venerdì 24 marzo 2006

Steakhouse, ragazze e piani

Ho cosi' tante cose da raccontare che non so da dove iniziare. Oggi e' il mio ultimo giorno qui e domani all'ora di pranzo ho l'aereo. Ieri sera la cameriera alla steakhouse era davvero molto carina e le ho detto "vuoi salutare i miei amici in Italia?" (avevo la videocamera con me) e cosi' ho pure il saluto della cameriera carina! ^_^ La maggior parte dei ristoranti qui sono catene di steakhouse o fast food. Non ci sono molti ristoranti tipo i nostri a gestione singola o famigliare. Le cameriere (che sono piu degli uomini) sono solitamente gentilissime perche' sono pagate poco e buona parte dello stipendio viene dalle mance (fra il 10 e il 20% del conto a seconda della soddisfazione). Aggiungo che di solito sono carine e vestite molto sportive (come piace a me!!!). Effettivamente qui in campagna (se cosi' possiamo chiamarla) la gente e' ancora meno formale rispetto a New York dove in ufficio raramente mettono la cravatta se non per le riunioni con i clienti. Poi ci sono delle usanze assolutamente sconosciute da noi ma non per questo brutte. First, in certe steakhouse ci sono i "momenti musicali" ossia nel bel mezzo della cena puoi vedere tutte le cameriere e i camerieri che si mettono a ballare e a battere le mani al ritmo della musica country (!!) che c'e' solitamente come sottofondo e che per l'occasione viene alzata. Una cosa che invece e' stata importata in Italia sono le noccioline sul tavolo e il fatto che si possono buttare le bucce per terra. Le posate sono sempre avvolte in un tovagliolo di carta o di stoffa a seconda dei casi e fissate con una fascetta di carta. Infine, se e' il vostro compleanno, vi portano una specie di sella (spesso) e un cappellone gigantesco (sempre). Salite sulla sella, vi mettete il cappellone e tutti le cameriere/camerieri vi cantano "Buon Compleanno"!! Simpatico. Ci sono altre cose simpatiche. Per esempio nella steakhouse dell'altro giorno ci si siede al tavolo in legno e in attesa dell'arrivo delle portate si puo' disegnare sulla tovaglia con le matite colorate che ti portano. Una cosa incredibile e' che piazzano salsine da tutte le parti. Ordini gli antipasti? Salsina in cui intingerli. Patatine? Mai senza la salsina in cui intingerle. Una cosa che i nostri ristoranti dovrebbero imparare e' di chiedere come uno vuole le uova, la carne o l'insalata. Le uova possono essere sbattute, oppure al tegamino scegliendo fra bianco e rosso ancora liquidi, bianco solido e rosso liquido (il mio caso) o entrambi soldi. La carne ha sempre almeno tre o quattro cotture diverse: al sangue, media o ben cotta e' il minimo che vi chiedono. Poi l'insalata. Le salse non sono molto appetibili per l'italiano medio ma a me non dispiacciono. Ovviamente la salsa Italian Style non c'entra un tubo con come condiamo noi l'insalata ma ci sono sempre diverse possibilita' e di solito ce n'e' almeno una simile alla nostra con olio (difficile che sia un olio d'oliva buono...) e aceto. Onnipresenti le salse con Cheddar cheese e Blue cheese che sono due formaggi tipici qui negli USA. Ahime', non sanno di niente e nemmeno il Blue Cheese puo' minimamente competere col piu' scadente dei nostri Gorgonzola. Buona invece la scelta dei contorni. Di solito ce n'e' uno di verdure (qui vanno molto i broccoli) e poi le baked potatoes e quelle dolci che non essendoci in Italia, ho mangiato ogni volta che ho potuto. Da notare che la patate come contorno viene sempre servita con un topping che va dal burro, alla panna acida o, come nel mio caso ieri, burro, zucchero e cannella. Se uno non vuole il topping sopra la patata lo puo' sempre