domenica 22 luglio 2007

Pane viennese

Una cosa che sicuramente qui è migliore e costa meno rispetto a Milano è il pane. Le panetterie sono letteralmente ovunque e vendono ogni tipo di pane e torte. Molte sono aperte anche la domenica mattina, alcune anche il pomeriggio dato che magari sono turche e chiudono un altro giorno. Insomma, il pane e la pasticceria fresca (tipo i krapfen!!) a Vienna non sono assolutamente un problema. Ma la cosa grandiosa è che io prendo una mezza forma di pane (ai semi di zucca, ai cereali, ecc.) e pagando circa 2,50 ho pane fresco per almeno 3-4 giorni quando a Milano con 1 euro compravo si e no 3 bocconcini. Infatti le pagnottone di qui non si seccano facilmente e il pane rimane sempre morbido, fragrante e profumato. Stamattina per colazione ho preso una fettona di pane ai semi di zucca con burro, mezzo bicchiere di succo d'arancia fresco e un bicchierone di latte. Quello che fino ad ora non ho trovato granchè, sono i bretzel di cui vado pazzo. Dovrò sperimentare un pò di panetterie per vedere dov'è meglio. Altrimenti rimangono sempre quelli surgelati da cuocere al momento nel forno. Alcuni indirizzi di panetterie:
http://www.felberbrot.at
http://www.ankerbrot.at (con filiali in tutte le stazioni del metrò)
http://www.stroeck.at

4 commenti:

  1. Solo complimenti x il blog
    e x la bella persona che intravedo dal profilo.
    Saluti,

    Maria, Milano

    RispondiElimina
  2. ...proprio ora che sei andato a vienna!!!
    Attenzione a non ingelosire Shaindel ;)

    (Scherzo ovviamente)

    RispondiElimina
  3. :-D
    Io e Shaindel siamo in comunicazione telepatica continua.
    ;-)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P