giovedì 30 novembre 2006

Questo è il mio diario

Quando ho aperto il Blog l'ho aperto principalmente per tenermi un diario di tutto quello che facevo, che mi piaceva, che non mi piaceva. Per sfogarmi e per divertirmi. Il Blog è prima di tutto una cosa personale (almeno per me). Poi, è chiaro, più lettori ci sono e più piacere fa perchè ci si scambia un pò di idee. Dico questo perchè sono consapevole che ultimamente il mio Blog sta sempre più ingrigendosi e diventando più lamentoso. Me ne scuso con tutti voi che leggete ma è così perchè anche io sto diventando grigio, sto appassendo nelle giornate umide e di smog come la mia edera di casa (pianta di solito ultra resistentissima) che dopo 7 anni sul balcone è morta nei giorni scorsi. Per varie ragioni probabilmente dovrò rimanere nella Fogna un altro annetto e poco più, ma farò di tutto perchè la cosa si possa accelerare il più possibile. Qui non è in discussione la partenza ma solo il mese e l'anno che sarà o il 2007 (spero) o la prima metà del 2008 al più tardi. Qui è in discussione anche la mia salute fisica e mentale. Fisica perchè la fogna ha un clima piuttosto bruttino e soprattutto inquinatissimo, mentale perchè non ce la faccio più a seguire il ritmo di vita che c'è qui che è un saltellare tra problemi continui. Un solo esempio. Per questo mio ponte ho dovuto litigare con l'ufficio, con le ferrovie dello stato (sciopero e coda in stazione per ritiro del biglietto), ieri col mio medico e con la farmacia che era chiusa per riunione sindacale e oggi ancora di corsa a fare la raccomandata con i certificati medici perchè domani c'è sciopero generale e può darsi che la posto sia chiusa. E sabato, se parto, avrò comunque sempre l'incubo del cambio-treno visto che qui in Italia la puntualità è un'opinione. Questa non è vita. Questa è sofferenza in mezzo a problemi del c**o che non dovrebbero esistere. I problemi di cui preoccuparmi dovrebbero essere altri. Se Poliziotta mi dice che negli States bisogna preoccuparsi dell'assicurazione sanitaria, concordo. Quello è un problema serio. Invece mi ritrovo ogni giorno a fare queste corse inutili in casa, in ufficio, in giro per cose che non dipendono da me ma solo dall'andazzo di questo paese. Un andazzo MOLTO brutto, basta anche guardare i provvedimenti del governo Berlusconi e di questo delle sinistre. Tamponi, tamponi di facciata e basta. Molti di voi probabilmente non lo capiranno e continueranno a raccontare a se stessi le solite frottole per consolarsi: "in Italia non si sta poi così male" "in fondo qui hai tutto" "i problemi sono passeggeri" "dalle altre parti è peggio" come ho fatto io fino a qualche anno fa. Ma io non riesco più ad avere ottimismo: sono stanco, tremendamente stanco di avere una vita complicata quando si potrebbe averla semplice. Qui in Italia se non hai voglia di fare un ca**o probabilmente hai pure una vita (relativamente) comoda e bella. Ma io non ho paura di sbattermi, di darmi da fare e anche, perchè no, di lavorare se poi quest'investimento torna indietro. In Italia, questo ve lo posso garantire, investire non conviene. Meditate gente, meditate... ;-)

P.S.: Bollettino polveri sottili: siamo ormai da diverse settimane oltre i limiti di legge con una breve pausa leggermente sotto l'altro ieri (44 con limite 50).

mercoledì 29 novembre 2006

Oggi tocca a voi...

Visto che sono a casa con la febbre e non ho molta voglia di scrivere, oggi tocca a voi aggiundere i commenti. Vi riferisco solamente che sono dovuto andare dal mio dottore della mutua (in senso reale e in senso ironico ma questa ve la racconto un'altra volta) per i certificati medici da mandare in ufficio. Esco di casa e passo davanti alla farmacia dove volevo prendermi il mucolitico "Chiuso per riunione sindacale". Vado dal mio medico e quando sa che sono anche un pò allergico ai peli di cane mi dice "se vuoi mi offro io per ucciderlo" scherzando e seriamente "non puoi darlo via o regalarlo a qualcuno?". A scopo esclusivamente di promemoria vi ricordo lo sciopero generale di venerdì (banche, mezzi di trasporto, uffici pubblici, ecc.) e lo sciopero di Trenitalia dalle ore 21 di sabato alle 21 di domenica. E ora... via libera ai VOSTRI commenti! ^_^

P.S.: Ho risposto ai vostri commenti del precedente post! :-)

martedì 28 novembre 2006

Obeso? No grazie!

