martedì 9 maggio 2006

Blog privato?

Dopo quello che è successo oggi al lavoro mi verrebbe voglia di condividere con voi nei dettagli tutto quanto è successo ma non posso. Internet è una piazza su cui tutti possono affiacciarsi e guardare, magari senza essere visti. Chissà mai che il grande fratello "lavorativo" mi stia osservando. Bisognerebbe fare un Blog privato con entrata solo su invito (Splinder prevede già da tempo questa possibilità) ma, a parte che la piattaforma Splinder mi fa schifo, non ho voglia di tenere due Blog e nemmeno di triturarvi ******* (articolo e nome a vostra scelta) con le mie cose di lavoro. Tanto la storia è sempre la stessa cioè dopo aver visto le tristezze nostrane e le grandi qualità della mia capa a NY, non mi rimane mai altro da dire che "Che Dio benedica gli Stati Uniti d'America" o almeno... la mia capa a NY!
:-D

Non vedo l'ora che esca il palmare che ho scelto. Dovrebbe uscire verso il 25 di maggio. Salvo strani ripensamenti, avrei scelto questo: MIO P550 ( GPS 400MHZ 192MB LCD 3,5" BT-WIFI ) prodotto dalla Mitac. Speriamo in bene di aver fatto una buona scelta. Sembra che per questo PDA ci sia gratis uno dei miei giochi preferiti ossia DOOM! Doom (ID Software) è stata uno dei giochi più famosi di tutti i tempi (anche io ci ho passato le ORE) ed essendo stato concepito alla risoluzione di 320x240 che è uguale a quella dello schermo del MIO P550, dovrebbe risultare graficamente attraente perfino al giorno d'oggi. Ai suoi tempi era un capolavoro anche dal punto di vista grafico. Al giorno d'oggi, giocato sul PC, è piuttosto triste perchè la risoluzione dei nostri monitor è spesso 1024x768 se non di più e le schermate sono quindi composte da quadratoni piuttosto grandi. Ma l'atmosfera, le mappe e la colonna sonora sono ancora oggi ineguagliate.L'altro grande gioco che mi piacerebbe rigiocare è Duke Nukem 3D (3D Realm), il primo gioco sparatutto 3D in cui potevi interagire con l'ambiente e rompere gli oggetti. Mi ricordo che Duke Nukem davanti al water faceva un "aaaaah" liberatorio se si schiacciava il tasto di interazione del personaggio. Poi per l'epoca erano ugualmente incredibili le palle da biliardo che si spostavano e facevano rumore quando lui saltava sul tavolo e, capolavoro per quei tempi, le impronte di sangue che lasciava dietro di sè quando uccideva un mostro e poi lo si faceva passava sopra.

A fine mese andrò a Roma per lavoro. Non vedo l'ora di rifarmi i miei giretti fra i locali che conosco, sperando poi di scoprirne qualcuno di nuovo. Roma è sempre una sorpresa e i locali sono così tanti che bisogna andare di fortuna e di... naso!

7 commenti:

  1. Nostalgia...
    ... mi hai fatto ricordare il verso liberatorio di Duke

    Poi farai adeguato resoconto dei locali vero?

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Vabbè dai seguendoti sei spesso in giro per lavoro goditi ste boccate d'ossigeno in attesa della futura migrazione oltreconfine ;)

    RispondiElimina
  3. Tutto ok, avevo alzato le protezioni di sicurezza del mio pc e non riuscivo più a vedere i codici anti-spam. Sistema utile quello dei codici ma che fa perdere un sacco di tempo con la registrazione. In questo caso Splinder più agile. Ciao Griss. MD;)

    RispondiElimina
  4. Scusa se m'impiccio. Ma con tutte le cose che fai, hai anche il tempo di giocare con queste macchinette elettroniche?

    RispondiElimina
  5. @JMC: eh eh eh, ti comprendono al 100%!! Sì, se trovo qualcosa di speciale sì. L'altra volta non ho avuto questa fortuna benchè abbia provato qualche posto nuovo.

    @Barbara: vedo che hai capito benissimo. Ma non farmi ridire la solita frase che se no faccio scappare tutti dal Blog
    :-D

    @MD / Dovigi: ma su Splinder non c'è spam?

    @Marshall: ma veramente gioco pochissimo proprio perchè ho poco tempo ma la voglia ci sarebbe. Quelli che ho descritto sono vecchi giochi che facevo ai tempi dell'università. Prova anche tu a giocare. Poi oggi puoi giocare pure on-line con persone in carne e ossa. Puoi addirittura comunicare con loro, in acuni casi persono a voce. Poi la grafica ha fatto passi da gigante e spesso ti ritrovi in scenari che sembrano reali. Prova, prova... dai!

    RispondiElimina
  6. Lo farò quando avrò un computer tutto per me in esclusiva. Per ora lo devo dividere con altre tre persone.

    RispondiElimina
  7. Se ci riesci, trova un gioco che piace a tutti e gioca con loro!
    Ricordati il proverbio "se non puoi combatterli, diventa loro alleato"
    ;-)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P