lunedì 31 ottobre 2005

Un sito per tutti gli appassionati del fai da te

Ne approfitto di Halloween per segnalarvi il sito di Martha Stewart ( http://www.marthastewart.com )che è ricchissimo di idee semplici e alla portata di tutti per rendere più attraente la casa o decorarla in vista delle festività (Natale, Pasqua, Halloween, ecc.). Martha si occupa di tutto compreso i template che potete scaricare direttamente dal sito. Un buon posto dove andare se si cerca qualche idea per la casa, il giardino (fortunati quelli che lo hanno) o la cucina. Il sito è in inglese ovviamente ma non fatevi scoraggiare da questo. ^_^
Ho comprato il libro che Martha ha scritto su come organizzare un favoloso Halloween. A dicembre quando mi arriva, vi dico com'è. Se ne vale la pena, mi sa che mi compro pure quello sul Natale che posso trovare su Amazon a meno di 7-8 euro. Per chi preferisse i DVD ai libri (io no, per quanto ami usare il PC, adoro sfogliare i libri), Martha ne ha pubblicati diversi e i prezzi sono più che accettabili. Per trovare entrambi vi basta mettere il suo nome e cognome nella casellina di ricerca su Amazon.

Buon Halloween a tutti!


Buon Halloween a tutti!

E fatemi sapere come come l'avete passato!

domenica 30 ottobre 2005

Zucca e casa per Halloween

Oggi ho mal di testa... :-( quindi non scriverò molto, anzi, ora vado a mangiare un resto di ravioli di ieri e vado a letto. Quando mi viene il mal di testa è solo una questione di stanchezza e ieri sera ho fatto un pò tardi per cercare una ricetta di una torta alla zucca e cioccolato. Stamattina ho provveduto a pulire la zucca (toglierci dentro i semi e le bave è davvero un lavoraccio, per fortuna quella di quest'anno era piccola) e a intagliarvi il motivo di quest'anno che è un gatto nero. Ho poi anche fatto le foto alla casetta finita ieri. La potete vedere qui sotto: è fatta tutta di cose mangiabili. La struttura è di panspezie decorata con glassa allo zucchero a velo, infine ci sono un pò di caramelle gommose. L'unica cosa non mangiabile sono le tende o le vetrate rotte che sono di carta. Tempo occorso per farla: circa due giorni interi. Altre foto con i dettagli della zucca e della casa le potete trovare cliccando QUI

sabato 29 ottobre 2005

Il giorno della casa

Oggi mi sono "sfinito" per completare a tempo di record la casetta. Dopo un inizio così e così ieri sera, stamattina, con la mente riposata, sono riuscito a trovare le soluzioni ai problemi che avevo. Prima di tutto il tetto che non so mai come ricoprire. Per Natale è semplice ma per Halloween mica ci si poteva mettere la neve. Poi c'è il problema di decorare le pareti: non so mai cosa cavolo appenderci. Infine bisogna riempire il giardino ai lati della casa e all'entrata. Comunque, come per tutte le cose, è solo questione di avere un pò di fantasia e le soluzioni saltano fuori. Domani intaglio la zucca, faccio le foto e poi le posto. Ora due ravioli ricotta e basilico, film e nanna!

venerdì 28 ottobre 2005

Bah!

10 milioni in viaggio per il «ponte». Previsto traffico intenso per Ognissanti. Secondo la società Autostrade, i giorni critici saranno domani e martedì.


Bene, fuori dalle palle, così almeno posso festeggiare Halloween in pace. In extremis sono pure riuscito a combinare una festicciola con due mie amiche. ^_^

Berlusconi replica all'invito di Ciampi a pensare alle priorità del Paese. «E'quello che facciamo molto bene da quattro anni»


Alle ultime elezioni ho votato per il Polo delle libertà. Ho votato (indirettamente) Berlusconi ma ora mi sono proprio rotto. Ad oggi non ho visto una sola cosa veramente utile fatta dal governo. Posso capire che siamo in una situazione di crisi, che non è facile cambiare le cose in fretta e bene ma almeno, per favore, risparmiatemi le stronzate.

Risparmiatemi il contributo per il secondo figlio. Ma perchè dare i soldi a uno perchè ha fatto un secondo figlio? Abbiamo bisogno di carne da macello per l'esercito come ai tempi di Mussolini? Non credo. Soldi sbattuti via quindi.

Risparmiatemi il contributo a chi manda il figlio alla scuola privata. Sono d'accordo, mandandolo lì, non usufruisce dei servizi di istruzione pubblica per cui ha pagato le tasse. Tuttavia siamo in un periodo di crisi e se qualcuno sceglie di mandare il figlio ad una scuola privata vuol dire che ha i soldi per farlo. Quando il bilancio lo permetterà, gli daremo qualche soldo indietro. Ora sarebbe meglio dare qualche soldo extra alle scuole italiane per comprare attrezzature e rimettere a posto le aule.

Risparmiatemi l'esenzione dell'ICI alla chiesa cattolica (in primis) e alle altre chiese. L'Italia è uno stato laico. Dove sta scritto che bisogna fare un favore alle chiese e non per esempio a chi deve comprarsi una casa? Facciamo che chi si compra la casa, non ci paga le tasse per 2 anni. Certo, la chiesa, centro di potere capace di muovere e influenzare migliaia di persone (e voti) in vista delle elezioni vale molto di più di qualche impiegatuccio che deve comprare casa

E la devolution? Ancora non è stata approvata e sarà una stupidata all'acqua di rose.

Sono stufo di non vedere proposte intelligenti e soprattutto di sentire che il governo ha fatto molto. DOVE?! Quindi alle prossime elezioni credo proprio che annullerò la scheda o voterò qualche piccolo partito di protesta. La sinistra fa ridere, la destra fa piangere: devo anche io scappare all'estero per vivere in un paese civile?

mercoledì 26 ottobre 2005

E' arrivato il momento...

Dovrei essere riuscito a vendere il mio PC per circa 350 euro che non è male. Quello nuovo ne costerà 950. Un pò mi scoccia tirare fuori tutti questi soldi ma si vive uan volta sola. Non posso sempre risparmiare/tirchieggiare su tutto. Non prendo mai nulla dal bar, non spendo nella macchinetta snack, non spendo ai pasti a mezzogiorno (uso solo i buoni), non vado spesso in vacanza e praticamente mai al cinema... Quella volta che esco o che mi prendo qualcosa, voglio trattarmi bene. La configurazione scelta è questa:

Motherboard GIGABYTE K8N-SLI 939 (NForce4 SLI)
2x Modulo DIMM 512 MB DDR 400Mhz
Case GIGABYTE 3D Aurora Dark Silver Aluminum
HITACHI Deskstar T7K250 160GB SATA2 8MB (gli altri 2 arriveranno l'anno prossimo)
Alimentatore ATX12V 500W x P4 Silent
2x Schede video GIGABYTE Nvidia GF6600 256Mb DDR TvOut
Cpu AMD Athlon64 3200+ (Socket 939) + ventola

Recupero il sintonizzatore TV e il masterizzatore CD (il nuovo masterizzatore DVD l'anno prossimo), un neon color fragola e una stringa rossa oltre a un controller per ventole e temperature. Il case, davvero di qualità come quello che già ho, sarà appunto QUESTO della Gigabyte nella versione più scura:Dovrebbe essere molto silenzioso e pratico, totalmente utilizzabile senza cacciaviti e con un mini led che proietta una scritta azzurra a piacere sulla scrivania.

lunedì 24 ottobre 2005

Lagna parte II

Anche da me in ufficio come da Manu ci sono le telenovelas. Un aggiornamento sulle performance della signora di cui vi avevo parlato QUI.

