venerdì 29 settembre 2006

Vai con le danze (degli acquisti!)

Oggi, complici due ore di permesso che sono finalmente riuscito ad avere, ci ho dato dentro con giri e acquisti:
Da Medagliani (forniture alberghiere) ho preso:
-tre flaconcini di plastica con beccuccio per decorare i piatti con i dessert che faccio (circa 3 euro)
-un pettine. E' una cosa molto particolare usata solo in pasticceria: in pratica è una sbarra di plastica con una dentellatura di gomma in basso che serve a ricavare da una spianata di cioccolato delle righe perfettamente parallele, dritte e sottili. E' poi possibile ricavare dei riccioli di cioccolato o inserire fra le righe del cioccolato bianco e ricavare delle decorazioni a righe alternate bianco/nere. Ancora, può essere usato per fare del pan di spagna bicolore... Ovviamente è per torte di un certo livello. Domani provo a fare un pò di pratica. (circa 20 euro)
-una giacca da chef. Questa era il mio sogno da diverso tempo: ho trovato quella che mi piaceva coi bottoncini dorati! Vi posterò una foto quando la metto! (circa 30 euro)

Da Mediaworld:
-libro sulle Torri Gemelle di NY. Contiene tantissime foto, foto dei progetti e delle fasi di costruzione, foto dell'attentato e del dopo attentato. Nel mezzo c'è anche una doppia pagina che si apre verso l'alto con una gigantografia delle Twins di notte. Per 5 euro, un documento e un ricordo da non lasciarsi sfuggire.

Dal Lidl:
-la stazione metereologica a cui miravo da diverso tempo. Ha il sensore esterno wireless. Visualizza giorno, ora (radio-sincronizzati automaticamente con l'ora dell'osservatorio tedesco), sveglia, temperatura e umidità interne, temperatura esterna, tendenza della temperatura esterna, tendenza del tempo. Ho preso il modello grigio canna di fucile. (15 euro)
-un mattarello in metallo (non ho resistito, visto che era a 3,50 euro!).

Di tutte le cose, quelle di cui (fino ad ora) sono più soddisfatto sono la giacca (che ho provato e mi piace tantissimo, la terrei tutto il giorno!), la stazione metereologica (bellissima per quel prezzo!). Stasera mi guardo bene il libro e domani provo il pettine. Spero di rimanere altrettanto super soddisfatto anche di queste due cose!

mercoledì 27 settembre 2006

Cambiamenti

Anche ieri sera ho spento presto, alle 22.30 dopo mezz'oretta di esercizi di tedesco (proprio mi sono sfotrzato a farli, non perchè non mi piaccia farli ma perchè alla sera sono stanco). Prima di chiudere ho anche sfogliato alcuni miei libri per decidere cosa far prendere a mia mamma nella spesa di domani in vista della sua torta di compleanno che le farò sabato/domenica. Poichè dovrà essere una torta di classe, molto raffinata, sono ancora un pò indeciso. Ovviamente vi posterò la foto!
;-)
Intanto, cambiato nello spirito dalla vicenda dei miei polmoni, sono divenuto un pò più spendaccione. Domenica scorsa ho preso 3 DVD (20 euro) di cui due con traccia tedesca e ora ho intenzione di togliermi uno sfizio ossia comprarmi la divisa da chef (pantaloni, giacca bianca doppia fila di bottoni dorati). Il cappello già l'ho comprato un pò di mesi fa. L'altra cosa che si sta facendo strada in me è che appena so un minimo di tedesco, via... Ormai ho quasi 35 anni e già così è difficile trovare lavoro, figurarsi se aspetto... ogni anno che passa diventa più difficile impiantare una nuova baracca con burattini. Probabilmente farò il grande passo senza sapere granchè di tedesco che, immagino, si impari molto meglio e più velocemente sul posto. E' un pò un passo al buio. Ma chi non rischia niente, non ottiene niente. E io nella Repubblica delle Banane non ci voglio più stare. Stamattina ci pensavo... da qualche settimana esco per la passeggiata canina non appena mi sveglio, cioè presto, non perchè la mia dalmata ne abbia bisogno ma perchè non sopporto più macchine e traffico. Soprattutto non sopporto L'INCIVILTA' imperante qui in Italia. Nessuno si ferma sulle strisce. Passi che ci siano tante macchine ma che uno debba aspettare MINUTI per attraversare sulle strisce perchè nessuno si ferma lo trovo intollerabile. Lo slalom fra i rifiuti e gli escrementi non tirati su, le macchine che parcheggiano ovunque, questa NON E' VITA. Da qui la decisione (fra l'altro appoggiata dai miei). E speriamo in bene...

martedì 26 settembre 2006

Dormire (quasi dolce) dormire.

Lunedì 25 sera: nanna ore 21.30
Martedì 26 mattina: sveglia ore 7.10

Totale: 9 ore e 40 minuti

Potessi essere anche svegliato dal profumo di una cioccolata calda e una fetta grande di torta al cioccolato, sarebbe proprio un dolce risveglio. Invece sono qui nella solita giungla. E' lei che mi toglie ogni energia e mi obbliga a queste dormite!

