venerdì 29 dicembre 2006

Cous cous

Come detto ieri, mi sento davvero fiacco così ieri sera ho deciso di farmi un piatto unico mentre mi guardavo metà spettacolo registrato di David Copperfield, il mago super-esagerato (secondo me alle volte anche troppo). Ho per la prima volta provato a fare un cous cous dolce. La ricetta l'ho presa (e modificata) da QUESTO libro sul cous cous preso a Parigi un annetto fa. Direi che il risultato, dal punto di vista del gusto, è stato superlativo quindi, incredibile ;-) , vi posto la ricetta per una persona (piatto unico come viene detto sul libro) o per 2-3 persone se usato come dessert.

Mettere a mollo un cucchiaio di uvette in un pochino di acqua e rhum (originariamente era acqua e fiori d'arancio).

Couscous 100g
2 cucchiai d'olio

Acqua 130 ml

un pizzico di sale

Mettete l'acqua in una pentola antiaderente piana e uniteci il pizzico di sale. Quando l'acqua bolle, abbassate la fiamma al minimo (io che ho l'elettrico, l'ho spenta) e buttateci dentro il couscous preventivamente mescolato coi due cucchiai d'olio in una fondina (evita al cous cous di appiccicarsi). Lasciar cuocere 5 minuti in modo che l'acqua venga assorbita. Sgranare il cous cous con l'aiuto di un cucchiaio. Unire 30 g di burro e sgranare ancora. Unire quindi le uvette sgocciolate, 5-6 cubetti canditi d'arancio, 3-4 mandorle tagliate a pezzetti o 2 cucchiai di mandorle tritate e spolverizzare con un cucchiaio di zucchero a velo mischiato con un cucchiaino di cannella e un pizzico di chiodo di garofano in polvere. Rimescolare per bene il tutto, mettere in una fondina e spolverare ancora con un cucchiaio di zucchero a velo. Decorare con una mandorla.
Intanto stamattina ho fatto la spesa per capodanno prendendo un pezzo di tacchino ripieno da cuocere velocemente in forno e servire con le patatine, una aragosta in bellavista (che mi mangio ora), una piccola selezione di formaggi francesi, un vassoietto di frutti della passione e due banane con cui probabilmente farò una mousse, una bottiglia di the freddo alla pesca Lipton, degli alchechengi da tuffare nel cioccolato, qualche formaggio a pasta semidura da mangiarmi con la polenta, 10 marroni scelti uno per uno (65 centesimi in tutto) da farmi come caldarroste e qualche altra cosetta. Poichè la fiacca terribile permane (mi sento stanco anche se ieri sera ho spento alle 22 e stamattina mi sono svegliato alle 6.45) mangio la mia aragosta e me ne vad a letto a farmi un bel riposino!!

3 commenti:

  1. bel blog!
    complimenti da Psycook

    RispondiElimina
  2. dove farai il brindisi di mezzanotte?

    la solita curiosa, dì la verità... :-))

    RispondiElimina
  3. @Psycook: grazie :-)
    @Fragola: non credo lo farò (non mi piace il capodanno, mi ha sempre infastidito) e probabilmente sarò a letto a dormire. Non avresti mai pensato, vero? ^_^

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P