mercoledì 28 febbraio 2007

Resident Evil

Oggi mi sono concesso un piccolo regalo ossia il gioco Resident Evil 3. Resident Evil è uno dei miei film preferiti. Il due non è un granchè mentre sembra promettere bene il terzo episodio (Resident Evil Extinction) che uscirà a settembre negli States. Ho letto anche i libri scritti da Stephani Perry. Il gioco non ha sicuramente una gran grafica visto che è vecchio (è uscito da un pò il 4° episodio che però è meno "zombesco") ma trama, atmosfera e musica saranno sicuramente all'altezza. D'altra parte per 6,90 euro non si può pretendere miracoli, no?

martedì 27 febbraio 2007

Fede o non fede?

Secondo voi come devo intendere una ragazza con un anello dorato tipo fede sull'anulare della mano DESTRA? (e non é mancina). Aspettando i pareri, vedo di approfondire ^_^

lunedì 26 febbraio 2007

Strani esperimenti

Girando per Blog ho trovato questo sito: microwavecam.com dove l'autore "frigge" nel microonde ogni tipo di oggetto dai CD, alle bustine di maionese, alle uova e gli snack più svariati. Nell'esempio a lato vedete una foto presa dal sito e che si riferisce a quello che succede quando mettete una saponetta nel microonde. Vedendo i filmati a me é sorta spontanea la domanda: ma chissà che fumi tossici si sarà respirato questo tizio a fare simili esperimenti dove bruciano colla, plastica, inchiostri di cartucce... Per carità, vedere i filmati è divertente ma chi glielo fa fare a certa gente di fare questi strani (e pericolosi) esperimenti?!
Intanto stamattina stavo girando con la mia dalmata, mi fermo ad "ammirare" un cestino dei rifiuti circondato da sacchetti di immondizia (nuovo uso dei cestini qui a Milano), poi mi volto e vedo di spalle un extracomunitario vicino al baule di una macchina. "Ma vuole scassinarlo?!" mi sono chiesto. No, tutto molto più semplice: si è tirato giù la patta e si è messo a fare la pipì. Welcome again nella FOGNA.

domenica 25 febbraio 2007

Carnevale

Ho passato un Carnevale tranquillo. Ho visto il DVD "Il serpente e l'arcobaleno" con una mia amica. E' un film sugli zombie veri, quelli di Haiti, ma c'é poca azione ed è parecchio lento soprattutto nella prima ora tanto che mi stavo addormentando. Voto: 5 Prima mi sono concesso pizza con mozzarella, pere e gorgonzola (davvero ottima) e un bel pò di dolci di carnevale che vi dicevo ieri. I tortelli alla ricotta che ha portato la mia amica erano un pò troppo dolci però. A parte i dolci nlle pasticcerie strapiene e qualche coriandolo, quest'anno ho visto solo una bambina mascherata in giro. Che tristezza che è diventato il carnevale... c'era più atmosfera per l'ultimo Halloween.... Per fortuna ieri ha cominciato a piovere. Pensavo piovesse un pò seriamente per tirar giù l'inquinamento ma mi sa che la piovutina di ieri sera è il massimo che si può avere (sigh). Io mi ricordo che qualche anno fa pioveva molto di più a Milano...

Aggiornamento polveri sottili per la giornata del 24 febbraio:
Milano: 161 µg/m³
Vienna (max): 59 µg/m³
(limite 50 µg/m³)

sabato 24 febbraio 2007

Krapfen... WHAT?

