martedì 31 luglio 2007

Giorni precedenti

Ma qui (sul web) vanno tutti in vacanza?! Mi sembra ci sia una generale apatia... Dunque, i giorni precedenti, come ho detto è stato un gran casino. Sono andato all'Ikea dove ho comprato un pò di roba per terminare la casa: il tavolino porta (secondo) PC, la lampada per il soggiorno e per la camera, un appendiabiti e le tende oscuranti per le finestre. Poi da Saturn ho comprato la lavatrice (sigh, 470 euro...) e poi il microonde.Quest'ultimo è bellissimo. Ho preso una marca austriaca di nome SILVA (le istruzioni sono solo in tedesco!! Ma per fortuna mia mamma mi ha aiutato nella traduzione). E' completamente digitale, in acciaio, con grill. Prezzo: 79 euro. Poi siamo passati da Möbelix e ho preso il carrello per la cucina.
L'altro ieri ho provveduto a montare le tende oscuranti perchè qui non esistono persiane, al massimo tende pesanti. ARGH. Fino a 2 giorni fa la sveglia alle 5.30-6 del mattino era assicurata. I soffitti sono altissimi e il kit Ikea non il massimo visto che prevedeva dei sostegni di plastichetta. Con l'aiuto di mio papà ci ho messo la bellezza di 3 ore su una scala a mettere su tutto. Ora di notte e di mattina si riesce a dormire e stamattina mi sono finalmente svegliato alle 7.30 ma la fatica è stata davvero da esaurimento. Ieri mattina altra noia burocratica, in pratica il "permesso di soggiorno". Non è proprio tale in quanto sono cittadino UE ma bisogna comunque presentare il passaporto, tessera sanitaria e documentazione dei propri soldi in banca. Pomeriggio invece sono andato al Kika dove, ridete pure, sono andato a prendere un porta carta igienica e scopino da mettere in bagno. I precedenti dire che erano della mutua erano fargli un complimento. Sono poi passato in posta per il bollettino canone TV (aaaaaaah) e ho fatto la spesa. Ecco... sembra nulla di eccezionale ma è stato tutto molto stancante e di tempo per me non ne è praticamente rimasto... alla sera mi sono però consolato coi miei in una birreria con un piatto di Gulash che qui a Vienna è piatto comunissimo (esiste persino il ristorante-museo del Gulash!) e un Mohr in Hemd ! (la versione che si usa qui è quella con salsa di cioccolato).

lunedì 30 luglio 2007

Casa

Altra settimana di passione... sto cercando di finire definitivamente la casa: lavatrice, microonde, tende oscuranti, appendere le varie cose (incubo!). Insomma, appena finisco e ho un attimo di respiro vi racconto.

giovedì 26 luglio 2007

Gara fra supermercati

Ormai son qui da quasi tre settimane e mi sembra di aver ormai capito dove e cosa conviene comprare per mangiare ogni giorno. Primo in classifica, supermercato col miglior rapporto qualità/prezzo/vicinanza a casa:
HOFER
poi senza dubbio il
MERKUR
che è più caro ma offre una scelta di prodotti davvero invidiabile con prodotti da tutto il mondo. Ci trovo persino le cose originali dal Giappone che uso per fare il sushi.
Per la vicinanza a casa, per alcuni prodotti può anche andar bene il:
PENNY
Ogni tanto vado anche da:
EUROSPAR
Mia sorella per esempio va dal BILLA ma io non mi trovo per nulla bene ne come prezzi ne come assortimento. Ho fato anche un giretto da PLUS ma non mi ha convinto, mi sembra più caro del Hofer senza averne la qualità.