domenica 24 settembre 2006

Mc Donalds

Oggi ho passato una domenica un pò diversa dal solito. Da qualche anno Mc Donalds apre le sue cucine una volta o due all'anno per fare vedere come lavora al proprio interno. L'iniziativa si chiama "operazione cucine aperte". In realtà per conoscere davvero bene un posto di lavoro bisognerebbe andarci a lavorare ma non mi sembrava il caso di piantare il mio attuale lavoro per andare a fare hamburgher da Mc Donalds e vedere com'è! ^_^ Ad ogni modo quest'anno finalmente ce l'ho fatta e mi sono iscritto. Mi hanno mandato in un McDonald un pò lontano da casa ma per fortuna me la sono cavata con due mezzi pubblici e 45 minuti di viaggio. Alle 10.30 in punto era nel locale. All'inizio la cosa è stata un pò formale. D'altra parte, lavorandoci, so benissimo com'è nelle aziende americane: tutto è rigidamente stabilito da un protocollo e si hanno istruzioni per tutto. Fra l'altro ero l'unico "iscritto" al giro per cui avevo l'attenzione di tutti! Mi hanno fatto leggere il "regolamento della visita" mentre mi offrivano una bibita (ho scelto la spremuta d'arancia che però era un pò troppo diluita per i miei gusti ^_^ ) con tanto di autorizzazione al trattamento dei dati per fini pubblicitari sia interni (solo McDonlads) che a terzi (per i quali ho scelto di non dare l'autorizzazione). Abbiamo quindi cominciato il giro partendo dal locale spogliatoio con saletta ricreativa annessa. La saletta serve sia nelle pause che per il training delle nuove reclute che, mi hanno detto, viene fatto tramite DVD (una volta veniva fatto tramite VHS). Sono quindi passato a vedere le celle frigorifere e il magazzino. Sono quindi passato alla parte più importante e cioè la cucina divisa fra parte di lavaggio, parte di cucina vera e propria e parte di vendita (quella con le casse che si vede quando si va da McDonalds). La parte pulizia consiste dapprima in una postazione di lavaggio degli strumenti con tre vasche (ammollo, risciacquo, ammollo igienizzante) e quindi la postazione di lavaggio prima di entrare in cucina. Il lavaggio è obbligatorio (con tanto di sapone germicida e spazzola per le unghie) ed è necessario rilavarsi le mani con la stessa modalità ogni ora (c'è un timer che scorre e avvisa quando è passato il tempo). Una volta in cucina ci sono le friggitrici per le patatine e per i vari alimenti (McFish, McNuggets, ecc.), ognuno separato dagli altri e con una temperatura e un tempo proprio impostato in modo che sia praticamente impossibile sbagliare. Più in là c'erano le macchine per la tostatura del pane che arriva nei locali surgelato e pretagliato. Con queste macchine il pane, preventivamente fatto scongelare, diventa leggermente croccante e abbrustolito. Oltre le macchine per i panini ci sono le piastre per gli hamburger che sono impressionanti. Infatti sono delle specie di presse entro cui metti a cuocere gli hamburger surgelati, anche qui per un tempo preimpostato sulla macchina. Si prende l'hamburger dal freezer vicino e lo si mette sulla piastra, si abbassa la parte superiore e lo si lascia cuocere. Dopodichè lo si toglie e si pulisce la piastra con l'apposito raschietto e tutto è di nuovo pronto per ricominciare. Più in là c'è poi il banco di composizione refrigerato dove vengono "costruiti" gli hamburger. Il banco contiene al suo interno un frigo dentro cui stanno formaggio già tagliato, mozzarella, cetrioli, cipolle, le salse, ecc allo stesso tempo al fresco e pronte per essere usate. L'hamburger viene quindi inserito nella confezione e fatto scivolare lungo lo scivolo di metallo che porta alle casse che vediamo tutti. Qui alle casse ci sono le persone che prendono gli ordini e che battono sulla cassa che è poi un touch screen con tasti digitali che vengono programmati con le porzioni dei cibi in vendita. I ragazzi alle casse provvedono inoltre a servire le bibite che provengono dai cartoni di concentrato sul retro e che sono diluite e "gasate" al momento con bombole di anidride carbonica. Dopo il giro mi hanno accompagnato a un tavolo dove ci siamo seduti, mi hanno offerto una bibita (thè freddo) e mi hanno fatto compilare il questionario di soddisfazione sul tour e abbiamo fatto due chiacchiere (cioè io li ho riempiti di domande). Questa in sintesi la visita. La parte di domande alla fine è stata molto interessante. E' infatti venuto il titolare del locale e gli ho chiesto un pò di informazioni su promozioni, Happy Meal e sul servizio "bar" che si trova da qualche tempo nei McDonalds. Lo sapevate che si può anche fare colazione da McDonalds? Quelli messi in zone strategiche per uffici e turisti hanno proprio il reparto caffetteria e dolci. Quelli più piccoli solo un piccolo banco dolci con dolcetti e torte (queste ultime fatte dalla Bindi). Il titolare è stato molto gentile, ha risposto alle domande, mi ha fatto assaggiare una Mandise (dolce a forma di cupola con gocce di cioccolato e un cuore di Nutella) dato che avevo detto che era quella che mi ispirava di più ma non l'avevo mai assaggiata e infine mi ha regalato un buono per un McManu gratis nel locale e una specie di poster di "Cars" il film della Disney che è anche la promozione della settimana nei McDonalds.

E ora le impressioni. Le due cose più impressionanti sono:
1) Quasi tutto il cibo arriva già pronto, per lo più surgelato. Di fatto un punto vendita McDonalds lo rielabora brevemente e lo serve. Questo da un lato è garanzia di igiene (la catena del freddo viene rigidamente rispettata perchè ad ogni postazione di cottura o friggitrice c'è un freezer per conservare gli alimenti) dall'altro è evidente che non è come avere un ingrediente preparato fresco.
2) Le regole igieniche sono scrupolosissime e questo credo sia uno dei punti di cui McDonalds può andare fiero.