Stamattina sono andato a fare un pò di spesa e a guadare un pò le novità all'Esselunga, a Mediaworld e al Lidl. Questa sarà l'ultima volta che vado a fare la spesa di sabato mattina tirando per le lunghe perchè girando 1 ora intorno a un DVD Recorder Mustek a 69 euro (ho poi solo preso l'edizione speciale del DVD di Caccia a Ottobre Rosso da regalare a mio papà) sono arrivato all'Esselunga alle 10.10 e c'era l'apocalisse. Se avessero dato la roba gratis ci sarebbe stata la stessa quantità di gente. Incredibilmente ce n'era meno (ma sempre tantissima) al Lidl alle 11. Avevo anche intenzione di comprare un pò di dolci per Carnevale. Le chiacchiere svizzere (sottilissime) già le avevo, i tortelli non mi piacciono granchè , mi mancavano le chicchiere ripiene e i krapfen (bomboloni). Visto che quelli all'Esselunga sembravano residui della 2° guerra mondiale (schiacciati, spelacchiati, con lo zucchero a velo bagnato sopra), mi sono detto "li compro in panetteria/pasticceria insieme alle chiacchiere ripiene". TREMENDO ERRORE. Panetterie e pasticcerie stracolme, prezzi folli (12 chiacchiere ripiene 6,95 euro dicasi quasi 14.000 delle vecchie lire! E se uno fa un party cosa fa? Apre un mutuo?) e NESSUNO AVEVA KRAPFEN. In tutto ho girato tre panetterie e due pasticcerie. Ma in che cacchio di posto vivo dove nemmeno a Carnevale riesco a trovarmi dei fragranti e profumati Krapfen? Li trovo più facilmente a Roma!!! Milano è proprio una merda. Grissino, pazienta 5 mesi che poi ti puoi mangiare tutti i Krapfen che vuoi per 12 mesi all'anno. Se qualcuno non lo sapesse, il Krapfen è nato a Vienna dove all'inizio era una prelibatezza riservata ai borghesi più abbienti e ai nobili. La versione originale e in uso in tutti i territori dell'ex impero austro-ungarico è quella con la marmellata di lamponi o albicocche. E io dovrei avere nostalgia di qui? Di Milano? MADDDDECHE' come dicono a Roma...

Aggiornamento polveri sottili per la giornata del 16 febbraio:
Milano: 104 µg/m³
Vienna (max): 65 µg/m³

venerdì 23 febbraio 2007

Finalmente Google Calendar è sincronizzabile

In questi giorni sono stato un pò preso fra lavoro e casa quindi ho avuto poco tempo per scrivere. Oggi in ufficio è una giornata tranquilla e ho potuto fare qualche ricerca e test per tenermi aggiornato. Così ho scoperto che finalmente è possibile sincronizzare Google Calendar con il proprio palmare. Effettivamente se uno non usa Outlook, ci sono poche possibilità di sincronizzare il Calendar di Pocket Outlook con un qualsiasi programma per PC che mantiene gli impegni. Io sul PC uso Essential PIM che è ottimo, gratuito ma non si sincronizza col palmare. Oggi ho scoperto GOOSYNC che permette di sincronizzare il Calendar di Google con il Calendar di Pocket Outlook sul palmare. Ho provato e, sebbene la sincronizzazione sia un pò lenta, funziona benissimo in entrambi i sensi. L'unico eventuale disguido è che per un baco di Google Calendar, per ora sono disabilitati gli allarmi sul palmare. Poco male, a meno che uno non abbia tonnellate di impegni, può mettersi gli allarmi più importanti a mano. Vorrei provare a usarlo quando sarò a Vienna dato che il palmare a questo punto ha la possibilità di essere usato come navigatore GPS, cartina, blocco note, reminder per gli appuntamenti e agenda con indirizzi, numeri di telefono, ecc. Se sono in giro, l'appuntamento lo metto dentro al palmare viceversa se sono a casa lo inserisco più agevolmente con la tastiera. Lancio la sincronia, metto un pò di latte, un pò di fragole, due cucchiai di zucchero, sheckero bene e direi che il palmare è diventa qualcosa di davvero utile, no? Dimenticavo: a questo punto diventa obbligatorio un add-on di Firefox per Google Calendar!

