mercoledì 28 novembre 2007

Mi devo preoccupare?

Ieri esco di casa con la mia dalmata, faccio pochi passi e un signore dall'altra parte della strada mi chiede (in tedesco ovviamente) "Ma lei abita al XX?". Momento di panico. "Ehm sí no, insomma...". Poi guardo meglio e vedo che l'omino é di fianco a un furgone giallo delle Poste. E mi dice sicurissimo di sé: "ah, sí lei abita al XX/XX, é il signor ZZZZZZZZ non é vero?" E io "Sí..." "Ho un pacco per lei, vuole che glielo dia?". Insomma, in parole povere era il postino dei pacchi che secondo me mi ha riconosciuto dalla mia dalmata visto che qui avere un dalmata rende visibili come un albero di Natale con le luci il 15 di agosto. Praticamente (quasi) nessuno qui ha un dalmata. E poi mi ha anche riconosciuto perché mi consegna sempre pacchetti di Amazon e infatti mi fa "ah, Amazon, é sempre buona". Cosí ho firmato e ho ritirato il pacchetto col regalo per mia mamma. Insomma, dopo meno di 6 mesi il postino dei pacchi mi riconosce in giro per la strada: devo preoccuparmi? ^_^


P.S.: Qui moltissimi hanno come indirizzo il numero della casa e la casella della posta che coincide col numero dell'appartamento. Quindi viene fuori una cosa tipo "Himbergerstrasse 10 (numero dell'abitazione) /27 (numero dell'appartamento e della casella postale)"

P.S.:2: abbiate pazienza sembra ci sia un problema a caricare le immagini dello sfondo e del titolo... in giornata, se non si risolve, provvedo.

13 commenti:

  1. E' vero che a Vienna vivete in casette di cioccolato e marzapane? Tutti sono felici con grandi sorrisi e i bambini vanno in giro con i palloncini colorati pieni di elio?
    Buona giornata
    Fuzz

    RispondiElimina
  2. Sei sempre troppo timoroso per la tua privacy Ale, non dico di spargerti ai 4 venti, ma un briciolo di intraprendenza in più devi mettercela, coraggio!

    RispondiElimina
  3. @Fuzz: certo Fuzz: le casette sono di cioccolato e marzapane, le recinzioni di bretzel. I bambini non vanno in giro coi palloncini ma si tirano festosi le palle di neve. :-P
    @Mavero: prevenire é meglio che curare... ;-)

    RispondiElimina
  4. Quoto Mavero.. Se il postino ti ha riconosciuto non c'è da preoccuparsi ;)

    RispondiElimina
  5. va beh dai.. quanti italiani abitano lì?

    RispondiElimina
  6. @Shaindel: significa peró che sono "vistoso" :-P
    @Nemuriko: dovrebbero essere circa 4.000 gli italiani qui... contro 48.000 turchi... ossia davvero pochissimi italiani.

    RispondiElimina
  7. Singolare essere riconosciuti al volo dal postino dopo così poco tempo. Di certo un dalmata aiuta sicuramente a memorizzare tra gli abitanti ma non mi preoccuperei. Un portalettere con tanto acume e capacità di "problemsolving" può tornare utile per qualsiasi altra consegna, chissà. Qui a Roma si resta quasi sconosciuti pur abitando decine di anni in uno stabile o nel quartiere e spesso non si sa nemmeno chi sia il postino. Unendo a tutto ciò l'inefficienza ti dico che ho cambiato casa più di tre anni fa e pur avendolo notificato all'uff. postale con pagamento di un apposito servizio chiamato "seguimi", molta corrispondenza continua ad arrivare presso la vecchia abitazione. Ce n'è per tutti i gusti: la privacy con il disservizio, ovvero forse poca discrezione per un risultato sicuro. Ciao. Cari saluti e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. Beato te! Io ieri sono andata al deposito postale a ritirare la mia corrispondenza. Settimana scorsa ha piovuto tutta settimana, chissà come mai quando piove il postino non si vede. Armata di santa pazienza sono andata al deposito e gli ho detto che quando piove io al lavoro ci vado lo stesso, mi son fatta cosegnare le mie cose e ho girato i tacchi scocciata ma con la posta in mano.

    RispondiElimina
  9. attento... il postino pericoloso è quello che suona sempre tre volte!
    :)

    RispondiElimina
  10. Bè meglio che ti conosca quantomeno la posta ti arriva qui ancora non ho conosciuto la postina penso non mi arriverà mai nulla!

    RispondiElimina
  11. Anny: ih ih, seguimi cosí ti spillo ancora dei soldi. Non avevi letto il nome completo del servizio ;-)
    Glitter: capitava anche a me a Milano. Ti puó essere di consolazione? (non credo... ^_^)
    @Irene: ah, OK! Allora sto tranquillo.
    @Barbara: beh, se c'éw un indirizzo devono pur consegnarti la roba!!!

    RispondiElimina
  12. Qui ti trovano per nome l'indirizzo c'è solo teoricamente essendo una strada sterrata nel bosco che fa un sacco di giri passando per due comuni ( in teoria mezzo giardino in un comune mezzo nell'altro) i civici non ci sono, le case che si affacciano sulla strada sono diverse compresa una cascina con non so quanti appartamenti e un maneggio vedi tu!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P