Ora la domanda che mi aspetto mi facciate: ma come, TU, vai a visitare un McDonalds?! Certo. E' importante sapere come funzionano davvero le cose e non criticare a priori. Come avrete notato non ho qui parlato ne di qualità ne di principi nutritivi dei pasti serviti. Per quelli, vi rimando al sito McDonalds http://www.mcdonaldsmenu.info dove ci sono i dettagli di quasi tutti i prodotti. Vi ricordo inoltre il post che avevo fatto in occasione della visione del film Super Size Me e del relativo libro. Le conclusioni sono le stesse che avevo tratto allora: McDonalds non è il diavolo anzi ci sono molti posti in cui magari siamo obbligati ad andare in pausa pranzo dove la qualità degli alimenti è vergognosa e l'igiene è carente. Mc Donalds non è neppure un posto da frequentare assiduamente come non lo è nessun posto dove servono per lo più cose fritte e alimenti standardizzati. D'altra parte a nessuno è mai successo nulla per essere andato da McDonalds due volte all'anno. Mc fa semplicemente parte dell offerta alimentare che abbiamo qui in italia e sta a ciascuno di noi scegliere dove, cosa e in che quantità è giusto mangiare. Piuttosto, chiediamoci perchè a scuola si fanno magari 6 ore di latino e neppure 1 di educazione alimentare.

P.S.: Questa è una fetta della crostata ricotta/cioccolato fatta ieri:

sabato 23 settembre 2006

Sabato di riposo

Il mio sabato:
-breve passeggiata (in farmacia per prendere qualcosa per il naso che è completamente tappato, credo sia un problema di allergia)
-crostata ricotta e cioccolato fondente
-due ore di riposino pomeridiano
-manutenzione al PC e piccolissima lettera in tedesco (un esperimento)
-ho poi ordinato "Goodbye Lenin" Deluxe Edition in 3 DVD su Amazon.de (36 euro, sigh...)
e ora mi sa che mi (ri)guardo Super Size Me.

giovedì 21 settembre 2006

Basta poco per farmi contento

Scritto oggi da una mia collega negli States:
You can count on good food and friends the next time you visit!

mercoledì 20 settembre 2006

Uno sciopero al mese...

September 15th 2006: Public Transports Strike
October 8th 2006: Public Transports Strike

ROMA - Sciopero nazionale dei dipendenti del trasporto pubblico locale il 6 ottobre. L'agitazione sindacale e' stata proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti.


Come volevasi dimostrare quando dicevo che in questo paese vergognoso c'è uno sciopero dei trasporti pubblici al mese...

P.S.: Mi è venuta in mente la frase che dice il Tarzan della pubblicità delle Gocciole Pavesi: "Questa giungla mi distrugge". Ho pensato che potrei dire anch'io esattamente la stessa cosa. Anzi, mi sa che la metterò insieme alla frase di Plissken nella colonna in alto a destra! ^_^

martedì 19 settembre 2006

Buone nuove

Oggi ho ritirato l'esame che avevo fatto due settimane fa e l'esito è stato negativo. Dopo un'estate passata a pensare al peggio, posso così tirare un respiro di sollievo. Non che sia finita con i miei problemi di salute ma posso ora concentrarmi su qualcosa di meno "pesante". In ufficio intanto si va di litigata in litigata anche se sempre con la stessa persona. Ora e più di prima, CHE DIO BENEDICA GLI STATI UNITI D'AMERICA! Per fortuna che ci sono i miei colleghi americani. Grazie, grazie di esistere e di aiutarmi nel lavoro di tutti i giorni. Grazie soprattutto alla mia capa a NY. Un manager davvero speciale: ammirata e stimata da tutti, sa sempre essere professionale, precisa, puntuale e umana allo stesso tempo. Grazie, spero che un giorno qualcuno ti premi per tutte le cose buone che fai.

domenica 17 settembre 2006

Pasticceria Austriaca 1 - Butcheln

Quest'anno per il mio compleanno (sì, quello in cui sono finito in ospedale...) avevo chiesto ai miei e a mia sorella dei libri di pasticceria austriaca. Poi nei mesi successivi mi è anche arrivato un DVD. Ieri ho voluto provare una delle ricette: Butcheln con marmellata di prugne con sala alla vaniglia. In pratica si tratta di una specie di brioche di pasta lievitata con ripieno di marmellata di prugne (si può mettere anche albicocca e rhum o mirtilli rossi...) servita tiepida in una salsa di vaniglia. Per dare un'idea di come vengono fatti, ecco le principali fasi:
-mettere latte, lievito e metà farina in un posto tipido per 30 minuti
-aggiungere uovo, zucchero, il resto della farina, sale, un cucchiaio d'olio e impastare finchè l'impasto non si presenta liscio e omogeneo.
-far lievitare l'impasto per circa 20 minuti
-fare nel frattempo la crema di vaniglia (latte, uova, zucchero, vaniglia)
-stendere l'impasto lievitato in modo che sia alto circa 1 cm e tagliare dei quadrati su cui mettere la marmellata di prugne con una tasca per dolci
-chiudere i quadrati a fagottino e girarli nel burro fuso, metterli in una pirofila
-nel tempo che il forno arriva a 180°C, farli lievitare nella pirofila di cottura
-cuocere circa 2-25 minuti, sfornare e lasciare intiepidire quindi spolverare con zucchero a velo.
-servire in una fondina mettendo la crema di vaniglia in basso e un Butcheln sopra. Io ho anche decorato con qualche mora.
Ecco qui le varie fasi fotografate! (cliccare per vederle a grandezza intera ;-) )

venerdì 15 settembre 2006

Welcome to the 3rd World!

Oggi a Milano piove e pioverà per tutta la giornata
Oggi a Milano c'è sciopero dei mezzi pubblici
Oggi a Milano ci sono ingorghi in ogni parte a causa dello sciopero e della pioggia

Sindacati e conducenti ATM (Trasporti Pubblici) fanno mediamente un giorno di sciopero al mese.