mercoledì 21 febbraio 2007

Chirashi sushi

Il mio pranzo home made preparato ieri sera: chirashi sushi

martedì 20 febbraio 2007

Nostalgia canaglia

Ogni tanto mi sento per e-mail con quel mio amico che si è trasferito in Arizona due anni fa. Ieri sera abbiamo parlato di due o tre cose e poi lui mi ha detto che gli è venuta una tremenda nostalgia dei dolci italiani. Già a Natale gli era venuto il "magone da Panettone" (LOL), seguito ora dal "magone da Chiacchiere di Carnevale" dato che sua moglie dall'Italia ha avuto la grandiosa idea di scriverli un sms con scritto "mi sto ingozzando con delle favolose chiacchiere". Ho così deciso di vedere se riuscivo a trovargli qualche negozio di prodotti italiani, almeno on-line, dove potesse togliersi qualche sfizio (a caro prezzo ma questo era ovvio, vale per tutti i prodotti importati). Purtroppo il panorama è stato non desolante ma ULTRA desolante. Provate voi stessi a dare un'occhiata all'assortimento di questi negozi on-line:
http://www.fornobravo.com
http://www.gustobene.com
http://www.usa.nasoegola.com/
http://www.salami.com
http://www.agferrari.com
Di certo in un negozio di un qualche quartiere italiano (penso per esempio New York o Philadelphia) si troveranno molte più cose. A Pittsburgh ho visto personalmente un bel pò di prodotti italiani compreso uno dei miei formaggi preferiti ossia il piemontese Rocchetta. Però mi sa anche che negli stati del nord est la situazione negozi è nettamente migliore rispetto a quella del sud o dell'ovest e il mio amico sta in Arizona dove credo sia più facile procurarsi una pistola rispetto a un Panettone ;-P
Così purtroppo, come mi ha detto lui stesso, dovrà resistere fino ad aprile quando verrà di nuovo qui a Milano. Mi aggancio alla sua nostalgia per alcuni cibi italiani per parlare delle MIE nostalgie che ho adesso e che avrò a Vienna. Qui in Italia ho nostalgia delle salsicce, dei dolci, dei latticini, del pane, degli spaetzli e di piatti a base di carne e contorni che si trova nei paesi di lingua tedesca. A Vienna probabilmente non avrò grandi nostalgie dato che si trova praticamente tutto anche se magari a prezzi più cari. Se proprio vogliamo tirare fuori qualcosa, direi la pizza ma probabilmente cercando bene (e quando mi intestardisco, sono davvero testardo) una buona pizzeria la riesco a far saltar fuori. Farò poi grandi scorte di Parmigiano (che si trova ma è più caro). Sicuramente mi mancheranno anche le tome e i tomini piementosi da avvolgere nello speck ma non ne sono sicuro. Probabilmente in qualche gastronomia ben fornita si possono trovare. E' evidente che a Vienna non avrò grandi problemi a reperire le poche cose italiane di cui sono inguaribile consumatore: sia perchè è una grande città particolarmente attenta alla buona cucina, sia perchè non è poi così lontana dall'Italia. Sì, dubito proprio che avrò grandi nostalgie dell'Italia.

lunedì 19 febbraio 2007

Pizza

Oggi in pausa pranzo mi sono preso una pizza di discrete dimensioni. Gusto: tonno e cipolle. Le receptionists sono ancora qui a lamentarsi dell'odore pazzesco che staziona nell'ingresso. Mi sa che la prossima volta dovrò accontentarmi di una Napoli ossia di una semplicissima margherita con acciughe.
:-(
**UPDATE**
Sono proprio in una fogna. Stamattina parto 20 minuti prima per andare in posta a pagare un bollettino e l'autobus ci mette 15 minuti in piú perché hanno messo una ruspa grande come una casa in mezzo a un viale giá ristretto per altri lavori. E vaffa che non ho fatto in tempo ad andare in posta. Stasera esco, vado davanti alla posta. Chiusa. C'è un cartello con scritto "Avvertiamo che l'ufficio potrebbe restare chiuso dalle 15 fino alle 19 per riunione sindacale". E ri-vaffa...
Qui nella nostra zona hanno fatto dei bei lavori per rimettere a posto marciapiedi, angoli e fermate dei bus. Peccato che in tutta la via avranno tolto qualcosa tipo 40-50 posti auto e la gente sta cristando a tutto spiano perché non sa piú dove mettere la macchina. Per fortuna che fra 5-6 mesi me ne vado.

domenica 18 febbraio 2007

Sooooo stanco!