Oggi proprio mi sento uno straccio: devo aver preso qualche cavolo di virus simil-influenzale! Per non impestarvi ;-) di lamenti come al solito, volevo farvi notare quest'articolo del Corriere della Sera on Line dove si commenta la classifica dei paesi dove l'obesità è più elevata. Nessuna meraviglia a scoprire che sono gli USA ma qualche meraviglia invece a scoprire quali sono i paesi MENO grassi. Riporto dall'articolo:
Restano invece in coda, al disotto della percentuale del 10% di popolazione obesa, le salutiste Svezia (9,7%) e Danimarca(9,5%), la gourmande Francia (9,4%), l'austera Austria (9,1%). L'Italia (Regina del Gusto) con il suo 8,5% marca da vicino le ultime «splendide» cinque nazioni che vantano una popolazione di obesi inferiore al 9% : Norvegia(8,3%), Svizzera(7,7%), Corea e Giappone(3,2%).

La cosa da evidenziare è che anche paesi con cucina "grassa" (=Francia, Austria, Svizzera e Norvegia) non hanno percentuali elevate di obesi. Quindi? Quindi non è vero che la dieta mediterranea sia la più salutare in assoluto. Aiuta, ma non difende dall'ingurgitare porzioni esagerate o troppo ricche di grassi. Invece via libera ai dolci consumati in grandi quantità in Svizzera e Austria!!!
;-)

lunedì 27 novembre 2006

Uhm...

Uhm, è qualche giorno che non sto granchè bene coi miei polmoni. Mi sento anche debolissimo anche se sicuramente non ho la febbre. Che mi sia preso un qualcosa in forma leggera?!Sta di fatto che non sto per nulla bene e sono un pò preoccupato visto che sabato devo partire per il sospirato viaggio a Vienna.
:-((
Stasera vado a letto presto con gran camomillone... speriamo mi aiuti a rimettermi in forma.
Intanto, continuando a rotolarmi per terra dalle risate in seguito alla risposta che Mavero ha dato QUI nei commenti al mio post. Infatti ho il piacere di ricordarvi che:
1) Il valore delle polveri sottili è ancora fuori dai limiti, come ormai da diversi giorni. Oggi è 72 microg/m3 (limite 50, consigliato non superiore a 10-30)
2) Questa settimana ci sarò lo sciopero dei mezzi pubblici venerdì (non potendo farlo a dicembre, ne hanno fatti due nel mese di novembre) e quello dei treni fra sabato sera e domenica sera.

Naturalmente un "Vada-via-i-ciap" a entrambe le categorie.
:-D

domenica 26 novembre 2006

Acquisti pazzi!

In questi giorni ho avuto un pò da fare e non sono sto granchè bene quindi non ho avuto molto voglia di aggiornare il Blog. Venerdì alle Messaggerie Musicali ho comprato due Action Figure:

Freddy Krueger (19 euro)

Matrix 2: Scena nel castello (cliccare per ingrandire): 25 euro

Qui sotto i due fotogrammi tratti dalla scena presente sul DVD originale di matrix Reloaded:Ahimé, non ho saputo resistere ^_^
Quando sarò nella mia casetta voglio mettere tutte le AF in una teca con a fianco il fotogramma del film preso dal DVD e la scheda del film con attori, regista, ecc.

Del resto e della mia visita dall'otorino, vi aggiorno a breve.
Intanto guardatevi QUESTO filmato dove c'è uno che per spegnere il PC fa una serie demenziale di azioni automatizzate ;-)