Esiste un altro paese europeo dove accadono cose simili?

L'Italia è un paese del terzo mondo.


**AGGIORNAMENTO**

PIOGGIA - Una pioggia battente scende dalla scorsa notte su la maggior parte delle province lombarde. Milano, per il momento, la situazione pare essere sotto controllo: 118 e Vigili del Fuoco non segnalano interventi gravi anche se in molte strade si sono formate ampie pozze d'acqua e il traffico sta aumentando molto, anche per la concomitanza di uno sciopero dei mezzi, dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio, e della settimana della moda.
Da www.corriere.it



**AGGIORNAMENTO 2**
Ahimè, ahimè, capisco sempre di più il mio amico che ha chiuso qui baracca e burattini ed è scappato in Arizona. Comincio a odiare questo paese... la mentalità, l'egoismo, la voglia di fare sempre e comunque i propri comodi anche se questo va a spese di altri. E poi la ciliegina: governanti e manager inetti che spillano soldi ma producono poco. Bleah...

E intanto ora mi sto finalmente installando America's Army e stasera mi guardo CSI Miami/NY puntata speciale. GO UNITED STATES, LAND OF THE FREE AND HOME OF THE BRAVE!!! (LOL, oggi gli unici momenti piacevoli sono stati quando ho lavorato coi miei colleghi americani, non solo interni all'azienda ma anche un nostro fornitore!!)

giovedì 14 settembre 2006

Se usciva Windows 2010 c'era meno casino...

Oggi è uscita la nuova versione 2.7 di America's Army, gioco ufficiale (e gratuito) dell'esercito americano.Si tratta di una release attesa da lungo tempo perchè integra il nuovo motore grafico e tantissime novità. Non per nulla non è disponibile l'upgrade dalla versione precedente ma solo il download completo che misura più di 2,5 Gb!!! Ma la cosa incredibile è che non appena reso disponibile il download (alle 21 di stasera) i server dei principali siti che distribuivano il gioco sono andati in crisi se non addirittura in crash a causa dell'altissimo numero di richieste e dell'altissima quantità di dati che veniva scaricata.Alcuni siti hanno dovuto addirittura "ritirare" il gioco. Io sono riuscito a iniziare lo scaricamento alle 22 e sono ora al 3% (LOL :-D ) con una stima di download di più di 10 ore :-/
Ho capito, lascio il PC acceso a scaricare. per fortuna che l'ho costruito silenzioso. Chissà, magari domani ha finito!

mercoledì 13 settembre 2006

Acquisti pazzi!

La tonsilla va nettamente meglio. L'orecchio è lì che ogni tanto fischia, il naso sempre un pò intoppato dall'allergia.
:-/
Ieri sera acquisti pazzi: 5 DVD da Amazon.de in tedesco (50 euro)
-Dragonheart 1+2
-un DVD di uno chef che fa vedere delle ricette
-Il 6° Giorno (Schwarzenegger)
-Secret o qualcosa del genere (una commedia)
-I Langolieri (film tratto da un racconto di Stephen King e introvabile qui in Italia).

A parte l'ultimo, li ho presi per fare esercizio di tedesco.
Poi ho ordinato il decoder satellitare (115 euro). Ho preso questo:

CLARK-TECH 2100
MPEG-II digital & fully DVB compliant
1 Slot Common Interface
1 Card Reader
DiSEqC control version 1.0, 1.1, 1.2
USALS Compatible
Blind Scan of every trasponder
Total 5,000 channels programmable

(sito: http://www.clarke-tech.com/products.asp )
che mi è stato consigliato da un amico di mio papà. Insomma, volevo spendere un pò meno e prenderne uno senza slot di espansioni per le TV a pagamento ma alla alla fine ho preso lo stesso questo. La differenza era di 40 euro ma visto che la consulenza fatta nel week end copriva interamente il costo ho detto "diamoci una botta di vita" ^_^ e l'ho preso. Anche perchè pure lui dovrebbe aiutarmi col tedesco. Ultimamente non c'è proprio un tubo sulla TV standard e non ho magari voglia di montare il proiettore per un film (o semplicemente non ho il tempo per vedere un film intero). Così vorrei provare a vedere col satellite. Accendo, giro un attimo e magari mi guardo solo qualche pezzo di trasmissione in inglese o tedesco.

martedì 12 settembre 2006

Carretta ambulante

Eccomi qui. Ho avuto un pò di cose da fare. Ho finito di montare e far compilare i DVD delle vacanze al PC e ho dormito parecchio perchè non mi sento granchè bene. Insomma sono una carretta ambulante. Da questo week end ogni tanto mi fischia l'orecchio sinistro mentre da stamattina mi fa male la tonsilla destra. Mah... sono proprio STUFO di stare male. Settimana prossima ho la visita dal pneuomologo e prima andrò a ritirare l'esito dell'esame fatto settimana scorsa. Fra l'altro da me in azienda sono cominciate a girare voci di problemi economici. Effettivamente anche io da un pò di tempo vedo che di clienti ne girano pochi. Comunque, stranamente, vedo la cosa in modo piuttosto distaccato. Forse perchè dopo tutti i miei problemi di salute mi sono accorto che basta un lavoro per vivere e molta serenità piuttosto che un'indigestione giornaliera di stress e rabbia per avere un pò più soldi a fine mese. Ormai non mi spaventa più nulla. Dovessi anche andare a fare il cameriere o il "tecnico-ripara-PC", l'importante è che riesca ad avere una vita serena. Non vale davvero la pena di sfinirsi di lavoro e passare le giornate in ufficio secondo il ritmo lavoro-pranzo-lavoro-cena-letto-colazione e di nuovo lavoro-pranzo, ecc.

