sabato 10 dicembre 2005

Fiera dell'artigianato

Stamattina sono stato alla Fiera dell'Artigianato che si svolge ormai ogni anno alla fiera. Ingresso gratuito. C'era parecchia gente ma non una esagerazione forse anche perchè era il penultimo giorno. Parecchie le cose belle e buone ma i prezzi sono stellari e se la località è a portata di mano (Svizzera, Francia, Germania, Italia fino al Lazio e così via) conviene fare un week end nella località così da assaporare le specialità direttamente sul luogo, vedere monumenti e bellezze artistiche quindi fare spesa di tutte le delizie esistenti. A qualcuno potrà sembrare strano che consigli questo ma si può pagare 5 euro per un panino con wurstel e crauti? 4,70 euro (il sottoscritto!) per un panino alle mele e noci (ottimo) e un bretzel invece vecchio del giorno prima dato che ormai li mangio spessissimo e so come sono quando sono freschi? Insomma, qualsiasi cosa volete mangiare si parte dai 2,5-3 euro in su. L'unica cosa che vi consiglio assolutamente è il gelato al pistacchio, 3 palline in cialda croccante con spolverata di pistacchi tritati a 2 euro da La Valle dell'Etna (padiglione 9, piano superiore). Niente a che vedere coi gelati di gelateria, in questo gelato il pistacchio ce lo infilano a forza e tutto il verde-grigio che vedete è pistacchio e non colorante. Se ancora non ci credete che ci sono andati pesante col pistacchio, ve ne accorgerete dopo averlo mangiato dato che vi sentirete super pieni. Oggi sono andato praticamente solo per quello. Per il resto davvero tutto carissimo ;pure il grana trentino al 50% in più di quello che ho visto in offerta in una COOP a Trento! E che dire delle creme al cioccolato? 5 euro minimo per un barattolo di crema a base di zucchero (sigh), olii vegetali (sigh), nocciole e cacao (era ora)... Ormai ho un pò di esperienza e la crema col miglior rapporto prezzo/qualità è la crema NOVI. Poi quelle artigianali ma dovete guardare bene la lista degli ingredienti (il primo è in quantità maggiore e poi via a scalare nell'ordine) perchè la fregatura è dietro l'angolo.

4 commenti:

  1. Una domanda: i bretzel sono quelli che qui chiamano pretzel?

    RispondiElimina
  2. Sì. Mi ricordo che a Philadelphia quand'ero piccolo mia mamma me li comprava spesso ed erano favolosi. L'ultima volta che sono stato a NY me ne sono comprato uno e non valeva granchè, meglio quelli artigianali che compro alla panetteria tirolese qui a Milano. Chissà se a Philadelphia sono uguali a quelli di NY o sono più buoni...

    RispondiElimina
  3. Qui a Philly sono buonissimi ( non come a NY te lo assicuro). Sai che Philadelphia viena chiamata "la citta' del pretzel"?
    A me piacciono normali , con il cheddar, e quelli piccoli coperti di cioccolato.

    RispondiElimina
  4. Non lo sapevo! Beh per me più grossi sono meglio è! E li mangiavo al naturale.

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P