mercoledì 31 ottobre 2007

Il bidone di Halloween!

Allora, io sono due mesi che preparo tutto. E sapete cosa mi scrive ieri la mia amica brasiliana? Che siccome inizia a lavorare venerdí e fanno un party i suoi nuovi colleghi, l'hanno invitata per conoscersi e quindi... TIRA IL BIDONE A ME. In piú ha spostato il suo corso dalla mattina alla sera anche se in ufficio le avevano arangiato la cosa per permetterle di andare al mattino. Vabbé, cosa volete che vi dica? Vado a dedicarmi alle decorazioni per distrarmi. Stasera vengono quindi i miei con mia sorella (forse). Speriamo che l'anno prossimo la partecipazione sia piú numerosa, viva e sentita.
:-P

Abbiate tutti uno SPAVENTOSO HALLOWEEN!!! E non dimenticatevi di rioportare sul Blog quello che avete fatto e visto, con tanto di foto!!

P.S.: Il mio tema di quest'anno sará I RAGNI.

martedì 30 ottobre 2007

Pre Halloween con mal di gola

Da ieri notte mi é venuto un forte mal di gola. Ieri niente corso di tedesco e sono rimasto tranquillino a casa. Oggi idem. Ma porca miseria!! Ho risposto ai vostri commenti di ieri e mi scuserete se, malgrado le mie riletture, mi sfugge che ogni tanto inverto la y e la z o metto qualche accento sbagliato ma da ieri ho la tastiera tedesca che supporta parzialmente gli accenti italiani e ha la y e la z invertite. :-P Allora, oggi é pre-Halloween e non posso che regalarvi un sito che ho trovato dove c'é la ragazza ideale per me (almeno per questo giorno dell'anno!) visto che organizza la festa di Halloween in modo spettacolare con tante e bellissime decorazioni. Fatevi quindi un salto qui: http://www.britta.com/HW/HW04/index.html e guardatevi le foto! L'altra sera (ha fatto il party di sabato) c'erano addirittura due webcam live di cui una sul giard... ehm, cimitero di casa! ;-)
Insomma, uan professionista. Per chi é appassionato di Harry Potter, ha organizzato anche per lui una festa a tema. E domani tremate, tremate, Jack-O-Lantern passerá a suonare alla vostra porta!!!

lunedì 29 ottobre 2007

26 ottobre: festa nazionale!

Il 26 ottobre è la festa nazionale qui in Austria: sono allora andato a dare un'occhiata in centro alla Hofburg per vedere un pò cosa c'era e magari vedere la parata. Niente parata (o l'ho persa o sono andato via prima) ma era tutto messo molto carino, almeno per me. Clio per esempio non credo avrebbe gradito molto. :-D Ma meglio lasciare spazio alle molte foto con sotto i commenti.

Da sinistra a destra, dall'alto in basso: la banda militare e le reclute pronte a giurare, un elicottero Black Hawk, un carro armato, due soldati di guardia all'elicottero, un obice (tutti visitabili internamente: i bambini si divertivano un sacco!)

Da sinistra a destra, dall'alto in basso: equipaggiamento per la guerra batteriologica, padri e figli guardano dal vero le armi in dotazione all'esercito austriaco, mitragliatrice, soldato mentre suona il tamburo, armi anti-carro (credo!).

Da sinistra a destra, dall'alto in basso: i bambini giocano coi soldati a scalare la torre e girano sui pony che ha messo a disposizione l'esercito, uno stand che vendeva Bretzel, il simbolo dell'esercito austriaco.

Sicuramente qualcuno criticherà che i bambini vedano queste cose. Secondo me invece è giusto fargli capire che esistono, che cosa significa fare il soldato, gli aspetti positivi (aiuti umanitari, in caso di catastrofe, ecc.) e i lati negativi della professione. E credo sia anche giusto dal punto di vista patriottico. Sicuramente ci tornerò l'anno prossimo con più calma e, sperando che si sia messo tutto a posto con lingua e lavoro, festeggerò anche io alla stragrande e da austriaco ;-) il 26 ottobre!

P.S.: Che cavolo ci facevano DUE PULMANN INTERI DI NAPOLETANI qui il 26 di ottobre?!

sabato 27 ottobre 2007

Mappa dei dolci viennesi: Kürbis-Krokant Torte


KURBIS-KROKANT TORTE

Prezzo: € 3,05
Descrizione: Base di pan di spagna con semi di zucca tritati, uno strato alla crema gianduia, uno strato di panna con croccante e semi di zucca, un secondo strato di gianduia, uno strato di panna, glassa al cacao e cioccolatino per decorazione
Comprato da: Pasticceria Oberlaa, Vienna
Giudizio: I gusti si fondono bene, discreta la base, non male la parte alla crema Gianduia, spettacolare il ripieno con la zucca e il croccante che avrebbe dovuto esserci in maggiore quantità.
Voto dolce: 8,5

Nota: cliccando sull'immagine venite portati nell'album esterno al Blog che riunirà le foto di tutti i dolci.