chiedere a lato (viene servito in un ciotolino). Il top dell'americano era nella steakhouse dell'altro giorno dove la patata, con un extra, poteva essere guarnita in cima con marshmallow e caramel sauce!!! Mamma mia... ero tentato di provare ma deve essere davvero una schifezza a causa del marshmallow che fonde. Altra cosa che i nostri ristoranti dovrebbero imparare e' di chiedere quanto grande uno vuole la porzione di carne. Qui si va dalle 9 oz. fino alle 2o oz. che ho visto sul menu' ieri. Devo ancora fare le conversioni in grammi ma... gia' immagino! Normalmente per noi e' meglio non prendere piu' di 14 oz... I dolci sono piuttosto limitati e alla fine sempre gli stessi: cheesecake nei gusti piu' svariati, in genere un dessert a base di mela con una base di pasta sfoglia e una pallina di gelato in cima, le layers cake ossia le torte multilivello (ne ho visti fino a 7, circa 12-15 cm di altezza! ) con in mezzo e sopra la crema di burro, zucchero e cioccolato, la coppa con brownies al cioccolato e gelato alla vaniglia e panna sopra. Le porzioni sono supermegagalattiche... A proposito di bevande, il bicchierone (3 dl o piu') d'acqua e ghiaccio e' sempre presente e gratis. Volendo, uno beve quello e non spende nulla in bevande. In alternativa c'e' l'acqua gasata in bottiglia (di solito francese, italiana o tedesca, nei casi piu' economici americana). Spesso la gente prende i cocktail per mangiare anziche' per aperitivo. Oppure prende tranquillamente la Coca Cola e il the' freddo vengono serviti in bicchieroni, in alcuni casi riempiti gratis a volonta' (si paga solo il primo bicchiere) scegliendo se si vuole il the freddo gia' dolcificato o meno, la coca cola light o normale. Io negli ultimi giorni mi sono sbizzarrito e ho preso una specie di coktail analcolico non gasato fatto con frutta surgelata. In pratica un bicchierone di pure' di fragola, banana e altro succo di frutta surgelato che scongelano un minimo e ti portano in tavola dove finisce di scongelarsi del tutto. OK, forse una cosa da brividi per un italiano ma a me l'accostamento dolce/salato piace moltissimo e qui e' molto usato. Per esempio lo steak di ieri sera l'ho mangiato con sweet potatoes con burro zucchero+cannella e accanto una ciotolina con le melle cotte alla cannella. In definitiva, a parte gli orrendi pasti di mezzogiorno in ufficio, ho mangiato davvero bene e con gusto cose che in Italia non si trovano. Ah, dimenticavo, una curiosita'... i piani qui dove sono io (ma penso anche in altre parti) cominciano dal primo piano e non dal piano terra. Il nostro primo piano in realta' per loro e' il secondo.

3 commenti:

  1. steak con burro+zucchero+cannella
    come dire tutto purchè sia dolce!
    Sono una patita delle salsine, salate e piccanti con antipasti e contorni, dolci con i dessert, così credo proprio che qualche cosa di mio gradimento finirei per trovarlo.
    Comodo chiedere senza problemi la quantità delle porzioni; da noi quando al ristorante chiedo, sempre, mezze porzioni ho l'impressione di essere scrutata come un alieno.
    Aspettiamo il saluto della cameriera... :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao!!
    Ma sei arrivato??
    Bentornato!!
    Aspetto con ansia la telecronaca di tutti gli acquisti!! (e anche di vedere la cameriera!)
    Sara

    RispondiElimina
  3. @RossoFragola: usano tantissimo l'accostamento dolce-salato che io come al solito da super-tipico-italiano (eh eh eh) adoro.

    @MaestraZen: Tornato oggi. Sonno terribile. A breve comincerò a mettere ordine nel casino che ho. Avevo due valige che scoppiavano!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P