domenica 10 settembre 2006

Rimini Rimini... diario parte 3

In questi giorni ho avuto parecchio da fare. A parte il lavoro da cui tornavo alla sera distrutto, ci ho dato dentro a montare i filmati delle vacanze. Da cinque cassette piene (5 ore) ho ricavato circa due ore di filmati suddivisi in tre DVD: uno per Rimini e Oltremare, uno per Mirabilandia, uno per il soggiorno in Calabria. Ho poi fatto una veloce consulenza così che posso permettermi un decoder satellitare praticamente gratis. Servirà a fare esercizio di tedesco e inglese con le TV americane (lo sapevate che esiste la TV del Pentagono?) e tedesche.
L'esito degli esami andrò a ritirarlo verso la fine di settimana prossima prima di andare dal pneumologo. Inutile stressarmi prima visto che la parola definitiva la deve avere lui. Stamattina ho voluto variare la passeggiata con la mia dalmata. Non mi ricordavo tanta sporcizia in giro. Devo essere (quasi) l'unico che raccoglie quello che la mia dalmata lascia. Beh, non so se dire che sono circondato da vie di merda o delle merde di vie ^_^.
Intanto che il PC compila i DVD, ho messo nell'impastatrice una treccia... pane al latte a forma appunto di treccia che si usa tantissimo in Svizzera. Ed ora l'ultima parte del diario riminese...

Il 16 mattina ho fatto una breve camminata mentre nel pomeriggio dormita + giretto in spiaggia. Alla sera giretto e fuochi d'artificio dal balcone dell'hotel.
Complessivamente devo dire che la vacanza non è stata malaccio. L'hotel era un 4 stelle per quanto riguarda gentilezze e servizi (Internet gratis però ci poteva stare... 1 euro/15 minuti su un vecchio Celeron 300 Mhz è un pò troppo) ma la carenza sul cibo era davvero evidente. A parte i dolci, davvero di livello bassissimo sia come qualità che come creatività, anche il resto era servito senza particolare cura. Unica nota positiva la frutta, sempre matura e quindi buonissima. Per darvi qualche esempio del livello della parte ristorazione, a livello di un 2 massimo 3 stelle:
- la carta dei vini era un foglio di carta plastificato
- la birra veniva servita in bicchieri da vino
- la zuppa ai cereali che ho preso una volta aveva l'aspetto dell'acqua di lavaggio dei piatti come nel libro "Il giornalino di Gianburrasca" con tanto di occhi di grasso
- due budini e una panna cotta di bustina in una settimana sono una vergogna
- scelta fra mai più di due tipi di gelato per sera
- possibile che la sala da pranzo che era condizionata fosse sempre caldo-umida?! (certo, l'aria condizionata costa! Le finestre aperte sono invece gratis).
Un'altra piccola nota negativa riguarda il letto che ogni tanto mi sembrava cedesse... per forza! L'ultimo giorno, guardando sotto per vedere se non avessi dimenticato qualcosa, ho scoperto che la rete a doghe di legno era rotta e avevano messo le doghe rotte di traverso a mò di rappezzo nello spazio mancante.
:-((
Ed ora un pò di "extra" in generale su Rimini. Ho fatto il giro delle principali sale giochi (ma mai giocato...) e ci sono dei tipi davvero simpatici che ho soprannominato Geni delle Sale Gioco:
-quello che imposta il cambio automatico e poi si lamenta che le marce dell'auto non funzionano.
-quello che sceglie l'auto più difficile da guidare impostando pure tutte le opzioni in manuale manco fosse un pilota professionista di Rally e poi gioca ovviamente per circa un minuto al massimo!!
-quello che sul simulatore d'aereo salta il minicorso d'addestramento iniziale e poi non appena cerca di decollare o atterrare perde punti e tempo di gioco perché non sa che deve alzare\abbassare il carrello o i flap.
-quello che vedendo un flipper spento lo accende e ci mette dentro un gettone per poi accorgersi che il flipper ha il pulsante di avvio che ti da le palline rotto.
-quelli che giocano alle macchinette che spingono giù i gettoni dal ripiano sul quale ci sono i gettoni multipunto o i premi stessi. Alla fine vanno via felici con in mano un orologino cinese da 2 euro, pagato almeno 10 volte tanto
-Stesso discorso per il tiro a segno sulle lattine dove con 10-15 euro se ti va bene ti porti via una pistoletta da 2-3 euro. Io ho risolto comprandomi un M16, pistola e bersaglio a 36,5 euro! ^_^ Lo so, sono plasticosissimi ma insomma, se mai riesco a organizzarmi, posso fare un pò di tiro al bersaglio in giardino.
Una cosa incredibile è poi il TRAFFICO che c'è ad alcune ore che è peggio di quello a Milano. Ma la cosa più incredibile è che Rimini è piena di... NAPOLETANI!! Se senti casino, se senti parlare ad alta voce, puoi star sicuro che o sono bambini o sono napoletani. Non parliamo di quello che volendo scendere a metà di una fermata quando l'autobus era fermo al semaforo, ha tirato il freno di emergenza e aperto la porta manualmente. E che dire di quelli che andavano in giro sporgendosi e battendo le mani sui vetri dei bus? E la famiglia di una decina di persone nella tavolata alle mie spalle? Spettacolo di cabaret assicurato. Lo so che non tutti i napoletani sono così ma sicuramente diversi fanno del proprio meglio per farsi riconoscere in giro per l'Italia. La stazione di Napoli ne è un ulteriore esempio ma ne voglio parlare quando parlo del viaggio in Calabria.
Altra cosa incredibile di cui mi sono accorto è che cominciano a vedersi anche qui in Italia persone gigantesche. Non intendo grasse o con un pò di pancia o con molta pancia. Intendo terribilmente obese. Come ne ho viste solo negli States. Sono rimasto sconcertato ma d'altra parte non c'è da stupirsi vedendo cosa e come la gente mangia. Altra cosa che ha confermato una mia idea sull'educazione carente qui in Italia è stato un episodio avvenuto a Mirabilandia. All'entrata c'è una specie di macchinetta per appiattire una moneta da 5 centesimi e stamparci sopra la mascotte del parco. Ovviamente tutti i bambini si fermano e girano almeno una volta la manovella che fa ruotare un ingranaggio a vista. Fin qui nulla di strano. La differenza sta nel dopo (scena vista coi miei occhi):

