sabato 4 novembre 2006

Mmmmm

Devo dire che in questi giorni sono molto malinconico. Credo che una buona parte derivi anche dal fatto che sono ancora senza gusto o quasi. Ho degli sprazzi qui e là in cui sento qualcosa ma poi il nulla e questo è davvero molto deprimente per una persona che ama mangiare e assaporare le cose. Sia per questo, sia perchè ho fatto alcune cose, non ho avuto molta voglia di scrivere. L'unica novità è che sono ripassato da Medagliani e mi sono preso due stampi in silicone a semisfere per semifreddi o mousse ( 2 x 8 euro )e un kit di mini-formine piccolissime per intaglio (la foto non rende l'idea di quanto siano mini ma il lato della scatoletta è 7 centimetri), ahimè, costosissimo (33 euro) ma indispensabile per certi lavori di precisione. L'ho subito messo alla prova con una lanterna di panspezie. Era un progetto simpatico che volevo provare da lungo tempo ma che richiedeva un lavoro di ritaglio della pasta praticamente impossibile visto che la pasta non deve deformarsi dalla forma di quadrato che deve mantenere fino a fine cottura. Con questi piccolissimi pezzi di metallo è stato invece abbastanza semplice ricavare le decorazioni necessarie. Il progetto va migliorato ma come base di partenza non c'è male. E intanto ho messo in forno la torta di ricotta dato che avevo un rosso d'uovo da finire e 500 grammi di ricotta che avevo preso al supermercato. Non è che ne avessi molta voglia dato che non sento granchè, ho ancora la torta al cacao di Halloween da finire ma almeno faccio una sorpresa ai miei che tornano domani. Domani intanto è domenica e lunedì si torna al lavoro. La cosa che più odio di Milano è che il tempo passa velocemente ma non si riesce a costruire nulla. Intendo proprio costruire. Fare. Avere dei risultati. Ma di cosa poi? Certo, ho messu su bene la casa per Halloween ma poi? Da questo punto di vista sento tanto tanto la mancanza di una mia casa con il giardino. Una casa da sistemare nel senso di migliorare. E poi un giardino. Sì, OK, darà tantissimo da fare ma vuoi mettere poi avere le cose che vuoi, quando vuoi (nel mio caso zucchine, zucche, basilico, frutti di bosco, ecc.). E vabbè, pazientiamo e domani voglio mettermi a fare un pò di esercizi di tedesco per rimettermi in pari con le lezioni che ascolto. E stasera prima di vedere il film Submerged di Steven Seagal, mi farò un semolino dolce da mangiare con frutta, cacao, frutta sciroppata, marmellata, ecc.

7 commenti:

  1. Mi spiace per tuo senso del gusto... vabbè dai coraggio questa stagione porta naturalmente un pò di malinconia cerca di tirarti su con i dolci :)

    RispondiElimina
  2. non essere così triste Ale, vedrai che l'olfatto tornerà presto; elacasetta con il giardino, e magari anche il camino, perchè no? E' unn sogn per tutti, ma non è detto che non si realizzi...
    Ci sentiamo domani con più calma,buonanotte!

    RispondiElimina
  3. cos'è questanovità di segnarmi ilnome per metà...

    rosso fragola

    RispondiElimina
  4. il tempo vole ovunque Grissino, non solo a Milano.
    Se così accade è anche perchè ti colmi le giornate di impegni, sarebbe peggio non veder mai arrivar la sera e trovarsi buttato sul divano in pigiama e a piangersi addosso , non credi?

    RispondiElimina
  5. giusta osservazione M. , anche noi abbiamo sempre la sensazione che il lavoro innanzi tutto,poi gli impegni obbligati, assorbano tutto il nostro tempo, e per noi non resti niente. Molto peggio però per chi non riesce ad organizzarsi e del tempo disponibile non sa che farne.
    Certo se penso al mio tanto agognato corso d'inglese...Mi morderei le mani!!!
    E pensate che voi potete disporre a piacimento delle vostre briciole di tempo, le mie invece vanno dedicate ai compiti a casa del bambino, perchè c'è una bella differenza dal lasciarli fare alla supervisione,di una madre, e poi, 9 volte su 10, le restanti briciole sono organizzate tenendo conto delle esignze del "principino".
    Vedi Gri, tu sei riuscito a fare il corso di tedesco, io anche questo inverno credo lo salterò, alla faccia di tutti quelli che mi dicono ..."ma come, tu non vieni mai in palestra? Non sei a cena con noi domani sera? Sul serio, non vieni al corso d'inglese?"
    Cavolo!!! :-))

    RispondiElimina
  6. se vivi nelle grandi città diffcilmente hai un giardino da coltivare...

    RispondiElimina
  7. @Barbara+Fragola: è proprio una cosa snervante e deprimente. Sto tentando un altro approccio. Speriamo in bene migliori un pò.
    @Mavero: sì ma vorrei che le cose oltre che in quantità, fossero anche DI QUALITA' ! ^_^
    @Fragola: beh, tu hai fatto delle scelte che hanno aspetti positivi e negativi. Hai scelto di sposarti e avere figli. Certo, hai molto più da fare ma hai una persona accanto a te e un bambino che può essere faticoso da gestire ora ma che darà anche tante gioie, no? Io ho altre problemi/mancanze e altri vantaggi fra cui il tempo libero.
    @Krikketton: dipende da dov'è la città e da quanto è grande.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P