giovedì 23 novembre 2006

Scuse

Mi devo scusare con Rosso-Fragola e Marta che mi hanno scritto e a cui non ho ancora risposto. Volevo anche scrivere a Elisa ma... GMail non mi va. Forse è in manutenzione. Abbiate pazienza, arrivoooooo !!
;-)
Intanto vi aggiorno sulla situazione polveri sottili che a Milano, anche dopo la giornata serena e ventosa di oggi è sempre ben sopra la soglia. Quanti giorni sono che i miei polmoni respirano polveri tossiche e irritanti? (se non ricordo male >15) E qualcuno sul quotidiano gratuito 24 Minuti ha riportato un articolo che riferisce che la vita a Milano è migliorata ancora a livelli mai visti dall'89. Ma stiamo scherzano? E che indici vengono usati per far uscire fuori questa conclusione? Vediamoli:
-Aumento delle nascite (>1000/mese)
Scusate, ma cosa me ne frega se l'extracomunitaria si diverte tutto il tempo con la moglie e sforna figli a ritmo continuo?! Non siamo più in epoca fascista dove serviva carne da macello e uno più figli faceva e meglio era! Oggi è il caso di farne pochi ma buoni ;-)
-L'aumento degli anziani (1 su 4 anzichè 1 su 5)
Leggiamo il dato in un altro modo: la gente giovane e in gamba se ne va lasciando gli anziani in città
-Calo della disoccupazione (dal 4,6% al 4,2%).
Anche questo è un indice del ca**o. Prendiamo l'URSS dove la disoccupazione era lo 0,1%. Vivevano forse meglio di noi?
E ora i difetti:
-L'aumento dei decessi per malattie all'apparato respiratorio e cardiaco.
Chissà perchè... polveri sottili? Ma no, cosa c'entreranno mai?!
-aumento cassa integrati e fallimenti di aziende
Certo, il mercato del lavoro in Italia è uno schifo. Colpa da un lato delle aziende che sfruttano e dall'altro dei sindacati che difendono gli scaldasedie.
-aumento della congestione del traffico
No comment (almeno finchè i mezzi pubblici verso la periferia saranno così pietosi)
-aumento della microcriminalità
No comment (certo, finchè uno ruba e esce dopo poche ore di cella, finchè uno al 95% rimane impunito perchè le forze dell'ordine non sono presenti o non hanno poteri o non li applicano).

Per finire, ecco cosa mi ha scritto mia sorella che vive a Vienna:

È veramente uno scandalo che in un paese che è nel G8 ci sia ogni settimana uno sciopero diverso. Che schifo. Da un anno che sono qui (in realtà sono ormai quasi 16 mesi), non c’è mai stato uno sciopero. E che XXXXX (il suo ragazzo di Vienna) ricordi, in tutta la sua vita non c’è mai stato uno sciopero…

Ora (ri)ditemi che andando all'estero le cose più o meno sono le stesse di qui in Italia dove in fondo non si vive poi così male.

...

Così posso rotolarmi per terra dalle risate. ^_^

mercoledì 22 novembre 2006

Mele marce

Il Mondo è una rivista che non mi interessa minimamente e che non compro. Tuttavia arriva in abbonamento in ufficio e l'altro giorno un collega mi ha detto che c'era un articolo che poteva interessarmi sull'IT. In realtà di quell'articolo non me ne fregava niente. Ho invece trovato una risposta molto esaustiva e perfettamente allineata con le mie idee sul mondo del lavoro a proposito di una e-mail mandata da una lettrice: "Come si estirpano le mele marce in azienda?" (Il Mondo, 17 novembre, pagina 14). Grandiosa l'introduzione alla risposta: "Si comincia lasciando da parte le forbici da giardiniere e prendendo in mano una sega elettrica". L'articolo poi continua classificando gli impiegati in quattro tipologie:
-in sintonia con l'azienda e che producono molto (impiegato ideale)
-in sintonia con l'azienda ma che producono poco (da aiutare e incoraggiare)
-non in sintonia con l'azienda e che producono molto
-non in sintonia con l'azienda e che producono poco (e vabbè, per chi non l'avesse capito, si chiamano scaldasedie)
e dicendo che gli impiegati "mela marcia" sono gli ultimi due. Stupiti che quello che produce, benchè non in sintonia con l'azienda, sia una mela marcia? Ebbene sì. Pensateci un attimo. Pensate a quei colleghi che pur di far carriera fanno di tutto: mettono in cattiva luce i colleghi, leccano i capi e bastonano quelli sotto di loro... benchè producano, non fanno altro che seminare zizzania, far incazzare la gente e farle passare la voglia di lavorare. Così è vero che lui lavora per due ma fa passare la voglia di lavorare a dieci. Bilancio negativo, quindi mela marcia.
Essere in sintonia con l'azienda significa lavorare per i suoi scopi, facilitare i flussi di lavoro, l'armonia e la collaborazione fra colleghi, il lavoro di gruppo quando richiesto.

Ora che sapete come funziona, potete contare quante mele marce avete fra i colleghi. Contando che siamo in Italia dove è impossibile licenziare le mele marce e difficilmente qualcuno ti dirà grazie (sia a parole che, a maggior ragione, economicamente), c'è poco da stare allegri.

martedì 21 novembre 2006

Sciopero?!

Stamattina nel dormiveglia delle 5 mi è venuto in mente di aver sentito qualcosa a proposito di uno sciopero... mi sono svegliato (PORK!) e ormai rassegnato ho acceso il PC. Ebbene sì il 2 quando devo partire c'è uno sciopero di Trenitalia. Ma guardate che è pazzesco qui in Italia. Per fortuna inizia alle 21 e a quell'ora dovrei già essere in Austria. L'Italia sta proprio diventando un paese del **BIP**. Oltre agli scioperi mensili dei trasporti pubblici, a quelli continui dell'Alitalia, non potevano che mancare quelli delle ferrovie. Disgustorama completo.

lunedì 20 novembre 2006

Completamente fuso!

