElimina
  12. Buono studio per quanto riguarda le poste già normalmente non brillano ma a Natale proprio, ormai solo corrieri

    RispondiElimina
  13. Grissino, da vero e preciso esperto, conferma poi tu o meno: da quello che so un Cup di farina corrisponde a circa 4 once (in questo caso un'oncia è di circa 26 gr. - mentre sono di 31 gr. le once troy dei metalli preziosi) e a circa 113 dei nostri grammi. Un tea spoon dovrebbe essere più o meno 5 grammi mentre un table spoon circa 20 grammi. :-)Ciao!

    RispondiElimina
  14. Sí, la questione é complicata dal fatto che spesso non c'é un cup intero ma magari 1/3 o 2/3. Poi come dici tu, i 113 grammi (ma qui http://gourmetsleuth.com/gram_calc.htm ho letto 125g) sono di farina. Giá se usi zucchero, un cup non é piú 113 grammi. Quindi, se uno cucina regolarmente, la cosa migliore é spendere qualche euro e dotarsi di cups e spoons e non pensarci piú. Tanto vengono ammortizzati con l'uso. Ah, ovviamente c'é sempre da convertire in ogni caso stick di burro e once :-D
    Se uno non cucina regolarmente, meglio che trovi una ricetta in grammi o che si vada a comprare i muffin belli e pronti ^_^ Credo che in pasticceria soprattutto, gli strumenti giusti siano indispensabili.

    RispondiElimina
  15. Ah, si certamente, ogni ingrediente poi ha il suo volume e quant'altro, era solo per dare almeno un'idea del rapporto... Certi strumenti ed alcune attrezzature sono assolutamente necessarie se si ha il piacere di fare le cose per bene e sono comunque piccole spese, ripagate abbondantemente nel tempo e nel gusto. Grazie!.

    RispondiElimina
  16. grissino, che dice il rattino della dalamtina di cioccolato?

    Ma funziona davvero il rattino?
    Ci si può affidare a lui?

    @Clio io a casa dovrei avere quei misurini, comprati per i muffin :D
    Costano poco e se sei fortunata trovi quelli che si comprimono e occupano pochissimo spazio :D

    RispondiElimina
  17. Ho effuato una spedizione da Vienna pagando 35 euro. Questo mi doveva garantire che in 1-2 giorni arrivasse a destinazione. :) Insomma e' arrivato dopo 4. :)

    La cosa bella e' che chiamando la posta e lamentandomi della mancata consegna in tempo mi hanno restituito i 35 euro con lettera di scuse annesse. :)))))

    Btw io con la posta italiano non ho avuto mai problemi di sorta. :)

    RispondiElimina
  18. @LadyChobin: Little Chef Remy? Eh eh, fa "mmmm é deliziosooooo" :-P Se ci si puó fidare? No, meglio chiedere alla mia dalmata eh eh eh :-D
    @Basetta: fammi capire, tu spedisci da qui, le poste italiane fanno i soliti casini e consegnano in ritardo e le poste austriache ti rimborsano? Sfido che con la posta italiana non hai mai avuto problemi, te la prendi con la posta sbagliata!!
    :-D
    Intanto questa cosa che mi hai detto mi fa sentire orgoglioso di stare qui e mi fa venire piú voglia di diventare viennese :-P

    RispondiElimina
  19. Anny: hai ragione e poi cups e spoons costano cosí poco che nel giro di tre tegliate di muffins li hai giá ripagati!!

    RispondiElimina
  20. Mi fai morire... non riesco mai a leggere qualcosa senza polemica sull'Italia. Chi ti dice che il ritardo non sia dovuto alla posta austriaca!!!!
    Scherzo, l'inefficienza dei servizi italiani è l'unica cosa sulla quale possiamo ancora contare.

    P.S. Fai attenzione ai meme.

    RispondiElimina
  21. se proprio proprio puoi iniziare il processo per la cittadinanza austriaca. Cosi hai risolto il tuo problema a monte. :) Poi ti trasferirai in Italia lamentandoti dell'Austria ;)

    RispondiElimina
  22. @IlMari: beh, dai nei post di alimentazione non credo aver mai criticato l'Italia :-P Ma le poste dai...
    @Basetta: cos'é? Una barzelletta? (il "trasferirai in Italia lamentandoti dell'Austria" intendo :-D )

    RispondiElimina
  23. dai, un po' esageri, a dare contro all'Italia...oddio sulle poste è come sparare contro la croce rossa, ma in generale hai un po' il dente avvelenato. in fondo non direi che solo la cucina italiana merita un posto d'onore nel mondo. credimi, io amo l'Austria e la mia famiglia proviene da una terra che era fino ad un secolo fa dominio dell'impero austriaco, metà dei miei parenti parlano tedesco...ma io non farei mai cambio con viennesi, parigini o chiunque altro. mi tengo la mia bella Italia, con le schifezze, i politucoli, ma anche le meraviglie con cui sa sorprenderti, con la sua lingua musicale, l'opera lirica, l'arte, i paesaggi...
    ovviamente è il mio personale punto di vista, non ho nessuna intenzione di offenderti e sono felice che ti stia integrando così bene nella tua nuova casa, ma credo che la patria sia una sola.
    ciao! :)

    RispondiElimina
  24. Rispetto la tua opinione ma, come ha scritto Glitter sul suo blog ( http://www.blogger.com/comment.g?blogID=1508729554372292871&postID=7795433189857434454&isPopup=true ) la mia pianta del patriottismo é completamente avvizzita e rimane praticamente solo per i prodotti alimentari.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P