giovedì 23 novembre 2006

Scuse

Mi devo scusare con Rosso-Fragola e Marta che mi hanno scritto e a cui non ho ancora risposto. Volevo anche scrivere a Elisa ma... GMail non mi va. Forse è in manutenzione. Abbiate pazienza, arrivoooooo !!
;-)
Intanto vi aggiorno sulla situazione polveri sottili che a Milano, anche dopo la giornata serena e ventosa di oggi è sempre ben sopra la soglia. Quanti giorni sono che i miei polmoni respirano polveri tossiche e irritanti? (se non ricordo male >15) E qualcuno sul quotidiano gratuito 24 Minuti ha riportato un articolo che riferisce che la vita a Milano è migliorata ancora a livelli mai visti dall'89. Ma stiamo scherzano? E che indici vengono usati per far uscire fuori questa conclusione? Vediamoli:
-Aumento delle nascite (>1000/mese)
Scusate, ma cosa me ne frega se l'extracomunitaria si diverte tutto il tempo con la moglie e sforna figli a ritmo continuo?! Non siamo più in epoca fascista dove serviva carne da macello e uno più figli faceva e meglio era! Oggi è il caso di farne pochi ma buoni ;-)
-L'aumento degli anziani (1 su 4 anzichè 1 su 5)
Leggiamo il dato in un altro modo: la gente giovane e in gamba se ne va lasciando gli anziani in città
-Calo della disoccupazione (dal 4,6% al 4,2%).
Anche questo è un indice del ca**o. Prendiamo l'URSS dove la disoccupazione era lo 0,1%. Vivevano forse meglio di noi?
E ora i difetti:
-L'aumento dei decessi per malattie all'apparato respiratorio e cardiaco.
Chissà perchè... polveri sottili? Ma no, cosa c'entreranno mai?!
-aumento cassa integrati e fallimenti di aziende
Certo, il mercato del lavoro in Italia è uno schifo. Colpa da un lato delle aziende che sfruttano e dall'altro dei sindacati che difendono gli scaldasedie.
-aumento della congestione del traffico
No comment (almeno finchè i mezzi pubblici verso la periferia saranno così pietosi)
-aumento della microcriminalità
No comment (certo, finchè uno ruba e esce dopo poche ore di cella, finchè uno al 95% rimane impunito perchè le forze dell'ordine non sono presenti o non hanno poteri o non li applicano).

Per finire, ecco cosa mi ha scritto mia sorella che vive a Vienna:

È veramente uno scandalo che in un paese che è nel G8 ci sia ogni settimana uno sciopero diverso. Che schifo. Da un anno che sono qui (in realtà sono ormai quasi 16 mesi), non c’è mai stato uno sciopero. E che XXXXX (il suo ragazzo di Vienna) ricordi, in tutta la sua vita non c’è mai stato uno sciopero…

Ora (ri)ditemi che andando all'estero le cose più o meno sono le stesse di qui in Italia dove in fondo non si vive poi così male.

...

Così posso rotolarmi per terra dalle risate. ^_^

1 commento:

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P