Qualche settimana fa:
Lei: come va?
Io: bene anche se stanotte non ho dormito granchè bene...
Lei: eh, io sono mesi che non dormo bene!

Oggi:
Lei: Vorrei andare al Foxtown a Mendrisio ma non ho la machina (non è che lo dici perchè vuoi farti per caso ma proprio PER CASO accompagnare?! ^_^ )
Io: Beh, ci puoi andare in treno, poi ci sarà un bus che ti porta al centro commerciale
Lei: Eh, ma è troppo complicato!
Io: Mica si può avere sempre le cose facili nella vita...
Lei: Non mi dire così che in questo periodo ho un sacco di casini. (ma no, incredibile, non avrei mai pensato! ^_^ )

domenica 23 ottobre 2005

In preparazione di Halloween

Oggi, in preparazione di Halloween e per fare un pò di test in vista dei regali di Natale, ho fatto una porzione di panspezie. Oggi pomeriggio lo ritaglierò e lo cuocerò. Naturalmente essendo una porzione americana e non italiana, è venuto fuori 1 Kg di impasto per panspezie o giù di lì. Sempre esagerati gli americani! ^_^
Per chi fosse preso come me nei preparativi per halloween, segnalo QUESTO sito pieno di idee carine da fare in casa. Spesso (sentito con le mie orecchie da alcuni ospiti ieri sera...) si dice che Halloween qui in Italia sia solo una festa consumista.Ma dove? Basta avere un pò di fantasia, girare per il web, magari mettersi d'accordo con gli amici e si può tutto fare in casa spendendo poco nulla.Peccato che non ho un giardino con un bell'albero: avrei potuto far schiantare la strega proprio nel mezzo. Se non sono stato chiaro, vi consiglio di guardare QUESTO breve filmato in streaming che vi guida a costruire la strega schiantata nel vostro giardino!

sabato 22 ottobre 2005

Spedizione in Svizzera

Stamattina sono andato al mercato dove ho preso una zucca per Halloween che poi decorerò, dei fiori di zucchina, un quarto di zucca mantovana per farne puré.Sono poi passato al Lidl dove ho preso una bella lampada da lavoro utilizzabile in esterni. Dopodichè nel pomeriggio ho accompagnato mio papà in Svizzeradove andava a trovare un suo amico e mi sono fatto lasciare al centro commerciale Serfontana a Chiasso. Ho sempre passato tanto tempo in Svizzera ma ogni volta che ci torno mi fa un effetto stranissimo. Mi sembra di entrare in un mondo completamente diverso da quello in cui vivo. Le persone nei negozi sono gentilissime, i bordi delle strade curati, i semafori fatti in un certo modo, i supermercati pieni di cose fantastiche che non si trovano in Italia e a prezzi spesso bassi. Insomma, mi sento a casa mia e una sensazione un pochino simile l'ho solo provata quando sono andato a Bolzano. Ovviamente mi sono dato agli acquisti pazzi con carta di credito:
*Barattolo di crema all'OVOMALTINA da spalmare sul pane alla mattina
*Sacchettino con miscela di spezie per Birnenbrot (dolce con una crema a base di pere secche macinate e spezie)
*Tavoletta Lindt di cioccolato natalizio alle spezie (per la mia capa negli USA)
*Un disco di cioccolato marmorizzato con cui fare delle sfoglie di cioccolato con l'apposito strumento che già ho (Girolle)
*Delle testoline di animali di plastica con la ventosa sul retro per appendere chiavi, spazzolino, ecc (uno per me e uno da regalare a Natale)
*Una scatola per biscotti decorata con i cioccolatini
*Un apaletta per sollevare le fette di torte ma con un lato tagliente (si taglia la torta e la si mette sul piatto con lo stesso strumento)
*Un cavatorsoli per le mele (3 euro...)
*Un aggeggio per fare le palline con melone, anguria, ecc.
*Una formina per biscotti a forma di Bretzel con la molla e l'aggegio per sformare meglio il biscotto
*Un mattarello in silicone per stendere le paste senza che si attacchi nulla! (e per lavarlo senza problemi)
*Un foglio di silicone da usarsi sulle teglie in alternativa alla carta forno
*Una serie di stecche di legno di differenti spessori per stendere gli impasti nello spessore desiderato e omogeneamente
*Una toma al tartufo selezione speciale Migros
*Una toma al burro di tartufo
*Due tomini quadrati, specialità ticinese
*Due wurst tipo Cervela
e per finire mi sono mangiato un croissant particolarissimo mai mangiato prima (croissant tipo Sils) e una pasta a base di pasta sfoglia con crema pasticcera e marmellata di lamponi (una favola al costo di 1 solo euro...).
Non c'è proprio nulla da fare, la Svizzera è davvero un paradiso. Gli stipendi sono circa il doppio dei nostri e molte cose costano meno e già questo fa capire come se la passano gli svizzeri. Ho passato tutte le mie vacanze estive alle medie, al liceo e all'università in Svizzera e anche per questo mi sento davvero di casa. L'unico difetto, l'unico vero difetto della Svizzera, lo ammetto, è che è un buco con tutto quanto questo comporta. Ma d'altra parte nessuno è perfetto quindi...

venerdì 21 ottobre 2005

V for Vendetta

Ho scoperto che l'11 novembre uscirà il film V for Vendetta. Il titolo non mi sembra dei più azzeccati (a me fa venire in mente i VISITORS ^_^ )ma non bisogna fermarsi a quello. Si tratta di un film di fantapolitica ricco d'azione. La trama sembra interessante:
Cosa sarebbe successo se la Germania avesse vinto la seconda guerra mondiale? In un immaginario futuro, la Germania ha trasformato l'Inghilterra in un paese nazista. Un uomo cerca di ritrovare la libertà dalla dittatura con atti di estremo terrorismo.
Dal trailer che trovate QUI sembra che il film sia un misto di Equilibrium (film notevole purtroppo snobbato dai media e quindi poco conosciuto) da cui prende il tema di una futura dittatura assoluta e di Matrix da cui prende le scene d'azione. Non per nulla fra i registi ci sono anche i fratelli Wachowski. Nel cast anche Natalie Portman. I casi sono due: o è una ca**ta pazzesca o un film notevole che entrerà nella mia videoteca...

giovedì 20 ottobre 2005

Nutella? No grazie...

