domenica 28 maggio 2006

Riso e voto

Stamattina, dopo aver postato le ultime noto sul mio soggiorno romano con tanto di foto, sono andato a votare. Non è che ne avessi molta voglia senza contare che entrambi i candidati mi fanno schifo. Sono andato lo stesso per votare un mio amico al consiglio di zona e ho fatto un voto disgiunto per il sindaco votando una lista locale anche se non so servirà a far capire a certa gente che per il sindaco ci vorrebbe una persona speciale (magari un tecnico?) e non un riciclato di facciata. Se ancora non avete capito se ho votato il candidato sindaco amico del Mortadella o di Siiiiiiiilvio... beh, vi dico solo che sono andato a votare col cappello delle "Special Forces" americane! ^_^

Ma passiamo a cose serie. Non ho ancora le idee chiare sulla macchina per fare il riso che mi vorrei comprare per fare il sushi. Effettivamente cuocere il riso in pentola sognifica rischiare ogni volta di passare il dopo preparazione sushi a disincrostare la pentola. Il riso al vapore brucia che è un piacere. Con l'apparecchio mettete su il riso e vi dedicate ad altro. Con la pentola non la si può abbandonare un attimo. Le alternative sono le seguenti:
Risottiera Amstrad












Vantaggi:
economicissima (l'ho vista sul web a 25 euro anche se ora è andata esaurita)
Svantaggi: non si vede un tubo di quello che succede dentro e benché declamata come super robusta ecc ecc, in fondo si vede che è costruita con materiali economicissimi. Marca poco affidabile. In pratica, se la pentola si rompe, conviene buttarla. Già solo spedirla al centro assistenza viene a costare come a comprarne una nuova.

Risottiera Kenwood












Vantaggi:
robusta e con coperchio trasparente. Marca nota e affidabile
Svantaggi: non economica (65 euro)

Risottiera Solis (Svizzera)






Vantaggi:
bella, robusta, con coperchio trasparente e di produttore affidabile
Svantaggi: costosa (85 euro)

Il fatto è che sicuramente farò del sushi in futuro (fra l'altro prendendo il pesce già pronto all'esselunga e cuocendo il riso con la macchina, i rotolini si fanno davvero in pochissimo tempo!) ma non volevo sicuramente spendere un capitale. C'è anche da dire che facendosi il sushi in casa si risparmia alla grande visto che si devono contare almeno 30 euro a persona se si esce al ristorante. Nei negozi consigliati dal mio maestro sushi vendono delle macchine per fare il riso (usate dai ristoranti cinesi) che sono d'aspetto ancora più economiche di quella dell'Amstrad. Io non mi fido molto. Va a vedere se rispettano davvero tutti gli standard di sicurezza. Sarei quasi portato a prendere la Kenwood...

10 commenti:

  1. Una curiosità: quanto pesi?

    RispondiElimina
  2. Ciao anonimo... Diciamo che sono 4-5 chili più del mio peso forma. Il peso dipende infatti dall'altezza e dalla costituzione.

    RispondiElimina
  3. ma se badi al risotto e lo curi, perchè dovresti disincrostare la pentola? alla fine la cucina è amore e dedizione.

    buon lunedì

    RispondiElimina
  4. Sì, ma se vogliamo andare con i proverbi, il tempo è denaro e quindi siccome il mio tempo libero è poco, preferisco usarlo in modo più creativo che guardando una pentola e un fornello per 30 minuti!!!

    RispondiElimina
  5. no, il mio non era un proverbio, semmai un luogo comune.

    si vede allora che non sei amante della creazione personale di ogni singolo piatto: cucinare per me significa mescolare,aggiungere, mantecare e sciogliere.

    RispondiElimina
  6. Ma Ape, forse sei tu che non hai capito bene cosa cucino io.
    1) Prima di tutto cucino al 90% dolci visto che per il resto fa mia mamma. Il salato lo cucino quando sono solo.
    2) Nel sushi c'è ben poco da mescolare/aggiungere/mantecare ANZI, la pentola non va neanche aperta durante la cottura.
    3) Cosa c'entra la creazione personale con mescolare/aggiungere/mantecare? BOH! Creazione personale significa realizzare una cosa diversa da quella codificata e mescolare/aggiungere/mantecare è quello che viene previsto nella classica ricetta del riso all'italiana (non certo per quello del sushi che ha una lavorazione tutto sommato piuttosto semplice e elementare e che non può essere molto cambiata).

    Tu sbagli a pensare che usare uno strumento significa abbandonare l'artigianalità e l'originalità. Mica penserai per esempio che i pasticceri impastino a mano?! Con la macchina del riso non è che butti dentro e ciao... il riso va lavato a mano, va messo con la quantità giusta di acqua, eventualmente alga per profumare. Dopo la cottura va condito e poi usato per fare il sushi e a seconda del tipo si lavora in modo diverso. E' da stupidi perdere tempo a controllare un fornello quando si può utilizzare le proprie energie per creare qualcos'altro di buono e originale.

    RispondiElimina
  7. bella la risottiera, ma penso non faccia per me, sono per i metodi più tradizionali anche per il riso, forno compreso.
    Il problema dipendeva dal browser, come dicevi tu, era qualcosa del genere. Grazie! :-))

    RispondiElimina
  8. no, forse tu non dai il giusto significato al verbo creare: far nascere, creare dal nulla.

    il mio "creare" era attribuito alla capacità non di "personalizzare" una coda alla vaccinara (come i cuochi rampanti della ns epoca) bensì alla nascita di un piatto dalla pulitura degli ingredienti alla mantecatura fino all'impiattamento.
    ecco spiegato il "trait d'union" tra mantecatura e cucina creativa.


    anche io, da essere umano, utilizzo utensili, pentole a pressione e quant'altro per "creare" le mie pietanze, ma per come avevi esposto nel post, sembravi snobbare la "gastronomia sopra i fornelli".

    a questo punto la domanda sorge spontanea:se TU cucini solo dolci, ma qnt pesi???!!!

    buona serata.

    RispondiElimina
  9. Scommetto che hai votato per la sciura... ahahah! Ma vah? MD;))

    RispondiElimina
  10. Ciao Grissino!!
    Grazie per i consigli per la pizza!!

    della risottiera io non ne sapevo nemmeno l'esistenza!! Però se mi azzarodo a comprare qualcos'altro per casa mia madre mi uccide....
    poi leggete sul giornale...

    blogger uccisa dalla madre perchè toglieva il respiro con le sue cianfrusaglie di cucina....

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P