Son veramente stanco/stufo di stare in 'sta fogna. Lasciamo perdere le polveri sottili alle stelle ma fatemi capire se è possibile che circoli certa gente in giro. Stanotte più o meno alle 5 si ferma sotto la mia finestra la macchina di un idiota con la musica a palla tipo TUNZ TUNZ. Dopodiché si sente pure lui che urla qualcosa. E ora c'é uno che è da 15 minuti che sta facendo sgasare la macchina a pieni giro. La macchina si spegne, lui la riaccende e sgasa da far scricchiolare il motore (che ti si possa incriccare e che tu debba buttare la macchina!), la macchina si spegne, lui la riaccende e sgasa di nuovo un casino... e così via da un quarto d'ora. Ma la perla è che mi suonano una signora anziana (e passi) e una demente (*) di una manager per dirmi
"qui si sente una terribile puzza di gas! C'é papá?".
"No non c'è"
"Ah beh, allora esploderemo"
Eh?! Ma io devo incazzarmi continuamente per questi dementi? Fra l'altro la grande manager di cui vi parlavo prima (*) è la figlia 40-45 enne di una inquilina. Sará piena di soldi e si sarà fatta una posizione importante ma è una grande demente perchè una volta quando ero disoccupato mi aveva detto "eh, sí, basta che ti svegli e il lavoro lo trovi" (vaffanc**o!). Poi un mesetto fa ero uscito dal portone e la mia dalmata l'aveva salutata con un abbaio. Lei aveva fatto uno scarto di lato dicendo "non vorrei che mi salti addosso per farmi le feste". Ma brutta demente, il mio cane è educato (mica come quello che avevi tu) e una delle prime cose che le ho insegnato è appunto di non tirare, non saltare addosso e non leccare in faccia.
Vah se devo avere a che fare con questa gentaglia che se la tira perchè è un gran manager. E in ufficio ho un titolare che è uguale. Non so quante decine di migliaia di euro guadagni al mese e poi è così demente da chiamarmi per dirmi "venga su subito, il PC è impazzito, è posseduto". sapete cosa aveva fatto? Aveva appoggiato il telefono sopra la tastiera e quindi il cursore ha cominciato a scorrere per tutto lo schermo e il PC a fare *BIP*. E tu sei un megamanager da decina di migliaia di euro? Sei un idiota perché oltre alle tue cose che sai bene non sai guardare due palmi al di là del tuo naso e fai pure l'arrogante. Grissino, pazienta 5 mesi, pazienta.


Compleanno di mio papà: è andato bene anche se io non ero in gran forma. La torta era una "Delizia al cioccolato, mele e cannella". In pratica una base di pasta sablée alle mandorle con dentro mele saltate in burro e cannella ricoperte da una farcia fata con burro, latte, cioccolato fondente, cacao, uova, farina, marzapane. Ho raddoppiato le dosi e usato la forma da 28 cm di diametro col risultato che la torta pesava una tonnellata! Ho fatto velocemente i conti, ed effettivamente alla fine la torta credo pesasse intorno ai due chili!! Risultato molto buono dal punto di vista del gusto, la torta in sè non é difficilissima anche se il lavoro è parecchio. Diciamo che si può rifare ;-) La decorazione è venuta così così perché non ho potuto lavorare molto in pace e poi non ero in gran forma. Ad ogni modo la medaglia è fatta con un nastro di cioccolato fondente decorato con un trasferello, un disco di cioccolato bicolore fatto con il pettine da pasticceria e le cifre di cioccolato bianco colorato ricavate con gli stampini dei biscotti. Il cane è stato modellato e colorato a mano seguendo le istruzioni presenti sul sito della rivista "Il Pasticcere Italiano".

sabato 17 febbraio 2007

Animale mattiniero

Sono molto indaffarato con le torte e ieri sera sono tornato a casa all'1.00 dopo una cena fuori e sono ancora tutto sconvolto. Non ho mai sopportato bene i rientri dopo mezzanotte mentre non ho mai avuto problemi ad alzarmi presto alla mattina. Sono un animale mattiniero. E questo mi causava problemi anche con la mia ex che invece faceva le ore piccole e alla mattina era rimbecillita.