Ognuno ha le proprie battaglie perse in partenza. Una di queste mie battaglie perse in partenza è quella di far capire agli amici che se la Nutella è un alimento gradevole, c'è di MOLTO MOLTO MOLTO meglio. Per rendere più chiaro il mio discorso, la Nutella sta alla crema Novi (la mia crema preferita) come un qualsiasi olio di semi sta a un pregiato olio extra vergine d'oliva italiano. In QUESTO articolo trovate le stesse argomentazioni che uso quando cerco di convincere i miei amici.

P.S. Aggiornata la sezione Blog dividendo i Blog che leggo tutti i giorni da quelli che leggo ogni tanto. Nuove "new entry" (anche se le leggo ormai da un pò) sono:
-il Blog di Cinewitch
-Bellavite.de (soprannominato da me Berlino solo andata date le idee del possessore del Blog) dove potete leggere quanto sia bella la città di Berlino e le usanze tedesche.

martedì 18 ottobre 2005

E vaffa...

E vaffa... anche quest'anno per Halloween non farò un tubo. Vaffa a 'sto idiota di giorno dei morti per cui tutti o vanno via o devono fingersi tristi e addolorati. Già ci sono tanti problemi tutti i giorni, dobbiamo pure dedicare un giorno al lutto?! Tanto se ci teniamo a una persona che non c'è più, mica c'è bisogno del giorno dei morti per ricordarcene. Perchè non abbiamo anche noi Halloween? Perchè su 'ste cose gli americani ci passano davanti e noi rimaniamo come stupidi a guardare? Ora oltre al mal di testa che mi perseguita da due giorni sono pure incazzato.

domenica 16 ottobre 2005

Week end in cucina

Questo week end ho passato un pò di tempo in cucina (ma nemmeno troppo) e ho preparato una crostata pere e cioccolato (con base di pasta frolla alle mandorle), cucchiaini di cioccolato bianco Toblerone e pane ai semi di girasole. Quest'ultimo con l'aiuto delle miscele del Lidl di cui vi avevo parlato QUI e la mia macchina del pane. La novità è che a parte la fase di impasto e la prima lievitazione, ho fatto tutto da me con la cottura finale in forno. Il risultato è stato stratosfericamente migliore rispetto a far fare tutto alla macchina del pane.
Per quanto riguarda la parte cinema, ieri sera ho noleggiato un film un pò particolare: Dead End. Non è un film famoso, non è stato pubblicizzato ma ne sono rimasto soddisfatto. E' un horror fatto con un certo stile e di scene splatter non se ne vedono (a parte forse una). Il grande pregio di questo film è la capacità di trasmettere angoscia allo spettatore, il che per un film d'orrore non è poco. Fra l'altro il film parte tranquillo, forse addirittura un pò mosciamente, per poi andare in crescendo fino ad arrivare a un finale pressochè istantaneo (infatti dura poco meno di 80 minuti che sono pochissimo per un film!). Non si rimane tuttavia con l'amaro in bocca perchè tutto viene spiegato come si deve e a pensarci bene, arrivati al punto in cui era arrivato il film prima del finale, non c'era davvero più nient'altro da dire. Globalmente un horror davvero ben fatto, ve lo consiglio per la nottata di Halloween. Voto: 7,5

sabato 15 ottobre 2005

Segnalazioni

Oggi vi segnalo alcune cose interessanti che ho trovato in questi giorni. Innanzitutto questo libro:
Pentole & provette. Nuovi orizzonti della gastronomia molecolare
di This Hervé, Collana "I Saggi del Gambero Rosso".
Non di tratta di un libro di ricette ma di una serie di capitoli che chiariscono dal punto di vista tecnico scientifico come avvengono certe trasformazioni (per esempio la modificazione dell'uovo da crudo a sodo) in modo da guidare al meglio le vostre performance ai fornelli. In certi punti il libro diventa molto tecnico e potrebbe non essere comprensibile a tutti. In definitiva un libro non facile e che richiede un certo impegno ma che permette di capire cosa succede all'alimento nel momento in cui mettiamo una pentola sul fuoco. Prezzo super appetibile visto che si tratta di un libro serio e non del classico libretto da autobus o treno: 16 euro. Messo nella lista per Babbo Natale ^_^

Poi vorrei segnalarvi questo film sconosciuto che uscirà a breve in Inghilterra. Il titolo è: Day Of The Dead 2: Contagium e a occhio e a croce sembrerebbe il seguito del vecchio film di Romero "Day Of The Dead". Poichè anche qui il prezzo è popolare (10 euro spese di spedizione comprese) mi sa che ci farò un pensierino. Maggiori dettagli QUI.
Per concludere vi segnalo la signora imbecille che ho incontrato stamattina mentre giravo con la mia dalmata. Stavo tornando a casa quando incontro un signore che conosco con un Golden Retriever di cui la mia dalmata è praticamente innamorata! Vabbè, solito scambio di saluti (fra me e il signore) saltelli, code agitate e abbai (fra cani) e poi il signore si allontana seguito a una ventina di metri da me. All'incrocio vedo che una signora si ferma e gli dice qualcosa. Poi passo io e la signora si volta e dice "pure fra di loro si incazzano". Eeeeh?! Ma sei scema?! (CERTO!) Quella rincoglionita aveva scambiato i saltelli, abbai e feste fra i due cani come una litigata e si era probabilmente lamentata di non so cosa col signore. Ma dico io, primo fatti gli affari tuoi, secondo se sei ignorante e non conosci come i cani comunicano fra di loro, vedi di non farlo vedere... per finire, vestiti in modo decente senza voler fare l'originale a tutti i costi!(aveva su un vestito stranissimo verde, tutto drappeggiato a metà fra l'etnico e l'elegante... insomma, la classica signora di mezza età, piena di soldi che non capisce un ca**o ma vuole che il mondo giri secondo i suoi desideri e si fa gli affari degli altri). Ma va a *BIP* vah! ^_^

**AGGIORNAMENTO**
Il film sembra veramente da quattro soldi. In ogni caso potete vedere delle foto e un brevissimo dietro le quinte sul portale del produttore ( http://www.taurusec.com ). Potete inoltre leggervi la recensione e lo speciale su SPLATTER CONTAINER (il trailer lo scaricate in fondo alla pagina) dove sono presenti diverse foto abbastanza grandi che rendono l'idea.

Visto l'arrivo a breve nelle sale americane, vi segnalo che i trailer che ho visto di Doom sono molto molto promettenti. Dai trailer si ha l'impressione di un film tipo Resident Evil e cioè con atmosfere claustrofobiche, belle ragazze e tanta azione. Quest'ultima sarà ovviamente fatta da soldati tutti d'un pezzo con cui le ragazze (trascinate malvolentieri al cinema dai propri fidanzati ex giocatori maniaci di Doom) potranno lustrarsi la vista. Sito ufficiale QUI. Arrivo previso in Italia: fine gennaio 2006.

