domenica 17 luglio 2005

Zombie test

Sicuramente è capitato anche a voi di ricevere qualche raccomandazione da un amico a proposito di un libro, un film, un ristorante e via dicendo. Partendo dal presupposto che queste raccomandazioni sono fatte in base ai gusti personali, è chiaro che l'attendibilità dipende dalla persona. Se questa ha dei gusti sballati rispetto ai propri, può darsi che arrivino delle delusioni. Le mie ultime delusioni sono state:
1) Il libro "Guida galattica per gli autostoppisti" di Douglas Adams e puntate successive
2) La catena di negozi H&M

Partiamo dal primo. Mi piacciono i libri di fantascienza sia quelli ironici che quelli "seri". Titolo raccomandato più volte da un mio amico, non ho potuto che dirgli "prestamelo!" e così è stato. Ho cominciato a leggere il primo libro della saga, sono passato al secondo e mi sono fermato a metà: ho trovato la serie davvero sconclusionata e stupidamente assurda. Se volete leggere una serie di libri (ben 10!) scritti in modo ironico ma godibilissimo, meglio che vi orientiate su MISSIONE TERRA di Ron Hubbard (sì, quello di Scientology ma in questo caso non c'entra nulla perchè lui oltre a fondare la setta era anche uno scrittore di fantascienza).

Passiamo a H&M. Esaltato da tutti, l'ho trovato davvero triste. Sono andato due volte nel negozio che fa angolo con piazza S.Babila. A parte che è un open space confusionario (avete presente quelli ordinati e luccicosi della Rinascente? Ecco, NON sono così) ma poi i vestiti sono davvero anonimi e di prezzo normale: la convenienza c'è rispetto alle grandi firme ma rispetto a vestiti non firmati non la vedo proprio... Nei miei due giri esplorativi ho trovato un'unica cosa simpatica ossia un paio di pantaloncini gialli e verdi con la scritta "FROGSTYLE" e disegnati da Fiorucci dal costo improponibile di 20 o 25 euro. Lo store Fiorucci che c'era prima era tutta un'altra cosa... che tristezza.

A proposito di delusioni, speriamo che il nuovo Resident Evil 3 sia all'altezza della prima puntata e non sia completamente privo di atmosfera e con protagonisti ridicoli come il secondo. Da indiscrezioni lette sul web, la terza parte dovrebbe essere girata quest'estate nei dintorni di Toronto. Incrociamo le dita che questa volta gli zombie siamo più seri e Milla bionica più umana...
Se non avete le idee chiare di cosa sia uno zombie, andate qui e non scordatevi di comprare qui il Zombie Outbreak Survival Kit. Mi raccomando, non sottovalutate il rischio e siate preparati a un'invasione di Zombie. Prepararsi prima per sopravvivere poi! Per verificare le vostre possibilità di salvezza andate qui e, come dice l'autore, "find out if you'd get out alive, or end up Zombie chow". Buona fortuna.



P.S.: Io ho ottenuto il seguente risultato:
Congratulations!
You scored 68%!
Whether through ferocity or quickness, you made it out. You made the right choice most of the time, but you probably screwed up somewhere.
Nobody's perfect, at least you're alive.

5 commenti:

  1. Non sono un grande amante delle catene di negozi per abbigliamento, anche se Zara non mi dispiace; qualche cosa di carino si trova e a buon prezzo.
    Tieni conto che vivo 5 giorni su 7 in giacca e cravatta e quindi preferisco andare in negozi specializzati. Per quanto riguarda invece il vestirmi sportivo ci pensano gli altri, soprattutto la mia fidanzata. Ho poche cose ma di qualità e abbastanza alla moda.
    Capitolo Resident Evil: sono un grandissimo appassionato della serie VideoGames, li ho tutti finiti e non potevo rinunciare a vedere il film. Il primo stupendo, il secondo un pò meno ma l'ho gradito ugualmente.
    Speriamo nel terzo capitolo :D

    RispondiElimina
  2. Tutta la settimana in giacca e cravatta? Sigh, non ti invidio per nulla.

    Se sei appassionato di Resident Evil DEVI fare il test per vedere se sopravviveresti all'arrivo degli Zombie!!
    :-P

    RispondiElimina
  3. ok lo farò promesso :D

    Putroppo il mio lavoro richiede Giacca e Cravatta :( sempre!

    RispondiElimina
  4. Ho fatto il test - e anchè io preso 68%. Ho visto anchè i due film di Resident Evil e devo dire che mi sono piaciuti entrambi film - ma RE uno era il migliore - stanamente ho visto RE due prima di RE uno.
    Un film da evitare a tutti costi - Sposa e pregiudizio - che abbiamo noleggiato sul premesso che fosse una commedia (fa ridere), ma non mi a fatto ridere ed e basato su un libro di una certa Jane Austin il quale ho sempre odiato. La parola 'commedia' a volta significa 'fa ridere' a volta vuol dire 'dramma'. Questa parola ha ingannato me e la mia altra meta (italiana):-(

    RispondiElimina
  5. Ciao Alex,
    io non guardo commedie (salvo pochissime eccezioni) perchè dopo pochi minuti comincio a sbadigliare!!

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P