Voi direte: ma cosa ce ne frega? Beh, volevo essere d'aiuto a chi viene qui a Vienna e deve orientarsi per fare la spesa! E poi così ora sapete quali supermercati ci sono qui! Ah... devo dire che prima di scrivere li ho girati tutti almeno due volte? :-P

P.S.: L'altro giorno al Merkur mi sono sconvolto. Oltre alla solita favolosa selezione di formaggi da tutto il mondo, davvero grande, hanno anche un banco frigo completo di formaggi tagliati a fette!! Anche quelli di tutti i tipi e penso si usino per fare i panini. Efettivamente non è una cattiva idea. Oggi con cosa mi faccio il panino? Con la scamorza o il formaggio di montagna o la Fontina... tac, pronto da inserire in un succulento panino (qui il pane come ho detto è avvero buonissimo).

mercoledì 25 luglio 2007

Divano

Oggi mi hanno finalmente consegnato la struttura del divano che IKEA (o DHL) avevano dimenticato. Peccato che, così facendo, o aspettavo il 1° agosto per farmelo montare (servizio per cui avevo pagato) oppure toccava a me montarlo se lo volevo subito. Così oggi ho saltato la pausa pranzo (!) e l'ho montato. Che fatica. Ho la schiena a pezzi. E ora devo andare a mangiare, comprare la piantina e fare la crostata per la mia vicina che stamattina mi ha suonato per darmi i pacchetti di Amazon.de che avevano consegnato ieri mentre ero fuori casa. Mi sembra molto carina. Mora. Solo che... è altissima!!!

P.S.: Notate la temperatura che c'è qui oggi dopo pranzo: 22°C
:-)
Certo che d'inverno mi sa che farà davvero freddo. Devo munirmi di passamontagna, colbacco, guanti e mutandoni alla Fantozzi per tempo!

martedì 24 luglio 2007

I veloci ribaltoni climatici viennesi

Venerdì scorso c'erano 38°C con umidità 60% e anche qui nella nordica Vienna si boccheggiava un pò (niente a che vedere con Milano comunque). Oggi, son sicuro farò un pò di invidia a chi mi legge da Milano, mi son svegliato con un cielo grigio e il solito vento forte che ovviamente contribuisce non poco alla sensazione di fresco. Mentre andavo a prelevare i soldi ho pensato addirittura di tornare a casa a prendermi un giacchino. E' stata una mattinata intensa dove ho cercato di inserire più cose possibili avendo timbrato un biglietto giornaliero (3,20 euro l'uno nel carnet da 8). Ho preso un casino di mezzi e sono stato ancora una volta impressionatissimo dell'efficienza ma soprattutto dalla FREQUENZA con cui passano i mezzi pubblici. Sfighe a parte (ossia quando arrivi alla fermata e vedi che il mezzo ti fa "ciao ciao") mediamente non si aspetta la S-Bahn (tipo ferrovia o tipo passante) più di 7-8 minuti e 3-5 minuti gli altri mezzi. E questo anche in luglio dove c'è l'orario estivo. Sì, migliore di quello invernale di Milano!!!! Insomma, uno pensa "Dunque devo fare questo e quello" e BING è arrivato il tram o il treno o l'autobus. Ho poi calcolato il tempo medio a stazione per la metropolitana U3: nemmeno 2 minuti a fermata e in 20 si va dalla parte opposta della città. Davvero impressionante. Comunque stamattina ho provveduto a:
-pagare il corso di tedesco con l'apposito modulo e chiesto due info alla mia banca
-andato a vedere un negozio di casalinghi per le posate (ho preso solo un salino)
-fatto l'abbonamento annuale dei mezzi pubblici: 450 eurooooooo ARGH!!! Però come detto, i mezzi pubblici viennesi sostituiscono tranquillamente la macchina, sono efficienti e circolano anche di notte. Devo ancora verificare come funziona con le linee notturne anche se io non sono un tipo che gira alle 3 di notte! Un ottimo extra dell'annuale, almeno nel mio caso, è dato dalla possibilità di portare la mia dalmata gratis sui mezzi pubblici insieme a me. Altrimenti costava 90 centesimi ogni volta. Sabato e domenica sulle 5 metro e le S-Bahn potrei portare gratis anche la bicicletta (che per ora non ho). Infine mi hanno dato un carnet con degli sconti in diversi locali pubblici, per lo più ristoranti. Per fortuna non è il solito carnet inutile ma ho già visto due posti dove volevo andare e dove quindi presenterò il buono. Ho poi finalmente comprato il timer per la cucina (10 euro) da Saturn dato che il forno non ha timer e se metto a cuocere qualcosa rischia di cuocermi troppo o troppo poco se non mi annoto subito il tempo. Ultima cosa, ieri parlavo di KRAPFEN e avendo visto che le panetterie della catena DerMann hanno una serie di Krapfen speciali, ho voluto provare il KRAPFEN AL NOUGAT (crema nocciola e cacao) ricoperto di nocciole tritate. Non è malaccio ma francamente pensavo di meglio. La pasta è ottima ma non mi ha convinto la crema dentro. Sarebbe stato una favola con dentro la crema NOVI, a mio parere una delle migliori creme sul mercato anche solo a vedere gli ingredienti di cui è fatta. Vi farò sapere quando provo gli ALTRI TIPI DI KRAPFEN!