Il tuo supermercato del cuore vicino a casa...

Se c'è un posto dove odio andare a fare la spesa è il supermercato di fianco a casa. Non solo i prezzi sono carissimi, ma le persone scortesi e alle casse c'è sempre parecchia fila. Per questi motivi lo evito come la peste e preferisco andare all'Esselunga e al Lidl. In quest'ultimo ci sono sempre tante cose carine e un sacco di cose tedesche buonissime. Uova e latte però preferisco prenderli nostrani e farli stare in giro il meno possibile quindi, come è successo oggi, mi sono recato al "mio supermercato del cuore" di fianco a casa a prendere il latte. Prendo il latte, mi metto in coda in cassa... dopo un pò è il turno di quello prima di me, un signore sulla 50ina con figlioletto. Deve pagare una spesa piuttosto sostanziosa (a parte che ci vuole poco in quel supermercato per spendere parecchio) e cosa fa? Paga col bancomat? NOSSIGNORE! Rigorosamente contanti e poi tutto soddisfatto prende il suo portamonete a conchiglia e comincia a spargere monetine sul piano della cassa!!! Sgrano gli occhi, penso "vabbè, ci vede poco, sarà per vedere cos'ha dentro". Nooooo, li ha spantegati sul pianale per fare scegliere le monetine al cassiere!! Mamma mia, ma che gente gira? Dopodichè tutto sorridente si mette a raccoglierle una per una. OMG. Per finire, arriva il mio turno. Alla cassa c'è un tipo che sembra uscito dalla caverna: barba di qualche giorno, maglione tipo "extracomunitario ho solo questo e non lo cambio mai" e gilerino con l'insegna della catena. Guardo gli altri cassieri: uno ha su una polo grigia col logo del negozio, l'altra ha la divisa a righe bianche e verdi. Tutti uguali no, eh? Troppo difficile. Il cassiere a questo punto mi guarda e mi fa "solo il latte?". Stavo per rispondergli "e io dovrei dare i miei soldi a questo cesso di posto?"...

giovedì 13 ottobre 2005

Le sfide di Grissino ** SFIDA N.1 **

Ogni tanto mi impunto su qualcosa e mi ci metto con impegno per riuscire in un progetto. La sfida di questi giorni era:
Costruire un Blog personalizzato su piattaforma gratuita utilizzando risorse gratuite

Con grande soddisfazione sono riuscito nella mia impresa. Non è stato facile perchè ho dovuto cercare uno spazio web con supporto sia di Php (non troppo difficile) che di MySQL (molto più incasinato). Alla fine il risultato è stato questo:

Blog di test di GRISSINO
(clicca il link qui sopra per vedere il Blog)


Tutto gratis, tutto personalizzabile anche se un pò lento...
Non ho certo intenzione di lasciare Blogger che mi offre una buona piattaforme senza impazzire in manutenzione ma dopo aver visto i Blog di Manuel e di Ciemmerre non potevo non cercare di creare anche io un qualcosa di simile che fosse completamente amministrabile. Missione compiuta!

martedì 11 ottobre 2005

Riusciranno i nostri eroi a festeggiare Halloween?

Oggi ho fatto un salto al Lidl per comprare due cose per Halloween. E' qualche anno che cerco di organizzare una festicciola e mi va sempre buca. Speriamo meglio quest'anno. La fregatura è che ci sono appiccicati i morti, c'è il ponte e tutti se ne vanno o si listano a lutto. Poi ci sono quelli che fanno i patriottici di comodo e dicono che Halloween non la festeggiano perchè è una festa americana che con noi non c'entra nulla. Ma cavolo, forse non vi è chiaro un principio che ognuno dovrebbe scriversi a caratteri cubitali sulle pareti di casa e cioè: ogni popolo ha i suoi pregi e difetti. Bisogna sempre cercare di assimilare i pregi degli altri per migliorare noi stessi. E se gli americani hanno una festa carina che possiamo far nostra, perchè fare gli snobboni? Ma poi snobboni di che? Capirei snobboni per il Parmigiano o per la Cassata siciliana ma snobboni per difendere il giorno dei morti!!! Mah...

Aggiungo che mi piace un sacco la nuova pubblicità della Golf dove c'è una tizia a cui un ragazzo fa squillare il cellulare. lei lo cerca, dov'è, dov'è, apre tutti i possibili vani porta oggetti della Golf (ben 9!) e sono così tanti che alla fine il cellulare smette di suonare. Mi ricorda il sottoscritto che il cellulare lo lascia sulla scrivania (acceso o peggi, spento...), se lo porta in giro con suoneria muta e poi tutti mi dicono "ti ho cercato sul cellulare ma..." ^_^
Così ora gli amici sanno che prima del cellulare viene l'e-mail.

Poi vorrei esprimere una mia perplessità. Ho un cane. Ho una dalmata. La mia dalmata come tutti i cani perde peli. Com'è che tanta gente è schifata dai peli di un cane? Non venitemi a dire motivi igienici perchè se perde i peli, sono peli puliti:
1) la mia dalmata è pulitissima e le lavo persino le zampe prima di entrare a casa. Fuori non si rotola per terra e in casa ha un divano con telo cambiato regolarmente tutto per lei dove sta tutto il giorno (quindi non si sdraia per terra).
2) quando vado al ristorante vedo che la gente che va in bagno a lavarsi le mani prima di mangiare sarà il 10% al massimo. E gli altri? MAIALI! Non venitemi a raccontare la frottola che vi siete lavati le mani a casa perchè fra casa e il ristorante non avete toccato nulla? Stretto le mani agli amici? Toccato il portone di casa? La maniglia del ristorante? La maniglia dell'auto? O peggio, dei mezzi pubblici?!
3) E che dire di quelli che ti entrano in casa e ti mettono la loro borsa, lo zaino o i sacchetti della spesa CHE HANNO APPOGGIATO PER TERRA OVUNQUE sopra la tavaglia del soggiorno su cui mangio o sul mio letto nei pressi del cuscino?! MANNAGGIA A LORO CHE POI DEVO CAMBIARLI OGNI VOLTA!
E poi mi venite a dire che vi fanno schifo i peli di un cane pulito? Ma cordialmente andate a **BIP**

Infine un aggiornamenti sui cioccolatini comprati a Roma di cui ho parlato QUI. Dopo attento assaggio a tre, abbiamo concordato che i cioccolatini non meritavano più di un 7 dato che la maggior parte era piuttosto piatta come sapore. Molto meglio le mini-praline nello scrigno, capolavoro di cioccolateria mignon, che mi ha portato il ragazzo di mia sorella da Vienna dalla pasticceria Altmann & Kuhne.

lunedì 10 ottobre 2005

Boicotta Cuba!