Oggi sono distrutto. Quindi scrivo pochissimo. Ho avuto le ferie ma nella fretta di fare i biglietti e con un cervello ottenebrato da una pesantissima giornata di lavoro ho cannato due biglietti (BISOGNA ESSERE IDIOTI e io lo sono stato!). Dapprimo ho cannato data (ho messo per l'andata il giorno del ritorno e così ho buttato via 14 euro se va bene, 70 se Trenitalia si scorda di ridarmeli indietro stornandoli sulla carta di credito) e la seconda volta ho prenotato un treno giusto ma che arriva a Venezia Mestre alle 22.30... peccato che il primo treno per Milano sia alle 3 del mattino (improponibile). 29 euro buttati nel **BIP**. Vabbè bisogna avere pazienza. Per il resto, escludendo i biglietti errati, con 102 euro vado e torno da Vienna in 2° classe: non male, no? Non per parlare ancora una volta male dell'Italia ma le ferrovie austriache permettono la stampa in ticketless dei biglietti internazionali mentre Trenitalia solo di quelli interni. Risultato: domani devo andare a farmi la coda in stazione Centrale per ritirare il biglietto d'andata (quello del ritorno delle ferrovie austriache l'ho invece già stampato). Ad ogni modo, per S.Ambrogio mi godrò la città, i mercatini di Natale, le pasticcerie... speriamo vada tutto bene sia con la mia salute che con il mio gusto (sono ancora praticamente senza gusto, sigh!!!). Altri dettagli in seguito quando sono meno cotto!
;-)

domenica 19 novembre 2006

Una tazza vuota

Oggi mi sento proprio come una tazza vuota. Di certo il grigiore di questa fogna non aiuta. Stamattina mi sono alzato con l'idea di fare delle foto dell'autunno ma ho presto cambiato idea. Non avevo la tranquillità necessaria per avere ispirazione e per scattare! Dovevo guardare dove mettevo i piedi (sai com'è a Milano... l'unico che fa fuori i sacchettini qui in zona devo essere io e poche altre persone che si contano sulle dita di una mano!); dovevo guardare dietro agli angoli che non ci fossero cani "rognosi" pronti a saltare sulla mia dalmata (e ce ne sono diversi che non appena vedono un altro cane, qualsiasi altro cane, cominciano a ringhiare di brutto trattenuti solo dal padrone: i corsi di educazione non li hanno fatti i padroni, figurarsi i loro cani!), dovevo tenere al guinzaglio la mia dalmata e per finire, non fare troppo vedere cosa stavo facendo (mbè? Sembra che la gente non abbia mai visto uno andare in giro a fare foto, ti guardano tutti come se stessi facendo chissà cosa!). Ma andate a fan**BIP** vah! Non potevo nemmeno andare al parco Forlanini visto il blocco del traffico. Datemi un bosco dove stare senza nessuno che mi rompa le palle!!!!

Lo so, il solito post di lamento. Cercherò di lamentarmi meno. Ma se le cose non funzionano, cosa devo dire?! Che bello!?

**UPDATE**
Mi sono dimenticato il regalo domenicale per gli amanti di questa meravigliosa città (d'ora in poi chiamata anche "FOGNA" visto il moltiplicarsi della tipologia e della quantità dei rifiuti che riesco a fotografare):

Per finire mi sono scordato di dire che questo week end mi sono distratto con due film niente male. Il primo "The Sentinel" con Michael Douglas che non è un attore che mi piaccia granchè. Il film fila via liscio, c'è un pò poca suspence e qualche stupidata di troppo ma alla fine si rimane soddisfatti. Certo non un capolavoro nel suo genere, per esempio mi era piaciuto molto di più Nemico Pubblico. Voto: 6
Il secondo film che ho visto "Bandidas" era ancora più leggero ma con una delle mie trame preferite ossia "ragazze che fanno le dure"
:-P
Si tratta di un western dove le due bellissime ragazze spadroneggiano facendo rapine in banca sullo stile "rubo ai ricchi per dare ai poveri". In questo caso i poveri sono dei proprietari terrieri messicani. Il film non è niente di eccezionale ma simpatico e piacevole viste le due protagoniste. Voto: 6