venerdì 26 ottobre 2007

Cosa mi piace di Vienna


Oggi inauguro un nuovo TAG ossia "Bellezze viennesi" che metterò sempre quando scriverò a proposito delle cose piacevoli che ci sono qui. Una di queste sono i CORVI! Certo, ha la fama di uccello del malaugurio, vi ricordate per esempio il libro L'Ombra dello Scorpione? Il demone appare sotto forma di corvo nero. Nella realtà i corvi sono parecchio più grossi dei piccioni e fanno un CRA-CRA piuttosto inconfondibile. Non sopporto i piccioni, sono davvero stupidi e camminano anche come delle galline... I corvi non camminano, saltellano e beccano in una maniera tutta particolare che mi ricorda un pò un avvoltoio

:-P

Per fortuna qui ci sono pochi piccioni rispetto a Milano e diversi corvi (oserei dire circa 50% e 50%) ed è bello alla mattina ne mezzo del silenzio più assoluto, sentire il loro CRA CRA. Mi fa tanto campagna che è poi dove vorrei vivere senza contare che il corvo è anche uno dei simboli di Halloween! Insomma, sono innamorato dei corvi viennesi ^_^ E poi si lasciano avvicinare parechio, li si può vedere davvero da vicino. Quella sopra è una foto che ho fatto in uno dei parchi che chi sono qui.
P.S. Oggi festa nazionale qui. Ci sono tante bandiere appese fuori sulle case di proprietà della Città di Vienna (che sono tantissime!!). La mia purtroppo è una casa privata e quindi niente bandiera
:-(
Ora faccio un salto in centro a vedere se riesco a fare qualche foto della parata militare.

giovedì 25 ottobre 2007

Ratatouille Gadget

Ditemi se non è carino:


The kitchen is an exciting world for rats to explore, with gadgets and gizmos and food galore! The Kitchen Chaos Playset is a soup pot that opens to reveal a two-story playset


Comprabile QUI a 23 euro
:-P

Poi c'è pure Ratatouille che muove il naso, gli occhi e dice le frasi. Ma 45 euro mi sembra davvero tanto.
:-(

***CHIARIMENTO***
Ho detto che è carino, NON che l'ho comprato!
;-)

mercoledì 24 ottobre 2007

Come perdere un cliente

Oggi visita di controllo dalla veterinaria. La mia dalmata ormai è molto migliorata, sia per le punture che le hanno fatto ma anche per la disinfezione manuale con Betadine che ho fatto COME MI AVEVA DETTO IN PASSATO IL MIO VETERINARIO DI MILANO (è un problema che si ripete quindi si possono usare gli stessi rimedi). Bene, vado. Metto la mia dalmata sul tavolo. Le alza la coda "Ja, Ja..." "Gut". Mette il guanto, palpa un pò. Mi dice: è quasi a posto continui a disinfettare per un pò, non è necessario che torni (ci mancava pure quello!). Dopodichè si è lanciata nell'ordine:
-la mia dalmata è troppo magra e deve mangiare di più (terza visita, terza volta che me lo dice... son mica idiota!!)
-la mia dalmata ha le unghie frontali troppo lunghe. DOVE? Quelle di lato OK gliele accorcio sempre io, ma quelle "frontali" vanno benissimo, non toccano quasi il terreno!!
-la mia dalmata ha il pelo fra le "dita" rossiccio: ma si lecca per nervosismo? Veramente no, sono anni che le ha così...
e infine, per finire in bellezza,
-la mia dalmata deve per caso fare delle vaccinazioni? (no sono tutte a luglio, se guardavi i due libretti sanitari che ti ho portato il primo giorno non me lo avresti chiesto)
-la mia dalmata deve rinforzarsi le difese immunitarie quindi ECCO, lei ha un FAVOLOSO barattolo di estratti di erbe e alghe da darle, alla modica cifra di 29,95 euro.
Costa della visita: 13 euro

Considerazioni:

-ti ho detto chiaramente che io NON LAVORO quindi non posso spendere molto
-sai che la mia dalmata ha 11 anni e quindi sicuramente in futuro non potrò che (purtroppo) venire sempre più spesso
-sai che mi sono trasferito e sto scegliendo il veterinario qui
-mi hai fatto venire per un controllo tutto sommato inutile e di pochi secondi e mi chiedi 13 euro
-mi ripeti un'altra volta che la mia dalmata è magra
-mi chiedi delle zampe "rosse" quindi facendo un pò la figura di chi non ha mai visto un dalmata in vita sua (sigh... effettivamente qui non ne ho ancora visto uno!).
-13 euro erano troppo pochi quindi ci hai provato con le vaccinazioni e la costosa miscela di erbe (che non prenderei neppure per me, figurati per la mia dalmata!!)
-aggiungo che non sei proprio dietro casa (2 mezzi o 20 minuti a piedi) e ho un altro studio veterinario a 5 minuti a piedi.

Conclusioni:
ci sto pensando ma mi sa proprio che hai perso un cliente!!

martedì 23 ottobre 2007

Ma ma ma...

Ma ma ma... quanto ci si mette ad aggiornare un pidocchioso curriculum?! Va bene che è in inglese ma sono due mezze giornate che ci lavoro. OK, ora è a posto e l'ho mandato per un posto all'ONU. Incrociate le dita, grazie!
:-P

P.S.: Cake alla zucca in forno. Vediamo come viene, è la prima volta che lo faccio.

lunedì 22 ottobre 2007

Tempi stretti

L'altra settimana mi sono accorto che devo stringere i tempi. Ieri mi sono accorto che devo stringere ancora di più i tempi... con il tedesco, con le mie certificazioni Microsoft e col lavoro. Tempi duri.
Intanto godetevi un "panorama" da paese da sogno sulle pagine di Cuoche dell'altro mondo. Non illudetevi, non è in Italia.

domenica 21 ottobre 2007

Prima neve!