Oggi un post serio. Nei giorni scorsi sono capitato per caso sul sito di un gruppo di esuli cubani qui in Italia. Vi invito a fare un salto sul loro sito: http://www.cubaitalia.org e a vedere il filmato nella home page o almeno le foto di quella che è Cuba oggi. Anzi quello che sono le due Cuba di oggi: quella dei suoi abitanti e quella dei turisti.

Il filmato è un pò lungo da caricare perchè sono 6 mb. ma rende molto bene le condizioni attuali del popolo cubano. In alternativa lo potete scaricare QUI che è poi un altro sito per Cuba Libera. Quello che la sinistra vuole far credere (cioè che grazie al comunismo Cuba è riuscita a restare autonoma e a svilupparsi modernamente) è una bugia colossale. Cuba è nelle stesse condizioni se non peggiori dei più poveri paesi ex comunisti alla caduta dell'URSS. Conciata peggio di Romania, Bulgaria, dove la vita era indietro di 10-20 anni rispetto alla nostra.E se qualcuno dice che questa è solo propaganda americana, lo invito a comprarsi il libro "SED Savoir Eviter Le Design" Ed. Taschen (un gioco di parole visto che la SED era anche il partito comunista al potere in Germania Est) che offre un curioso spaccato dei prodotti alimentari e d'uso quotidiano in uso a Berlino Est al momento della caduta del muro. E tenete conto che la Germania Est era la punta di diamante dei paesi satelliti dell'URSS. Non dico che il sistema capitalista sia perfetto, ci sono tanti poveri anche negli USA e qui da noi, ma a Cuba non solo c'è povertà estrema ma anche completa assenza delle libertà più elementari come quella di espressione e di movimento. La situazione è simile a quella in URSS dove gli stessi cittadini sovietivi non potevano muoversi in nessun'altra città che non fosse quella di residenza se non con uno speciale passaporto rilasciato a discrezione delle autorità. La gente scappa da Cuba e l'anno scorso dei ragazzi che avevano dirottato una nave per chiedere asilo politico negli USA sono stati condannati a morte e giustiziati. E poi andiamo a parlare male degli USA. Forse è il caso di guardare un pò più sotto nel continente americano...
Boicotta Cuba! Non andate a Cuba in vacanza, non comprate i suoi prodotti: portate solo soldi alla dittatura che affama e uccide il popolo cubano.

sabato 8 ottobre 2005

Film gratis? Ci hanno pensato i finlandesi!


Incredibile ma vero, ho scoperto che dei finlandesi hanno girato un film e lo hanno messo a disposizione di tutti gratuitamente su Internet (il film è in finlandese con sottotitoli in inglese / ungherese / ceco ). I circa 600 Mb. del film in formato XviD li potete scaricare dal sito ufficiale:

http://www-fi2.starwreck.com

Ho poi una "buona notizia" che susciterà molto interesse in coloro che hanno comprato l'ultimo Ipod di Apple:

SAN FRANCISCO (Reuters) - Apple Computer Inc., responding to consumer complaints that the screen on its sleek, recently introduced iPod cracks too easily, said on Wednesday it will replace any defective units.

Ebbene sì, l'Ipod nano ha qualche problema con lo schermo. La questione che mi pongo io è: Apple sostituirà gli Ipod difettosi anche qui in Europa?


Ieri sera ho noleggiato il film Tortilla Soup. Delusione totale. Non sapevo fosse una scopiazzatura (trama assolutamente IDENTICA) del film cinese Mangiare, bere, uomo, donna. Io posso capire che uno voglia fare un remake ma almeno cambia qualcosa. Qui l'unica cosa che è cambiata è l'ambientazione (Stati Uniti anzichè Cina) e la cucina (messicana anzichè cinese). Francamente troppo poco per divertirsi dopo aver già visto l'altro film. Voto: 7 se non avete visto l'originale, altrimenti non più di 6.

**AGGIORNAMENTO**

Dopo essermi fatto venire una bolla a furia di sbucciare e tagliare a fettine una zucca intera per farci il puré che sembra impossibile da trovare qui in Italia ma è presente in tantissime ricette americane, ho provveduto al dolce della domenica: brownies alla zucca.


Infine, purtroppo, ho dovuto anche io mettere la fastidiosissima conferma di commento tramite parole o numeri poichè in poco più di una settimana ho avuto almeno una decina di commenti-spam. Abbiate pazienza, fra un pò proverò a ritoglierla sperando che Blogger faccia meno acqua.

