venerdì 26 agosto 2005

Educazione alimentare anzichè Latino

Mi sono sempre chiesto: ma perchè ho divuto studiare per tanti anni una materia così inutile come il latino? Non dico di buttarla ma di darle il giusto peso: 2 ore alla settimana, massimo tre e via... Similmente mi sono chiesto com'è possibile che in un liceo SCIENTIFICO si faccia così poca SCIENZE (due ore alla settimana...). Ma vi rendete conto? Tutto il sapere scientifico condensato in due ore e una lingua morta fatta e approfondita per 4-6 ore alla settimana. Finchè in Italia non si darà sufficiente spazio alle lingue e alla scienza, rimarremo sempre fanalino di coda in Europa perchè purtroppo il mondo va avanti con i progressi scientifici e non con le poesie. Prendete per esempio questa notizia di oggi:

BRESCIA - Un uomo è morto e altre persone sono state ricoverate in gravi condizioni all'ospedale di Esine in Val Camonica a causa di un' intossicazione alimentare dovuta, a quanto sembra, a verdura messa sotto conserva.(fonte www.corriere.it)


Ma possibile che al giorno d'oggi uno muoia per un fungo o una melanzana oppure stia tutto il giorno in bagno per un tiramisù conservato male?
Io proporrei in tutte le scuole almeno 1 ora di educazione alimentare e 1 ora di educazione sessuale alla settimana in modo che non succedano più queste cose. Detto fra noi, per motivi di studio e di passione, sono molto attento agli aspetti alimentari e vedo che la maggior parte della gente commette degli errori davvero grossolani nella preparazione / uso / conservazione degli alimenti. Consiglierei a tutti la seguente autoanalisi: (risposte corrette aprendo i commenti ;-) )

1) Coprite tutte le cose che mettete nel frigo?
2) Prima di passare a una nuova ricetta, vi lavate le mani, specialmente dopo aver toccato uova, carne cruda, verdure crude, ecc.
3) Fate lo stesso anche con gli utensili che avete usato?
4) Usate la lavapiatti o lavate a mano? Se a mano, sotto acqua corrente o a mollo?
5) Tenete le uova in frigo?
6) E il latte a lunga conservazione?
7) Come scongelate i surgelati prima dell'uso?
8) Quando fate le conserve di verdura (se le fate) sapete quali sono i requisiti per farle "sicure" e prendete le opportune precauzioni?
9) Magiate con tranquillità salami o insaccati "artigianali"? E i funghi?
10) Quando fate la spesa in estate avete dietro la borsa termica o il frigo portatile con le piastre?
11) Cucinate/mangiate spesso alimenti con uova crude?

A proposito di alimentazione, sono stato parecchio colpito dal film/documentario SUPERSIZE ME e ho visto che l'autore ha scritto un libro (NON MANGIATE QUESTO LIBRO) in cui riprende la sua esperienza raccontata nel film per approfondire gli argomenti e raccontarci un pò di cosette extra.Trovo poi molto interessante l'elenco dei prodotti/produttori di trash-food presente alla fine del libro. Intendiamoci, non è che di colpo non entrerò mai più in un Mc Donalds ma d'ora in avanti cercherò di privilegiare hamburger & Co. fatti in modo più artigianale. E' giusto valorizzare quei ristoranti che preparano i piatti utilizzando ingredienti genuini e di qualità e che cercano di cucinarli nel modo più sano possibile. Non tutti gli hamburger sono uguali!!! Vi consiglio film e libro che provvederò a comprare settimana prossima.

11 commenti:

  1. 1) coprite le cose che mettete nel frigo?
    Sì, non solo per gli odori quanto per le contaminazioni. Quando lasciate una cosa aperta in frigo, specialmente se non ancora cucinata (verdure, carne, ecc) questa può contaminare con microbi pericolosi altri cibi. Anche le MUFFE sono pericolose su alcuni alimenti e quindi è bene avere un frigo No-Frost o in alternativa non far muffire le cose in frigo.

    2) prima di passare a una nuova ricetta, vi lavate le mani dopo aver toccato uova, carne cruda, verdure crude, ecc.
    La domanda si riferisce al rischio di contaminare alimenti cotti con altri non cotti.

