martedì 15 novembre 2005

2005, odissea di un PC sulla terra

Finalmente il mio nuovo PC è operativo e funzionante. Non avrei mai pensato di dover penare così tanto e di dover pensare "forse era meglio tenermi il vecchio". Tutto è cominciato martedì scorso quando, felicissimo, sono andato a prendere i pezzi singoli:
-case Gigabyte 3D Aurora
-alimentatore 550 W Cooler Master ( )
-Motherboard GIGABYTE K8N-SLI 939 (NForce4)
-due moduli DDR 400
-AMD Athlon 64 3200+
-due schede video Gigabyte Ge Force 6600
-un HD Hitachi 160 Gb. (serial ATA 2)

Dopo aver montato tutti i pezzi in due tappe, ho acceso il PC e ho cominciato a installare XP. Ed ecco presentarsi il primo problema: il PC si rifiuta di installarmi i driver del controller NVidia. O meglio, prima li legge, poi quando va a scrivere sul disco rigido mi richiede il dischetto anche se è già dentro. Cambio lettore di floppy, rifaccio l'installazione, sembra andare tutto bene. Secondo intoppo alla schermata di benvenuto di XP (per intenderci quella dove si deve inserire i nomi degli utilizzatori): il mouse funziona ma la tastiera no... impossibile scrivere, solo cliccare. OK, vado a letto, finiamo domani mi dico (che illuso che ero...). Il giorno dopo cambio tastiera, rifaccio l'installazione di XP pensando a qualcosa andato storto. Anche questa volta sembra andare tutto bene, salvo che appena installo i driver per il chipset NVidia (scaricati dal sito Gigabyte quindi aggiornati) al successivo riavvio XP mi va in morte blu con un errore sullo "storage". Riparte solo riavviandolo in "L'ultima configurazione funzionante". Provo a disabilitare tutte le periferche integrate (seriale, parallela, ecc.) compreso il disco standard parallelo che ho riciclato (pure staccando il cavo) e non cambia nulla. Appena riavvio in modalità normale arriva la schermata blu. Fra l'altro noto che il PC non si spegne via software ma deve essere spento tramite pulsante, come se XP non fosse riuscito a "dialogare" col BIOS e a installare correttamente la funzione ACPI. Illuminazione: sarà mica il disco serial ATA? Il Bios? Aggiorno il bios all'ultima versione, stacco il disco serial ATA, disabilito il controller serial ATA da Bios e rifaccio l'installazione sul disco standard ATA parallelo. Tutto sembra OK ma arrivati allo solita schermata di benvenuto ho ancora la tastiera fantasma (ovviamente la tastiera è quella nuova che prima sembrava andare). Riavvio, entro in modalità provvisoria (evviva funziona la tastiera!) ma appena riavvio in modalità normale scompare la tastiera. Proviamo ad aggiornare il BIOS. Dischetto e trafila solita, "Complimenti l'aggiornamento del BIOS è andato a buon fine", ottimo spengo. Riaccendo il PC: morto o meglio, vanno alimentatore, ventole e ogni altra cosa ma è come se il bios fosse andato perchè non viene fatto il POST e quindi non funziona più nulla... evidentemente la scheda madre aveva dei problemi perchè, come scoprirò più avanti, non è necessario dare i driver su dischetto in fase di installazione perchè il disco serial-ATA è visto in modo trasparente da XP.
Rismontato tutto e passo in negozio il giorno successivo. In negozio mi danno una scheda madre identica da provare. Venerdì sera lo passo a reinstallare di nuovo scheda madre, ram, dissipatore, due schede video e tutti i cavi e cavetti. Nulla da fare: questa volta XP va su che è un piacere senza neppure l'aiuto del dischetto dei driver per il controller ma la tastiera latita ancora. Come scoprirò poi su Internet, questa scheda madre ha un baco per cui se si usano contemporaneamente tastiera ps2 ma mouse USB, il driver della tastiera non viene caricato da XP. Ovviamente succede solo con questa combinazione, non se sono tutti e due ps2 o USB. Che sfiga... Smonto tutto e ripongo nella scatola la scheda madre con tutti gli accessori ma smontando il processore mi si rompe un pezzettino di clip che blocca il dissipatore sulla scheda madre. Ci voleva pure questa!!! Lunedì torno in negozio e mi danno un altro modello di scheda madre ordinato il