venerdì 17 novembre 2006

Odio nascente

Sono stanco. Stanco degli italiani. Di Milano e dell'Italia. Ti fanno passare ogni voglia di lavorare e vivere qui. Purtroppo devo pazientare ancora un pò... probabilmente arriverò a odiare questo posto ed è un peccato. Forse ha ragione la mia collega che ha detto che l'Italia è bella... sono gli italiani a fare schifo. Mia sorella se n'è andata un anno e mezzo fa. E' tornata una sola volta . Le è bastato. Mi ha detto che qui non ci vuole più venire. Non avrei mai immaginato di pensarla allo stesso modo di mia sorella con cui litigavo in continuazione e con cui avevo divergenze su tutto il possibile immaginabile. Quasi 35 anni passati in un posto in cui mi sono sempre sentito un estraneo. Basta, davvero basta.

Secondo voi ho avuto risposta per le mie ferie?

Ma è solo questione di tempo, io qui non ci rimango. Sicuro al 100%. Piuttosto vado a fare il cameriere in una birreria di Vienna.

P.S.: Lo so benissimo che esistono anche ottimi italiani (che sono poi quelli che magari se ne vanno appena possono) ma qui il discorso è più ampio. L'Italia sta affondando e nessuno ha il coraggio di cambiare i vizi tipici dell'Italiano. Provate a chiedere cosa ne pensano gli stranieri dell'Italia. Cibo? Ottimo! Divertimento? Molto! Cultura? Grandiosa! Lavoro? Senso del dovere? Educazione civica? Onestà? Fede alla parola data? ZERO

giovedì 16 novembre 2006

House Exchange

Io so solo che appena ho la casa mia, invito la mia collega di Sacramento (United States of America) qui da me e poi vado a passare le vacanze da lei in California!

Ne abbiamo parlato già diverse volte (l'ultima pochi minuti fa) e siamo curiosi entrambi di vedere come si vive e cosa c'è dall'altra parte dell'oceano!
:-)

P.S.: Non fatevi strane idee, è semplicemente vacanza, lei non mi piace ed è molto più grande di me. Però è simpaticissima!!

P.S2: POLVERI SOTTILI OLTRE I 120 microg/m3... come la mettiamo in questa fogna di città?! (e guardate domani con lo sciopero ATM come andrà su).

mercoledì 15 novembre 2006

Cavetto arrivato, custodia comprata

Stasera sono andato a comprarmi la custodia della macchina fotografica (gentilmente Kodak non la fornisce... e sì che le costerebbe 3-4 euro a dir tanto) . Ho trovato un ragazzo gentile da Mediaworld che mi ha pazientemente supportato nel provare tutte le custodie di mio gradimento. Ovviamente tutte piccole a causa dello zoom 12x e quindi della protuberanza della fotocamera. Così sono ripiegato su una custodia per le Sony, bella per carità, ma da salasso: 29 euroooooooo!!!!
Tornato a casa ho trovato il cavetto per il cellulare, arrivato per raccomandata. Con molta ansia l'ho provato e, sebbene dia un errore sul cellulare, funziona perfettamente! Ho così scaricato le foto dal mio Nokia 3220 e che ora vi propongo:
La mia camera d'ospedale quando ci sono finito in aprile...
Gli interni del T-Biz, uno dei treni che praticamente nessuno prende mai e che ho invece preso settimana scorsa. Come potete vedere si tratta di un normalissimo Eurostar con interni in tinta diversa e (in teoria) le prese per lavorare. In realtà il sedile accanto al mio vicino al finestrino l'aveva, il mio no. Tornando su un Eurostar normale invece era presente su entrambi i sedili. Misteri di Trenitalia! L'altra differenza è che il treno non ferma a Firenze ma solo a Bologna per cui ci mette (in teoria) solo 4 ore fra Milano e Roma. Nel mio caso ha aggiunto 20 minuti di ritardo (sigh). Oltre alla solita bibita e snack dolce o salato, sono stato omaggiato di due chicchi di caffè ricoperti al cioccolato e un pieghevole di un cellulare business Nokia. Per il resto il servizio è identico a quello di un Eurostar normale e dunque non ne vedo grandi vantaggi, visto anche che il biglietto costa ben 18 euro in più.
Questa invece è una tipica vietta del centro di Roma con tanto di 'monnezza! (LOL).

Che dire? Il cavo funziona, le foto non sono malaccio come qualità: sono soddisfatto della mia scelta. Dimenticavo. Sul cellulare ho anche montato un gioco carinissimo di tema Natalizio ( Santa's Christmas Eve MOBILE SANTA CLAUS GAME ) che potete scaricare gratuitamente dal sito di Babbo Natale di Rovaniemi in Finlandia : http://www.santaclaus.fi/?deptid=11345 Si può scegliere la versione per cellulare con display piccolo (il mio caso) o grande. Non date retta ai modelli elencati che sono vecchi (il mio non c'è ma il gioco funziona benissimo). Scaricate, scompattate, lo trasferite sul cellulare e... enjoy!