    3) Fate lo stesso anche con gli utensili che avete usato?
    Come sopra la contaminazione può essere fatta tramite le nostre mani o anche tramite coltelli, forchette, ecc.

    4) usate la lavapiatti o lavate a mano? Se a mano, sotto acqua corrente o a mollo?
    La lavastoviglie se usata correttamente è il metodo più sicuro ed economico (non sembra ma è così) per lavare i piatti. Ovviamente non ci va messa dentro la roba sporca ma prima va lavata in qualche modo a mano sotto acqua corrente. In pratica la lavapiatti deve solo togliere qualche alone e piccolo residuo e igenizzare le stoviglie. Così facendo si evitano anche gli odori e gli intasamenti del filtro.

    5) Tenete le uova in frigo?
    C'è anche scritto sulla confezione "dopo l'acquisto conservare in frigo".
    Per evitare lo sviluppo di eventuali microbi pericolosi (soprattutto Salmonella) è bene tenere le uova in frigo PRIMA e DOPO l'acquisto e comunque consumarle prima possibile. Occhio ai gusci incrinati che permettono ai microbi di entrare all'interno.

    6) e il latte a lunga conservazione?
    Benchè non vada a male se tenuto in luogo fresco, le sue caratteristiche nutrizionali già compromesse dal forte trattamento di calore ricevuto vengono anche degradate dal "calore" ambiente che si protrae per lungo tempo. L'ideale sarebbe tenerlo in frigo anche prima del consumo e se possibile prendere sempre e solo latte fresco.

    7) Come scongelate i surgelati prima dell'uso?
    Dal migliore al peggiore metodo:
    -direttamente in padella
    -nel microonde
    -in frigo
    I surgelati non andrebbero mai scongelati a temperatura ambiente perchè i tempi sono troppo lunghi e permettono una elevata crescita dei microbi quindi anche di quelli pericolosi, se presenti.

    8 ) Quando fate le conserve di verdura (se le fate ) sapete quali sono i requisiti per farle "sicure" e prendete le opportune precauzioni?

    Il pericolo deriva essenzialmente dal Clostridium Botulinum. Perchè questo microorganismo naturalmente presente nel terreno (e quindi comunemente presente sugli ortaggi) non si sviluppi basta che la conserva sia sufficientemente ACIDA (sulle conserve industriali c'è sempre un agente acidificante). Per alcuni ortaggi i problemi sono pochi perchè già acidi di natura (pomodori), per altri (funghi, melanzane) è invece opportuno acidificare (es. funghi cotti nell'aceto e poi messi sott'aceto). E' anche importantissimo lavare bene tutti gli ortaggi.
    La sterilizzazione è utilissima per molti microbi che potrebbero svilupparsi nella conserva ma ininfluente sul Clostridium Botulinum che resiste a temperature elevate per molto tempo.

    9) Mangiate con tranquillità salami o insaccati "artigianali"?

    Il problema è lo stesso citato sopra. In questo caso sarebbe meglio mettere i conservanti permessi dalla legge. Inoltre va tenuta particolare cura nella preparazione e nella conservazione (calore, luce, ecc.) dato che i salumi contengono alte percentuali di grasso. Quest'ultimo ossidandosi (cioè quando irrancidisce) può produrre sostanze dannose o comunque non salutari.

    10) Quando fate la spesa in estate avete dietro la borsa termica o il frigo portatile con le piastre?

    Il motivo che sta alla base di questa operazione è di evitare che un alimento si scongeli e poi venga ricongelato dopo essere stato rimesso in freezer. Particolare precauzione va presa per i piccoli surgelati (es. frutti di bosco surgelati).

    11) Cucinate/mangiate spesso alimenti con uova crude?
    In generale andrebbe evitato l'uso di uova crude o poco cotte. Nel caso sia impossibile farne a meno, meglio usare le più fresche possibili (guardare la data di deposizione), di fare le lavorazioni nel modo più pulito e semplice possibile e di mettere il tutto in frigo appena possibile. Togliere la pietanza dal frigo non troppo presto e rimetterla di nuovo dentro se nessuno desidera più mangiare.

    RispondiElimina
  2. Pensa io che ho studiato anche il greco ;) Scherzi a parte credo che alcune materie come anche educazione sessuale, conoscere le droghe e i loro effetti etc sarebbero un bel passo avanti per la scuola italiana

    RispondiElimina
  3. A me latino piaceva!