Roma, città da mangiare

Eccomi di ritorno da Roma! E' stata una settimana un pò pesante ma, cosa ben peggiore, non ho avuto tempo per fare il benchè minimo shopping ad eccezione di tre palmizi per decorare le torte e una candela per Halloween.
Per questa volta quindi, niente suggerimenti di shopping. Per fortuna posso invece darvi qualche suggerimento per quanto riguarda il mangiare. Prima di tutto bisogno dire che a Roma si mangia generalmente meglio e spendendo meno rispetto a Milano. Roma in realtà è tutta da mangiare e da questo punto di vista assomiglia a New York: è piena di locali, gelaterie, carretti e ad ogni ora del giorno o quasi è possibile fermarsi e gustare qualcosa di buono. Tanto per cominciare, vi segnalo un FORNO aperto praticamente sempre e dove cornetti (brioches), bombe (krapfen), maritozzi & company sono sfornati a ritmo continuo, costano poco e sono davvero deliziosi. Il forno non ha insegna, ma basta il vostro naso per individuarlo a diversi portoni di distanza. Scendete alla fermata Ottaviano-S.Pietro del metrò, imboccate via Barletta stando sul lato opposto a quello della caserma dei Carabinieri che è circondata da alte mura giallo-arancioni. Proseguite sul marciapiede e dopo un negozio di abbigliamnto, uno di cose militari, un ristorante, inizia un edificio con delle aperture che conducono a dei sottoscala. Quando arrivate davanti alle scale del negozio a luci rosse, fatevi guidare dal profumo perchè il sottoscala seguente è quello giusto. I prezzi sono ultra popolari (es. 4 cornetti e 1 bomba, 1 euro e 80) ma non aspettatevi confezioni lussuose: tutto è messo in sacchetti di carta con tanto di tovagliolini rusticissimi che mi ricordano sempre le salviettine di carta riciclata del bagno dei treni (tranquilli, non hanno riciclato un vecchio stock delle FS!). Se per caso prendete un vassoio anzichè il sacchetto, dovete pagarlo a parte. D'altra parte quando una brioche vi costa 30 centesimi, questo è comprensibile. Personalmente adoro le ciambelle fritte e le bombe alla crema. La bomba rimane soffice anche dopo averla tenuta lì un giorno e addentandola sa sì di fritto ma non di "grasso vecchio" e ciò è sicuramente sinonimo di qualità. Per il ripieno potete scegliere crema o cioccolato. Le ciambelle sono fatte con la medesima pasta delle bombe ma senza ripieno. I cornetti sono al naturale, alla marmellata, alla crema, alla Nutella o al cioccolato bianco. Se non siete a dieta, a 30 centesimi l'uno vale la pena di provarli tutti. Provate eventualmente anche gli altri dolci. Il salato invece non è speciale e potete trascurarlo. Attenzione che il posto è molto frequentato (è aperto anche di notte ma in quel caso i prezzi possono essere più cari come avverte un cartello scritto a mano vicino al bancone) quindi nella migliore delle ipotesi dovete aspettare 1-2 minuti, nella peggiore anche 5-15 minuti.Per pranzo posso consigliarvi diversi posti. Questa settimana ho cambiato ogni giorno posto ma non ho trovato niente di particolarmente speciale rispetto a quanto già conoscevo. Ho provato il ristorante cinese Green Tea di cui si parla molto bene QUI ma non mi è sembrato all'altezza della recensione. Innanzitutto le bacchette che vi danno per mangiare non sono usa e getta e questo pone già un problema igienico. Secondariamente il riso saltato che mi hanno servito era tiepido ma con i gamberi freddi di frigo (argh, se vuoi fare una ristorazione di qualità e non il solito cinese economico, non puoi cadere su queste cose...). Non pretendo che il piatto mi venga cucinato espresso ma almeno riscaldato con un pò di cura. Il resto del vassoio del menù di mezzogiorno non era nulla di particolarmente eccitante. Sarò capitato nel giorno sbagliato, forse alla sera i pasti sono più curati ma vista la mia esperienza non me la sento di consigliarvelo come ristorante dove passare assolutamente. Un altro posto dove sono andato è lo ZEN. Il locale è la fotocopia di quello di Milano, quindi non mi dilungo. Personale cortese, sushi abbastanza buono, peccato per i prezzi uguali a Milano ossia piuttosto elevati. Un locale simpatico aperto tutta la settimana, tutto il giorno è il RoadHouse alla Stazione Termini. E' una catena con sei soli punti vendita sparsi per l'Italia che cucinano carne italiana prodotta da Cremonini (uno dei maggiori produttori italiani di carne).Il locale è in stile western impostato in modo molto americano con TV alle pareti, ragazze sportive con palmare che comunicano direttamente alla cucina gli ordini e ovviamente piatti a base di carne. Appena seduti al tavolo vi portano un piccolo secchiello pieno di gigantesche arachidi, uno vuoto per gli scarti e un cestino con dentro degli ottimi chips di mais che potete intingere nella salsa piccante. Il menù è ristretto a poco piatti, tutti a base di carne. Con i piatti proposti (eccetto le insalate) è incluso il contorno ossia un pò di fagioli, patate fritte o una patata al cartoccio. Vi consiglio queste ultime con guarnizione di panna acida (+70 centesimi) che seppur lontane dagli originali americani, sono decisamente gradevoli. La qualità della carne (che potete sempre chiedere al sangue, normale o ben cotta) è davvero buona ma non a buon mercato dato che spendete facilmente sui 30 euro per un secondo, un dolce e una minerale.A proposito di dolci, da segnalare il cheesecake che è servito a scelta con un topping alla fragola o al cioccolato e sbuffi di panna oppure il Fabulous Cake, una torta al cioccolato a tre strati separati da una crema piuttosto collosa che credo sia a base di burro, zucchero e cacao. Attenzione se siete di fretta: le ragazze prendono gli ordini subito e li mandano direttamente alla cucina tramite i palmari in dotazione ma la cucina non è altrettanto rapida a soddisfare le richieste e spesso, almeno nel locale a Termini, si deve aspettare parecchio (40 minuti per un hamburger, sigh...). Consolatevi sapendo che tutta la carne è cotta al momento come potete controllare dal finestrone all'inizio del locale che vi permette di gettare uno sguardo direttamente sulla cucina. Per la sera ho due locali dove andare a colpo sicuro. Il primo è a due passi da piazza S.Pietro e si chiama Zigaetana (via Cola di Rienzo 263, tel. 063212342). E' aperto anche a mezzogiorno, in questo caso il menù è più ristretto ma comunque sempre ottimo, e ha prezzi più che abbordabili. Vi sconsiglio le pizze (niente di speciale) ma vi consiglio caldamente tutti gli altri piatti "à la carte" fra cui i dessert e (alla sera) la teglia da degustazione con 5 o 6 diversi dessert al cioccolato (ponte, piramide, bicchierino, ecc.). In definitiva, cucina curata sia come accostamenti sia come presentazione, prezzi accessibili (mangiate tranquillamente con 30 euro se non bevete vino) e avete pure la possibilità di ammirare lo spettacolo notturno di piazza S.Pietro e via Conciliazione che sono lì a due passi. Sempre vicino a S. Pietro ma dalla parte opposta rispetto a Zigaetana, trovate un locale davvero speciale. Subito dietro al tribunale (piazza Cavour), in una vietta laterale, trovate il Naboo (http://www.naboo.biz/ - Via P.Cossa 51/b Tel. 06.36003616 - aperto solo alla sera). Il ristorante è davvero spettacolare: è infatti arredato modernamente con sculture e giochi di luce (i neon soffusi cambiano di colore nel corso della serata: blu, rosa, giallo, verde...) e per terra ci sono piccoli led che contribuiscono a dare al tutto un'atmosfera fantascientifica, quasi da astronave. Bagno molto pulito e tecnologico con tanto di asse autopulente e pubblicità della Wind (eh eh eh...). Consiglio di prenotare perchè il locale non è molto grande. In questo caso, chiedete uno dei tavolini vicini alla vetrata che sono i più belli. La cucina è di livello ancora superiore rispetto al già ottimo Zigaetana, senza però grandi incrementi di prezzo.Con circa 35 euro mangiate un antipasto, un secondo, un dolce, compreso un cestino del pane (con focaccine al rosmarino di loro produzione) e un litro di acqua non gasata. Le portate elencate QUI le ho appunto gustate al Naboo (qui sopra e a fianco potete vedere una foto del locale con i neon accesi sul verde e una del tonno scottato in crosta di speack con melograno). Per finire vi segnalo un locale aperto da poco. Il suo nome è tutto un programma ossia Ciòccolati (Via Marianna Dionigi 36 - Tel. 0636006165) ed è a due passi dal Naboo. Sulla carta è un locale con altissime potenzialità anche se durante la mia visita mi ha un pochino deluso. Mi sono infatti recato da Ciòccolati appena finito di cenare al Naboo, per concludere la serata con un dolce al cioccolato un pò ricercato. Il locale è molto carino ma le ragazze che stanno al banco davanti al bar / cioccolateria sono un pò sul chi va là come se fossero piombate lì al bancone da pochi secondi. Scendendo poi le scale si arriva in una tavernetta molto carina che a quell'ora (21.00) era deserta. Dopo un pò è arrivato un ragazzo a servermi, anche lui gentile ma un pò titubante e indeciso quando gli ho chiesto consigli sul dolce. Alla fine ho preso una tortina tipo mousse di cioccolato bianco con lamponi e pistacchi.L'aspetto, come potete vedere dalla foto, era in linea con le aspettative ma la delusione è arrivata con la prima cucchiaiata. La torta era davvero troppo dolce, i lamponi utilizzati non erano freschi ma (credo) sotto liquore e dei pistacchi nemmeno l'ombra... per 5 euro mi sarei aspettato di meglio. Ad ogni modo nella carta del locale sono presenti tantissime altre cose come thè, cioccolate aromatizzate, biscotti con creme al cacao, cialde, eccetera eccetera che andrebbero provati con calma per giudicare più oggettivamente. Sono quindi risalito e ho preso un assaggio delle praline. Ottimo l'assortimento con gusti molto particolari (tarte tatin, pepe rosa, tabacco, the, agrumi, ecc.) e non male il prezzo (circa 7 euro / etto). Perplessità e indecisione sono saltate fuori anche alla mia richiesta di un pacchetto regalo per le praline ma alla fine le due ragazze sono riuscite a farmi un bel sacchettino color arancio metallizzato con nastro del locale in tono. Le praline non le ho ancora assaggiate, ma vi farò sapere quanto prima. ;-) In definitiva spero che il locale non getti al vento le potenzialità che ha: la prossima volta lo testerò più approfonditamente e vedrò se includerlo o meno nella lista dei locali in cui passare obbligatoriamente quando si passa da Roma. Per la cronaca questa volta ho mangiato in 7 ristoranti diversi, di cui 4 nuovi (l'unico promosso è stato il RoadHouse) e ho scartato definitivamente uno di quelli che avevo messo nella mia lista con commento "non male, da approfondire".