P.S.: qui ha cominciato a piovere ininterrottamente dalle 14.00...

lunedì 23 luglio 2007

Un krapfen al giorno...

Solo perchè sono un pò troppi chili sopra il mio peso forma ma... come si fa a resistere a un Krapfen al giorno quando vedi che ti aspetta buono, fresco e invitante nelle almeno 3-4 panetterie-pasticcerie sotto casa?!

domenica 22 luglio 2007

Pane viennese

Una cosa che sicuramente qui è migliore e costa meno rispetto a Milano è il pane. Le panetterie sono letteralmente ovunque e vendono ogni tipo di pane e torte. Molte sono aperte anche la domenica mattina, alcune anche il pomeriggio dato che magari sono turche e chiudono un altro giorno. Insomma, il pane e la pasticceria fresca (tipo i krapfen!!) a Vienna non sono assolutamente un problema. Ma la cosa grandiosa è che io prendo una mezza forma di pane (ai semi di zucca, ai cereali, ecc.) e pagando circa 2,50 ho pane fresco per almeno 3-4 giorni quando a Milano con 1 euro compravo si e no 3 bocconcini. Infatti le pagnottone di qui non si seccano facilmente e il pane rimane sempre morbido, fragrante e profumato. Stamattina per colazione ho preso una fettona di pane ai semi di zucca con burro, mezzo bicchiere di succo d'arancia fresco e un bicchierone di latte. Quello che fino ad ora non ho trovato granchè, sono i bretzel di cui vado pazzo. Dovrò sperimentare un pò di panetterie per vedere dov'è meglio. Altrimenti rimangono sempre quelli surgelati da cuocere al momento nel forno. Alcuni indirizzi di panetterie:
http://www.felberbrot.at
http://www.ankerbrot.at (con filiali in tutte le stazioni del metrò)
http://www.stroeck.at

sabato 21 luglio 2007

Insalata di patate

Ho fatto la lista delle cose da fare ed è ancora chlometrica! Intanto stamattina dopo aver fatto colazione e finito la lista ho fatto la spesa al mercato. C'è tanta roba bella per esempio i funghi, finferli in particolare, che sono venduti a prezzi abbordabilissimi. Peccato che essendo da solo non avevo voglia di mettermi a fare il sugo da congelare (non ho neanche la passata di pomodoro a essere sincero). Così ho preso le zucchine, le prugne e ho resistito a more e lamponi. Ho poi preso la pistola a colla per fissare il cavo di rete agli zoccolini (la prima volta che sono andato di chiodini per poco non ho allagato la casa, SIGH, due giorni dopo l'arrivo!!). Poi ho finito con la salsa allo yoghurt per l'insalata (in attesa dell'olio italiano) e poi un pò di altre cose fra cui yoghurt e IL DADO che mi ero dimenticato già altre due volte. E' proprio un articolo che non compro solitamente. Son poi venuto a casa,portato giù la mia dalmata, mangiato e fatto un breve risposino. Ora son su le patate per il pranzo di stasera: insalata di patate con wurstel!
:-)
Ecco la ricetta svizzera di mia mamma (versione pastosa) mentre qui a Vienna la fanno tutta acquosa e con molto aceto che non mi piace per nulla.
500 g patate: lavarle, farle cuocere, scolarle, sbucciarle, tagliarle a
fettine. Quando sono ancora calde bagnarle con 1 dl circa di brodo di carne. Quando sono fredde condirle con una salsina a base
di:
1/2 cucchiaio di senape
sale
1 cucchiaio di aceto
1 cucchiaio d'olio
2 cucchiai di maionese

Io ho aggiunto poi prezzemolo e wurstel.

