venerdì 7 dicembre 2007

Sono orgoglioso

Sono orgoglioso di vivere in una cittá (davvero) all'avanguardia. I biglietti per le Wiener Linien (trasporti pubblici) si possono comprare:
-nelle rivendite delle stazioni del metró / tabaccherie
-ai distributori automatici multilingua del metró
-tramite sms col cellulare
-sui mezzi pubblici stessi (eccetto metró)

ed ora... non ci posso credere...

-on line da casa stampandoli con la propria stampante!!

GUARDATE QUI !! (tranquilli, é in inglese ^_^)

13 commenti:

  1. Hai ragione,inutile dire che funziona tutto e meglio.Prima o poi ci convincerai tutti a venire a vivere in Austria.Magari!,a me, per via dello stile di casa,mi chiamano pure Heidi (però non lo diciamo ^_^).Scommetto che oggi non vedi l'ora di festeggiare Sant'Ambreus..Vabbè,mi sorbirò anche oggi il mio Trottel-capo,(ups!l'ho detto)però domani preparativi natalizi e lucine sugli alberi in giardino.Cari saluti e un bacio!.Anny

    RispondiElimina
  2. Ti chiamano Heidi?! E' tutta invidia!! :-P
    S.Ambrogio: mi spiace un pó non poter andare al mercatino degli Oh Bej Oh Bej ma visto che qui i Mercatini di Natale si sprecano, non ne sento nostalgia eccezion fatta per la frittella che era di tradizione e qui non c'é (c'é altro peró!)

    RispondiElimina
  3. Eh, ne abbiamo di cose da imparare ... ;)

    RispondiElimina
  4. Quasi come a Trieste che rischi di prendere la multa se devi prendere l'autobus all'ora di pranzo quando il tabaccaio è chiuso!

    RispondiElimina
  5. Meraviglioso! Sono cari come il veleno, però funzionano magnificamente, non c'è che dire!
    Katia

    RispondiElimina
  6. @Elena: giá...
    @Francesca: non ho detto che qui certi biglietti (tipo quelli presi con l'SMS o sul mezzo) costano di piú... ma chi viaggia di frequente ha l'abbonamento.
    @Katia: Vero, son piú cari. Ma in generale nei paesi CIVILI le cose costano... peró funzionano. Se no si va nei paesi sottosviluppati dove le cose costano poco e non sempre funzionano. Se poi vai nei paesi del terzo mondo, le cose costano niente ma per l'autobus (quando passa) magari ti devi accomodare sul tetto. Comunque non sono i mezzi pubblici a pesare sul costo della vita ma GLI AFFITTI che qui per fortuna non sono alti. A Milano l'annuale costa 300 euro. Qui 450. Per un monolocale carino a Milano arrivi a 1300-1400 euro. Qui costa la metá. Qual'é la cittá cara? Vienna coi suoi mezzi di trasporto carissimi o Milano con affitti stellari? ;-)

    RispondiElimina
  7. ad agosto rinuncio all'autobus (quelle due volte all'anno che mi serve) percHé non ci sono tabaccai...
    ah, e niente biglietto dopo le 19.

    RispondiElimina
  8. ah tra l'altro, non vorrei spararla grossa, ma mi pare che il biglietto settimanale per i trasporti di Roma fosse 16€ (l'anno scorso).. Vienna mi sembra di capire 14€.. o ho letto male?

    RispondiElimina
  9. davvero avanti, soprattutto per quanto riguarda lo stamparseli da soli...non sono sicura che in italia funzionerebbe...

    RispondiElimina
  10. @Nemuriko: Sí stranamente costa 16 euro contro i 14 di qui... peró l'annuale costa 230 euro contro i 450 di qui. Ah, anche la qualitá del trasporto pubblico vale ovviamente meno della metá
    :-D
    @Nonsisamai: non so, il problema (almeno a Milano) é sempre lo stesso che la gente viaggia a scrocco e che se la controllano menano il controllore quindi i controli ci sono raramente...

    RispondiElimina
  11. cavolo che efficenza.!! da invidia quasi!

    RispondiElimina
  12. Capisco l'orgoglio che provi per una città come Vienna... è l'opposto di quello che provo io per uno schifo chiamato palermo...

    RispondiElimina
  13. ...ok...prenotami un buco di appartamento in affitto.
    Mi trasferisco anche io.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P