Ieri prima mini-nevicata qui a Vienna! Non vi immaginate niente di che. Alla mattina quando sono uscito c'erano circa 3 gradi e poco dopo quando ero a casa ha piovuto un attimo, acqua mista a neve. Mi sono accorto che sono sufficientemente dotato di indumenti caldi eccetto i pantaloni. Le soluzioni sono due: trovare dei pantaloni imbottiti come si deve (sto impazzendo) o vedere di comprare qualcosa tipo calzamaglia da mettere sotto. Intanto ho provveduto a fare il test-muffin in vista di Halloween. Ho fatto dei muffin alla zucca che come potete vedere sono venuti di un giallo incredibile senza aggiunta di zafferano, coloranti o altro. Altra notizia, la mia amica brasiliana ha trovato un piccolo lavoro all'ONU. Ma cazzarola se è pagato bene!! E si sono pure scusati che lo stipendio era basso e hanno detto che può continuare a fare il corso di tedesco alla mattina fermandosi di più alla sera. Quando succedono queste cose mi rendo conto che l'Italia è proprio un paese che si sta africanizzando. Con tutto ciò che comporta: clima desertico, sporcizia, ignoranza, corruzione, clientelismo, delinquenza, basso potere di acquisto, menti che fuggono all'estero e così via. Alle volte è difficile credero se non si vedono coi propri occhi (o si sentono con le proprie orecchie) certe cose. Ecco la foto del nevischio di ieri mattina:

sabato 20 ottobre 2007

E fu l'Apocalisse...

Chissà se qualcuno ha pensato come me all'Apocalisse leggendo la notizia della Fontana di Trevi con l'acqua color rosso sangue...

Il secondo angelo suonò la tromba: come una gran montagna di fuoco fu scagliata nel mare. Un terzo del mare divenne sangue, un terzo delle creature che vivono nel mare morì e un terzo delle navi andò distrutto.


Preparatevi... la fine del mondo è vicina. Intanto restando sul tema dell'Apocalisse, per Halloween noleggiatevi questo film:

Lo confesso: ogni tanto mi piace essere un pò apocalittico.
:-P

Locandina cortesia FilmUP

venerdì 19 ottobre 2007

Risposta collettiva :-P

Volevo rispondere collettivamente ai commenti sulla spazzatura a Vienna. In realtà di spazzatura ce n'è molta e anche qui non raccolgono molti escrementi. Inoltre la pulizia dipende moltissimo da quastiere a quartiere. Il mio è piuttosto sporchino dato che è abitato da moltissimi stranieri, quello di mia sorella (tutto casette e villette) molto ma molto più pulito. Quello che fa l'abissale differenza con Milano è che lo spazzino (anzi, diversi) li vedo tutti i giorni pulire col carrettino, le cacche ogni tanto spariscono (immagino pulite o rastrellate anche loro), le foglie in una o due settimane dalla caduta le hanno tolte e dopo hanno provveduto a pulire i tombini con l'acqua (aprendoli e mettendoci dentro la proboscide ;-) ). Insomma io direi che, almeno il mio quartiere, più che abitato da meno sporcaccioni che a Milano (a Milano ero in un quartiere abbastanza bello) è tenuto molto meglio. Questo fa sì che alla fine sia meno sporco. A discolpa di Vienna c'è anche un altro fatto e cioè che c'è spessissimo un forte vento che porta in giro tutto di tutto... In ogni caso se a Milano pulissero come qui, sarebbe un gioiello di città (come aspetto intendo). Certo che qui non ci sono gli extracomunitari che pisciano, mangiano e abbandonano resti e vestiti per le strade. Quanto a Katia, non so a cosa si riferisca esattamente se ha un posto, una zona, o in generale.

Cestini viennesi

Uff, spero che la mia dalmata migliori perchè la cosa mi stressa assai. Oggi vi presento i cestini dei rifiuti che ci sono qui a Vienna. Visto che in certi posti la città è un pò sporchina (dipende ovviamente anche dal quartiere ossia dalla gente che ci abita) la città ha deciso di aumentare il numero dei cestini, metterci il portaceere a forma di sigaretta (figo!!) e di dotarli di un numero di telefono per segnalare eventuali cestini strabordanti e non svuotati. Beh, una città è difficile da gestire e si vedono sempre cose che non vanno perfettamente ma se si vede la buona volontà, uno è più tollerante.
:-)