Oggi c'è la manifestazione contro l'ampliamento della base americana a Vicenza. Leggevo che i tedeschi si sono già offerti per dare terreno e finanziamenti. Ma i tedeschi non sono scemi, i tedeschi il comunismo l'hanno vissuto e non lo vogliono più avere. I tedeschi sanno che se gli uomini della base da 3000 diventano 6000, le spese nei negozi del posto raddoppiano. E' per questo che la Germania è una potenza economica pur avendo assorbito la sua gemella prossima al fallimento ed è per questo che l'Italia finirà a essere il fanalino di coda della comunità europea dietro la Grecia e a livello dei paesi ex socialisti (che nel frattempo avranno recuperato alla grande).

Aggiornamento polveri sottili per la giornata del 16 febbraio:
Milano: 106 µg/m³
Vienna: 26 µg/m³

(Limite: 50 µg/m³)


La solita vergogna.

mercoledì 14 febbraio 2007

Musica!

Oggi va nettamente meglio degli altri giorni!
:-)
Sto ritornando in forma. Grazie a coloro che si sono interessati della mia salute traballante. Ne approfitto per segnalarvi questo bellissimo sito: http://www.billbrownmusic.com dove potete scaricare tutti gli mp3 dell'autore che ha realizzato tutte le musiche dei più importanti videogiochi degli ultimi anni oltre a sigle e musiche per film e pubblicità. Gli mp3 sono per solo uso personale (= non potete usarli per altri scopi tranne che ascoltarli voi stessi) ma in compenso sono davvero notevoli e epici. Vi consiglio, come esempio per capire di cosa si tratta, l'intro di Rainbow Six 3 per XBox che potete scaricare in QUESTA pagina. Musica davvero epica che mi fa venire in mente le azioni grandiose e velocissime delle forze speciali! GO! GO! GO!... (spari) CLEAR! CLEAR! (ancora spari) CLEAR! ALL ROOMS CLEAR!. Good job team! Beh, chi non ha mai sognato di far parte di uno di queste azioni, magari con il potere di essere immortale? ^_^ Giusto per fare un pò di pubblicità ricordo che nel gioco gratuito America's Army esistono missioni particolari dedicate alle forze speciali dove sono previsti scenari del genere.

martedì 13 febbraio 2007

Piccoli ritocchi e grande ricetta

Ho fatto qualche piccolo ritocco al Blog. Ho aggiunto due patches e un filmato accanto al link al sito del gioco ufficiale dell'esercito americano. Il filmato é dedicato ai tiratori scelti dell'esercito americano con intervista a due soldati. Davvero interessante. Aggiornata anche la sezione dei link. ;-) Visto che non stavo bene, ieri sono andato dal medico e mi ha detto che di stare a casa tutta la settimana. Verso venerdì dovrò anche dedicarmi alla torta di compleanno per mio papà. Devo scegliere una ricetta grandiosa, non importa se complicata perché ho tempo.

Aggiornamento polveri sottili per la giornata del 12 febbraio:
Milano: 76 µg/m³
Vienna: 46 µg/m³

