martedì 7 agosto 2007

Primo giorno di corso

Oggi prima giornata di corso di tedesco. Ieri però mi ero dimenticato di dire che salgo per la prima volta sul metrò per una cosa seria e track mi ritrovo dopo tre fermate il controllo biglietti in borghese!
:-D
Per fortuna ho fatto la tessera annuale. Se a Milano controllassero di più, forse avrebbero più soldi per far funzionare meglio i mezzi. Torniamo al corso di oggi. Ci hanno riunito in una una specie di aula magna e poi dopo aver fatto una breve introduzione al corso (tedesco-inglese-francese-spagnolo) ci hanno raggruppato e mandato nelle classi. La cosa incredibile e che secondo me TUTTI dovrebbero provare è il mixing di culture che ci sono in questi casi. Io ho in classe:
--3 giapponesine con cui mi piacerebbe molto parlare per sapere com'è lì da loro ma che parlano davvero poco inglese e lo capiscono ancora meno :-(
--2 turche: una sposata, islamica, con gonna e foulard e l'altra in pantaloncini e magliettina (evidentemente atea o cristiana). Alla domanda della prof. la prima ha risposto che aveva il foulard perchè era sposata... ma la secondo si è subito sentita in dovere di dire che "in Turchia non è obbligatorio metterlo" a sottolineare secondo me ancora una volta come la religione divide e non unisce. Marx quando disse che "la religione è l'oppio dei popoli" aveva perfettamente ragione.
--2 israeliani: uno dei due, il mio vicino, mi ha già detto che Vienna non gli piace perchè il tempo è troppo matto e cambia in brevissimo tempo dal bello al brutto tempo. Io ho pensato allora che benchè Israele e Gerusalemme dove lui abita saranno pure bellissimi, io avrei troppa paura di viverci a causa degli attentati e in generale del clima di guerra perenne che c'è. Per questi non basta un giacchino o un ombrello...
--una brasiliana (altissima)
--una indiana
--una indonesiana (sempre appiccicata con l'indiana)
--un croato che quando parla non si capisce nulla, qualsiasi lingua parli
--una colombiana venezuelana di Caracas (vedere commenti). Se ho capito bene è ingegnere industriale (?) e ha una parlata davvero pulita, probabilmente perchè senza inflessioni dialettali. Poi secondo me siccome parla spagnolo che è una lingua neolatina, comunque ha una "cantilena" simile all'italiano. Ci parliamo in inglese ma ho provato a chiederle se capiva quando parlavo in italiano lentamente. NO. MA COME?! Io quando ha provato a parlare spagnolo capivo tutto salvo qualche piccola parola!!! Shaindel: dimmi perchè!! Visto che ero l'unico senza i libri, dopo lezione sono andato a comprarli (25 euro). Ho visto che sono più o meno al livello degli altri. La lezione è piuttosto pesante perchè è fatta tutta in tedesco con eventualmente qualche parola in inglese se uno proprio non capisce nemmeno la spiegazione in tedesco. Dovrò darmi davvero da fare. Speriamo anche di fare amicizia e parlare con qualcuno dei partecipanti perchè mi piacerebbe tanto sentire parlare queste persone dei loro paesi lontani. Ora dopo il riposino vado a fare i compiti. Poi dovrei anche comprare un quaderno per domani...

10 commenti:

  1. In bocca al lupo per il corso di tedesco! Io stasera inizio il corso di Turco!:-)

    PS: un paio di piccoli appunti:
    1) Non è detto che se le ragazze turche si vestono in magliettina e calzoncini siano cattoliche o atee. Ti consiglio un giretto a Istanbul... :-)
    2) Caracas è in Venezuela non in Colombia! Non fare brutte figure con la sudamericana! ;-)

    RispondiElimina
  2. I mix culturali son sempre una cosa fuori di testa! :-D

    Io mi son trovata a far da prof di informatica a dei gruppi formati da:
    - pakistani
    - senegalesi
    - italiani (nord e sud)
    - capoverdiani
    - dominicani

    immagina un po'! :D
    ho persino dovuto rispolverare il mio francese!

    RispondiElimina
  3. oi ale, ma qui è toosta allora ? da impegnati più che puoi, sarà un agosto particolare ma...servirà...

    RispondiElimina
  4. una colombiana di caracas??? Ma Ale, mi vuoi far morire????!!!!!?????????