L'iniziativa è di fine giugno ma è stata completata da poco anche nel mio Bezik (zona). Per chi desiderasse leggere due articoli a questo proposito, può andare QUI e QUI. "Aktion Saubere Stadt" si può tradurre come "Progetto città pulita". ;-)

mercoledì 17 ottobre 2007

Una giornata così

Oggi sono un pò giù. La mia dalmata ha qualche problema a una ghiandola ed è già la terza volta in una settimana che vado dal veterinario. Son già partiti più di 100 euro... mica li trovo in strada i soldi io... e non ho neppure il lavoro in questo momento. Speriamo di non aver beccato la veterinaria incompetente. Spendo volentieri i soldi per far star bene la mia dalmata ma non ne ho da sbattere via così perchè la veterinaria è a corto di idee (e se le fa comunque pagare).
Fra l'altro anche gli annunci pubblicitari di Google messi qui sopra hanno cominciato a farsi pagare pochissimo. Già non ci clicca su moltissima gente, se poi anche pagano poco!!!
Oggi al corso non c'era ne la mia amica ne la ragazza polacca. E stasera dopo le pulizie di casa, mi sono concesso un piccolo regalo insieme al latte. Ecco, sono partito con Halloween un mesetto fa, credo sia giusto cominciare a pensare al Natale.
:-P
Lo so, lo so, troppo presto per molti di voi ma qui già comincia a esserci la roba. Ho visto un calendario dell'avvento di quelli con i cioccolatini nelle finestrelle ;-) che mi ispirava particolarmente perchè aveva i biscotti di Natale sopra e un bel disegno e l'ho preso. I biscotti di Natale sono un argomento delicato, ne parlerò più in là. Che volete farci? Pillola antidepressiva a 60 centesimi e senza nessuna controindicazione mi sembra una buona cosa, no?
;-)


martedì 16 ottobre 2007

Prima lezione - secondo corso

Ho risposto ai commenti di ieri. Shaindel mi chiedeva del corso... ecco, ieri appunto prima lezione del secondo corso di tedesco. Siamo una marea, tipo 15-17.
:-(
speriamo si stufino in tanti e presto!
:-D
Oltre alla mia amica brasiliana, c'è l'altra ragazza peruviana e poi delle new entry originali. Un islandese talmente biondo platino e strano (ma forse dovrei dire pure BRUTTO) che all'inizio non ho capito se fosse un ragazzo o una ragzza. E' un ragazzo. Altra new entry, un iraniano, assolutamente da brivido. Classica barba alla araba e poi tutto vestito di nero, tutto sulle sue e seriosissimo, sembra quasi l'incarnazione del presidente iraniano.
:-/
Poi c'è una polacca che insegna sport ed è mooooolto mooooolto carina (bionda ovviamente ^_^ ) e mi piacerebbe conoscerla un pò di più. Sorpresa, in questo turno c'è finita anche un'italiana che è qui per lo scambio universitario! (Erasmus). Vi saprò dire a breve ma non intravedo grande feeling. La mia amica brasiliana che ce l'ha quasi di fronte ha detto che le sembra "troppo italiana". Certo che se prende me come esempio di italianità media, quasi tutti gli italiani sono "troppo italiani" per lei!!
:-D
Poi c'è una ragazza spagnola, una di Taiwan, una brasiliana (questa volta "tipica" non come la mia amica che ha sì un pò vagamente i tratti brasiliani ma solo quelli e poi è bianchissima). Anche in questo caso non mi sembra si sia sviluppato chissà che feeling fra lei e la mia amica sua compaesana. Ah, infine non posso dimenticare di citare il "prof lituano". Ha 42 anni e ne dimosta almeno 10 di più ma soprattutto mostra un'energia, una voglia di fare e un sorriso equivalenti a quelli di una talpa in letargo. OK, mi correggo, la talpa è addirittura più sveglia e reattiva perchè da quello che ho letto su Wikipedia non va neppure in letargo!!
:-D
Termino con le mie due vicine. Quella alla mia sinistra non mi ha rivolto neppure una parola. Viene dal Kosovo... forse poteva pure rimanerci. Almeno un sorriso e un saluto, quella che si chiama EDUCAZIONE... L'altra invece viene dall'oriente ma non mi ricordo esattamente da dove. Mi sembra gentile quel tanto che basti e poi che dire... beh, che non è certo una modella ma anzi è piuttosto bruttina! Altri spettegolezzi nei prossimi giorni!!
;-)

P.S.: Mi stavo dimenticando del prof!! Mi sembra bravo. Simpatico. Speriamo lo sia davvero.

lunedì 15 ottobre 2007

Alla mia porta...

Alla mia porta... si è aggiunta un'altra zucca. Visto che la mia prima opera è ancora lì sana e salva sia dal punto di vista dei furti che dalla marcescenza vegetale, ho deciso di darci dentro con l'altra zucca che tenevo da parte. Dopo la zucca cattiva con sopra lo spaventapasseri, ecco la zucca Scream con sopra il fantasma! L'ho pitturata con colori acrilici e poi ho preso un foglio di carta-cucina, ci ho messo dentro della carta igienica appallottolata e ho legato al collo il fantasmino con del filo ricoperto di plastica bianca (va benissimo anche quella recuperata dai sacchetti per surgelati anche se è un pò debole per tenerlo poi appeso). Ho fissato poi il filo di metallo al picciolo della zucca con due punti metallici. Infine ho dipinto gli occhi e la bocca (operazione da fare forse PRIMA di appenderlo alla zucca). La mia porta è sempre più "hallowiniana". Ora devo piazzare le zucche piccole perchè avendo dovuto accendere il riscaldamento in casa sono proprio a rischio marcescenza /muffa.


domenica 14 ottobre 2007

E dove potevano andare?