Infine un appunto che può esservi utile. Se dovete tornare da Roma a Milano nel tardo pomeriggio, vi consiglio di prendere l'Eurostar che parte alle 17.55 anzichè quello delle 17.30. Questa è la seconda volta che lo prendo e ho notato diversi vantaggi:
-partendo da Termini è disponibile sul binario già alcune decine di minuti prima della partenza: così facendo potete tranquillamente trovare il vostro posto e rilassarvi senza fare tutto di fretta
-sempre per lo stesso motivo, è difficile che arrivi e riparta in ritardo
-ci mette solo 4 ore e 15 (anzichè 4.30 perchè non ferma a Firenze)
-E' vero che non è un ETR 500 ma un più vecchio ETR 460, però ha un grandissimo vantaggio e cioè che tutti i posti di prima classe sono dotati di spina per collegare il portatile (evvai, film, musica e giochi senza problemi di autonomia delle batterie!)
-ha un servizio di cortesia migliore di quello standard: in prima classe, oltre alla solita bibita, giornali anche alla sera e tramezzini + caramelle (o cioccolatini) in omaggio al posto degli snack secchi e preconfezionati.

giovedì 6 ottobre 2005

Delizie romane

Ieri sera ottima cena:
-Fiori di zucca fritti con un ripieno di pesce spada e olive, salsa tapende.
-Tonno leggermente scottato in crosta di speck con salsina al melograno (strepitoso)
-Rotolo (di pasta di pane cotto al forno) con Nutella e cioccolato bianco

Acqua non gasata, cestino con due tipi di pane e focaccine al rosmarino. 35 euro.

mercoledì 5 ottobre 2005

Sulla strada per Roma...

Sono partito domenica ma sono riuscito a postare solo ora ^_^

PARTE 1: LA RAI
Domenica mattina: sveglia alle 7 e via ai preparativi per partire: alle 9 ho l'Eurostar per Roma. La sveglia alle 7 non è facile, specialmente dopo una settimana pesante e dopo che al sabato ci si è svegliati alle 7.30 così appena suona lo stereo, lo spengo e accendo la TV per sentire il TG (già, l'apertura degli occhi avviene poco a poco). Giro, giro, niente TG... ah, già, forse c'è sciopero o forse è solo domenica... così trovo su RAI 3 una specie di documentario non commentato sul disastro di New Orleans. Interessante. Mi fermo e guardo le devastazioni che gli eventi naturali (e anche un pò di idiozia umana) possono causare. A un certo punto comincia a parlare una voce in sottofondo "bene, sentiamo cosa dice" penso io e invece dopo un pò a metà di una frase "click", PUBBLICITA'. MA COME?! Ma da quando i programmi si interrompono così mentre uno sta parlando? Ma soprattutto che cavolo interrompi un documentario su una simile tragedia per mandare in onda dopo la pubblicità, UN CARTONE ANIMATO SUI PIRATI?! Ma dico, siete scemi? Ma che schifo di servizio date? Mettete in onda le cose giusto per non lasciare la schermata nera e quando vi fa comodo interrompete e partite con altro? E io devo pure pagare per 'sto schifo di servizio!!!

PARTE 2: IL TAXI
Il tassista che mi ha portato in stazione aveva appeso allo specchietto retrovisore una specie di polipo. Guardo meglio. Strizzo gli occhi. Ora capisco. Ci ha attorcigliato sopra un rosario con un crocefisso lungo 10 centimetri a cui a sua volta è stato attaccato un crocefisso più piccolo. A completare il tutto due elastici verdi tengono ferma una specie di moneta che ha su un qualche santo. Prima mi è affiorata la domanda: ma con lo specchietto retrovisore così affollato di patacche, se lo fermano i carabinieri gli danno una multa?! Poi sono passato al religioso: ma come fa la gente a pensare che queste plasticherie di origine cinese ti proteggano dalle sventure? Dio non ci guarda e se proprio ci guarda, non è che ti fa evitare l'incidente solo perchè hai appeso due croci Made in China e una monetina del tuo santo preferito... io se fossi in lui proverei a pregare in cinese. Magari Dio apprezza lo sforzo e ti tiene la macchina integra almeno per un pò.