Vaffa mattiniero

Oggi già cominciamo male. Un gentile vaffan***o alle due stronze dell'autobus. La prima che mi intossica con una sigaretta mentre aspettiamo sotto la pensilina (e vattene a fumare sotto la pioggia maleducata!) e la seconda che si lamenta con me che la gente deve passare e lei deve spostarsi quando ha messo delle schifose scarpe a punta che occupano un metro quadrato e le impediscono di muoversi in modo normale. Non scordiamoci un "vaffa" anche alla mia collega che sa sempre solo lamentarsi e che mette sempre il riscaldamento a palla E secondo me fa ancora troppo caldo per essere a novembre. Oppure è il mio corpo che si sta regolando in vista delle temperature viennesi ^_^
Intanto un bel WELCOME alle piogge in arrivo visto che era una settimana che le polveri sottili erano oltre i 50 microg/m3 quando il limite è 30 e per una vita "sana" non dovrebbe superare i 10 (ah ah ah, che barzelletta a Milano dove arriva anche a 160 microg/m3!)

**AGGIORNAMENTO**
Un vaffa lo regalo volentieri anche alla mia responsabile dei miei stivali (quella italiana ovviamente, mica quella americana!), a quelli dell'ATM per i bus che viaggiano a coppie nelle ore di punta e naturalmente a quella gran stronza racchia del banco clienti del Mediaworld che stasera mi ha trattato con una scortesia disarmante.

martedì 14 novembre 2006

Arrivata!!

Oggi finalmente è arrivata la mia nuova macchina fotografica digitale (la Kodak Z612 6 MPixel e zoom 12x). La prima impressione è che si tratti di una bella macchinetta, un pò più piccola della mia precedente, più leggera, con molte più funzionalità avanzate e che fa foto di buona qualità. Il flash mi sembra meno invadente e sparato, la risoluzione fa sì che le foto siano belle definite. L'unico neo è che dà l'idea di essere plasticosissima tipo giocattolo dei bambini (sigh). Per il resto l'ho subito provata facendo qualche foto e un breve filmato di cui non sento l'audio (devo approfondire). Intanto ho messo la batteria da ricaricare così domani la uso con più tranquillità. Qui di seguito una foto scattata stasera col flash sulle zucche viennesi. Se desiderate vedere il file a risoluzione completa, cliccate QUI purtroppo Blogger riduce le foto troppo grandi, accidenti a lui, e quindi ho dovuto metterla su un sito che me la tiene gratuitamente ma che me la cancellerà fra un pò. Pazienza. Non siate troppo impazienti dato che la foto è quasi 2 Mb. ci metterà un pò a caricarsi.



P.S.: A guastare la festa è arrivata una raccomandata del Ministero delle Finanze con 60 euro extra da pagare di tasse. GRRRRR!

lunedì 13 novembre 2006

Blog Updated (not daily)

Vorrei aggiornare il Blog ogni giorno mettendoci qualcosa di interessante ma alle volte manca proprio il tempo come nei giorni scorsi. Le novità sono che sabato mi hanno spedito il cavetto del telefonino e quindi spero mi arrivi domani. La macchina fotografica invece è "in trasferimento al Pick & Pay" (così sapete pure da chi l'ho comprata ;-) ) e quindi dovrei riuscire ad averla per il fine settimana!
:-)))
Domani chiedo le ferie. Incrociate le dita. Vorrei andare a Vienna a trovare mia sorella e vedere i mercatini di Natale. A questo punto vorrei anche prendere i biglietti del treno senza spendere un'esagerazione. Il mio naso è sempre lì: non migliora granchè. Devo proprio fissare la visita dall'otorino. Per la carie (sigh) è già tutto a posto: vado settimana prossima. Appena mi arriva il cavetto per il Nokia 3220 e scarico le foto, vi dico anche cosa ho fatto a Roma. Ma il tempo è stato davvero tiranno quindi non aspettatevi granchè (non sono neppure riuscito ad andare al Naboo :-( )
Infine vi segnalo un software notevole. Fino a tre giorni fa ero un accanito sostenitore di IrfanView come software gratuito per visualizzare le immagini. Ebbene, ho provato FastStone e me ne sono innamorato. Non solo fa le stesse identiche cose di IrfanView ma molto di più e più comodamente senza contare l'interfaccia graficamente più attraente. Provatelo e non ve ne pentirete!