Bankräuber könnte nach Italien geflüchtet sein

ossia:
Il rapinatore della banca può darsi sia scappato in Italia

E dove se no? Quale miglior posto dove scomparire nel nulla?
:-D

La notizia al completo può esser visualizzata sul sito della ORF nel notiziario in tedesco.

Mappa dei dolci viennesi: TopfenMohn Schnitte




TOPFEN-MOHN SCHNITTE
Prezzo: (?)
Descrizione: Una sottile base di pasta frolla con sopra un impasto molto ricco di semi di papavero (Mohn in tedesco). Il tutto ricoperto da un generoso strato di Topfen (una specie di ricotta che si trova qui, più cremosa e acida della nostra)
Comprato da: Café Diglas, Vienna
Giudizio: Non assaggiato perchè non mi piacciono i semi di papavero.
Voto dolce: N/A

Nota: cliccando sull'immagine venite portati nell'album esterno al Blog che riunirà le foto di tutti i dolci.

sabato 13 ottobre 2007

-1

Aaaaaaaaaaargh!! Da domenica si prevede la minima intorno a -1 !!
OK, oggi ho fatto una lunga passeggiata con la mia dalmata perchè poi ho idea cominci il periodo del "meno si sta fuori e meglio è".
:-P

venerdì 12 ottobre 2007

Il Gulasch di Grissino

Il Gulasch è un piatto comune nella cucina di area tedesca. Qui a Vienna lo si trova in tutti i ristoranti e pasticcerie (sì, perchè fanno anche servizio tavola calda ;-) ) che con l'approssimarsi dell'inverno lo mettono praticamente quasi fisso nei menù giornalieri. Di Gulasch ne esistono una infinità di varianti compreso quello coi CRAUTI, alla ZUCCA, con le MELE e le PRUGNE, con le BANANE (!). Per vari motivi soprattutto economici ;-) non ho potuto sperimentare i vari tipi di Gulasch tipo quelli di selvaggina che è la carne più costosa (e più buona sigh). Tuttavia l'ho fatto diverse volte con una ricetta trovata su Internet e poi rielaborata per renderla più ricca di gusto e più povera di calorie visto che di solito nella ricetta è per esempio previsto lo strutto. Questa è dunque il (dietetico) GULASCH DI GRISSINO per 3-4 persone

  • 500 grammi di carne di manzo
  • 4 cipolle bianche (circa 400 grammi)
  • 2 patate medie
  • mezza lattina di conserva di pomodoro
  • paprika DOLCE (=non piccante)
  • 500 ml di brodo (anche di dado)
  • olio di oliva
  • sale, pepe, spezie a piacere a seconda della disponibilità
Tagliare la cipolla fine come per il risotto senza piangere troppo :-P e quindi farla appassire on UN CUCCHIAIO DI OLIO. Se non perdete di vista la pentola, un cucchiaio massimo due sono sufficienti. Ovviamente dovete girare regolarmente e dosare attentamente il gas. Sulla piastra elettrica ci sono meno problemi essendo più graduale. Dopo che la cipolla è appassita, mettere la carne ripulita da eventuali grossi pezzi di grasso. Farla arrostire un attimo girandola continuamente e spolverandola con tre o quattro cucchiai di paprika. Salare, pepare e aggiungere quindi il brodo e mezza lattina di pomodoro in lattina. Aggiungere quindi le due patate pelate e tagliate a piccoli cubetti. Far cuocere per almeno 1 ora e 40, meglio 2 ore e a 20 minuti dalla fine aggiungere le spezie desiderate.


Il risultato dipende tantissimo dalla carne che qui a Vienna è sempre magra e tenerissima (oltre che costare poco). Servite poi il Gulasch con un Knödel di patata o di pane (Servietten Knödel). In alternativa, consiglio delle patate bollite, delle tagliatelle al burro (sì, sì, lo so che il 90% degli italiani avrà avuto un brivido lungo la schiena a leggere una tal cosa ma nei paesi di lingua tedesca si usa così e a me non dispiace come accostamento) o degli Spätzli (gnocchetti all'uovo) dell'Alto Adige o dei Servietten Knödel prodotti dalla Bocon che è per esempio possibile trovare all'Esselunga. Se infine ne volete sapere di più vi consiglio due libri che potete prendere su Amazon.de : Das grosse Gulasch-Kochbuch (che è quello che ho io ma risulta al momento essere esaurito) e Das Gulasch-Kochbuch.

giovedì 11 ottobre 2007

Mari Meme

Ieri per la prima volta dopo tre mesi a Vienna mi sono cucinato un piatto di pasta. E solo perchè dovevo finire una confezione di tagliatelle che avevo comprato e che i miei avevano aperto. Il fatto si commenta da solo :-P e giusto per stare in tema.. Il Mari, mi ha passato un meme... visto che è lui, eseguo senza lamentarmi troppo. Non perdetevi anche quello di Kniendich molto lontano geograficamente ma mai molto nelle riflessioni e oggi compagno di meme (Mari ha nominato solo noi due ^_^ ).

