venerdì 17 febbraio 2006

Troppo giovane?

Molte volte ho l'impressione che ci sia gente la cui età reale non coincide con quella mostrata esteriormente. Stamattina mentre ero sull'autobus ad ascoltare le mie lezioni di tedesco è salita una coppia che avrà avuto non più di 25-28 anni e che probabilmente andava al lavoro. Lui, elegantissimo, giacca, cravatta, cappotto, borsa in cuoio. Lei un pò meno elegante ma solo perchè non aveva un tailleur... insomma, ma cavolo, sembravano due manager rampanti in miniatura! Mi hanno fatto senso. E poi che dire della mia collega a Parigi e di una mia amica? Entrambe hanno pochi anni meno di me e già due bambini!! Ma come fanno? Non credo riuscirei mai ad essere come loro. Non riesco a immaginarmi ne "manager in carriera" ne "papà con due bei figlioli" (sebbene i pannolini li sappia cambiare e non ho problemi a destreggiarmi con pappe & co visto che ho fatto esperienza con mia sorella). Già si fanno tante rinunce nella vita sia per motivi di tempo che di soldi, proprio non riesco a immaginarmi diversamente impegnato come sono a trovarmi un lavoro con uno stipendio serio in un posto decente e a mettere su casa. Forse sono io che mostro troppo entusiasmo e sono troppo aggrappato alle cose giovani malgrado gli anni che passano, sta di fatto che ogni tanto mi sembra di essere troppo vecchio per certe cose oppure non sufficientemente "vecchio" per altre.

6 commenti:

  1. A me danno 18 anni! Sarà che non mi trucco per nulla e mi vesto sempre in jeans golf e magliette / camicie :)

    La vera età di qualcuno la scopri chiacchierandoci e corrisponde secondo me alla sua maturità quella anagrafica conta poco

    RispondiElimina
  2. Non credo sia solo l'abbigliamento. Prima di tutto non fumi. Poi probabilmente curi l'alimentazione ossia non mangi schifezze (neanche io anche se esagero un pò coi dolci che però sono tutti fatti in casa). E infine non fai stravizi tipo fare orari assurdi e dormire poco. Queste sono tutte cose che invecchiano precocemente.

    Sì, è vero, però il mio dubbio rimane. Cosa significa se non voglio avere figli, se non mi piace vestirmi elegante, se alle volte ho l'entusiasmo di uno di 18 anni? Eppure sul lavoro i miei colleghi (italiani) mi rimproverano spesso di essere troppo "serio, rigido e rispettoso delle regole" mentre da quelli americani ho ricevuto diversi apprezzamenti. Come si spiegano questi due aspetti opposti?

    RispondiElimina
  3. Buonasera!
    Per quanto riguarda l'abbigliamento non credo che conti molto...a me danno 16 anni! non che vada in giro in giacca ma nemmeno da adolescente! Però il resto è tutto un altro discorso: ho amiche 23enni che parlano di convivenza e figli...confesso che a me viene un po' d'ansia perchè non mi sento pronta (e nemmeno ho mai avuto accanto la persona con cui sentirmici) però è una cosa talmente personale...è difficile valutare. e poi ci sono molti altri fattori: economici, di studio, di maturità, ma anche di voglia e coraggio di prendersi certi impegni. è complicato. Soprattutto a quest'ora...:)
    Scusa se esco dall'argomento ma ti passo il 7 songs MeMe...E' carino...ti va? Vai a vedere sul mio blog!
    Sara

    RispondiElimina
  4. bambini, lavoro, convivenze..Difficile stabiliore un'età "giusta"...Mille monaci mille religioni!
    Avrei voluto fare le cose giuste al momento giusto,lo vorrei anche adesso, lo vorrei per il futuro, poi c'è sempre qualcuno o qualcosa che mi fa sentire un pò al di fuori, non so...Però nel caos del mio mondo tutto all'incontrario non ci sto mica tanto male!:-)

    RispondiElimina
  5. Ma perchè ti devi paragonare agli altri? L'importante è che ognuno sia se stesso! Che conta l'età? Niente ! Devi vedere me e MisterN (33 anni suonati) che giochiamo come bambini e ci facciamo scherzi idioti ma per carità abbasso gli standard e MAI paragonarsi agli altri MAI ognuno è unico per fortuna e ha il suo modo di vivere le cose e di affrontare la vita

    RispondiElimina
  6. Hai ragione che ognuno è se stesso ma bisogna anche guardare gli altri perchè se uno pensa di essere sempre perfetto e nel giusto non credo alla fine molto vada lontano. Bisogna essere se stessi senza perdere il senso della realtà. Per questo credo sia giusto chiedersi ogni tanto se si sta davvero facendo le cose giuste.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P