sabato 11 novembre 2006

Tornato

Eccomi di ritorno. Sono parecchio stanco. Ho mangiato così così per mancanza di tempo e non ho girato granchè. Un vero peccato ma pazienza. Il cavo per il cellulare (con cui ho fatto alcune foto) è in arrivo quindi spero di metterle prima possibile. Intanto stasera vado a letto presto senza però prima essermi fatto una pizza con pomodoro, mozzarella, gorgonzola e noci. Dolce: strudel alle mele fatto da mia mamma. Film: Discesa nelle tenebre (non ho fatto in tempo a vederlo a Halloween). Intanto mi è venuta voglia di fare Die Prinzregententorte di cui potete vedere le immagini e un breve filmato cliccando QUI (poi cliccate all'interno del quadratino ADSL). E' una torta tedesca, piuttosto difficile da fare, dedicata al Principe reggente Leopoldo. E' fatta da 7 sottilissimi strati di pasta con in mezzo una crema al burro e cioccolato. Copertura al cioccolato fondente e decorazione ancora a base di crema al burro e cioccolato. Buona visione (fateci un salto, anche se non capite il tedesco bastano le immagini e il filmato dura pochi minuti)

mercoledì 8 novembre 2006

OOTO

OOTO

  1. out of the office; this shorthand phrase is typically used in e-mail messages.
Sarò OOTO and OOMH (LOL, fuori casa) fino a sabato per lavoro quindi non garantisco aggiornamenti anche se farò il possibile.
:-)

Ci sentiamo quando torno. La macchina fotografica digitale è ancora in "gestione" mentre il cavo del cell non è ancora stato spedito. Speriamo che di avere tutto "on the way" per il fine settimana.
Intanto oggi good news: polveri sottili a 142 microg/m3 con terzo giorno di sforamento del limite. COMPLIMENTI, se abiti a Milano stai aumentando le tue probabilità di ammalarti di cancro (ricordo che un valore giudicato accettabile è 10 microgrammi e il limite stabilito dalla legge è 30 microgrammi). Ma la gente si rende conto di ciò? E poi ditemi che Milano non è una merda. Già solo per questo fatto lo è.

Internet connection down

Ho la connessione Internet da casa che è out. Deve essere lo switch di palazzo di Fastweb. Speriamo che oggi esca il tecnico come promesso. Ieri sera, tornando a casa in autobus e guardando le vetrine e le strade all'imbrunire, mi è venuto da pensare che quando me ne andrò da Milano me ne fregherà ben poco. Non riesco a trovare nulla a cui io sia particolarmente affezionato e che possa legare a dei ricordi piacevoli. Forse la mia via, se non altro perchè ci ho vissuto per tanti anni, ma nulla più. Oltre a questo mi è venuta proprio voglia di ricominciare da zero. Di ricominciare a scoprire le cose che caratterizzano un posto, le persone, le usanze, i negozi, i luoghi particolari... insomma, sono arrivato alla conclusione che Milano ormai ha ben poco da dirmi. Ho proprio bisogno di novità di qualcosa che solletichi il mio spirito e la mia creatività che mi aiuti a realizzarmi di più. Qui mi sento INCOMPLETO e quindi insoddisfatto.

martedì 7 novembre 2006

Pasticceria d'autore

Il mio ultimo acquisto su Amazon.de. L'ho ricevuto l'altro ieri dai miei che me lo hanno portato da Vienna (l'avevo fatto spedire a mia sorella due mesetti fa).

lunedì 6 novembre 2006

Nuovi acquisti

Ieri sera ho ordinato la nuova macchina fotografica insieme a 1 Gb di memoria SD 150x Twinmos. Totale 353 euro.
Kodak EasyShare Z612


  • Obiettivo con zoom ottico 12X con stabilizzazione dell'immagine
  • 6,1 megapixel
  • Display a colori ad alta risoluzione da 64 mm (2,5 poll.) .
  • Batteria ioni di litio ricaricabile e caricabatteria inclusi
  • Video 640x480 con audio limitati solo dalla memoria SD
  • Chip KODAK Color Science