Cosa mi piace dell'estero (a fianco il paese a cui si riferisce):

1. Il loro senso civico, ordine, efficienza, la qualità della vita. (Germania + Svizzera + Austria)
2. La loro gastronomia e la loro specializzazione / alta qualità nei dolci (Germania + Svizzera + Austria + Francia)
3. La maggiore considerazione per chi ha studiato e ha impegnato i suoi anni nello studio ( leggasi anche stipendio e qualità del lavoro: Germania + Svizzera + Austria + Francia + USA )
4. La considerazione che hanno per alcuni hobby tipo i lavori manuali (handcraft), per le decorazioni prima e durante le feste e per la cura con cui mantengono in vita e alimentano le feste locali (Germania + Svizzera + Austria + USA)
5. Lavorano pensando in grande (USA)

Cosa non mi piace dell'estero:

1. Molte volte sono troppo schematici, privi di fantasia (USA)
2. Il loro gusto nel vestire e in generale nelle cose di moda (Germania + Svizzera + Austria + in parte USA). Ma non sempre è un aspetto negativo ^_^
3. Il fatto che siano poco interessati a imparare le lingue straniere (USA + Francia)
4. Il loro essere un pò "vagabondi" nell'immensità del loro paese (USA)
5. ??

Cosa amo dell'Italia:

1. I prodotti tipici italiani (Parmigiano, Prosciutto crudo, Crema Gianduia, ecc.)
2. La fantasia, l'inventiva e la flessibilità
3. Lo stile (che apprezzo ma non ritengo indispensabile).
4. ?
5. ?

*Mi spiace ma non riesco proprio a trovare molto altro*
*notare che ho scritto "i prodotti" e non ho scritto "la cucina"*

Cosa odio dell'Italia:

1. Il mondo del lavoro completamente sfalsato da clientelismi, favoritismi, leggi sbagliate e un sacco di altre cose con conseguenti sfruttamenti inauditi
2. I politici che pensano solo a guadagnare i soldi e gli imprenditori che non vedono due palmi in là oltre il proprio naso, i lavoratori scansafatiche che non vedono l'ora di scioperare o di non fare nulla, le Poste, l'INPS, Trenitalia, le banche e tutte quelle società di stato o private dove impera una burocrazia ottusa, un magna-magna selvaggio e lo spreco più assurdo del denaro dei contribuenti o dei clienti (obbligati ad esserlo perchè magari il fornitore è unico).
3. L'inquinamento, la delinquenza, l'edilizia selvaggia, la mancanza di verde, l'immigrazione sregolata
4. Lo stato condizionato dalla Chiesa cattolica
5. L'italiano "furbetto" che deve sempre trovare un modo per fregare il prossimo a suo vantaggio

*Qui invece avrei potuto mettere almeno altri cinque punti lunghi ed estesi come il 2*


Ed ora... I NOMINATI con la solita regola dei nomi che mi vengono in mente a caso: Antonio, Angelo, Lucia, Patrizia, Luca. Se qualcuno che legge si chiama così, beh... buon meme.
:-P

mercoledì 10 ottobre 2007

Milla!!

Resident Evil è uno dei miei film preferiti. Milla Jovovich era stupenda in quel film. E ora? Inguardabile. Basta vedere queste due foto pubblicate sul sito del Corriere On Line insieme a un articolo su di lei, ora che ha scoperto (!) di essere incinta. E lei pensava che tutto fosse solo causato da qualche BIRRA di troppo. Ma non si è guardata allo specchio?!

Dedicato a Shaindel

Il dolce che vi descrivo qui sotto oggi è dedicato a Shaindel che in questi giorni non sta molto bene. Poichè abbiamo in comune (anche) qualche problema di salute, le mando volentieri questa fetta di dolce virtuale. In queste occasioni, un piccolo pensiero e una dolcezza aiutano il morale basso.

Augurissimi, rimettiti in forma presto!
:-)

***PRECISAZIONE***
In questo momento io sto bene (SCRAT, SCRAT, ci manca solo che stia male visto che qui ho solo la copertura di pronto soccorso!!)
Quello che abbiamo in comune io e Shaindel sono gli stessi problemi di salute che si ripresentano regolarmente (allergie per esempio). Questo intendevo dire, non che in questo momento stiamo male entrambi!!!

Mappa dei dolci viennesi, Schoko-Himbereen Torte



SCHOKO-HIMBEREEN TORTE
Prezzo: (?)
Descrizione: Una sottile base di pasta frolla con sopra un pan di spagna al cioccolato, panna al lampone, panna al cioccolato, copertura di scagliette di cioccolato, lamponi e gelatina
Comprato da: Café Diglas, Vienna
Giudizio: La torta è davvero molto buona, non troppo dolce, gustosissima. Ovviamente essendo molto ricca di panna riempie facilmente. Ottima la base che mantiene "in forma" la torta. Qualche lampone in più mi avrebbe fatto più piacere!!
Voto dolce: 8,5

Nota: cliccando sull'immagine venite portati nell'album esterno al Blog che riunirà le foto di tutti i dolci.

