martedì 20 febbraio 2007

Nostalgia canaglia

Ogni tanto mi sento per e-mail con quel mio amico che si è trasferito in Arizona due anni fa. Ieri sera abbiamo parlato di due o tre cose e poi lui mi ha detto che gli è venuta una tremenda nostalgia dei dolci italiani. Già a Natale gli era venuto il "magone da Panettone" (LOL), seguito ora dal "magone da Chiacchiere di Carnevale" dato che sua moglie dall'Italia ha avuto la grandiosa idea di scriverli un sms con scritto "mi sto ingozzando con delle favolose chiacchiere". Ho così deciso di vedere se riuscivo a trovargli qualche negozio di prodotti italiani, almeno on-line, dove potesse togliersi qualche sfizio (a caro prezzo ma questo era ovvio, vale per tutti i prodotti importati). Purtroppo il panorama è stato non desolante ma ULTRA desolante. Provate voi stessi a dare un'occhiata all'assortimento di questi negozi on-line:
http://www.fornobravo.com
http://www.gustobene.com
http://www.usa.nasoegola.com/
http://www.salami.com
http://www.agferrari.com
Di certo in un negozio di un qualche quartiere italiano (penso per esempio New York o Philadelphia) si troveranno molte più cose. A Pittsburgh ho visto personalmente un bel pò di prodotti italiani compreso uno dei miei formaggi preferiti ossia il piemontese Rocchetta. Però mi sa anche che negli stati del nord est la situazione negozi è nettamente migliore rispetto a quella del sud o dell'ovest e il mio amico sta in Arizona dove credo sia più facile procurarsi una pistola rispetto a un Panettone ;-P
Così purtroppo, come mi ha detto lui stesso, dovrà resistere fino ad aprile quando verrà di nuovo qui a Milano. Mi aggancio alla sua nostalgia per alcuni cibi italiani per parlare delle MIE nostalgie che ho adesso e che avrò a Vienna. Qui in Italia ho nostalgia delle salsicce, dei dolci, dei latticini, del pane, degli spaetzli e di piatti a base di carne e contorni che si trova nei paesi di lingua tedesca. A Vienna probabilmente non avrò grandi nostalgie dato che si trova praticamente tutto anche se magari a prezzi più cari. Se proprio vogliamo tirare fuori qualcosa, direi la pizza ma probabilmente cercando bene (e quando mi intestardisco, sono davvero testardo) una buona pizzeria la riesco a far saltar fuori. Farò poi grandi scorte di Parmigiano (che si trova ma è più caro). Sicuramente mi mancheranno anche le tome e i tomini piementosi da avvolgere nello speck ma non ne sono sicuro. Probabilmente in qualche gastronomia ben fornita si possono trovare. E' evidente che a Vienna non avrò grandi problemi a reperire le poche cose italiane di cui sono inguaribile consumatore: sia perchè è una grande città particolarmente attenta alla buona cucina, sia perchè non è poi così lontana dall'Italia. Sì, dubito proprio che avrò grandi nostalgie dell'Italia.

12 commenti:

  1. ciao!
    a Vienna conoscevo un posto in cui c'era una tale varietà di cioccolato da uscirne ubriachi...
    appena mi ricordo l'indirizzo te lo mando!
    ciao

    RispondiElimina
  2. riciao!
    scusami ma ti ho risposto sul mio blog,,,,che disastro

    RispondiElimina
  3. No problem, aspetto l'indirizzo
    :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Griss....
    i profumi dei prodotti Italiani si riconoscono subito se abiti all'estero ;-) come un neonato riconosce la sua mamma dal suo profumo ;-) vedrai che ti manchera' anche quello a Vienna......capisco il tuo amico,, e chissa' che magone gli verra' pensando il profumo e il sapore del pane Italiano, i profumi che escono dai bar Italiani...qui' puzzano di fumo e basta!! ;-)) altro che "Milano fogna"....gia' adesso hanno pure le "coffee house" la catena STAR BUCKS,,,,vedrai adesso come prende piede anche in Italy,,,come McDonald's......ma lasciamo perdere........ehm....il tuo amico dovrebbe vedere se trova un supermarket che si chiama "Fresh Market".....la' si trovano diversi prodotti Italiani e anche Austriaci ;-))
    ciao caro...in bocca al lupo nel tuo nuovo nido
    :-)
    Poliziotta

    RispondiElimina
  5. grazie di avermi risposto...
    vabbe' lo so' che Vienna e' a due passi dalla bellissima
    Italia, mentre io sono dall'altra sponda :-P ma il "point" non sei riuscito nuovamente a capirlo....fa' niente, lo capirai ;-)) io non ti sto' abbandonando, mi affaccio sempre!!!! purtroppo vediamo le cose con occhi diversi ehehee
    vedrai quando l'america ha finito col "comunismo" di fare tutti i bar UGUALI a prezzi "straordinari" ....come gli hamburgers che hanno dentro una miscela macinata "speciale"................vedi che gente esce fuori nelle nuove generazioni...tutti ben piazzati e male combinati :-))
    insisto a elogiare l'ITALIA e la gente inteligente che la mantiente UNICA..( UNIQUE ).....bye Grissss ;-) be sweet!
    Poliziotta

    RispondiElimina
  6. ps...dimenticavo....forse tu a Little Italy non ci sei stato.....ma e' una piccola Cina....altro che roba ITALIANA....oltretutto quel poco d'Italia che c'e' fa' pieta' ehehehee vabbe'....sorry... but I like ORIGINALS....not copy cats...
    But..I know....in Italia la vita e' cara!!!! :-)

    RispondiElimina
  7. http://www.starbucks.com/

    Le BIG corporazioni USA....wow...diamoci il business, gente!! ;-)

    tutti i seguaci di Bush & Co.

    RispondiElimina
  8. Io sono abbastanza fortunata perche' i miei mi spediscono sempre molto dall'Italia anche se spesso la dogana ferma il prosciutto :-(. Ci sono pero' comunque sapori che mi mancano ma rimedio quando me ne torno in vacanza. Poi hanno aperto da poco un negozio qui di prodotti italiani e se ti fanno anche la mozzarella fresca. sono carissimi pero'..... A Philadelphia ci sono stata parecchie volte all'italian market ma devo dire niente di grosso.
    Marta

    RispondiElimina
  9. Marta, si e' bello ricevere i prodotti dall'Italia, ma non e' la stessa cosa di vederli e di entrare nei negozi profumati di questi prodotti......forse capita solo a me di sognare i profumi che mi ricordano l'Italia.....non me la ricordo una fogna come la descive Griss....bho'...dev'essere cambiato tanto in questi anni di mia assenza, l'alabama e' stata sempre una fogna invece, da 35 anni ormai :-) Marta a te piacciono i Starbucks?? ehehee non c'e' male, ma solo adesso spuntano come i funghi,,,mentre in europa i bar caffe' esistevano da secoli ehehehe bhaa..........ad esempio, avrei voglia di un confetto dufur o una caramella colia....con la liquerizia dentro..qua' lo zucchero e' diverso....ti fa' subito alzare il diabete anche se non ce l'hai :-))))) vabbe' smetto di criticare....dico solo NOSTALGIA CANAGLIA......;-)

    RispondiElimina
  10. Correction: la caramella e' la Golia ( e non la Colia :-) )

    RispondiElimina
  11. http://forum.skyscraperpage.com/showthread.php?t=126022

    (dopo Katrina)
    Carnevale a New Orleans....dove tutti i giorni e' carnevale ;-)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P