P.S.:
Ferrovie: sciopero di 24 ore dalle 21 di oggi

venerdì 20 luglio 2007

Ristoranti italiani a Vienna

In tutto il mondo ci sono ristoranti pseudo italiani che cercano di imitare più o meno bene la cucina italiana. Anche Vienna non fa eccezione, anzi! Ecco alcune voci che si possono leggere nei menù di questi ristoranti:

PIZZE

Prima Vera (Primavera)
Trittano di Carne (Tritato di Carne ossia Pizza al ragù! Ebbene sì, qui esiste)
Tri Colore (Tricolore)
Casalinga (con pomodoro, mozzarella, prsciutto, salame, cipolle e, anche qui, Fleischsauce ossia ragù)
Mafiosi (OMG! con prosciutto, speck, salame, cipolla, aglio e peperoni piccanti tutti tritati finemente)
Al Capone (giusto per rimanere in tema...)
Con Ventura (Eh?! La prima pizza dedicata a Simona Ventura! pomodoro, mozzarella, prosciutto, broccoli, gorgonzola e cipolle)
Cipollo (Cipolle)
Carcionfini (Carciofini)
Frutti di Mari (Frutti di Mare)

Poi ci sono ovviamente pizze con nomi totalmente sconosciuti e creazioni assolutamente nuove come la pizza al Kebab (molti ristoranti pseudo italiani sono gestiti da turchi).


PASTA

Alolio (Aglio e olio)
Arabiatta o Arabiata (all'arrabbiata)
Al-Funghi (ai funghi)
Fruti di mare (Frutti di mare)
Penne Secco (Penne con pomodori secchi, rucola e grana)
De Nero (con calamari, zucchine, cipolle e salsa di pomodoro)

ALTRE PORTATE


Crespelle alla Bolornese (Bolognese)
Insalata mista con Picorino (Pecorino)
Piccata Milanese (scaloppina) con spaghetti al pomdoro
Maroni gelati (purè di castagne, gelato alla vaniglia e salsa al cioccolato, buonissimo ma non si usa in Italia!).

:-D

giovedì 19 luglio 2007

Al solito

SAN GIULIANO DI PUGLIA (Campobasso) - Alle 10,32, nell'ora esatta in cui il 31 ottobre 2002 un terremoto causò il crollo della scuola elementare provocando la morte di 27 alunni, si sono trovati attorno ad un bracere acceso. E lì hanno dato fuoco alle loro schede elettorali, in segno di protesta per la sentenza che ha mandato assolti tutte e sei le persone imputate per omicidio colposo. Sono i famigliari delle giovani vittime che in questo modo hanno voluto esternare la loro delusione per l'esito processuale della vicenda.


Al solito. In Italia nessuno ha mai la responsabilità di niente.

mercoledì 18 luglio 2007

Pettine

Per la serie... mille piccole cose da comprare, può un pettine costare 4,10 euro?!
Ebbene sì. Vero che l'ho comprato in un negozio con articoli per parrucchieri (mai visto a Milano...) e che non è di plastichetta ma di un materiale speciale ed è fabbricato in Germania anzichè in Cina. Ma 4,10 euro sono sempre 4,10 euro!! Comunque ho avuto la dimostrazione che non è detto che chi poco spende, meno spende. Ho comprato una forbice per la cucina a 1,30 euro e aperta la confezione sul retro era tutta rovinata (tipo muffa collosa sopra). OK, potrei portala indietro ma poi va a spiegare il tutto in tedesco. Nota positiva: qui vicino c'è un negozio di cose italiane che ha la toma Rocchetta che è uno dei miei formaggi preferiti e non mi sembra costi nemmeno carissima. Domani passo a controllare meglio.