    Le colombiane non sono di Caracas!!!! Sono di Colombia!!!!!!! io, venezuelana, sono di Caracas...!!!!!
    (a meno che abitasse qui prima il che non mi sorprenderebbe perché ormai è un'invasione e qua il controllo immigrazione non funziona così bene come negli USA o in Europa)

    Chiarito sto piccolo particolare, ti spiego: la parlata dialettale non la troverai mai visto che qua da noi i dialetti non esistono... può darsi che l'accento cambi un pochino, ma si parla sempre la stessa lingua.... Poi, mi risulta strano che lei non abbia capito l'italiano..! Come hai già detto, l'italiano e lo spagnolo sono lingue neolatine e se vengono parlate piano si capiscono abbastanza... Per me ci sono due possibilità: o lei è negata per le lingue (poverina se dovrà imparare il tedesco) o magari è il tuo modo di parlare (ci sono alcuni accenti italiani che io non riesco a capire) :-P visto che non ti ho mai sentito parlare, non saprei dire...

    Ps: Caracas non è in Colombia :'(

    Baci

    Shaindel

    ps: grazie LCL

    RispondiElimina
  5. @lcl: ah sì? Quindi esistono delle mussulmane che si vestono così all'occidentale?! Illuminami!
    :-)
    Tu non sei lì in Turchia?
    @LCL & Shaindel: scusate, è stato un errore di stanchezza. Son molto stanco in questi giorni e ho scritto il post mentre mangiavo e stavo crollando per il sonno (infatti poi sono andato a fare un riposino fino alle 16.30). Non so perchè mi sia uscita la Colombia... boh!! Comunque lei è venezuelana di Caracas!
    :-D
    @Nemuriko: magari facessero lezione in francese! A Milano quando andavo a lavorare ascoltavo le lezioni di tedesco in francese senza alcun problema. L'inglese invece mi costa un impegno extra!
    @Shaindel: scusaaaaa. Sei svenuta quando hai letto? E io che avevo appunto postato prima possibile per farti sapere che c'era una tua concittadina al corso!! Pensa che a lezione sono apposta andato a chiederle di quale città era pensando a te! ;-) (speriamo che Luce non legga altrimenti si agita!). No, io non ho un accento forte. Di solito accenti particolarmente difficili da capire (anche per un italiano se molto forti) sono quelli del sud Italia e quello toscano. Anche l'accento veneto è un pò difficile secondo me. Boh, forse non aveva voglia di impegnarsi. Quando mi ha detto due frasi in spagnolo non ho proprio avuto alcun problema a capire. Sicuramente devo impegnarmi di più se mi parla in inglese.

    RispondiElimina
  6. Ops Stefigno, sei finito stritolato fra Nemuriko e Shaindel.
    :-P
    Sì, secondo me sarà un pò dura. E' anche vero che uno non fatica mai per nulla, soprattutto in questi casi. Spero tanto che un tedesco decente mi aiuti a trovare un lavoro di buon livello, con equivalente stipendio e quindi in definitiva vivere bene nella mia tanto sognata casetta col giardino ;-) dove ci voglio coltivare tante zucche!!
    :-P

    RispondiElimina
  7. hehehe quasi quasi svengo :-) ma soltanto per questo
    "E io che avevo appunto postato prima possibile per farti sapere che c'era una tua concittadina al corso!! Pensa che a lezione sono apposta andato a chiederle di quale città era pensando a te!" sei perdonato :-)
    Hehehe si vede che eri proprio stanco :-) Chiedile (se puoi) la zona dove abitava qua a Caracas... Sono proprio curiosa... È strano che lei non riesca a capirti... almeno dovrebbe essere in grado di cogliere qualche parola visto che ce ne sono molte simili..! Poi, se entri in confidenza con questa ragazza, fatti preparare le arepas da lei :-) Altrimenti dovrai aspettare fino all'estate prossima che ci vediamo a Venezia :-P

    Baci

    RispondiElimina
  8. ps: se un giorno mai ti vedrò online, ti chiamo :-P così mi tolgo la curiosità :-)

    RispondiElimina
  9. Mentre rientravo pensavo alla tua prima lezione.
    Vedo che è andata bene, ambiente multietnico ma anche molte donne ;)

    Buona continuazione.

    RispondiElimina
  10. @Shaindel: Vedrò se si riesce a parlare. Magari si riesce a organizzare una qualche serata fuori con tutta la classe.
    Telefonarmi? Argh!
    @Il Mari: sì ma la cosa che mi sono dimenticato di dire è che la maggior parte sono SPOSATE! Una ha addirittura due figli. Quelle non sposate sono giovanissime (una delle giapponesi ha 19 anni).

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P