lunedì 10 luglio 2006

Nessun titolo mondiale...

Vedo un sacco di gioia in giro perchè l'Italia ha vinto il mondiale. Anche io sono contento. Ho sempre tifato Italia. Però nessun titolo mondiale di calcio o qualsiasi altro sport mi può far scordare che siamo alla vigilia dell'ennesima manovra che abbasserà le nostre finanze e il nostro potere di acquisto. Che in giro tutto fa sempre più schifo ( Dubbiosi? Guardate QUI e la cabina del telefono è ancora giù a riempisri dei rifiuti che butta la gente) e che il mio stipendio è lo stesso da tre anni quando invece tutto aumenta regolarmente. Non mi può far scordare che la più avanzata città d'Italia in cui vivo (Milano) è anche fra quelle con il peggior inquinamento fra le città europee. Non posso scordare che questo è il paese dei balocchi dove l'ATM sbandiera che quasi tutti i mezzi pubblici hanno l'aria condizionata mentre non ce n'è uno in cui funzioni decentemente (ammetto che il bus di di stamattina, complice i pochi passeggeri, aveva una temperatura accettabile). L'anno scorso invece funzionavano bene. Chi mi vuole spiegare il motivo di ciò? Sono stanco di vivere in un paese che funziona grazie alla buona volontà dei singoli, dove gli onesti faticano il doppio per permettere ai disonesti (sempre impuniti) di vivere alle spalle degli altri. Possibile che in Italia un laureato non possa permettersi di comprare casa nella città in cui lavora se non a prezzo di decenni di mutuo? E io dovrei festeggiare? Festeggiare cosa? Una vittoria sportiva quando il paese sta andando in malora? Dovrei festeggiare quando tutto quello che mi circonda, salvo poche eccezioni, mi fa schifo? No grazie, festeggerò quando nella più avanzata città del paese ci sarà la possibilità di vivere più dignitosamente e più umanamente di quanto è possibile fare ora. Per ora lo schifo che mi circonda, soffoca la mia gioia per la vittoria della nazionale.

5 commenti:

  1. bisogna gioire anche delle piccole cose.... anche un mondiale vinto... certo senza perdere la testa come fanno alcuni... ma è una cosa bella, e come tale va vissuta.... dura un attimo, si sa....

    RispondiElimina
  2. non perdere la testa....ma sopratutto non sbattere la testa contro a nessuno, come alla partita.... ;-)
    Su Griss...SMILE!! Se guardi dietro,,trovi sempre qualcuno combinato peggio di te....te lo assicuro!! Qua' e' notte, sono a lavoro, ho sonno e li sparassi a tutti stasera ;-) ma non vale proprio la pena di sprecare le pallottole e tantomeno di finire io in carcere :-DD
    buona giornata!

    RispondiElimina
  3. dai grissino ... bisogna saper cogliere i momenti belli e viverli ... altrimenti, secondo il tuo discorso, non potresti neanche goderti l'amore a causa di quello che ti circonda...

    RispondiElimina
  4. da ciò che scrivi, sembra che stai vivendo "di merda" (ops, perdona il termine non ortodosso).

    RispondiElimina
  5. Distinguiamo. Qui il problema non è apprezzare le piccole cose. Quelle le so apprezzare. Sono le grandi che purtroppo non vanno. Diciamocelo: Milano fa schifo. Se avendo le stesse cose, abitassi in una città migliore, non credo sarei qui a lamentarmi. Invece non posso non vedere lo schifo che aumenta di giorno in giorno. Io forse la vedo troppo nera ma voi non fatevi distrarre dalla routine. La routine abitua, abitua anche alle cose più brutte e degradanti. Bisogna avere la forza di fernarsi e dire: ma quello che faccio, quello che vivo tutti i giorni è naturale? E' bello? Posso migliorarlo in qualche modo? Io continuo a farmi queste domande e le risposte non sono granchè belle...

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P