martedì 17 luglio 2007

Giornata di fatica e di acquisti

Rieccomi! Sono letteramente sommerso di cose da fare. Ormai le cose grosse mi sembrano siano quasi finite ma mi mancano tutte quelle cose piccole che però sono importanti nella vita di tutti i giorni. Oggi per esempio mi sono comprato le pantofole. Buffo ma era una settimana che andavo con quelle che danno in omaggio negli alberghi ed erano in uno stato pietoso ovviamente. Ho rimediato con un paio di Crocs comprate al Crocs-Store qui a Vienna (incredibile ma c'è addirittura un Crocs Store qui alla Mariahilferstrasse 142!). Ho poi comprato le pentole. Già perchè per la pasticceria avevo molte cose ma per la cucina nulla. Ho deciso di prendere qualcosa di buono che mi duri nel tempo. Per 99 euro ho preso un kit di cinque pentole della WMF. E' un set semplice ma mi sembra di ottima qualità: ha il fondo spesso, e la pentola può andare anche in forno (senza il coperchio).Poi ho completato il set prendendo una bella padella antiaderente, anche lei pesante e resistente (almeno spero) e una palettina per girare le cose che essendo parecchio larga, secondo me è davvero ottima. Infine oggi pomeriggio ho preso delle piccolezze e la lampada per il comodino (in saldo a 5 euro!). Mi manca la lavatrice e le posate. Per la lavatrice sono un pò limitato dallo spazio quindi praticamente posso scegliere solo fra due modelli di marche diverse. Per le posate, mi sa che andrò ancora su MWF. In fondo sono belle e dovrebbero essere una cosa che dura a lungo quindi vale la pena di spendere per qualcosa di bello e che piace (stima: circa 140-160 euro x servizio da 12). Per Internet ho dovuto comprare anche un router (40 euro) se no ero limitato a un solo PC e non ci potevo attaccare il telefono. Dopo aver penato a lungo coi menù in tedesco, son riuscito a configurare il router e ora ho pure il telefono VoIP sempre on-line come un telefono tradizionale! :-)))

P.S.: Ho risposto ai commenti dei giorni scorsi! :-P
P.S.2: Appena riesco a ricavarmi un pò di tempo libero, passo a farvi visita sui Blog: ho un pò di arretrati! :-P
P.S3: Temperatura oltre i 36° ma per fortuna non così umido come a Milano. Si soffre ma si resiste. In casa poi si sta abbastanza tranquillamente anche perchè di notte la temperatura crolla di almeno 10°C.

lunedì 16 luglio 2007

Grissinen is back on line!

Cucù! Mi hanno dato l'accesso a Internet meno di un'ora fa!! Ho così tante cose da fare che non so da che parte voltarmi. Comunque in questi giorni di assenza ho:
-fatto un salto in Svizzera a salutare i parenti
-comprato un paio di pantaloni della Columbia in saldo a 30 euro (ottimi e comodissimi)
-sono arrivato a Vienna domenica 8
-lunedì ho ordinato i mobili dall'Ikea. Doppio percorso completo di corsa per ordinare prima possibile e avere la consegna di mercoledì (ero esaustoooooo).
-martedì sono andato al consiglio di zona per dire che "esistevo" :-P e sono andato a prenotare la connessione Internet. Purtroppo non ho potuto farlo telefonicamente per un casino dell'inquilino precedente. Inoltre ho dovuto scegliere Chello (via cavo) e non Tele2 (ADSL) perchè con Tele2 bisognava mettere prima la linea Telekom Austria e solo DOPO chiedere la connessione a loro con conseguenti costi di allacciamento a Telecom e attesa fino a 6 settimane. Con Chello la connessione me l'hanno data in pochi giorni anche se pur costando uguale è limitatissima: infatti è più o meno una ADSL a 1 Mbit con un solo IP dinamico, per i più legato al Mac Address del PC) e 5 Gb. massimo di trasferimento dati al mese (dopodiché diventa una connessione 56K argh!) il tutto per 20 euro al mese.
-mercoledì sono arrivati i mobili. Mancava il tavolino del PC secondario che Ikea non aveva a magazzino. Poco male, era il pezzo meno importante di tutto l'ordine.
-giovedì mi hanno montato i mobili (in due montatori che lo fanno tutti i giorni ci hanno messo 5 ore... non oso pensare se lo avessimo fatto io e mio papà!).
-sempre giovedì montando i mobili si sono accorti che fra i pezzi mancava una parte del divano così questa settimana spero me la consegnino (mi devono contattare)
-venerdì ho fatto la spesa, comprato l'aspirapolvere, stampante multifunzione, tastiera e i vari attrezzi per pulire e ho cominciato a pulire la casa
-sabato mattina sono andato a cambiare la tastiera tedesca che avevo preso a Mediamarkt (Mediaworld) che nella fretta avevo scelto con attacco PS/2 anzichè USB, poi sono andato a cercarmi un paio di pantofole, leggasi CROCS ;-) ma senza successo. Sembra che anche a Vienna la Crocs-mania impazzi come nel resto del mondo eccetto l'Italia, e non se ne trovano più in giro. Peccato perchè in Svizzera le avevo tranqillamente trovate ma stupidamente non le avevo prese. Alla peggio le ordino su Internet sul sito ufficiale www.crocs.eu .
-sabato pomeriggio/sera ho finito di pulire la casa
-domenica faceva un caldo terribile anche se comunque la casa è fresca perchè è vecchia e ha i muri grossi e in più il caldo viennese non è come quello milanese, allora ho cincischiato in casa e ho fatto la mia prima torta (crostata di ricotta e cioccolato) con mezzi di fortuna. Il forno funziona, forse troppo, per cui la torta è stata lì lì per bruciare. Salvata all'ultimo momento ma la pasta frolla è troppo cotta per i miei gusti. In compenso la lavatrice lasciatami in regalo, si fa per dire, dall'inquilino precedente non funziona. Così mi tocca spendere ancora almeno 360 euro per una nuova che dovrà avere la carica dall'alto per esigenze di spazio. Devo fare ancora tantissime cose. Mi mancano molti oggetti e parti di arredamento. Quindi via in questi giorni a comprare quello che manca e a cercare le Crocs (son senza pantofole :-( ). Grazie a tutti per quello che mi avete scritto nel post precedente o in privato. Appena ho un attimo vi rispondo subito!! :-)) Per ora un salutone da Vienna! A breve comincerò anche a documentare le cose che ci sono qui. ;-)

