venerdì 10 febbraio 2006

Acquisti (non gastronomici) a Parigi

Purtroppo questa volta non ho avuto la possibilità di girare granchè per shopping e quindi mi sono ridotto a fare due velocissime visite da FNAC. In base a tutte le mie esperienze, trovo che il miglior FNAC sia quello al 26-30, avenue des Ternes. E' molto grande e possiede un ottimo assortimento con la possibilità di guardare gli "esemplari di consultazione" dei libri sigillati. Spesso questi ultmi sono parecchio costosi e non è molto piacevole spendere 40-50 euro a scatola chiusa. Ho preso in tutto tre libri e un DVD lasciando agli amici francesi un centinaio di euro. Il primo libro che ho preso si chiama "Merveilles - Delicieuses recettes au pays d'Alice" (prezzo circa 40 euro). Si tratta di un libro illustrato stupendamente con le scene della favola "Alice nel paese delle meraviglie" e arricchito di ricette a tema con gli eventi del racconto. E' un libro da collezione, più da sfogliare che da usare in cucina.Di prezzo (ahimé) simile ma totalmente differente è l'altro libro che ho preso che si intitola "Grand Livre de Cuisine d'Alain Ducasse - Desserts et Patisserie". Si tratta di un libro piuttosto tecnico con le ricette e le istruzioni per la realizzazione di innumerevoli dessert di alta pasticceria. C'è anche una sezione con gli impasti base e una più discorsiva sugli ingredienti. Insomma, un manuale per dessert di alto livello. Infine il terzo libro, sempre sui dessert, è di Pierre Hermé, famoso pasticcere francese e si intitola "Plaisirs sucré" (traducibile in "Dolci Piaceri"). Questa volta ho preso la versione "small" del libro originale dato che non avevo voglia di spendere altri 30-40 euro. Il libro è in formato tascabile, esattamente identico all'originale ma grande 1/4.Il prezzo è più che abbordabile (10 euro), le foto di ottima qualità e le ricette originali e di grande effetto anche se gli ingredienti e le istruzioni sono da leggersi con la lente d'ingrandimento. Vabbè, non si può avere tutto. Infine per altri 10 euro mi sono comprato il DVD di Equilibrium. Ho già la versione in italiano ma questa ha la traccia DTS in francese e in inglese. Il film è stato boicottato e quindi poco pubblicizzato qui in Italia ma si tratta di un ottimo film d'azione ambientato in un futuro dove è proibito avere emozioni. Tutte le persone sono controllate dai "sacerdoti del Grammathon" agenti speciali iperspecializzati nei combattimenti con le pistole e con le mani. Grossomodo ricorda un pò Fahrenheit 451. Ottima la colonna sonora e l'ambientazione cupa e oppressiva. Se avete occasione di noleggiarlo, non perdetevelo.

6 commenti:

  1. perchè il film è stato boicottato in italia?

    RispondiElimina
  2. Bè dai alla fien vediamo il lato positivo di aver avuto non troppo tempo per lo shopping... la tua CC non ha sofferto troppo ;)

    PS Equilibrium non lo avevo mai sentito! Ma sinceramente conosco l'inglese ma non sono così ferrata da lanciarmi nel seguire un film in lingua originale ...troppa fatica senno non mi rilasso!

    RispondiElimina
  3. @Emy: Boicottato perchè lo fecero uscire in un periodo poco cimeatografico (poco prima dell'estate) e senza fargli assolutamente pubblicità.

    @Barbara: ma quello che troveresti a noleggio qui sarebbe sicuramente in italiano!
    Vero, la mia carta di credito non ha sofferto molto ma di solito non compro stupidate. Volevo vedere se riuscivo a trovare qualcosa di mio gusto come vestiario...

    RispondiElimina
  4. Ottimi acquisti davvero!! Ma dimmi com'è Parigi in questo periodo dell'anno? Pèrchè vederla in agosto (il più caldo agosto degli ultimi anni!) è stato bello ma troppo faticoso... vorrei tornarci in primavera perchè a natale mi dicono tutti che è meraviglioso ma viaggiare è anche parecchio costoso!
    A proposito ricette di gauffres da passarmi per caso ne hai?
    Ciao!
    Sara

    RispondiElimina
  5. Parigi era freddina ma non molto diversamente da qui a Milano. Non so se sia meglio il caldo o il freddo. Se vai fra qualche mesetto dovrebbe essere l'ideale. Per il Natale io propenderei per i paesi di lingua tedesca che hanno sicuramente tradizioni più belle. L'unica ricetta di gauffrettes è quella che ti ho passato. Controllo però sui libri che ho preso.

    RispondiElimina
  6. Perfetto! Quella me la sono segnata ma il tempo purtroppo scarseggia...
    Buona domenica!
    Sara

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P