PARTE 3: TASTI DEI TELEFONINI, MATRIMONI, D&G e LINGUA INGLESE
Salgo sull'Eurostar. La carrozza è semivuota ed evviva, ho un posto di quelli singoli lato finestrino! Prendo al volo la rivista delle FS e mi immergo a leggere e ad ammirare le caratteristiche tecniche dei treni Eurostar. Sto scoprendo che amo sempre di più i treni ad alta velocità. Sono dei prodigi di tecnologia, sono comodi e uno non deve neanche faticare per guidare o trovare le indicazioni stradali per arrivare alla metà. Ormai mi ci sento di casa. Dicevo, stavo leggendo la rivista quando plinplinplon... plinplinplon... plinplinplon... plinplinplon... e mi è venuto spontaneo pensare "e che **BIP** cosa rompi le balle a tutti giocando col telefonino?! Ma soprattutto perchè i produttori impostano i tasti in maniera che facciano un suono quando vengono schiacciati? Dovrebbero sapere che la gente è pigra, non legge i manuali e trita i **BIP** a tutti quando in luogo pubblico compone un numero o un sms! Non faccio in tempo a completare il mio pensiero che il tizio dietyro di me comincia una simpatica conversazione a proposito del matrimonio a cui è andato ieri. Com'era la sposa? Bella, un vestito rosa elegante, lei poi è biondissima. Com'era la cerimonia? Fredda perchè l'hanno fatta in comune dato che lei è divorziata e ha una bambina BIONDISSIMA [allora sei fissato!] di 5 anni. Il ragazzo si è anche premurato di far sapere a tutta la carrozza che le foto del matrimonio sono state fatte in un borgo medioevale dove hanno girato il remake dei Promessi Sposi del trio Marchesini, Solenghi e Lopez[secondo me porta sfiga fare le foto in un posto simile ^_^], che la cena alla sera è stata fatta in un grande albergo con al centro della sala il tavolo degli sposi. Ed infine ci ha fatto partecipi che c'è stato un bel intermezzo di karaoke dove c'era un tizio di Roma che cantava da favola. Conversando con quest'ultimo, ha scoperto che era un cantante professionista e ha persino ottenuto la promessa che avrebbe cantato anche al suo matrimonio per soli 500 euro. Domanda: MA PERCHE' LA GENTE USA IL CELLULARE PER STE COSE?! Poi chiedete a me perchè lo tengo sempre spento... Continuando con la rivista di Trenitalia, leggo in una intervista a D&G: "Non esiste una mise consigliabile. Dipende da ciascuno di noi. Ognuno ha un suo abbigliamento con il quale si sente a posto. [...] Ognuno sta bene con quello che ama e ogni mise va bene se sei comodo e a posto con te stesso.". Me ne ricorderò se qualcuno ha qualcosa da ridire sul mio abbigliamento sportivo. Gli dirò che ho l'approvazione di D&G! :-P
E per finire, non poteva mancare un pizzico di internazionalità. Sto prendendo un thè dal carrello bar e vedo arrivare una signora indiana. Si ferma nel corridoio e, guardando la ragazza e il ragazzo che stanno distribuendo bibite e snack, dice in un lento e perfettamente comprensibile inglese "scusi, non ho capito". I due geni che ovviamente non sanno l'inglese, guardano me e dicono "dov'è il capotreno?" [e che ne so io, se non lo sapete voi che siete personale viaggiante!]. Poichè la signora mi fa un pò pena, prendo il mio inglese disastroso (ma che con piacere vedo che capisce perfettamente) e le spiego che questo è un treno speciale e col biglietto che ha non può viaggire e che quindi deve andare dal capotreno che è nella terza carrozza. ALTRA DOMANDA: MA COSTA TANTO A TRENITALIA (o ChefExpress) ASSUMERE E METTERE SUI PROPRI TRENI DELLE PERSONE CHE PARLANO UN PO' DI INGLESE?! Non dico sul regionale di sola 2° classe Milano-Piacenza, ma almeno sull'Eurostar Milano-Roma!!! Critichiamo tanto gli americani che parlano solo inglese ma almeno la loro è una delle lingue più "condivise" sulla terra. Noi con l'italiano dovremmo saperlo che non si va molto in là oltre i nostri confini...

Per il resto tutto OK. A Milano piove, a Roma la pioggia credo mi raggiungerà in serata ma a me non dispiace poi così tanto visto che non fa ancora troppo freddo e mi sono portato le mie Nike nere in pelle prese a NY. Sembra che il mio semi raffreddore abbia fatto un passo indietro. Sono quindi pronto ad assaporare le gioie culinarie della capitale, non vedo l'ora!!!

sabato 1 ottobre 2005

Nuovo paio Nike.ID dagli USA!

Nuovo modello di Nike.ID disponibile negli USA. Non male anche se estremamente sportivo; ricorda molto le scarpe usate dai giocatori di football americano. Ma ogni tanto una botta di vita ci vuole. Disponibile solo negli USA, 145 US$ + spese postali. Messe nella mia Wish List anche se non avrò mai i soldi o la possibilità di comprarmele! ^_^

Che stanchezza...

Sono stanco. Stanco soprattutto dei miei utenti idioti in ufficio (ovviamente non tutti ma parecchi) che sono soprattutto poco rispettosi del MIO lavoro che in teoria non dovrebbe essere di helpdesk ma di amministrazione dei server. Purtroppo in Italia si pensa sempre "ti occupi di informatica? OK, ho capito, sei uno che si diverte a smanettare coi PC, anzi a giocarci". Salvo poi pregare in turco quando serve un consiglio sul nuovo PC, quando la stampante non stampa, quando il PC fa le bizze. Ieri sera (DICASI SABATO!) l'ho passata a mettere a posto il PC di una signora e oggi ho messo a posto il Blog di un mio amico che non sapeva da che parte girarsi. Ma mi domando io, perchè la gente riesce sempre a incasinare così tanto il proprio PC? Seconda domanda: ma perchè il mio amico (che pure si occupa d'informatica!) prima prende lo spazio web per il proprio Blog e solo DOPO pensa al problema di come fare a installarci e configurarci un Blog? Ultimamente continuo a ripetermi "Ci vuole tanta pazienza nella vita" e lo ripeto anche qui: CI VUOLE TANTA PAZIENZA NELLA VITA.

Ho una mezza idea di andare a trovare un mio amico che si è trasferito in Arizona a lavorare. Ci andrei per Pasqua. A parte la lunghezza del viaggio (più di 16 ore), il problema è il costo. Per 15 giorni neanche a parlarne di spendere meno di 1800 euro (albergo scadente e auto a noleggio compresi). E 'sti **BIP**, ma perchè l'aereo è così caro?! Lo so, il carburante costa e i chilometri sono tanti ma cavolo, io i soldi mica li raccolgo sugli alberi come se fossero foglie verdi! E' anche vero che non si può stare sempre chiusi in casa, che a Natale probabilmente non andrò da nessuna parte e che quest'estate è tanto se ho speso 300 euro per i giorni di vacanza che ho fatto. Perfino per i mercatini di Natale a Trento e Bolzano andrò da una mia amica così che praticamente l'unica spesa sarà il treno e qualche pasto fuori. Insomma, non posso sempre tirare la corda su tutto!!! Così mi sa che per il prossimo anno mi concederò queste due (costose) settimane e il PC nuovo. Dico costose perchè mica penserete che vada là senza comprare nulla. Andrò lì in mutande (tanto fa caldo ^_^) e tornerò con due valige piene di Action Figures, libri, attrezzi di cucina e souvenir degli States... E in estate tirerò la cinghia, farò al massimo la mia solita settimana in Calabria.