domenica 11 febbraio 2007

Vomita che ti fa bene

Questa settimana non sono stato granché bene quindi non ho potuto aggiornare il Blog. Sono praticamente sempre andato a letto alle 21 e non ho neppure risposto alle e-mail. Insomma, sto recuperando solo ora che sembra andare meglio. Ammetto che il titolo fa senso e l'argomento é davvero trash ma una delle cose che mi ha colpito ultimamente é che ben due mie colleghe al lavoro mi hanno confessato che vomitano spesso (!). Non sto parlando delle classiche ragazze belle e anoressiche eppure sembra una pratica piuttosto comune. La cosa mi ha stupito perché io avró vomitato 4-5 volte in vita mia e l'ultima deve essere stata qualcosa tipo 10 anni fa almeno perché non me la ricordo minimamente. Saró debole e sfortunato di apparato respiratorio ma la mia parte gastrica devo dire che ha sempre funzionato alla perfezione, aiutata anche dall'assenza di eccessi di alcool o droghe. E per completare l'argomento trash, vi devo pure confessare che ultimamente c'é qualcuno due portoni prima di casa mia che si "diverte" a vomitare davanti all'entrata del palazzo. Ora, ma anche se stai male, non puoi girarti e svomitazzare dall'altra parte dove c'é l'aiuola/pezzo di terra incolta o giú dal marciapiede? Mah... qui fa davvero sempre piú schifo, sempre piú fogna. Ora godetevi la foto con tanto di piccione che é andato a cibarsi dei resti. Se ancora non siete stati male e non avete cliccato in fretta e furia per andare altrove, vi informo della mia ultima visione cinematografica ossia Pirati dei Caraibi: la maledizione del forziere fantasma. Tanto era bello il primo film che ho addirittura comprato il DVD Collector Edition, tanto schifosa é questa seconda parte. Innanzitutto una trama piú idiota e senza senso non era possibile trovarla. Poi va bene fantasmi e pirati che sono una cosa con cui diciamo che ci si convive. Ma quei cavolo di uomini-pesci sono davvero di una cretinata abissale! Aggiungiamo poi che il governatore é diventata una pietosa e ridicola marionetta, che la trama fa acqua da tutte le parti lasciando lo spettatore dubbioso su cosa sia successo ai protagonisti e che il finale é qualcosa di allucinante dato che é senza senso e fa capire benissimo che tutto é rimandato al terzo capitolo della saga... non c'é proprio nessuna possibilitá di dargli piú di 4,5 come voto globale! :-/ Il mezzo punto in piú é per gli effetti speciali e per alcun pezzi recitati di Elizabeth Swan che sono davvero fatti bene. Per il resto buio assoluto. Per finire da un mio amico ho provato il gioco Need for Speed:Carbon. Mi é sembrato molto carino e giocabile, perfetto per un appassionato di auto (quindi non per me!).Lo scopo del gioco é scappare dalle auto della polizia a bordo della propria velocissima auto. Infine ho anche lanciato per prova l'editor di missioni di America's Army (dato in omaggio con la versione 2.8). Mi ricordo quando costruivo le mappe per Doom. Era impegnativo ma tutto sommato abbastanza alla portata di tutti. L'editor di America's Army é invece davvero molto molto complesso con una marea di icone e visuali fra cui quella con solo le linee di contorno. Insomma, una cosa davvero professionale che richiederebbe molte ore di studio per essere usata come si deve. E figuriamoci se ne ho il tempo. Comunque sul sito dedicato ( http://www.aamissiondepot.com/depot/galleries ) si puó giá dare un'occhiata agli screenshot proposti da alcuni volontari. L'idea é ottima ma la difficoltá nel generare nuove mappe a causa dell'infinitá di parametri e del tempo necessario a imparare a gestirli, limiteranno di tanto i contributi degli utenti. Per finire, il solito aggiornamento polveri sottili per la giornata del 10 febbraio (ricordo a tutti che la sera prima a Milano aveva piovuto a dirotto):
Milano: 104 µg/m³
Vienna: 41 µg/m³

mercoledì 7 febbraio 2007

Gomme in posti impropri

Dunque, stasera esco dall'ufficio e mi passano davanti al naso tre autobus del XX e tre del YY. Giá immagino quanto hanno aspettato le persone prima di me o quanto dovranno aspettare quelle dopo. Ma vabbé, a me é andata di cu*o visto che ho beccato l'ultima YYY. Salgo sul bus. Vado per inserire il nuovo biglietto elettronico nella prima obliteratrice e... buco bloccato da una gomma da masticare. Vado nella seconda, lo ingoia, fa un rumoraccio e si blocca (per un attimo ho temuto di perdere il mio settimanale 2x6 viaggi ed ero lí lí per smadonnare alla grande e pubblicamente) dopodiché sul display compare "procedura di pulizia" e mi vedo sputacchiare fuori il biglietto (ah, meno male...) anche se non timbrato. Fate un pò voi! NO COMMENT. ^_^