La "vecchia" ma ancora validissima perchè era semiprofessionale 3-4 anni fa quando l'ho presa, la regalo a mio papà. Poichè la nuova è un pò ingombrante (come la vecchia d'altra parte) e mi piacerebbe ogni tanto scattare qualche foto di cose curiose che vedo in giro tipo le schifezze di Milano, mi sono preso su Ebay il cavo per scaricare le foto dal mio cellulare Nokia 3220 (17 euro) in modo che possa portarmi quello sempre con me. Le foto sono solo 640x480 ma per fare delle foto al volo va bene. Avrei potuto comprarmi un cellulare nuovo con fotocamera più bella e cavetto o infrarossi o bluetooth compreso ma il 3220 ha tutte le lucine e le back-cover personalizzabili, mi piace troppo, quindi non mi andava proprio di mandarlo in pensione. Con il cavo invece posso usarlo con molta più soddisfazione. Fra l'altro consuma pochissimo, oltre a essere tri-band e quindi funzionante negli States. Il cellulare della 3 (NEC E313) invece ha ormai le 2 batterie di serie che durano si e no 1 giorno e poi ha diversi altri difetti (tasti piccolissimi, sistema operativo lento, in roaming dà problemi persino in Svizzera e non funziona negli States). Così oggi ho chiamato mia mamma e mi sono rimasti su solo 8 centesimi con la tessera di 3 in scadenza. Andrà in pensione.

sabato 4 novembre 2006

Mmmmm

Devo dire che in questi giorni sono molto malinconico. Credo che una buona parte derivi anche dal fatto che sono ancora senza gusto o quasi. Ho degli sprazzi qui e là in cui sento qualcosa ma poi il nulla e questo è davvero molto deprimente per una persona che ama mangiare e assaporare le cose. Sia per questo, sia perchè ho fatto alcune cose, non ho avuto molta voglia di scrivere. L'unica novità è che sono ripassato da Medagliani e mi sono preso due stampi in silicone a semisfere per semifreddi o mousse ( 2 x 8 euro )e un kit di mini-formine piccolissime per intaglio (la foto non rende l'idea di quanto siano mini ma il lato della scatoletta è 7 centimetri), ahimè, costosissimo (33 euro) ma indispensabile per certi lavori di precisione. L'ho subito messo alla prova con una lanterna di panspezie. Era un progetto simpatico che volevo provare da lungo tempo ma che richiedeva un lavoro di ritaglio della pasta praticamente impossibile visto che la pasta non deve deformarsi dalla forma di quadrato che deve mantenere fino a fine cottura. Con questi piccolissimi pezzi di metallo è stato invece abbastanza semplice ricavare le decorazioni necessarie. Il progetto va migliorato ma come base di partenza non c'è male. E intanto ho messo in forno la torta di ricotta dato che avevo un rosso d'uovo da finire e 500 grammi di ricotta che avevo preso al supermercato. Non è che ne avessi molta voglia dato che non sento granchè, ho ancora la torta al cacao di Halloween da finire ma almeno faccio una sorpresa ai miei che tornano domani. Domani intanto è domenica e lunedì si torna al lavoro. La cosa che più odio di Milano è che il tempo passa velocemente ma non si riesce a costruire nulla. Intendo proprio costruire. Fare. Avere dei risultati. Ma di cosa poi? Certo, ho messu su bene la casa per Halloween ma poi? Da questo punto di vista sento tanto tanto la mancanza di una mia casa con il giardino. Una casa da sistemare nel senso di migliorare. E poi un giardino. Sì, OK, darà tantissimo da fare ma vuoi mettere poi avere le cose che vuoi, quando vuoi (nel mio caso zucchine, zucche, basilico, frutti di bosco, ecc.). E vabbè, pazientiamo e domani voglio mettermi a fare un pò di esercizi di tedesco per rimettermi in pari con le lezioni che ascolto. E stasera prima di vedere il film Submerged di Steven Seagal, mi farò un semolino dolce da mangiare con frutta, cacao, frutta sciroppata, marmellata, ecc.

mercoledì 1 novembre 2006

Halloween 2006 pictures!

Eccomi qui sano e salvo dalla serata di Halloween. E' stata una serata molto tranquilla perchè sia io che la mia amica eravamo molto stanchi. Così abbiamo puntato più sulla qualità che sulla quantità ;-)
Il menù è stato:
-Dita di mostro mozzate con affettati misti (salame ungherese affumicato, prosciutto cotto con le erbe, mortadella con pistacchi)
-Lasagne alla zucca e salsiccia
-Torcolo al cacao
Per il resto lascio spazio alle foto con i piatti e soprattutto le decorazioni che mi hanno portato via davvero tanto tempo ma credo ne sia valsa la pena. Qui sotto trovate un'anteprima piccola e veloce delle principali foto. Per guardarle tutte e più in grande e magari lasciare un commento alla singola foto, basta cliccare QUI dove ho messo l'intero set. Per vedere una foto in grande, cliccate sulla foto e quindi sul bottone "ALL SIZES" sopra la foto. ;-)