martedì 9 ottobre 2007

Questione di pantofole

Nelle case viennesi c'è sempre il parquet (vero o finto a seconda del lusso della casa) oppure la moquette. E' ovvio, d'inverno fa freddo e sono materiali più "caldi". Ma la cosa che mi ha sconvolto qui a Vienna è stata un'altra. Quando si è ospiti e si entra in casa di qualcuno, CI SI TOGLIE LE SCARPE e si gira con le calze. I padroni di casa hanno le pantofole. Sta di fatto che, se da un lato è più igienico, dall'altro a me fa un pò schifo girare solo con le calze. Così quando vado da mia sorella (che ha ereditato questa sgradevole usanza) mi porto dietro le mie Crocs da casa!! Sinceramente io preferisco avere sempre su le pantofole / Crocs e al massimo dare una pulitina veloce quando se na sono andati via gli ospiti. Ma girare con le calze proprio mi fa senso. D'altra parte un pò di polvere c'è sempre e poi magari anche qualche pelo (ecco, mettete che uno abbia un cane o un gatto). Non mi sembra una buona usanza. Ovviamente mi adeguo ma se vado in casa d'altri cerco di non scordarmi le mie Crocs di cui sono ultra contento. A parte che usandole solo in casa sono come nuove, ma poi lavandole spesso, sono sempre igieniche e pulite. E poi che dire dell'ammortizzazione? Favolosa! Insomma, le ho promosse a pantofole ideali! E valgono tutti i 40 euro che costano.

I Love My
Army Beach Crocs Shoes
Army Crocs.

Create your Crocs Widget

domenica 7 ottobre 2007

Fatemi capire...

Fatemi capire che applicabilità ha in Italia il pensiero dell'illustrissimo esperto di economia che abbiamo (avete) al governo:

Dovremmo avere il coraggio di dire che le tasse sono una cosa bellissima e civilissima, un modo di contribuire tutti insieme a beni indispensabili come la salute, la sicurezza, l'istruzione e l'ambiente


A parte ciò (riesco sempre a incazzarmi quando leggo il Corriere della Sera on line) vi rendo partecipi di un'altra mia opera di zucca ;-)


Carina, no? L'ho regalata a mia mamma. Ho intenzione di farne altre decorate diversamente da mettere fuori dalla porta appese o sul davanzale. Infatti a tenerle in casa ho idea che marciscano / muffiscano velocemente (già ne sono partite cinque). Fuori sul pianerottolo invece non ci saranno mai più di 15 gradi. Intanto per i prossimi giorni hano previsto temperatura minima 5 gradi!! Devo tirare fuori guanti e sciarpa.

Dremel

Visto che molti di voi non sanno cos'è un Dremel e me ne hanno chiesto la foto, ve lo presento:

Si tratta di un attrezzo simile a un trapano ma molto meno potente e più ricco di piccoli accessori che servono per fare piccoli lavori: tagliare, bucare, levigare, lucidare, ecc. Esiste, fighissima, anche la prolunga per cui voi inserite questo serpente in cima al Dremel e poi potete usare lo strumento che fissate alla fine del tubo flessibile col risultato di guadagnarci in movimento e non avendo problemi ad accedere a parti di oggetti messe non proprio comode da raggiungere. Un sito dove potete farvi un'idea di quello che c'è per il Dremel è http://www.dremelonline.com . Dremel si usa ormai come nome generico di questo attrezzo anche se poi ce ne sono ormai un sacco fatti da altri produttori. Ma Dremel è stata la prima ed è la più famosa e quella che traina il mercato con le innovazioni.

Comunque alla fine non ho preso nulla perchè conveniva il (finto) Dremel da 40 euro e non volevo spendere così tanto. Avevo anche trovato gli utensili per scolpire il legno e la zucca (10 euro) ma anche quelli li ho rimandati a più avanti, magari l'anno prossimo. Oppure il mese prossimo. Vediamo. Non è facile scolpire, bisogna stare attenti perchè gli attrezzi sono molto taglienti e bisogna fare un pò di prove... e io non ho tempo per dedicarmici come vorrei. Così rimando a tempi in cui facendo freddo, sapendo il tedesco e avendo un lavoro, sprecare una domenica non sarà un problema. Ho preso comunque un paio di guanti da lavoro e un bel metro (3 metri) di quelli a rotolo con la molla per 2,50 euro in tutto (fino ad ora andavo col metro di carta dell'Ikea!!).

P.S.: Il Blog è in ristrutturazione ossia sto cercando di farlo più snello ancora e arricchirlo di contenuti che possano essere utili a tutti. Ovviamente contenuti VIENNESI! ;-) Intanto ho rimesso a posto la sezione film (aggiornata anche se non proprio agli ultimi film) e la sezione LINK (se qualcuno non si vede, me lo scriva per e-mail).

sabato 6 ottobre 2007

Oggi festa!

Scherzi a parte, devo scappare da ZGONC a comprare un DREMEL. Me la caverò con 23 euro e avrò un piccolo strumento per i lavoretti di casa e anche per intagliare le zucche. Dopo sono invitato coi miei a pranzo da loro amici e poi tornerò a casa a farmi un bel RIPOSINO. ;-)
Vi lascio le due schede dei dolci che avevo preso in passato ma non avevo recensito. Buon week end!!


P.S.: Ho tolto due cose che penso potessero rallentare il Blog. Ora è per caso più veloce a caricarsi?

Mappa dei dolci viennesi: Topfenbällchen


TOPFENBALLCHEN
Prezzo: 0,44 €
Descrizione: Una palla fatta di impasto contente Topfen (una specie di ricotta), fritta e girata nello zucchero
Comprato da: Panetteria Paticceria "Der Mann", Vienna
Giudizio: Il gusto è buono ma anche molto semplice non essendoci ne marmellata ne creme. Una semplice alternativa al classicissimo Krapfen.
Voto dolce: 6,5

Nota: cliccando sull'immagine venite portati nell'album esterno al Blog che riunirà le foto di tutti i dolci.