Famiglia italiana
-Francesco vieni...
(il bambino se ne sbatte, gira la manovella)
-Francesco dai forza, andiamo...
(idem come sopra, intanto di moltiplicano i giri di manovella)
-Francescoooooo!!!
-Arrivo... (continuano i giri di manovella)
(la mamma torna indietro a prendere il bambino e lo trascina via).

Famiglia cinese
-Jim vieni...
(il bambino se ne sbatte, gira la manovella)
-Mah!!! (per la serie occhio che hai oltrepassato il limite sei a rischio sberla / punizione)
(il bambino lascia subito la manovella e corre a seguire il resto della famiglia)

Una sera c'è stato un blackout. La cosa che mi sono chiesto è stata: ma quanti coglioni ci sono in giro? Tutti a urlare come animali quando cercavano di ridare tensione per 3 volte e ogni volte la luce ricadeva di nuovo. Mi sono venuti in mente gli uomini trasformati in bestie che ci sono in certi romanzi di fantascienza che parlano della fine del mondo e dell'uomo che ridiventa animale... probabilmente di animali ce ne sono in giro più di quanto non si pensi.
Sul lungomare-passeggiata ci sono un sacco di donne africane a fare treccine ai turisti. E ci sono un sacco di ragazze che se le lasciano fare (anzi, pagano per farsele fare ma... poi come se li lavano?!). Poi ci sono anche gli imbroglioni intenti a fare il gioco delle 3 conchiglie. Ovviamente hanno anche il complice che punta (puntata minima 50 euro) e che vince. Così ci sono i babbioni che pensano ancora sia un gioco onesto e perdono i biglietti da 50 euro. Ma come si fa a cascarci ancora?!
Una sera al ristorante dell'albergo sono apparsi per cena un russo e una tizia di colore (una prostituta?). Mangiano gli antipasti, i primi e poi... di colpo scappano via!! Dove saranno mai andati?!
Cose che ho lasciato in sospeso: un fritto misto da Kalamaro a Riccione, una partita di Lasergame a Rimini e l'acquario a Cattolica. In compenso con le prestazioni di alto livello della cucina dell'hotel, il mio peso è rimasto invariato!

martedì 5 settembre 2006

Rimini Rimini... diario parte 2

Sebbene sia molto giù per i miei vari motivi di salute/lavoro (domani ho un altro esame ai polmoni), giustamente non è il caso che ammorbi tutti con le mie lamentele. Così proseguiamo col diario riminese!
Il 12 mattina sono andato e tornato a piedi (4 Km) al centro commerciale Le Befane visto che la pioggia era lì dietro l'angolo.
Avevo infatti finito le cassette per la videocamera e quindi dovevo comprarne altre. Ho anche preso una simpatica maglietta stile "sovietico" ma in realtà europeissima. Nel pomeriggio riposino e passeggiata in spiaggia.(1 km). Dessert del giorno: tiramisù.
La sera e la notte solita pioggia...
Visto il fresco il 13 mattina ho fatto un giro x negozi e ho postato su internet dall'hotel. Al pomeriggio: passeggiatina spiaggia e salto ad una agenzia di viaggio per prenotare il pulmann per Mirabilandia. Entro, dico, cosa voglio e chiedo: 'devo darle qualcosa? Nome? Un documento?' e la gentilissima tizia dall'altra parte 'Mi lasci in pace, devo scrivere, non posso andare come una fionda'. Senza contare che c'era il cartello vietato fumare e la tizia stava fumando. Peccato perchè è stato l'unico episodio di scortesia in tutto il soggiorno. Verso sera, visita guidata al castello di Rimini (niente di che). A cena pesce spada servito bene a mezzaluna con sopra pomodorini pachino ma le patatine sono ancora mollissime. Creme caramel o tiramisù del giorno prima.
Il 14: a Mirabilandia! La prima cosa di cui mi accorgo è che ho sbagliato mezzo di trasporto: con il bus arriviamo infatti in ritardo e il tragitto è palloso fra code e attese a causa di un incidente. Trenitalia non sarà un granchè ma per certe cose il treno è una garanzia e se anche è in ritardo, almeno ti sgranchisci le gambe. C'era anche una ragazza abbastanza carina con una amica ma acci, niente da fare... io ho provato ad attaccare conversazione due volte ma niente. :-/
Tanto per cambiare, pioggia nel primo pomeriggio e molte code lunghe.A Eurodisney le attrazioni più di successo avevano un meccanismo di prenotazione ma qui in Italia forse non ci abbassiamo a prendere le idee buone che vengono dai francesi, figurarsi dagli americani! Così a Gardaland come a Mirabilandia, si rischia sempre un'insolazione se si vuole entrare in certe attrazioni in certi periodi dell'anno.Mi è piaciuto lo spettacolo "Scuola di Polizia" (per la gioia di Poliziotta, tutta la scenografia richiama gli Stati Uniti con tanto di bandiera americana come si vede nella foto). Discreto lo spettacolo "Pirati" (sgradevoli gli effetti sonori) mentre deludenti Mayan Show e Blues Brothers (ma ammetto di non avere passione per musica e balletti). Davvero notevole il giro sulla ruota panoramica che consiglio a tutti. Gli appassionati del brivido non possono invece non provare Katun, montagna russa tipo il "Tornado" di Gardaland, dove cioè vieni messo a testa in giù e sballottato da tutte le parti a velocità pazzesca. Nel pomeriggio ho preso una mela ricoperta di cioccolato per consolarmi dei terribili dolci dell'hotel e ho trovato per terra 2 euro!! Prima di tornare, sono andato allo spettacolo Cinema 4D. Dopo IMax è un pò una delusione ma comunque vale la pena di vederlo dato che prevede non solo un breve filmetto a cartone animato in 3D ma anche spruzzi e movimenti durante la proiezione. Dessert serale: Ananas con panna (secondo me questa è frutta e non un dessert...) oppure Panna cotta stopposa e con crema fosforescente.Gelato: pistacchio o crema.
Il 15 approfitto del "paghi uno e entri gratis il giorno successivo" di Mirabilandia così prendo il treno (aaah, relax) e fino alle 15.30 resto a Mirabilandia. Faccio anche la tanto sbandierata attrazione GhostTown che, per i fortunati arrivati all'apertura del parco) costa solo una ventina di minuti di coda per lo più sotto la tettoia. Lo spettacolo è carino, ci sono anche degli Zombie presi dai film di Romero, ma:
1) A Eurodisney ci sono cose simili e di diversi tipi (pirati, casa dei fantasmi, ecc.)
2) A Eurodisney è tutto filmabile/fotografabile mentre a Mirabilandia no (perchè?)
in definitiva 20 minuti passi ma fare un'ora sotto il sole come ha fatto certa gente... no.
Prevedendo il menù della sera, mi sono preso uno spiedino di frutta fresca ricoperto di cioccolato al parco! Tornando in treno con mio grande stupore (e anche quello degli altri passeggeri) vedo un CAMMELLO pascolare in mezzo alla campagna... poco più in là, un campo nomadi. Ho proprio ragione quando dico che l'Italia farà presto parte dell'Africa...