martedì 3 luglio 2007

Trasferimento in corso!

E' con grande piacere che si annuncia che:

Grissino si sta trasferendo a Vienna!


Per i prossimi 45 giorni l'aggiornamento del Blog avverrà a seconda della disponibilità di una connessione internet di emergenza. Quando la nuova casa di Grissino sarà dotata di ADSL, gli aggiornamenti torneranno ad essere quotidiani. A prestoooooooooo!!

domenica 1 luglio 2007

Intervista a Grissino

Sto facendo gli ultimi bagagli e completando le ultime cose prima della partenza!
:-P
Ho notato che le domande di amici, conoscenti e colleghi di lavoro a proposito della mia scelta sono sempre le stesse. Quindi a tutti voi che mi state leggendo, regalo una bella intervista virtuale! ;-)

D: Grissino, perchè ti trasferisci a Vienna?
R: Perchè son stufo di Milano, della sporcizia, della delinquenza, del traffico, del poco verde, dell'inquinamento e dei prezzi assolutamenti spaziali. Il mio lavoro non mi forniva più nuove conoscenze e stimoli. Sono stanco di come funzionano le cose in Italia. Lo stato poi non ti tutela, il mercato del lavoro è uno schifo, gli stipendi sono bassi, la meritocrazia un sogno e ci sono scioperi quasi settimanalmente. Basta?

D: Ma dai, come si dice sempre, tutto il mondo è paese!
R: Dici? Allora in base a questo luogo comune possiamo tranquillamente paragonare l'Italia a un paese del terzo mondo, no? :-P E' vero che l'uomo è uomo ovunque e il marcio non si può eliminare. Bisogna vedere però in quali quantità è presente. Non è vero che la vita è uguale ovunque. Ad ogni modo Vienna è stata classificata come la città della Comunità Europea dove la qualità della vita è più alta e a livello di tutta l'Europa è la terza città (ai primi due posti ci sono Zurigo e Ginevra).

D: Ma un cambiamento del genere non ti spaventa?
R: No. Ho fiducia in me stesso. Ho già fatto un cambiamento radicale in passato col mio lavoro e ne sono ancora pienamente convinto e soddisfatto. Ho fiducia che anche questo cambio di vita generi soddisfazioni che ripaghino ampiamente lo sforzo fatto.

D: E i tuoi amici? I parenti? I tuoi genitori?
R: I miei genitori hanno anche loro intenzione di trasferirsi prossimamente a Vienna. I miei amici verranno a trovarmi a Vienna dove troveranno ospitalità e ottimo cibo. Ho già le prenotazioni ;-) Vienna è una città molto turistica. Quanto ai parenti, ne ho pochissimi e già non li vedevo mai stando a Milano (sono quasi tutti all'estero o fuori Milano).