Mappa dei dolci viennesi: Heidelbeergelee Schnitte


HEIDELBEERGELEE SCHNITTE
Prezzo: 1,90 €
Descrizione: Una sottile base di pan di spagna con sopra un leggero strato di crema pasticcera. Il tutto ricoperto da uno strato di mirtilli interi e gelatina.
Comprato da: Panetteria Pasticceria Felber, Vienna
Giudizio: Non vado pazzo per i dolci alla frutta. Questo era buono, rinfrescante perchè i mirtilli erano molto sugosi ma in fondo non può dare poi così soddisfazione come un dolce al cioccolato! Avrei preferito una base di pasta frolla anzichè pan di spagna.
Voto dolce: 6,5

Nota: cliccando sull'immagine venite portati nell'album esterno al Blog che riunirà le foto di tutti i dolci.

venerdì 5 ottobre 2007

Stronzi

Sono capitato quasi per caso sul Blog http://metodoantistronzi.splinder.com e vi riporto una frase che lì ho trovato e che più volte ho pensato io stesso:
Mi chiedo perché tanti stronzi non riescano a capire che la nostra vita è tutto quello che abbiamo e che per la maggioranza della gente la vita è passare del tempo a lavorare e a interagire con altre persone.
Il resto del post lo trovate QUI. E non siate stronzi con nessuno anche se qualcuno alle volte se lo merita.

giovedì 4 ottobre 2007

Visite e acquisti

In questi giorni sono stato un pò assente dal Blog perchè ho qui in visita i miei genitori. Ho inoltre provveduto a isrivermi al secondo corso di tedesco che inzierà a breve. I miei mi hanno portato il resto dei libri di cucina (finalmente la mia libreria culinaria è di nuovo riunita!) e poi abbiamo sistemato un pò di cose e fatto qualche gita. Ieri poi avevo un gran mal di testa. Malgrado ciò ho comunque provveduto a raccogliere in campagna un pò di materiale per nuove decorazioni fatte con le zucche e prendere una decina di piccole zucche decorative per divertirmi un pò (0,40 l'una). A proposito: i miei mi hanno portato dei favolosi GRISSINI ALLA ZUCCA. Sono davvero ottimi, purtroppo non si trovano ne qui ne a Milano. Per chi avesse la fortuna di passare dalla zona di produzione, sono grissini prodotti dal Panificio PETRIS ITALO & C Snc - Via Trentino 2/b - 33015 Moggio Udinese (Udine). Tel. 0433/51136. Le filiali sono anche a Venzone (via Mistruzzi 19) e Tolmezzo (via Matteotti 12). Quando qualcuno produce qualcosa di buono e sano (ingredienti: Farina tipo 0, Polpa di zucca, Zucca liofilizzata, Olio extravergine d'oliva, burro, zucchero, Uva sultanina, Latte in polvere, Lievito, Sale, Aromi naturali) vale la pena di segnalarlo!
:-)
Intanto mi sono arrivati i libri che avevi ordinato su Amazon (il postino per fortuna questa volta è venuto alle 8.30 e non più alle 6.55!). Il primo è un libro di ricette con la zucca
mentre il secondo è un libro sulle decorazioni fatte con le zucche. Contando che sono entrambi ben fatti e che ho speso un totale di 10,22 euro spese di spedizione comprese, sono soddisfatto!

lunedì 1 ottobre 2007

Decorazioni autunnali

L'altro giorno, dopo aver fatto acquisti al Pagro Diskont finalmente ho avuto tutto per fare le mie decorazioni autunnali. In fondo l'autunno coi suoi prodotti (castagne, funghi, cacciagione) e la vicinanza delle mie due feste preferite (Halloween e Natale) è la stagione dell'anno che mi piace di più. Quest'anno, complici tutte le bellissime zucche che si possono comprare qui e il fatto che a Vienna i piccoli lavoretti artigianali e le decorazioni sono ben considerate, ho arredato il mio appartamento come sognavo da anni! Vi posto quindi le foto delle decorazioni che ho messo un pò ovunque. Cliccandoci sopra potete vederle in alta risoluzione. La prima, la più grande è fra soggiorno e studio/camera da letto. E' uno spaventapasseri con delle zucche ai suoi piedi.


La seconda è il piccolo corvo/spaventapasseri che ho appeso all'ingresso del soggiorno sulla libreria:


E infine la decorazione su cui ho lavorato per davvero: la zucca decorata con sopra lo spaventapasseri che ho messo fuori dalla porta di ingresso (speriamo non me la freghino!!!):


Per dirvi come qui le cose costino poco, sapete quanto ho pagato per le tre figure di paglia (di cui la più grande è alta 50-60 centimetri), una scatola con una decina di colori acrilici e le formine di silicone per fare le uova al tegamino a forma di cuore/fiore/auto? 10,50 euro...

P.S.: Visto che il Blog sembra un pò lento nel caricamento, vedrò di eliminare qualcosa. Oggi o domani ci guardo e poi magari mi dite se la cosa migliora. ;-)
Ho anche risposto ai vostri commenti. :-)