    Sarà anche una lingua morta ma a me ha dato tanto e, tutt'oggi, a volte mi capita di ripassare qualcosa

    Ironia della sorte mi piaceva di più il latino dell'inglese :)

    In ogni caso concordo. Dovrebbero inserire nei programmi anche qualche ora riservata all'educazione sanitaria in genere, all'educazione sessuale, all'educazione civica etc etc etc

    PS: il salame nostrano però è boooooono ;)

    RispondiElimina
  4. effettivamente ho l'impressione che un sacco di gente non conosca i più elementari principi per un'alimentazione sana. come la giusta proporzione tra carboidrati, proteine e grassi (moltissime persone non consumano proteine, fa malissimo!) e le enormi differenze tra le varie tipologie di grassi e di zuccheri. hai mai letto i libri di barry sears? davvero illuminanti...

    RispondiElimina
  5. X Barbara
    Greco?! Brrrr RABBRIVIDISCO!
    Già avevo il 4 cronico in Latino ^_^

    X Hoplà
    Esattamente cosa ti ha dato (o ti dà) il latino????
    Il salame nostrano è migliore di qualsiasi altro SE FATTO SECONDO CERTE REGOLE. ;-)

    X Videogirl
    Non solo non conosce i principi per cui mangia male ma non conosce nemmeno le più elementari NORME IGIENICHE per conservare e manipolare correttamente i cibi.
    :-(
    E quando sei ospite da qualcuno cosa gli dici? Che è ignorante e che dovrebbe bla bla bla? Purtroppo devi stare zitto e mangiare, al limite trattenendoti sulle cose più critiche...
    :-(((

    I libri del dottor Barry non li conosco, che ne dici di prestarmene uno tu ;-P visto che mi è venuto un piccolo brivido alla schiena quando ho letto ciò in una scheda sul web di un suo libro:

    - Come si possono bruciare più grassi guardando la televisione piuttosto che facendo esercizio fisico.

    A me interesserebbe molto visto che mi piace guardare i film, però lasciami dire che sono MOLTO scettico riguardo questa affermazione che mi fa sorgere molti dubbi sulla serietà di quello che scrive. Mi sbaglio? Dimmi qualcosa in merito...
    :-)

    RispondiElimina
  6. non so che dirti. forse hai letto un trafiletto scherzoso. quello che ho letto io era quasi un manuale di chimica, spiegava i processi di assimilazione dei vari cibi e gli effetti benefici di un giusto equilibrio ormonale. in soldoni tutta la sua teoria si basa sul mantenimento di un indice glicemico basso. non so quindi se ti piacerebbe :-)

    RispondiElimina
  7. "Latin is a language dead as dead can be. Killed off all the Romans and now it's killing me" - Queste parole furono cantate da i miei genitori a scuola tanti (tanti) anni fa!

    Mi sa che le cose non cambiano mai!

    RispondiElimina
  8. X Videogirl
    Capito. Comunque i vari processi di assimilazione li ho studiati all'Università in almeno 2 o 3 esami quindi posso farne a meno. Quanto al tasso glicemico basso, come farei io che sono così appassionato di pasticceria? ^_^
    Toglietemi tutto ma non i miei dolci quotidiani! ;-P

    X Alex
    Eh eh... divertente! Bentornato, ho visto che ho parecchi arretrati. Non pensavo tornassi così presto. :-P

    RispondiElimina
  9. Devo essere sincera a me Greco e Latino, dopo un mini shock iniziale, piacevano ... a loro modo insegnano una forma mentis ...un modo di analizzare delle cose diverso ( se pensiamo a come dev'essere analizzata una frase per venir tradotta) io invece ero assolutamente negata per TUTTE le materie scientifiche , al classico sono riuscita a prendere ripetizioni di algebra... che devo dire? la mia testa è molto più classica che scientifica senza dubbio :)

    RispondiElimina
  10. I like your blog about design houston site texas web, make sure to check design houston site texas web web site out as well!

    RispondiElimina
  11. Hey, you have a great blog here! I'm definitely going to bookmark you!

    I have a web design und entwicklung site/blog. It pretty much covers web design und entwicklung related stuff.

    Come and check it out if you get time :-)

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P