Dati polveri sottili di ieri:
Milano: 107 µg/m³
Vienna: 23 µg/m³
Il solito schifo di fogna e non è nemmeno venuto a piovere.

martedì 6 febbraio 2007

Targa

Oggi mi sono preso in edicola la riproduzione di una targa automobilistica dello stato di New York. Prezzo: 2,90. E´il primo numero della nuova collana della Fabbri. I numeri successivi verranno 6,90 e dubito proprio che li prenderó. Peró per un amante degli States come me era un'occasione da non perdere. La tastiera tedesca non dà particolari problemi se non con le lettere accentate che sono fatte tutte in un modo particolare ossia prima schiacciando l'accento da mettere sopra la lettera e quindi la lettera. Per esempio per la "é" devo prima battere il tasto con "´" e successivamente quello con la "e". Vabbé ci farò l´abitudine ^_^

Aggiornamento polveri sottili: ieri qui 137 µg/m3. Complimenti. Il picco massimo di oggi a Vienna é stato 23 µg/m3, ieri 37 µg/m3. Fogna fogna fogna e io oggi faccio fatica a respirare! :-( Spero arrivi la pioggia. Doveva arrivare già stamattina...

lunedì 5 febbraio 2007

Boh!

First of all, da ieri scrivo con una tastiera tedesca quindi se farò errori di accenti e simili, saprete il perché. Secondo, ho scritto a FNAC Italia per sapere se era possibile avere il libro sui Macarons che vi dicevo ieri. Ecco la risposta:
il libro a cui è interessato non è al momento disponibile, può però essere ordinato ad un prezzo di 45.60€; il prezzo è più alto rispetto a quello indicato sul sito francese in quanto vanno aggiunte le spese di trasporto e importazione. La tempistica, che generalmente per i testi in lingua francese si aggira intorno ai 25/30 giorni, per questo testo è di 30/40 giorni in quanto è più difficile per noi reperirlo, abbiamo già avuto modo di ordinare questo libro e la tempistica è indicativamente questa.

Per carità, nulla da dire sulla gentilezza ma facciamo due conti. Se lo ordino su www.fnac.fr spendo 36,10 a cui aggiungo 6 + 2,30 euro di spese di spedizione con corriere = 44,40 euro con tempi di arrivo intorno ai 3 giorni. Ora, mi spiegate che vantaggio ho a ordinarlo in Italia? Ma qui da noi, i nostri manager straintelligenti queste cose le contano o sono rimasti all'epoca degli ordini internazionali che uno era obbligato a fare in una importante libreria perché non c'era Internet? Poi cosa sono le spese di IMPORTAZIONE?! La Francia fa parte della comunitá europea quindi non ci sono dazi fra gli stati membri. Insomma, una delusione. Per finire, cosa dire, di certe richieste che ricevo in ufficio? Ho l'impressione di avere gente decerebrata alle volte. Ma vi rendete conto che ho manager di una certa etá che chiedono alle centraliniste come si scrive in inglese una frase tipo "le invio in allegato il file che ha richiesto, aggiornato a giugno dell'anno scorso"? E poi non solo pretendono di comandare ma si azzardano pure a dire che dobbiamo svegliarci. Again, 180 giorni all´alba.