Menu hotel 15 agosto sera:
Pappardelle al cinghiale
Spiedini di gamberi e totani
Gran dolce: ananas con panna o gelato.
Zero assoluto come organizzazione del ferragosto. Questo mi ha terribilmente deluso. E' vero che avevano organizzato a mezzogiorno un pranzo un pò più particolare ma al mare, d'estate, in albergo, secondo voi uno va a festeggiare a mezzogiorno?! E poi alla sera manco un cocktail o un dopocena!! Negli altri hotel ho visto piano bar o feste danzanti...

P.S.: Ieri sera ho visto il DVD "Cube Zero". E' il terzo episodio della serie ma di fatto il prequel degli altri. Sicuramente è il migliore dei tre dato che finalmente si capisce qualcosa e il film ha davvero un senso compiuto. Potevano essere evitati il capoccia macchietta con bastone e cilindro e il soldato riportato in vita dal chip. Ma non si può avere tutto. Voto: 7 (non guardate e buttate gli altri due film).

lunedì 4 settembre 2006

Nausea

A me che credo nella meritocrazia applicata all'ambiente di lavoro, che amo quello che faccio, che cerco di essere sempre disponibile e gentile con tutti... è arrivata la visita del medico fiscale a casa (che ovviamente, stando davvero male ed essendo altrettanto ovviamente a casa, non è servita a nulla). Ho la nausea. Se mai riuscirò ad andarmene (lo so che lo dico sempre ma ci devo proprio riuscire) non sentirò minimamente la mancanza di questo paese di merda dove chi è onesto e vuole lavorare bene, magari anche per mettere via qualcosa, riceve in cambio solo fregature.

Straordinari solo autorizzati e pagati una miseria o fatti gratuitamente, problemi quando si chiedono ferie e permessi, "benefits" ridicoli, buoni pasto che del pasto permettono solo di comprare il pane. Stipendi insufficienti per vivere e comprarsi una casa. Basta. Davvero BASTA.