D: Hai già trovato lavoro?
R: No, prima voglio imparare decentemente il tedesco e rinnovare le mie certificazioni Microsoft. Poi, cavandomela in quattro lingue, con le certificazioni Microsoft e una discreta esperienza lavorativa anche internazionale, spero di trovare un buon posto. Così la casetta col giardino si farà sempre più vicina! :-P

D: E la casa?
R: Già tutto (quasi) a posto. Mancano i mobili di camera e soggiorno (spero di averli in una decina di giorni) e la connessione Internet. Con l'elettronica (PC, telefonino, TV, ecc.), intrattenimento (libri, CD, DVD, ecc.), materiale di pasticceria sono a posto, il resto provvederò a comprarlo sul posto. E' il vantaggio dell'andare per la prima volta a vivere da solo.

D: E la tua dalmata?
R: Verrà su insieme a me.

D: Continuerai a scrivere qui sul Blog?
R: CERTO!!! Anzi, secondo me vi divertirete ancora di più a leggerlo. ;-) Non appena mi metteranno l'ADSL, ricomincerò a scrivere. Orientativamente dovrei ritornare on-line entro ferragosto. Tuttavia, aiutato magari da qualche internet point, vi posterò brevi aggiornamenti a cadenza settimanale.

D: Ma non pensi che ti possa venire nostalgia dell'Italia?
R: No. Non mi sono mai trovato bene qui in Italia. Gli anni scorsi quando andavo a Bolzano, mi sentivo a casa mia. Vi dice niente questo? :-P Poi a Vienna si trova proprio di tutto. L'ultima volta ho trovato perfino la BURRATA importata dall'Italia. Alla peggio, in circa 7 ore di treno mi faccio un giro a Venezia. ;-)

D: Vai in vacanza?
R: No, non lavorando, ho pochi soldi, preferisco spenderli per un corso di tedesco. E poi devo scoprire gli angoli nascosti e le delizie di Vienna!! Non è vacanza questa?

D: Hai paura di qualcosa?
R: Penso che lingua e il lavoro alla fine si sistemeranno. L'unica cosa che mi preoccupa un pò sono le zecche che in Austria sono piuttosto comuni e trasmettono malattie anche mortali. Tutti i viennesi si fanno vaccinare. Lo farò anche io al più presto. E cercherò di stare particolarmente attento. Ovviamente sto parlando di quando uno va fuori Vienna in campagna o nei grossi parchi della città in mezzo all'erba alta. L'inverno so già che sarà molto freddo. Pazienza, ridurrò le attività all'esterno al minimo indispensabile e speriamo che la salute mi assista :-)

D: Quali obiettivi ti sei posto?
R: Diversi, ecco i principali:
-imparare al più presto il tedesco
-aggiornare le mie certificazioni Microsoft
-trovare un buon lavoro
-dimagrire malgrado le delizie infinite che si trovano in questa città
-comprarmi una casetta con giardino
-vivere in modo meno frenetico
spero inoltre che la mia salute migliori. Ma questo purtroppo dipende più dal mio organismo che dalla mia volontà.

D: Quando parti esattamente?
R: Ho alcune commissioni da fare ma posso dire che ufficialmente lascerò l'Italia nella giornata di mercoledì 4 luglio. E' anche l'Indipendence Day negli Stati Uniti e forse la mia partenza non poteva coincidere con un giorno migliore!

D: Hai un'ultima cosa da dire ai lettori del tuo Blog?
R: Certo! Che mi ci sono moltissimo affezionato. Anche virtualmente, ognuno di loro ha i propri pregi e difetti, le proprie caratteristiche uniche e inimitabili. Mi mancheranno molto nel blackout di connessione che avrò a breve. Ma li penserò spesso e spero di tornare quanto prima a leggere i loro Blog. Fin d'ora dico a tutti loro: se passate da Vienna, scrivetemi che andiamo a mangiare qualcosa di buono insieme!! E durante il blackout, raccoglierò un pò di delizie che poi posterò una volta tornato on-line. In ogni caso, spero di postare almeno una volta alla settimana gli aggiornamenti da Vienna. Stay tuned!