Aggiornamento polveri sottili (fuori alla grande da 6 giorni): 88 mcg/m3 (Vienna 37 nella zona piú inquinata)

domenica 4 febbraio 2007

Macarons

Come detto, ho fatto i Macarons, una specialità francese costituita da piccole meringhe farcite. Ho preso la ricetta da QUESTO Blog tenuto da una ragazza francese che lavora in una pasticceria. Intendo in una pasticceria SERIA come potete vedere dalle foto e da cosa posta. Non di pasticceria da Crostata, Sacher e pasticcini banali come ce ne sono tante qui a Milano. Ma parliamo dei miei Macarons. Cosa è venuto bene in questa mia "prima": colore, consistenza, sapore, la personalizzazione dei Macarons al cioccolato che ho cosparso di fave di cacao tritate grossolanamente prima della cottura. Cosa va curato di più: la dimensione dei gusci che deve essere più o meno uguale in tutti, i gusci che vanno messi sulla forma più distanziati (quelli al cioccolato che ho fatto per primi li ho messi troppo vicini e si sono appiccicati ai bordi).Per il resto direi che il risultato è stato più che soddisfacente. Di Macarons ne esistono a tutti i gusti: qualche esempio lo trovate QUI dove c'è per esempio la ricetta di quello al Tiramisù, al Panspezie, al Mango e tantissimi altri ancora. Le due ricette che ho usato io invece le trovate QUI (cioccolato) e QUI (pistacchio). Infine, vi segnalo che le ricette che trovate qui sotto e sperimentate da Cindy, provengono dal libro "Un Amour de Macarons" di Stéphane Glacier che potete comprare sul sito www.fnac.fr a 36,10 euro (già scontato del 5%).



sabato 3 febbraio 2007

I Macarons e i 180 giorni all'alba

Stanotte/stamattina stavo dormendo quando di colpo ho sentito le urla di due idioti che si insultavano e tiravano pugni alle auto sotto il mio balcone. Cosa ci vuoi fare? Quando ti svegli così di soprassalto, soprattutto di questi tempi quando ho un pò di pensieri, non riesci più a riaddormentarti. Quindi oggi, sabato, sveglia alle 5.30.
Grazie, grazie, città di merda. Per fortuna mancano 180 giorni all'alba. Li conterò uno per uno come si fa a militare. Vabbè, ho stampato le ricette per fare i Macarons al cioccolato e quelli ai pistacchi. Foto domani ;-) Buon week end a tutti.

giovedì 1 febbraio 2007

Welcome to...

Welcome to... the United States of America. La mia collega è appena partita per New York. Ho sentito dentro di me un piccolo vuoto. No, non per la collega che seppure bella e simpatica, non è il mio tipo ed è pure sposata e per di più torna settimana prossima!. Ho sentito il vuoto perchè andare a New York è qualcosa che ti cambia. Quando atterri, sia al JFK che a Newark, al termine di scale e corridoi ti trovi in un immenso salone. Un salone smisurato come quello di un intero padiglione di una delle nostre fiere. E' il salone dove c'è il controllo dell'Immigrazione, dove ti controllano il passaporto, ti prendono le impronte e ti fanno fare smile prima di prenderti la foto con la webcam. E' un salone grande grande con tante bandiere americane sventolanti e lunghi serpentoni di persone in attesa di entrare lì, in una delle città più famose del mondo, sulla terra del più potente stato della terra. Quando sei lì ti viene spontaneo pensare alle centinaia di migliaia di italiani che sono emigrati in america tanti anni fa e a te stesso, ora, simile a loro se non altro perchè dovrai passare gli stessi controlli (anzi di più!). E alla fine, quando il poliziotto di frontiera dopo tutti i controlli e averti chiesto cosa sei venuto a fare lì, ti dice "Welcome to the United States" il cuore ti si apre e quasi non credi di poter finalmente andare avanti e entrare in questo splendido paese di cui hai sentito parlare tanto. E' allora che ti dici "cavolo, ho fatto 6000 chilometri, sono mezzo rimbambito tra rumore dell'aereo, fuso orario e viaggio scomodo in economy, ma cose del genere non esistono altrove e devono essere viste e provate almeno una volta nella vita...". Again, welcome to the United States of America: land of the free and the home of the brave.