venerdì precedente ossia una ASUS A8N SLI che costa 35 euro in più con in omaggio uno slot PCI e una porta firewire in più. In compenso il chipset ha una ventola piccola e non un dissipatore passivo e la scheda madre ha uno scomodissimo connettore di alimentazione extra a fianco della scheda video. Preparo tutto per il montaggio e... sono sparite le viti per fissare la scheda madre al case!! (mia madre? Io che le ho messe nella scatola della scheda che ho ridato in negozio?). STUFO, prendo il kit delle viti x PC che ho e ne trovo 9 che più o meno si adattano anche se ho dovuto un pochino forzarle (spero di non dover mai smontare la scheda madre...). Monto la scheda madre, le ram, il processore col disspatore riciclato (ma con clip nuova) che mi hanno regalato in negozio, le schede video e tutti quei ca**o di cavetti che comincio a odiare. Prima installazione XP: sembra andare tutto bene. Non appena installo i driver NVidia (scaricati dal sito Asus), comincio ad avere il log di XP pieno di "Error 51 - Error in paging file" (soluzione Microsoft consigliata: se vi capita più di una volta cambiate disco fisso!!! Figurarsi, il disco è nuovo...) e molti dei file scaricati da Internet risultano corrotti e inutilizzabili. MORALE: mai installare i driver Nforce4 (specialmente quelli Asus) per il disco parallel-ATA (e per fortuna che mi sono ricordato di aver letto di problemi del genere sul web). Intanto ho perso tutta la mattina (per fortuna sono a casa in malattia visto che ho un pò di febbre). Nel pomeriggio ho rimediato installando gli ultimi driver NForce scaricati da www.nvidia.com e non installando i driver parallel ATA / Raid (speriamo che per l'anno prossimo mettano a posto la cosa visto che volevo farmi un raid 0...). Sembra tutto a posto ma con i driver NForce4 dal sito Nvidia non funziona l'uscita spdif, quindi il PC è muto. Soluzione: scaricare i driver audio dal sito Asus: evidentemente l'uscita spdif non è gestita dai driver standard del chipset NForce4 (eh, che palle!). Procedo quindi a attaccare e formattare il mio vecchio disco di recupero Maxtor 80 Gb. XP mi sputa un "bad sector" e "format failed" alla fine della formattazione e da quel momento non me lo ha più voluto vedere, manco a pregare in cinese, turco o albanese. Unica soluzione: buttare il disco... OK, va bene che era vecchio e strausato ma cavolo, tutte in questi giorni!!! Infine non poteva mancare la ciliegina software. Io usavo POPFile (anti-spam freeware) e AVG (antivirus gratuito x uso personale). Ebbene le ultime versioni di entrambi non collaborano (anzi, diciamo che fanno a pugni) e quindi ho pure dovuto scegliere un nuovo antivirus gratuito (ho optato per Avast!). Saltando questi pochi (!!!) inconvenienti sembra che ora il PC vada. Non l'ho ancora stressato molto a fondo ma nei log non ci sono errori quindi ipotizzo che tutto stia andando come si deve. Doom 3 in alta qualità in SLI con tutti i filtri ON è OK e gira che è una meraviglia: sembra davvero di essere dentro a un film! L'encoding di un mio filmato pure non ha dato problemi... incrocio le dita. Ho completato fissando bene tutti i cavi all'interno del case, ho collegato la ventola del chipset (che girava alla velocità spacca-orecchie di più di 6000 giri!) al controller Akasa e portato la rotazione a circa 4000 giri. Forse in inverno si può scendere ancora visto che la MB Gigabyte non aveva neanche la ventola ma già così è abbastanza silenziosa. Infine ho collegato un neon color fragola che fa un bel contrasto col blu elettrico delle ventole del case e dell'alimentatore. Appena ho un attimo provvedo a moddare anche il case, penso sul tema di Alien, dato che è nero pece. Prossimamente le foto. Ora non voglio vedere PC per i prossimi 6 mesi... (scherzo).

2 commenti:

  1. ma quanta sfiga hai avuto con questo pc? Le performance come sono?

    RispondiElimina
  2. Vabbè dai immagino che finita la fatica e gli smadonnamenti adesso ti potrai godere davvero il tuo goiellino!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P