sabato 2 settembre 2006

Rimini Rimini... diario parte 1

Oggi va molto meglio, dunque comincio la prima puntata del diario vacanze, tutte le immagini sono ingrandibili se ci cliccate sopra e sono prese dai film fatti con la videocamera. Sono arrivato a Rimini il 9 quando aveva appena smesso di piovere e tirava un bel venticello fresco (biglietto da visita di quello che sarà il tempo della settimana). Innanzitutto appena usciti dalla stazione fatevi la ADRIA Card che vi permette di avere sconti all'ingresso dei parchi a tema. Uscite e andate a sinistra: c'è l'ufficio del turismo con anche i depliant delle principali attrazioni. Poi più avanti potete comprare i biglietti per i mezzi pubblici (consiglio l'abbonamento settimanale valevole 7+1 giorni anche nei comuni adiacenti, per 11 euro). Sono quindi andato in albergo. La camera non era male, molto base ma comunque secondo gli standard di un 4 stelle: aria condizionata e frigo bar (vuoto, meglio, così ci ho messo quello che volevo). Poi moquette, che in una località di mare non mi convince molto e TV 14' senza televideo e senza canali satellitari o a pagamento (ho visto hotel quattro stelle con TV lcd!). Al pomeriggio mi fiondo in spiaggia perchè c'è... il corso di piadina!!Essenzialmente è una preparazione semplice per cui una volta trovata la ricetta giusta, una volta impastato come si deve gli ingredienti (farina, sale, strutto, acqua) la piadina è alla portata di tutti coloro che hanno un minimo di pratica in cucina. Alla fine piadina con crescenza e rucola oppure nutella per tutti! E perfino diploma ai partecipanti (sigh, evidentemente era un corso destinato alle sole donne visto che c'è scritto che sono "maestra di piadina").
:-/
A mezzogiorno e sera ho avuto un assaggio della cucina che è stata la cosa principale che non mi ha soddisfatto dell'hotel... a cominciare dal mezzogiorno SENZA DOLCI (aaaaaaaaah!) per continuare alla sera con le patatine fritte mollissime, il pesce al forno secco ma soprattutto la panna cotta con salsa rosso fosforescente!
Il 10 mattina vado in spiaggia (sarà il mio unico giorno di spiaggia!). Pensavo ci fosse più gente in realtà la spiaggia non era pienissima. Organizzazione tipica romagnola: perfetta. Le spiagge hanno tutto di tutto: dall'idromassaggio, alla palestra, ai campi da beach-calcio e beach-volley ai giochi per bambini (quelli gonfiabili o le costruzioni fisse). Lungo la spiaggia girano alcuni Vu-Cumprà ma meno di una volta. Ogni tanto, passeggiando sulla battigia ci sono delle aree dove hanno steso i teli e vendono costumi, borse, magliette, scarpe... persino Nike Shox! Beh, devo dire che da lontano non si vede la differenza dagli originali. Da vicino le cose cambiano, anche se le scarpe sono imitate benissimo e le differenze visibili solo a chi è solito prendere Nike. Per esempio l'etichetta interna con la misura è messa in un posto diverso e non è uguale alla solita, la suola sotto è più "gommosa" e il disegno non perfetto. D'altra parte non c'è da stupirsi siano nate alcune imitazioni visto che le Shox mediamente costano dai 120 ai 160 euro. A questo proposito ricordo che Nike ha appena fatto uscire un simpatico modello con sensore integrato che permette di ricevere sirettamente sul proprio I-Pod nano, distanza percorsa, calorie, ecc. Maggiori info QUI.
Il 10 pomeriggio, dato che avevo fatto l'abbonamento settimanale ai mezzi pubblici, ho fatto un giro a Riccione in via Ceccherini. Alla sera grandioso dessert: pesca melba = mezza pesca sciroppata con sbuffo di panna e topping rosso fosforescente. Non ci posso credere!!! Un dessert simile non lo darei a casa mia neppure all'ospite più scalcinato.
L'11, viste le previsioni di pioggia, sono andato al parco d'Oltremare. Il parco davvero merita dato che è spettacolare, sia per la natura che per gli spettacoli che per IMax. Davvero buoni gli spettacoli.Il primo che ho visto è stato quello dei rapaci. Ormai è difficilissimo vederli, figurarsi vedere all'opera un falconiere. Sono quindi andato a vedere lo spettacolo dei delfini. Avete presente la pubblicità di Ulisse il delfino curioso della Dufour? Ecco, è stata ripresa a Oltremare dove nuota Ulisse stesso. Lo spettacolo è notevole e parecchio lungo. Quando si esce, davvero viene da pensare quanto siano incredibili questi animali.Infine ho fatto un salto nella "Fattoria" dove c'è uno spettacolo carino con gli animali della fattoria addestrati, una cosa più per i bambini, ma comunque molto simpatico e ben fatto. Stavo quindi facendo un giretto lungo il laghetto che simula il delta del Po quando è venuto il diluvio. Sono quindi passato al coperto dove ho visto "Il giardino dell'evoluzione" ossia una serra (umidissima!! Se la videocamera non mi ha dato l'allarme condensa lì, non me lo darà mai più!) con piante tropicali e un percorso virtuale sull'evoluzione dei vegetali dalla preistoria ad oggi. Intanto che il diluvio procedeva, sono andato a vedermi lo spettacolo sull'evoluzione della terra. Pur non essendo memorabile, vale la pena di vederlo. Non vi dico in dettaglio com'è per non rovinarvi la sorpresa ma ci sono diverse sezioni fra cui quella che mi è piaciuta di più è quella relativa alla scomparsa dei dinosauri e all'arrivo della glaciazione. Davvero spettacolare la caduta del meteorite con l'effetto bomba nucleare... impressionante e spettacolare davvero! Alla fine per ultimo sono andato a vedere lo spettacolo T-Rex ad IMax. IMax è un padiglione separato dentro a Oltremare ed è visitabile singolarmente senza entrare nel parco. Dato però che nell'ingresso a Oltremare è compreso uno spettacolo di I-Max, vi consiglio il biglietto cumulativo (19 euro con lo sconto AdriaCard). Il sito fa grande pubblicità e si vanta di tutta una serie di cose. Ebbene, il film è in 3D ed è quanto di più spettacolare e realistico abbia mai visto. Non è il solito 3D che bisogna sforzarsi di vedere e che pur essendo 3D è piuttosto "piatto". Quello di I-Max è un 3D da paura. Ricordo la scena di uno archeologo che batte con un matelletto su una pietra e una scheggia schizza verso gli spettatori: ebbene, non ci crederete, ma mi sono istintivamente piegato per schivarla talmente la cosa sembrava vicina e realistica!!Che lo vediate col parco o da solo, il filmato T-Rex vale tutti i soldi che costa! (anche se alla fine uscite con gli occhi un pò a palla!). Per finire, spettacolare il percorso fra le vasche piene di cavallucci marini in un'atmosfera davvero rilassante. Alla sera intanto altro grandioso dolce: budino al cioccolato. :-(((