venerdì 31 agosto 2007

Vocazioni cercasi

Girando per il web ho scoperto che il sito del monastero dei monaci trappisti di Frattocchie si pubblicizza tramite AdSense di Google (http://www.trappisti.org). Ora ho scoperto dove vanno i soldi delle donazioni dei fedeli e gli 8 per mille delle tasse destinati alla Chiesa Cattolica... :-P A parte ciò, ho letto la vita del monaco trappista. Sveglia alle 3 di mattina e da lì una serie interminabile di preghiere (stile monastero de Il Nome della Rosa) e alcune chicche che vi copio dal sito:

Dopo Sesta la comunità è riunita a refettorio per il pranzo, consumato in silenzio, in ascolto di una buona lettura.


Dopo una cena frugale...


Ora, una volta *nel medioevo* forse questa vita aveva senso. Ma al giorno d'oggi lo trovo un avvilimento dell'essere uomo. Queste levatacce assurde, le preghiera multiple che altro non sono che inni a Dio e a quanto l'uomo debba pentirsi (di cosa?), i pasti semplici e in silenzio, i lavori umili... insomma, questa è la chiesa medioevale trasportata ai giorni nostri. E poi cosa fanno? Le inserzioni pubblicitarie su Internet con Google perchè sono in crisi di vocazioni. Ci sarebbe da stupirsi del contrario se al giorno d'oggi fanno ancora queste cose.



Nel caso dovessi rinascere e decidessi di intraprendere la vita monastica, allora forse preferirei scegliere di entrare dai MONACI SHAOLIN (monaci guerrieri) che hanno una SCUOLA anche in Italia.

P.S.: Risposto ai commenti post precedente ;-)

6 commenti:

  1. in effetti sono un pò incoerenti...

    RispondiElimina
  2. Beh, effettivamente questa tecnologia unita a preistoriche tradizioni ... stona non poco ... però credo anche che chi scelga di vivere la sua vita in questo modo sia:
    1. totalmente folle
    2. totalmente felice e convinto di quello che fa

    Certe strade le puoi sopportare solo se hai, come hai scritto nel titolo, una vera vocazione.
    Probabilmente sono arrivati per scelta, per una delusione, perchè era li che dovevano arrivare, forse nemmeno loro lo sanno, però sono li ... e se non sei fatto per quella vita ... o scappi o ti ... diciamo che smetti di vivere, l'altra parola è bruttina da scrivere.

    Dai che è venerdì e tu avrai chissà quale meraviglia di dolce da mangiare e da propinarci tramite il tuo blog!
    Ciao Grissinen!

    RispondiElimina
  3. Al medioevo vuole portarci anche il capo supremo della nostra(???) chiesa:messa in latino,adesso riapre la questione delle indulgenze.
    Mah! tra un po'indicono un nuovo concilio di trento ed istituiscono il tribunale dell'inquisizione e l'indice dei libri proibiti...
    Non mi pare poi che i religiosi facciano questa vita tanto ritirata;la parrocchia vicino casa mia non ha celebrato le funzioni perchè il prete era in vacanza.mia madre,è andata nella casa di Dio e,l'ha trovata chiusa x ferie!!!

    RispondiElimina
  4. Avevo un'amica che con ogni probabilità ha deciso di vivere in un monastero di clausura.
    Era andata diverse volte in visita ad amiche che avevano giù fatto quella scelta ed ogni volta che tornava non faceva che parlava della vicinanza a Dio che sentiva in quel posto.
    Non posso dire nulla di quel posto perch: A) non mi ricordo il nome B) non ci sono mai stata.
    Però voglio dire che io sono _contro_ i monasteri di clausura. Sono contro i dettami di Gesù. Se c'è un posto dove servano le mani di questa gente è FUORI in mezzo alla strada, ad aiutare i poveri cristi, a sporcarsi le mani nella cacca degli altri.
    è FUORI che c'è bisogno di gente con le palle come quelle persone lì. Ammettetelo, ci vogliono palle per fare una scelta del genere..

    RispondiElimina
  5. Dobbiamo fondare una setta qua a Vienna. Che so avendo un dolce come divinità. :DDDD

    Adepti ne troveremo a iosa :D

    RispondiElimina
  6. Il problema è che le vocazioni oggi in essere si sono ridotte a puro interesse economico, in alcuni casi oggi ci si fa preti per essere coperti in certo qual modo nel commettere atti indegni....e mi fermo qui.

    Tuttavia non credo che una vita ascetica possa nuocere all'uomo, anzi è proprio oggi che avremmo bisogno di passare almeno una settimana all'anno in posti come questi per ritrovare noi stessi...l'importante che chi ci dà l'esempio non scantoni più di tanto..

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P